Autore Topic: Il topic della politica  (Letto 358632 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6795 il: Luglio, 17, 2017, 17:42 »
Aò, io sono anticomunista  :laughing7:

Online Zanzegù

  • FRATE INDOVINO
  • **********
  • Post: 10385
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6796 il: Luglio, 17, 2017, 18:35 »
Non è così, Hero: credi solo di esserlo.
Scommetto che sei pure per la decrescita felice, eh??

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6797 il: Luglio, 17, 2017, 18:39 »
No

Online Zanzegù

  • FRATE INDOVINO
  • **********
  • Post: 10385
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6798 il: Luglio, 17, 2017, 18:51 »
Un muro di gomma.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • VAMAVVO MAVVONE MAVAMALDO
  • ****
  • Post: 7076
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6799 il: Luglio, 17, 2017, 19:21 »
Bravo compagno Zanze. Hai toccato un punto fondamentale. Questa folle idea della decrescita è degli anni 70. Stalin trasformò l'USSR da "nazione" rurale alla prima potenza industriale a livello mondiale.
Gagarin era decrescita?
I razzi katiuscia erano decrescita?
Boldrini e Vendola sono decrescita, io dico, cari compagni.
Noi siamo per industrializzare l'intera Siberia sotto la guida illuminata di compagno Herovsky. Si fottano i mammut.

Un muro di gomma.

no: una cortina di ferro  :icon_salut:
« Ultima modifica: Luglio, 17, 2017, 19:27 da Sidvicious85 »

Offline Shandon

  • Moderator
  • GERMANO MOSCONI
  • ****
  • Post: 15580
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #6800 il: Luglio, 17, 2017, 20:07 »
d'accordo, se vuoi la risposta seria te la do. Guarda questo grafico (World Bank):

https://ibb.co/kj92za

su x hai la misura che ti garba (pil procapite) su y la percentuale di popolazione che emigra; come puoi vedere, la relazione in tutti gli anni presi in considerazione dalla world Bank ha la forma di una funzione quadratica: all'aumentare del reddito il numero di emigranti aumenta. Questo è vero per il 1960 ed è vero per il 2000. L'emigrazione è piuttosto bassa nelle situazioni di estrema povertà (500$ al mese) ma aumenta significativamente quando raggiungono un reddito alto (5000$, il reddito della Libia pre-guerra civile). L'effetto, come puoi vedere, è aumentato nel corso degli anni, raggiungendo il picco nel 2000. Nel 2010 il fenomeno è cresciuto ulteriormente, come mostrano i dati ONU:

https://ibb.co/gHgt5F

e la relazione si mantiene anche quando si considerano non gli stock ma i flussi (misurati su diversi decenni - stock finale meno stock iniziale su totale popolazione iniziale):

https://ibb.co/eYRRQF

E secondo gli studi di World Bank, la relazione positiva è di una magnitudine significativa: rispetto ai paesi più poveri, i flussi dai paesi (relativamente) ricchi sono di 9 punti percentuali più alti. Questi sono i migliori dati disponibili sul fenomeno; vengono da uno studio della World Bank e dimostrano incontrovertibilmente che esiste una relazione positiva tra la misura che ti garba tanto, il reddito pro capite, e i flussi migratori. E' un dato di fatto, confortato dalla scienza. Le spiegazioni causali sono di 4 classi:
1) trasformazione demografica: il miglior reddito fa diminuire la mortalità infantile; se l'economia non riesce ad assorbire l'offerta di lavoro, i lavoratori più giovani sono spinti a emigrare per cercare nuovo reddito (quello che argomentavo io nella risposta precedente -- e che è esattamente compatibile con un aumento del reddito pro-capite)
2) maggiore ricchezza: in termini di credito bancario o di reddito disponibile (Vanderkamp 1971, Ghatak e Levine 1994) o attraverso reti di migranti già presenti nei paesi di destinazione; queste risorse permettono di finanziare il viaggio, altrimenti impossibile.
3) asimmetrie informative: cioè le reti di migranti, che una volta nel paese di destinazione possono fornire informazioni e risorse ai nuovi migranti.
4) ineguaglianza: come argomentavo, siccome i nuovi redditi non sono ugualmente distribuiti, la crescita economica può essere vista come un divario tra aspettative e possibilità concrete; questo, e leggi bene perché non ci voglio tornare, non significa che sono poveri in termini assoluti, ma in termini relativi. Quello che stavo argomentando è che la povertà relativa non è la stessa cosa della povertà assoluta. Puoi essere povero anche senza avere le pezze al culo. I nostri poveri hanno a disposizione più reddito e risorse di un borghese del medio evo, eppure sono poveri. Perché? Perché non conta solo la quantità di mezzi che uno ha a disposizione, ma anche la distribuzione complessiva del reddito. L'ineguaglianza si traduce nella "consapevolezza dell'insufficienza [dei mezzi economici] e una diminuita tolleranza sia della povertà che del privilegio" (Heilbroner 1963:26). Quello che aumenta è la povertà relativa; la povertà assoluta, vista la spiegazione 2) e le necessità del viaggio (costi) è diminuita.


