Nintendo Club Forum

Forum Principali => News => Topic aperto da: Iacosimo - Febbraio, 16, 2013, 11:01

Titolo: Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Iacosimo - Febbraio, 16, 2013, 11:01
(http://www.nintendoclub.it/upload/Bioware_Icona.jpg)



Al GDC 2013 (San Francisco, 25-29 Marzo 2013), il senior writer di BioWare David Gaider terrà un discorso intitolato "Il sesso nei Videogiochi"
Nella descrizione della presentazione si legge:
"I giochi hanno raggiunto il punto in cui è possibile ritrarre realisticamente il sesso e le relazioni mature, ma cosa significa per noi sviluppatori?
Quanta responsabilità abbiamo nel trattare temi come la sessualità ed il sessismo, e stiamo inavvertitamente dichiarando che questo sia accettabile, anche se non si intende dire qualcosa?"

La presentazione toccherà altri punti come:

I videogiochi possono o devono essere intesi come una forma d'arte, che trattino o no tematiche sociali?
Quali implicazione queste decisioni hanno sulle vendite?

E voi, cosa ne pensate a riguardo?
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 16, 2013, 18:31
Questo argomento periodicamente viene affrontato all'interno della game industry da questo o da quel personaggio.
e' buffo perchè dicono sempre che ormai i giocatori sono di tutte le età, che l'età media dell'utenza è tipo 30-35 e che quindi tematiche come il sesso devono necessariamente entrare nell'intrattenimento videludico.
poi però non succede nulla e tutto prosegue uguale!  :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: ColorFun - Febbraio, 16, 2013, 18:38
Questo argomento periodicamente viene affrontato all'interno della game industry da questo o da quel personaggio.
e' busso perchè dicono sempre che ormai i giocatori sono di tutte le età, che l'età media dell'utenza è tipo 30-35 e che quindi tematiche come il sesso devono necessariamente entrare nell'intrattenimento videludico.
poi però non succede nulla e tutto prosegue uguale!  :laughing7:

be' non sempre...guarda pokémon, le fanno le uova no?quindi è stato implementato da qualche parte... :laughing7:

parlando seriamente ti quoto su tutto, se oggi è david gaider, domani è quell'altro e avanti così senza arrivare al punto, cioè inserire seriamente questi argomenti nei videogiochi

cmq che significa busso?
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Giotto 100 - Febbraio, 16, 2013, 18:39
Questo argomento periodicamente viene affrontato all'interno della game industry da questo o da quel personaggio.
e' busso perchè dicono sempre che ormai i giocatori sono di tutte le età, che l'età media dell'utenza è tipo 30-35 e che quindi tematiche come il sesso devono necessariamente entrare nell'intrattenimento videludico.
poi però non succede nulla e tutto prosegue uguale!  :laughing7:
Effettivamente sai che voglia per gli sviluppatori creare scene di poligoni che copulano! :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Maligno - Febbraio, 16, 2013, 19:11
I videogiochi sono un media esattamente come la letteratura e il cinema. Ovviamente non si fa un paragone in quanto a dignità artistica, ma la forma non cambia la sostanza. Ergo non c'è nulla di male nell'inserire il sesso in un videogioco, purché sia fatto con intelligenza e non diventi una scusa per darsi l'immagine di gioco "adulto".
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: SuperMario94 - Febbraio, 16, 2013, 20:29
I videogiochi sono un media esattamente come la letteratura e il cinema. Ovviamente non si fa un paragone in quanto a dignità artistica, ma la forma non cambia la sostanza. Ergo non c'è nulla di male nell'inserire il sesso in un videogioco, purché sia fatto con intelligenza e non diventi una scusa per darsi l'immagine di gioco "adulto".

Quoto Malo.

A me non farebbe ne caldo ne freddo, il sesso nei videogiochi mi andrebbe pure bene, purché appunto non sia una scusa per dire che è un gioco per adulti. In Fahrenheit (o Indigo Prophecy a seconda di come lo si vuole chiamare) una scena di sesso c'è ma non è chissà cosa e il gioco è comunque per tutti, o almeno io l'ho trovato così.
Se vogliono mettere il sesso lo facessero pure, magari va a finire che in futuro creeranno videogiochi porno legali. :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Zanzegù - Febbraio, 17, 2013, 03:55
cmq che significa busso?

sono briaco stronco e del tutto ignaro del contesto del topic, ma da noi "busso" si usa quando si gioca a ventuno e si vuole che il compagno giochi la carta più alta.