Ciao, eccomi. Allora, ho letto il post e visto i grafici, che prendo per buoni (non dovrei. Le ultime citazioni che hai fatto con la fonte accessibile, ad andare a controllare, erano sbagliate). Ti faccio notare il terzo grafico non mi sembra in linea con i i primi due, visto che vede un picco netto del flusso dei migranti negli 80-90, mentre nel 90-00 si ritorna

Vorrei un attimo soffermarmi sulla questione della ricchezza perche' mi sa che e' qui che fai il gioco delle tre carte: distinguendo tra poverta' relativa o assoluta.

Abbi pazienza se non l'ho specificato, ma quando hai detto che quelli che migrano "non hanno le pezze al culo" non ho pensato che intendessi dire "non sono di quelli che racimolano 2 dollari al giorno e sono in poverta' assoluta".  Mi sembrava chiaro che, dicendo "non hanno le pezze al culo", intendessi che non sono poveri. Ora mi dici che sono relativamente poveri, ma non in termini assoluti (ovvero non sono sotto la soglia minima).
Va bene, pero' mi sembra un po' una paraculata, anche perche' si parla di poverta' relativa di paesi tra i piu' "con le pezze al culo" al mondo (https://it.wikipedia.org/wiki/Stati_per_PIL_(nominale)_pro_capite).

Quindi bah, bella mossa ma pragmaticamente mi rimangono le stesse perplessita: ci arriva gente che in africa raccatta 3-4-5000 dollari annui. Risparmia per anni e con le rimesse estere accumula un capitaletto che va ad usare in toto, legalmente o illegalmente, per arrivare da noi. Ovviamente quando arrivano non hanno piu' un centesimo. Ma non posso dire che "hanno le pezze al culo" perche' in Mali da dove sono partiti, c'e' anche chi raccatta la merda e ci fa una baracca.



Citazione
Riassumendo:
-relazione statistica significativa tra pil procapite e flussi migratori: all'aumentare del reddito i flussi migratori aumentano e non diminuiscono.
-spiegazione causale basata su ricchezza relativa (diseguaglianza) e non assoluta (pezze al culo).

- no. All'aumentare del reddito non aumentano i flussi migratori. i tuoi stessi grafici lo dicono. (comunque ho capito cosa intendevi dire, ti voglio solo dare contro) :icon_tongue:
- Vedi sopra. Spiegazione non piacevole

Citazione
ripeto, è un problema politico, non economico. "Aiutarli a casa loro" è una cazzata; quello che manca non è certo lo sviluppo. "festung Europa" è una cazzata. La transizione dal reddito in cui migrano (2000 €) a quello in cui restano a casuccia (7000€) durerà 63 anni, durante i quali i flussi saranno ininterrotti. L'idea di investire risorse politiche ed economiche per interrompere completamente questi flussi è ridicola e inattuabile. Una combinazione di condizionalità politica (quote di immigrati in cambio di riforme per una migliore distribuzione della ricchezza, riforma amministrativa etc.) e rimpatri dei clandestini permetterà di diminuire il numero dei migranti, che preferiranno un canale economico e sicuro a uno rischioso, malgrado le cazzate del tuo libro di sociologia africana scritto da qualche hippie rincoglionito che si è informato sui testi di Jovanotti.

Infine, i miei -pochi- libri sull'africa diranno forse cazzate sugli africani, ma secondo me sono comunque piu' autorevoli del tuo modo di ragionare che si basa su una conoscenza del continente e della storia africana che rasenta lo zero. Sei troppo furbo per non sapere che non bastano degli indici a spiegare perche' in Italia ci si sposa di piu', si divorzia meno e si esce di casa piu' tardi rispetto al nord europa. E uno straniero che non conosce il paese potrebbe ben argomentare che queste cose dipendeno da un fattore meramente economico, ma sapremmo entrambi che non e' cosi'.

voglio dire anche un'altra cosa ma ora esco. ti scrivo dopo, peppo


Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6801 il: Luglio, 19, 2017, 19:32 »
Costa, ministro senza portafoglio, si è dimesso, se il partito di quel deficiente di Alfano voterà contro la fiducia il governo non avrà più i numeri e cadrà. Dal Quirinale si sussura in tal caso di reincaricare Gentiloni...