peace
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Joe-N64- - Febbraio, 17, 2013, 10:16
Quando ci fu quella cosa del hot coffee mod su GTASA che era 18+ ne dissero di tutti i colori a rockstar, quindi non credo ne metteranno mai di scene di sesso nei videogiochi.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Iacosimo - Febbraio, 17, 2013, 10:35
Quando ci fu quella cosa del hot coffee mod su GTASA che era 18+ ne dissero di tutti i colori a rockstar, quindi non credo ne metteranno mai di scene di sesso nei videogiochi.
Beh guarda, già in the Witcher 2 ce ne sono parecchie.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Gigrobo d'acciaio - Febbraio, 17, 2013, 11:17
Dal dizionario "Basso Piemonte - Italiano, Italiano - Basso Piemonte"

busso, aggettivo qualificativo di genere maschile e numero singolare.
Intraducibile se non con perifrasi, indica qualcosa di stantio, "la solita solfa" che si ripete sempre, come qualcosa che si vuole sempre fare ma viene costantemente rimandato.
"Bisogna sconfiggere la fame nel mondo" è un pratico esempio di concetto "busso".
Ma anche "bisogna combattere l'evasione fiscale" è un concetto busso.

Etimologicamente deriva dal sostantivo "busso", che almeno dalle mie parti, al confine tra Piemonte e Liguria, indica il paesanotto, il contadino, il campagnolo/montanaro, specie se residente da tempo immemore nella propria valle (esempio tipico la Val Borbera) con il rifiuto di scendere in città. Chiuso e taciturno, scontroso e di vedute limitate, odia il progresso, è taccagno ed egoista e ha come suo nemico principale le associazioni ambientalistiche che a suo dire usano gli elicotteri per lanciare le vipere nei boschi e gli mettono i bastoni tra le ruote quando va a caccia e pesca (attività svolte ovviamente con nessun rispetto di alcun limite o regola). In genere quando è particolarmente esasperato dagli ambientalisti, per ripicca incendia qualche bosco, così, a sfregio.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: WaluigiRacer - Febbraio, 17, 2013, 11:48
Effettivamente sai che voglia per gli sviluppatori creare scene di poligoni che copulano! :laughing7:
:laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: ColorFun - Febbraio, 17, 2013, 11:59
CUT
anche io sono un polentone (ma a nord) ma non pensavo che anche solo all'interno di una sola regione ci fossero parole e modi di dire mai sentiti da una parte e usati tranquillamente dall'altra...
cmq grazie, ora ho finalmente capito! :thumbsup:

Effettivamente sai che voglia per gli sviluppatori creare scene di poligoni che copulano! :laughing7:
:laughing4:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 17, 2013, 12:15
Dal dizionario "Basso Piemonte - Italiano, Italiano - Basso Piemonte"

busso, aggettivo qualificativo di genere maschile e numero singolare.
Intraducibile se non con perifrasi, indica qualcosa di stantio, "la solita solfa" che si ripete sempre, come qualcosa che si vuole sempre fare ma viene costantemente rimandato.
"Bisogna sconfiggere la fame nel mondo" è un pratico esempio di concetto "busso".
Ma anche "bisogna combattere l'evasione fiscale" è un concetto busso.

Etimologicamente deriva dal sostantivo "busso", che almeno dalle mie parti, al confine tra Piemonte e Liguria, indica il paesanotto, il contadino, il campagnolo/montanaro, specie se residente da tempo immemore nella propria valle (esempio tipico la Val Borbera) con il rifiuto di scendere in città. Chiuso e taciturno, scontroso e di vedute limitate, odia il progresso, è taccagno ed egoista e ha come suo nemico principale le associazioni ambientalistiche che a suo dire usano gli elicotteri per lanciare le vipere nei boschi e gli mettono i bastoni tra le ruote quando va a caccia e pesca (attività svolte ovviamente con nessun rispetto di alcun limite o regola). In genere quando è particolarmente esasperato dagli ambientalisti, per ripicca incendia qualche bosco, così, a sfregio.

non pensavo che aver digitato erroneamente una "s" al posto di una "f" potesse creare tutto sto caos!  XD

intendevo "buffo"

Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Gigrobo d'acciaio - Febbraio, 17, 2013, 12:24
non importa hai dato un importante contributo alla consocenza della lingua bassopiemontese
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 17, 2013, 19:38
dovessi dire, a ovada "busso" non l'ho mai sentito... forse è davvero tipico della val borbera...
comunque stavo facendo uno pseudo studio sociologico (mio personale ed esclusivo) su come le persone che vivono, hanno sempre vissuto e hanno ascendenti che sempre vissero in una valle, siano chiuse e poco propense a incontrare stranieri/forestieri. Credo che la natura oro-geografica delle piccole valli abbia un forte impatto sulla natura delle persone. leggasi: chiuso il paesaggio, chiusa la persona. Queste persone inoltre spesso sono poco propense al viaggio e all'abbandonare i luoghi noti.