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6802 il: Luglio, 20, 2017, 13:44 »
Volevo chiedere a qualcuno più esperto di me in economia (Sid?) se il progetto di Silvio di una doppia moneta, una per le transazioni interne e l'euro per quelle esterne fosse realmente fattibile. Mi sembra un progetto interessante

Online Zanzegù

  • FRATE INDOVINO
  • **********
  • Post: 10385
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6803 il: Luglio, 20, 2017, 17:32 »
Non sono un economista (ho dato solo qualche esame), ma così a occhio e croce mi pare una boiata.
Il fatto è che il valore di una moneta non è una cosa che decide arbitrariamente chi la stampa. È dato in base alla ricchezza del territorio che ne fa uso, e in base a come compara rispetto al valore delle altre monete.
La moneta interna immagino che nei progetti di Silvio (e della Raggi che ha recentemente proposto il ritorno al sesterzio) dovrebbe valere molto poco, che ne so, 1 euro = 1.000 silviotti. Il vantaggio secondo Silvione inoltre immagini sarebbe che il governo può stampare più silviotti in autonomia, il che può produrre un solo risultato: che alle lunghe 1 euro = 10.000 silviotti. Quindi la gente preferirà comunque tenersi i propri risparmi in euro, non in silviotti, perché l'euro è una moneta infinitamente più stabile. Nessuno rischierebbe di bruciarsi i risparmi così a caso. Quindi vedrai che anche nel commercio interno l'euro rimarrebbe di gran lunga la moneta più usata.
A me sembra la solita boiata propagandistica e nulla più.
Magari qualche cretino sarà felice che i suoi 100 euro sono diventati magicamente 100.000 silviotti, ma la cosa non servirà fondamentalmente a un bel niente.

Se si vuole fare un rilancio economico serio di questo paese si dovrebbe parlare di cose un attimo più concrete che di queste fregnacce che servono solo a estorcere voti.
Tipo;
-supersemplificazione delle procedure burocratiche e supervelocizzazione dei processi (quantomeno do quelli civili), queste sono cose che veramente rallentano un sacco l'investimento, perché per prendere una decisione ti ci vogliono mesi e per tradurla in pratica ancora di più. Uno sta sempre nel dubbio.
-riduzione delle tasse sul lavoro e pure di quelle strettamente sulle imprese. Semplificazione dei pagamenti e misure meno draconiane. Non esiste che un'impresa paghi le tasse di un anno basandosi sul reddito dell'anno prima, e se poi nell'anno corrente fai meno reddito fai partire procedure incasinate per farti rimborsare con tempi e modi che nessuno conosce.
-incentivi reali a fondere le imprese. Il modello italiano della piccola impresa nel 2017 semplicemente non può funzionare. Se punti all'alta qualità non avrai mai i mezzi per produrre qualcosa di veramente a quei livelli. Se punti alla bassa qualità i cinesi ti fotteranno comunque, perché tu i diritti dei lavoratori devi giustamente rispettarli. Bisogna accorpare queste piccole realtà per renderle più competitive.
-decidersi su certi settori: o si statalizza come si deve, o si apre il mercato come si deve. Settori interi dati a piccole corporazioni pseudomafiose come i taxi, i notai o i treni non hanno più senso di esistere e ti danno solo il peggio del sistema capitalista e il peggio di quello statalista. Il consumatore è fottuto.
-lotta alla corruzione, ma non nel senso che i parlamentari prendono troppi soldi!!!1!1, lotta alla corruzione vera, quella a livello locale, gli amici degli amici e tutte queste robe qua verso cui neanche i grillini muovono un dito.

Ma questa è roba che non propone mai nessuno, invece bisogna assistere in modo avvilente a coglionate assolute come il reddito di cittadinanza, la moneta interna e la fottuta flat tax. Poi vengono a chiederti come mai voti il PD, e porca troia come mai lo voterò???

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6804 il: Luglio, 20, 2017, 17:41 »
Ah, sulla burocrazia e la lotta alla corruzione sono d'accordissimo

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6805 il: Luglio, 20, 2017, 18:35 »

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6806 il: Luglio, 21, 2017, 14:41 »
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/torino-appendino-impone-men-vegano-elementari-1423015.html Se questi sono i sindaci grullini, voglio proprio vederli governare il paese  :laughing7:

Offline Shandon

  • Moderator
  • GERMANO MOSCONI
  • ****
  • Post: 15580
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #6807 il: Luglio, 23, 2017, 19:29 »
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/torino-appendino-impone-men-vegano-elementari-1423015.html Se questi sono i sindaci grullini, voglio proprio vederli governare il paese  :laughing7:

Leggendo i sondaggi di oggi pare ci sia un ritorno della destra, un calo grillino, forse anche conseguenza di quanto scrive Galli Della Loggia (che comunque fa un articolo che trovo davvero insopportabile, dove mescola ogni cosa, l'abituale e l'eccezionale, il lecito e l'illecito, lamentandosi di tutto come un vecchio incarognito).


Offline Shandon

  • Moderator
  • GERMANO MOSCONI
  • ****
  • Post: 15580
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #6808 il: Luglio, 23, 2017, 19:33 »
Ah, e sulla dieta "vegan", mi sembra molto più strano che si voglia dare rilevanza a una cazzata simile per via del bollino "vegan" che al reale peso dell'iniziativa stessa: mangiare un giorno pasta al pomodoro e lenticchie mi pare di una normalità assoluta.


Offline Hero of Sky

  • Newser
  • DONKEY KONG
  • ***
  • Post: 2930
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #6809 il: Luglio, 23, 2017, 20:11 »
Sì, certo, il problema è che è imposto. Comunque considero Galli della Loggia una delle migliori penne del Corriere, e un grande intellettuale

 

Privacy Policy