Ovviamente questo mio studio non ha alcuna valenza scientifica; soltanto basate su osservazioni personali.

Fine ot
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: LinkCS - Febbraio, 17, 2013, 22:42
Quando ci fu quella cosa del hot coffee mod su GTASA che era 18+ ne dissero di tutti i colori a rockstar, quindi non credo ne metteranno mai di scene di sesso nei videogiochi.
oltre al già citato The Witcher 2, ne trovi anche nei Mass Effect e nei Dragon Age :2mdknie: mentre in altri come Skyrim è solo "sottinteso"...
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 19, 2013, 22:16
attenzione, in questi giochi che citate si vedevano scene di sesso esplicite, con organi genitali ecc ecc?
Non credo proprio... perchè è di questo che si sta parlando...
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Bender - Febbraio, 20, 2013, 17:22
attenzione, in questi giochi che citate si vedevano scene di sesso esplicite, con organi genitali ecc ecc?
Non credo proprio... perchè è di questo che si sta parlando...
Mass Effect e Dragon Age hanno un fade to black all'inizio delle scene di sesso. The Witcher invece non si fa problemi.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 20, 2013, 17:52
Ma io pensavo ci fosse già il sesso nei vg, voglio dire in gta ci si scopa le prostitute dal dopoguerra .-.
Oppure ci sono i giochi hentai. Ho frainteso qualcosa?
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: ♫Ale - Febbraio, 20, 2013, 18:43
Ma io pensavo ci fosse già il sesso nei vg, voglio dire in gta ci si scopa le prostitute dal dopoguerra .-.
Oppure ci sono i giochi hentai. Ho frainteso qualcosa?
Ma non li vedi mentre lo fanno, lo intuisci soltanto.
Diverso è per Hot Coffee. Però quando si è venuto a sapere è cascato il mondo.

Fosse per Rockstar probabilmente non ci sarebbero problemi, però hanno tutti i moralisti e gli spaccaballe contro.
Anche se, francamente, non ci vedo tutto sto guadagno con le scene esplicite nei videogiochi. Se uno cerca certe cose, si guarda un porno.
Che ci siano o no, non mi cambia molto la vita.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Lord Ridley - Febbraio, 20, 2013, 19:59
Se uno cerca certe cose, si guarda un porno.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Joe-N64- - Febbraio, 20, 2013, 20:06
Se uno cerca certe cose, si  guarda un porno.
Mi sembra giusto :laughing7:

Peró ora che ci penso giá dall'Atari2600 c'erano dei giochi incentrati proprio sul "porno"(se cosí lo si poteva definire)
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 20, 2013, 21:28
credo che i giochi porno più famosi siano quelli della serie Lula, ma qui si sta parlando di inserire sesso in giochi che porno non sarebbero (anche se per maggiorenni).
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 20, 2013, 22:15
Ma nemmeno nei film si vedono i genitali, al massimo un paio di tette e nei film degli anni '80 la patata. Perciò non capisco perché bisogna mettere del sesso esplicito in un cavolo di vg.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Lord Ridley - Febbraio, 20, 2013, 23:27
Ma nemmeno nei film si vedono i genitali, al massimo un paio di tette e nei film degli anni '80 la patata. Perciò non capisco perché bisogna mettere del sesso esplicito in un cavolo di vg.

Il sesso esplicito, per come la vedo io, ha senso solo se fine a sé stesso.
Se fai un film porno, lo metti. Se fai un gioco porno, lo metti. Altrimenti non serve. Se ci sono scene di sesso ai fini della trama puoi tranquillamente renderle senza rendere tutto troppo vivido.
Ormai i videogiochi visivamente non hanno nulla da inviadiare ai film (anzi, visivamente alcuni sono pure meglio), per cui non mi stupirei se in alcuni giochi mettessero qua e là scene di sesso o ne parlassero senza troppi problemi, ma scene esplicite non hanno motivo di esistere, se non in giochi hentai.
Spoiler (click to show/hide)
Nei giochi Nintendo, comunque, non credo vedremo mai niente del genere. È già tanto che in Fire Emblem: Radiant Dawn si accenna appena appena qualcosina (quando l'ho letto ero tipo «WOW!»).
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 20, 2013, 23:30
Nei giochi per adulti non mi pare non ci sia, e per adulti non mi riferisco a quelli porno.


Non ricordo gli accenni su Radiant Dawn, rinfrescami la memoria. :O
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Lord Ridley - Febbraio, 20, 2013, 23:35
Non ricordo gli accenni su Radiant Dawn, rinfrescami la memoria. :O

A un certo punto c'è un dialogo della regina Almedha in cui dice qualcosa riguardo a quando era incinta (non entro più nel dettaglio perché è spoiler, e credo fosse pure un dialogo nascosto).  :laughing7:
In un gioco Nintendo non me lo aspettavo proprio. XD
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 20, 2013, 23:36
A un certo punto c'è un dialogo della regina Almedha in cui dice qualcosa riguardo a quando era incinta (non entro più nel dettaglio perché è spoiler, e credo fosse pure un dialogo nascosto).  :laughing7:
In un gioco Nintendo non me lo aspettavo proprio. XD


Pensavo a qualcos'altro io lol
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Feffe - Febbraio, 20, 2013, 23:53
Nei giochi Nintendo, comunque, non credo vedremo mai niente del genere. È già tanto che in Fire Emblem: Radiant Dawn si accenna appena appena qualcosina (quando l'ho letto ero tipo «WOW!»).
Beh, la trama di Fire Emblem 4 ha al centro la relazione incestuosa fra due cugini ed è possibile far sposare fra loro fratello e sorella per poi controllarne i figli.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Lord Ridley - Febbraio, 21, 2013, 10:32
Beh, la trama di Fire Emblem 4 ha al centro la relazione incestuosa fra due cugini ed è possibile far sposare fra loro fratello e sorella per poi controllarne i figli.

Ovviamente roba mai uscita dal Giappone.  :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 21, 2013, 20:50
Effettivamente i Giapponesi non si indignano per certe cose. Mi viene in mente un gioco hentai di nome Biko 3, tratta di uno stalker e ci sono 4 o 5 ragazze da poter stalkerare e violentare/scopare e due sono di 17 e 15 anni. Qui in occidente sarebbe una cosa inammissibile. Infatti sti giochi non escono dal Giappone  :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Maligno - Febbraio, 21, 2013, 22:00
I giapponesi sono fantastici, lavorano 20 ore al giorno, sono perfettissimi, precisissimi, rigorosissimi, e nelle quattro ore rimanenti si lasciano andare alle peggio perversioni :laughing7:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 23, 2013, 16:33
Il sesso esplicito, per come la vedo io, ha senso solo se fine a sé stesso.
Se fai un film porno, lo metti. Se fai un gioco porno, lo metti. Altrimenti non serve. Se ci sono scene di sesso ai fini della trama puoi tranquillamente renderle senza rendere tutto troppo vivido.
Ormai i videogiochi visivamente non hanno nulla da inviadiare ai film (anzi, visivamente alcuni sono pure meglio), per cui non mi stupirei se in alcuni giochi mettessero qua e là scene di sesso o ne parlassero senza troppi problemi, ma scene esplicite non hanno motivo di esistere, se non in giochi hentai.
Spoiler (click to show/hide)
Nei giochi Nintendo, comunque, non credo vedremo mai niente del genere. È già tanto che in Fire Emblem: Radiant Dawn si accenna appena appena qualcosina (quando l'ho letto ero tipo «WOW!»).

capisco il tuo punto, ma non condivido. Il sesso è parte integrante della vita (anzi, diciamo che senza sesso non ci sarebbe proprio la vita) e il nascondere le parti salienti per pudore rientra sempre all'interno di una morale bigotta che oggi non ha più molto senso di esistere.
Se si vuole fare un gioco che è una specie di simulazione della vita vera, francamente non vedo perchè tagliare certe parti che sono assolutamente presenti nella vita di tutti i giorni (e lo sono, almeno in parte, da tipo che hai una dozzina d'anni)
chiaramente se il gioco indugia troppo su certi aspetti, allora il genere deve passare da "avventura" a "erotico", però, se lo spazio dedicato al sesso è limitato, non vedo che male ci sarebbe...
è scontato che il titolo debba essere pegi 18
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Giotto 100 - Febbraio, 23, 2013, 16:57
Farei attenzione anche io a non confondere il genere porno col sesso.
Il problema di questo argomento, a mio parere, è: come si potrebbe il sesso integrare nel senso strettamente ludico del videogioco?
Siamo tutti consapevoli che con la prossima generazione arriveremo, quasi una volta per tutte, ad un lato tecnico visivo sempre più realistico: un passo di avvicinamento tra realtà virtuale e realtà concreta non di poco conto (che ci piaccia o meno, poi bisognerà vedere come supporteranno una serie di periferiche, da quelle di movimento a quanto questi poligoni sempre più sofisticati saranno realmente manipolabili per il giocatore con i bug).
Dunque, è scontato che l'argomento del sesso in questa prossima generazione, potrebbe essere toccato in maniera più seria e reale, ciò non toglie che, a mio modesto parere, si rischierà di confondere molto di più il media del videogioco con quello del cinema: ho più la sensazione che il sesso possa essere usato più come scena che come interazione, di certo non è un male assoluto, ma comunque se verrà sfruttato solo in questo modo troppo diventerà stancante e limiterebbe la creatività di un'intera industria. Tanto più quando l'influenza del cinema in questa generazione diventerà probabilmente parecchio esagerata, ho già avuto questa triste sensazione durante lo scorso E3.

è scontato che il titolo debba essere pegi 18

Il problema è: quando l'UE approverà ufficialmente il PEGI che devono rispettare i negozianti (e di conseguenza i giocatori minorenni)?
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 24, 2013, 12:32
i colleghi mi dicevano che qui in germania (che hanno un'altra cosa simile al pegi) i negozianti sono tenuti a farlo
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 24, 2013, 15:07
Ma il PEGI non è europeo?


Ho controllato sulla custodia del mio Okami comprato il Germania, c'è il PEGI '_'



Comunque pegi o non pegi se il genitore non sa cos'è ai voglia a comprare videogiochi non adatti ai figli.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 24, 2013, 18:10
Pare che il Pegi sia adottato ma non riconosciuto. Usano l'USK qui http://en.wikipedia.org/wiki/Pan_European_Game_Information#Where_PEGI_is_used (http://en.wikipedia.org/wiki/Pan_European_Game_Information#Where_PEGI_is_used)

beh, i filtri famiglia interni alla console in realtà servono proprio a questo
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: WaluigiRacer - Febbraio, 24, 2013, 18:35
Citazione da: Wikipedia
Officially supports PEGI and is represented in the PEGI Council, but there is no specific legislative basis.

Riferito all'Italia :laughing7:

Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 24, 2013, 20:41
Ah beh, allora dovrebbero farlo visto che si lamentano tanto della violenza che puó trasmettere un vg al proprio figliolino innocente. Finirà che un ragazzino di 10 anni chiederà a sua madre "mamma cosa stanno facendo quei due?" E la madre darà via a una campagna contro il sesso nei videogiochi perché devia la mente dei suoi fanciulli. E poi non guardano che sulla custodia c'è segnalato r che bastava non comprarlo.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Maligno - Febbraio, 24, 2013, 21:06
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Peppo3600 - Febbraio, 24, 2013, 22:00
Ma il pegi da quanto ne so io è un'età indicativa, non vuol dire vietato ai minori di 3/7/12/16/18 anni ma vuol dire il videogioco su persone con un'età inferiore da quella indicata potrebbe avere effetti negativi.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: ♫Ale - Febbraio, 25, 2013, 05:43
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.

Concordo :2mdknie:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Lord Ridley - Febbraio, 25, 2013, 10:12
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.

Esattamente.  :2mdknie:
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Rin - Febbraio, 25, 2013, 13:06
Ma io non ho ancora capito il senso di ció che ha detto il tipo. Il sesso nei vg c'è già. Ci sono i giochi porno/hentai e ci sono giochi in cui viene palesato meno. Non capisco sinceramente dove sia il problema.
Titolo: Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
Inserito da: Felian - Febbraio, 25, 2013, 23:12
di certo non si riferiva a quelli, ma alle grosse produzioni, tipo tripla a ecc

il pegi in italia conta solo come consiglio, ma in altri stati vincola i venditori a chiedere i documenti ai più giovani in certi casi, altrimenti non possono vendergli il gioco (come per le sigarette)

riguardo alle scene di nudo integrale, capisco le vostre perplessità, ma contemporaneamente vi spingerei a riflettere che questo pudore di cui siamo intrisi deriva da una cultura dove il sesso è peccato e vergogna. a ben pensarci, che cosa ci sarebbe di male? siamo tutti uguali alla fin fine. e non mi pare che nessun altro animale si curi di mostrare i genitali...  :dontknow: