Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Feffe

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 1112
1
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 16, 2018, 10:26 »
no, non ho detto questo. Ho detto che tu parli di una tendenza di Nintendo generale e non solo di DKA come sequel (a cui la tua evidenza si riferiva), e poi ho detto, testuale "tu li hai presentati come "sequel" e hai usato questo argomento per rispondere ad Arles che si lamentava dell'assenza di nuovi giochi".
Touché, la parola chiave è "argomento" e sì che DKA sia un sequel non è la mia tesi ma un argomento di essa.
A mia difesa sono un po' stanco ed ho orari totalmente sballati in questo periodo (la notte non dormo ed infatti se noti i post sono quasi tutti scritti verso le 4 di notte :D ) ma non presuppongo in te malafede e la discussione la trovo interessante. Però, se posso farti un appunto, mi sembra che a volte tendi a volte a concentrarti più sull'aspetto lessicale che contenutistico.

Comunque sì, parlo di una tendenza generale di Nintendo a vendere come DLC quelli che sono (piccoli) giochi completi, questa è la mia tesi. L'evidenza di DKA te l'ho posta perché dovendo dimostrare quella tesi, la mia priorità dev'essere che DKA, Torna e Octo siano effettivamente visti come giochi completi. Per me è auto-evidente (parliamo di "cose" che stanno in piedi da sole, con inizio-sviluppo-fine ecc. come ti ho scritto più volte), per te no, da qui le citazioni.

Ora è vero che non ti ho portato evidenze per gli altri due, ma per analogia puoi estendere l'evidenza DKA.

Un'altra evidenza è sempre per analogia ed è quella di Capitan Toad. Se un prodotto analogo ai nostri tre è stato venduto come gioco autonomo e tutti lo considerano tale, allora anche i nostri tre possono essere considerati tali. Da qui il "cambia la modalità di distribuzione ma non la sostanza" e la mia domanda su Toad.

2
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 16, 2018, 02:12 »
Perché mi dici prima che io parlo di una tendenza di Nintendo generale e non tanto di DKA come sequel, indi che DKA sia visto come sequel non è molto rilevante, poi mi dici che parlo di DKA come sequel.

Comunque io parlo di una tendenza di Nintendo generale di rilasciare prodotti che sono contenutisticamente dei giochi a tutti gli effetti (quindi sono stand alone - e non corollari al titolo main -, con un loro inizio-sviluppo-fine, una loro forte identità) come DLC di giochi già esistenti. All'interno di questa tendenza generale rilevo DKA come effettivamente un mini sequel di MarioRabbids ("mini" per la durata, non per altro). Ora, se parli del DLC come sequel implicitamente mi dici che il DLC non è un allungamento del gioco principale, ma un gioco a sé con una propria identità.

In questo mio post comunque ho usato a sproposito il termine 'sequel', my fault
Anche Splatoon 2, Xenoblade 2 e Mario Rabbids sono da intendersi come giochi completi. Octo Expansion, Torna e Donkey Kong Adventure non completano l'esperienza del gioco originale (che quindi non è monca), ma offrono una nuova esperienza ambientata in quel mondo, con quel gameplay (declinato magari in modalità particolari) e parte di quei personaggi. Insomma, un sequel.

Se Captain Toad fosse stato venduto come espansione di Mario 3D World non l'avresti considerato un nuovo gioco?
Perché come ti dicevo nel post di prima Octo, un gioco single player puzzle, è un po' arduo definirlo sequel di due giochi di battaglie online multiplayer :P

E' più corretto definirli tre nuovi piccoli giochi all'interno delle rispettive serie.

3
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 15, 2018, 19:01 »
In definitiva, stai cercando ancora di annacquare le definizioni. Prima sostenevi che questi dlc sono da considerare dei sequel, ora sostieni che i sequel non esistono più. Delle due l'una.
Sostengo che il tuo modo rigido di intendere i sequel non porta da nessuna parte.
Citazione
Anche qua, quale delle due?
Intendevo che l'espansione costa 15€ (sullo store africano, 20€ sul nostro). Quindi se a Ridley interessa solo l'Expansion, può comparsi Splatoon 2 usato per risparmiare (non interessandogli il gioco) e prendere poi l'espansione.
Citazione
Ti ho mostrato che far uscire DLC con nuove campagne ed espansioni di gioco è qualcosa di estremamente assodato e che nintendo si è aggiunta solo da poco al trend, e che nessuno si sogna di presentare questi dlc, per quanto sostanziosi, come nuovi giochi. Il primo DLC di the Witcher, per dire, è di 26 ore.
Sid il fatto che non sia una cosa nuova per l'industria è irrilevante. Anche Blood & Wine e The Ballad of Gay Tony sono nuovi giochi, sì. Ma non stiamo parlando di Rockstar e CD Projekt ma Nintendo.
Citazione
Prima di tutto ti faccio notare che non hai presentato la tua tesi come "DKA è un sequel".

già, ma tu li hai presentati come "sequel"
 
:icon_scratch:

La mia tesi è che Donkey Kong Adventure, Octo Expansion e Torna sono dei giochi al pari di Mario Rabbids, Splatoon 2 e Xenoblade 2. Solo che a differenza loro durano di meno e sono venduti come espansioni. Da qui il "cambia la forma ma non la sostanza". La sostanza è che con Octo ho il mio bel gioco da 8 ore con un inizio, uno sviluppo e una fine ed un ottimo gameplay.

Poi se vogliamo fare le pulci: ho sbagliato a definire "sequel" Octo Expansion, che venduto stand alone sarebbe al massimo uno spin-off (il gameplay cambia profondamente).
Donkey Kong Adventure invece è un sequel. E' un nuovo gioco ambientato dopo gli avvenimenti del primo, è un nuovo gioco della serie Mario Rabbids.
Torna è un prequel a livello di trama. Se è massiccio come sembra non mi sembra sbagliata considerarlo un nuovo (mini)episodio di Xenoblade, quindi anche qui, un sequel.

Citazione
hai usato questo argomento per rispondere ad Arles che si lamentava dell'assenza di nuovi giochi, argomentando che "cambia la modalità di distribuzione ma non la sostanza".
Perché sono effettivamente dei giochi da una decina di ore :happy2: Quelle citazioni te l'ho prese perché a sentire te sono l'unico in tutta la galassia che fa questo ragionamento. Evidentemente non è così.

Sid, io ti ripongo una domanda che ti ho posto all'inizio. Se Captain Toad (con leggermente meno livelli rispetto alla versione che abbiamo, ma per il resto identico) fosse stato venduto come DLC di Mario 3D World a 20€ non l'avresti considerato un gioco nuovo?

4
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 15, 2018, 17:58 »
Aspe', che è 'sta storia di Portal? :O
E se volessi solo la Octo Expansion?
Eh. Puoi comprare Splatoon 2 usato e poi andare di Expansion.
Ma se prendi un dlc come "the ballad of gay Tony" hai decisamente più contenuti, quantificabili in 13 ore secondo il tuo stesso metro.
Infatti se stessimo parlando dell'output di Rockstar te lo citerei, ovviamente.
Citazione
E' un sequel? no. Il sequel è GTA V
Il sequel di Skyward Sword è A Link between World (successivo gioco "The Legend of Zelda") o Breath of the Wild? O non esiste? E di Pokémon Black & White è Black & White 2 o Sun & Moon? E di Fallout 3 è New Vegas o 4?
Ormai i grandi franchise videoludici hanno una serie principale con una composizione interna poco omogenea, un ragionamento così rigido su cosa-è-sequel non porta a niente.

Comunque non sono il solo eh:
Citazione
Donkey Kong Adventure feels almost big enough to be a sequel to Mario + Rabbids: Kingdom Battle rather than just an expansion, and it packs in a lot of tactical fun.
Citazione
Even though Donkey Kong Adventure is attached to Mario + Rabbids as DLC, it’s more accurate to think of it as a (shorter) sequel. The expansion is about a third of the original game, lasting around 10 hours and treated as its own experience. Donkey Kong Adventure can be played at any time. Furthermore, although the DLC brings over Rabbid Peach (the best Rabbid) from the main game, the leveling system starts over. Everyone, including Rabbid Peach, is at level one.
Citazione
Impressively, the Donkey Kong Adventure DLC improves on the main game in almost every way and feels more like a sequel than just extra content.
Citazione
se Rockstar si fosse messa a presentare the ballad of gay Tony come sequel i fan si sarebbero rivoltati, perché si aspettano una certa consistenza da parte di rockstar (gta 4 è lungo 41 ore, il 5 46 ore).
Se l'avesse venduto a prezzo pieno sicuramente. Ovviamente tutti questi discorsi sono al netto del fatto che il gioco è venduto ad una manciata di euro (per una manciata di ore).
Citazione
Il fatto è che sei partito dicendo, a cazzo duro, che i dlc nintendo sono da considerarsi sequel a fronte di Arles che si lamentava dell'annata scarsa (e a scanso di equivoci: è davvero scarsa). Mi è sembrato insomma che stessi usando la parola contro la logica, un tentativo di reframing davanti a un problema (quello indicato da Arles) purtroppo reale.
Ma vedi che non è che sono stato a scervellarmi la notte per far quadrare i conti all'annata di Nintendo (per la quale in passato mi sembra di essere stato enormemente critico). Per me è estremamente naturale vedere Octo, DK e Torna come nuovi giochi, distribuiti però in forma differente da quella canonica. Davanti ad un Arles che si lamenta di scarsi contenuti single player Nintendo mi viene spontaneo far notare che Nintendo ha appena rilasciato il suo Portal a 15€.
Citazione
Accettare il problema è un passo avanti nella soluzione, cambiare le definizioni per far sparire il problema è peggiorare le cose.
Certo, e pure al netto di DKA, Octo e Torna l'annata rimane nel complesso sottotono.

5
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 15, 2018, 02:14 »
sì ma la discussione verte sul filosofico perché stai presentando una tesi abbastanza "contro-intuitiva", e questo è dimostrabile quantitativamente: ti rispondo in poche righe e tu devi produrre mezzi trattati che comunque restano poco convincenti. Non sunt moltiplicanda entia sine necessitate.
Ehi, è il bello dei forum :v

Il fatto Sid è che - dato di fatto - Nintendo ha rilasciato un ottimo Portal a tema Splatoon e un ottimo Xcom con Donkey Kong ed i Rabbids. A Settembre rilascerà il prequel di Xenoblade 2.

La mia domanda è: perché parlando dei giochi rilasciati da Nintendo nel 2018 non dovrei considerare un'ottima esperienza di 8 ore pagata 15 euro, che ricalca uno dei miei giochi preferiti (Portal) e approfondisce il mondo ed i personaggi di uno dei franchise Nintendo più freschi degli ultimi anni (Splatoon)? Boh. Un fan di Donkey Kong potrebbe dirti perché non dovrebbe considerare il primo RPG del personaggio di 10 ore (la metà del gioco "main"). E chi ha comprato Xenoblade 2 ti farà un discorso analogo per Torna.

Ora tu mi dirai "eh! Ma Betsheda è una vita che rilascia """giochi""" di una decina di ore come DLC di esperienze più grandi". E che ti devo dire? Buon per lei. Nintendo ha iniziato a farlo adesso, il discorso è incentrato su Nintendo e su quello che ha rilasciato nel 2018, io noto che nel 2018 abbiamo avuto questo trend. Questa nuova (per N) modalità di distribuzione di contenuti si adatta piuttosto bene al modo di produrre giochi che Nintendo adotta da 30 anni, per cui è quantomeno legittimo pensare che sarà un trend duraturo.

A me sembri prevenuto verso queste tre "cose", arrivando a definirle tappabuchi da due lire realizzate perché sì, se non addirittura tappa-titolo-principale-rilasciato-incompleto (e non è proprio il caso). A me personalmente di Torna non importa un gran ché (non ho giocato nessun Xeno e non ho grande interesse), ma sono molto più contento di avere Octo Expansion che boh, Fallout 76. E se guardi online le recensioni di Octo e DKA sono tutte positive, così come il riscontro del pubblico.

Ora se per te non è abbastanza evidente il valore di queste tre "esperienze" (sto continuando a diblare il termine "gioco" con esperienze/contenuti/avventure/"cose") davvero non so che dirti. Prova a giocarlo, Octo Expansion - o forse nel tuo caso, visto che mi sembri abbastanza affezionato ai Country, dai un'occhiata a DKA (davvero mi stupisce che non hai un briciolo d'interesse per lui).

Giusto per buttare altra benzina sul fuoco: Pokémon Versione Gialla, Cristallo, Smeraldo e Platino sono DLC o sono giochi a parte?
E Pokémon Nero 2?
In un mondo ideale dove il marketing non esiste e tutti vogliono solo offrire all'utente finale l'esperienza migliore al prezzo più onesto, Giallo e compagnia sarebbero venduti come DLC a 5 euro, e Donkey Kong Adventure come titolo stand-alone a 15 euro. Il mondo in cui ci troviamo non è quello ideale e pazienza.

6
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 14, 2018, 02:00 »
sembra che tu stia scoprendo l'acqua calda. Negli anni 90 era uso comune rilasciare nuove campagne di gioco, bollate come "espansioni", che contenevano nuovi personaggi, nuove campagne, nuove armi etc... ora, nintendo si sta agganciando a un trend che esiste da più di due decenni e che prima era impossibile per le console. Prima di lei, comunque, dlc del genere si sono visti dalla scorsa generazione di console. Ora, un conto è vedere il mondo con occhi nuovi come fai tu, che va bene, è stimolante etc., ma passare dalla speculazione a tesi ardite come quella che hai proposto in questo topic è un pelo stiracchiato.
Francamente dubito che Nintendo abbia pensato alle espansioni di Doom e Half-Life quando è iniziata la progettazione di Octo Expansion.
E' evidente che sta emergendo da Nintendo un modo nuovo (per Nintendo) di vendere contenuti single player ai suoi utenti e di questi contenuti si deve tenere conto nel momento in cui si analizza l'output di Nintendo nel 2018. Concentriamoci su questo.
Citazione
Nel caso di octo si è trattato di una campagna che avrebbe dovuto essere in splatoon 2 (il gioco ne è sguarnito ed è stata la critica più grossa quando uscì),
No, sia Splatoon che Splatoon 2 hanno un single player molto curato (il 2 ancora più del primo). Certo, è abbastanza breve perché il focus del gioco è chiaramente un altro. Ti confondi con ARMS.
Citazione
negli altri casi si tratta di tenere occupati i giocatori date le limitate capacità produttive di nintendo e il rinnovato fallimento di attirare 3e parti AAA. Che ci sta, è umanamente comprensibile etc.. ma non andiamo in giro a dire che si tratta di seguiti, che poi si finisce a fare cin cin con la cicuta.
Quindi Donkey Kong Adventure e Torna sarebbero dei tappabuchi, dei contentini insomma. Ma in base a cosa? E se fossero stati distribuiti a prezzo budget giochi standalone sarebbero stati sempre tappabuchi? Boh.
Fra l'altro Torna sarà distribuito anche nei negozi e potrai giocarci senza possedere Xeno2, ma come ti dico sotto non è questo il perno del discorso.
Citazione
A quanto vedo stai cercando di trovare una definizione "filosofica" (basata su logica insiemistica, necessità e sufficienza) della cosa. Per quanto mi piacciano e usi questo genere di definizioni, "pragmaticamente" le persone danno definizioni in base alla logica della family resemblance. Un uccello è qualcosa che assomiglia a un pettirosso o a un fringuello. Insomma, quando ne vedi uno, sai cos'è e cosa non è, ed è facile trovare accordo sulla cosa. Allo stesso modo intuitivamente tutti sappiamo distinguere un dlc da un sequel, e quando provano a passarti un dlc per sequel, giustamente, si va a prendere forconi.
La discussione sta cadendo (anche) nel filosofico perché ci stiamo chiedendo sostanzialmente "cosa conta come gioco?".

A prima vista un pipistrello assomiglia ad un fringuello e dunque è un uccello. Poi però scopri che non depone le uova.
A me sembra che tu abbia di Octorna Adventure ( :D ) una concezione semplicistica: li vedi come semplici level pack di giochi già esistenti, ignorandone le caratteristiche proprie che li distanziano dai giochi da cui derivano. Per dire, DKA ha una direzione artistica un po' diversa da quella di MarioRabbids, essendo il crossover fra i Rabbids ed il mondo di DK (che è ricreato molto bene) e non più il Regno dei Funghi. A livello di gameplay Octo invece è molto più vicino ad un Portal in terza persona che alla modalità multiplayer di Splatoon, che fino ad oggi è stato il cuore del franchise. E, cosa importante, Splatoon, Xeno e MarioRabbids sono giochi già di per sé completi.
Citazione
Majora's mask viene riconosciuto come gioco completo, in primo luogo da nintendo, e i fan sono d'accordo a spendere 60 euro o quel che era per quel gioco, perché stava in piedi da solo. La sostanza cambia eccome, e non c'è nessun tipo di persuasione che possa pervertire questa percezione: prova a pensare di comprare octo "expansion" a 60 euro.
Octo nella sua forma attuale non lo comprerei a 60 euro (a 40 già ci potremmo pensare), un ideale Octo con il doppio/triplo di contenuti sì.
Citazione
Il genere di logica che applichi qua è quella che porta il filosofo greco a definire l'uomo un "bipede senza piume": trovi sempre qualche cinico che si mette a sventolare un pollo spennato e strillare "ammirate, l'uomo!" L'esperienza continua a regnare.
Prendendo questo tuo esempio, con un altro essere umano cosa posso farci? Ci posso parlare. Con il pollo non ci posso parlare. Se compro un gioco single player Nintendo cosa mi aspetto? Un'esperienza particolarmente curata con un gamepay immediato e al tempo stesso profondo. Octo, Torna e DKA rispondono a questo requisito.
oh e mi sono limitato alla parte "sostantiva" della cosa, perché, tecnicamente, la distinzione tra dlc e sequel è semplice: al dlc non ci puoi giocare senza il gioco originale, al sequel sì.
Stai parlando di forma e non di sostanza. Al DLC non puoi giocare senza il gioco originale, a Octorna Adventure non puoi giocare senza gioco originale, quindi Octorna Adventure è un DLC. Beh, sì.

Il mio punto è che rispetto ad altri DLC (come quelli che gli stessi MarioRabbids e Xeno2 hanno ricevuto) gli Octorna Adventure hanno una identità molto più forte e sì, potrebbero stare in piedi da soli se venduti a prezzo budget (o in alternativa, come dicevo prima, se espansi contenutisticamente).
Nel post di prima ti avevo citato Captain Toad non a caso: quel gioco fu venduto a prezzo budget (40€/$), è stato realizzato riciclando assets ed engine da Mario 3D World, è un approfondimento di un aspetto secondario ma apprezzato del titolo 'main' (i livelli di Toad) ed il risultato è un piccolo, ottimo gioco sperimentale di un genere di nicchia (il puzzle game "alla Monument Valley"). E' una operazione identica a Octo Expansion: è stato realizzato riciclando assets ed engine da Splatoon 2, è un'estensione della modalità single player di quel gioco ed il risultato è un ottimo gioco "alla Portal". Le uniche differenze sono nel prezzo (40 vs 20) e nella longevità (secondo How long to beat Octo dura dalle 6.5 alle 10 ore, Toad dalle 7 alle 17 ore).

La mia tesi è che ci troviamo di fronte a un paradigm shift nella modalità di distribuire contenuti. Accanto al DLC "canonico" che semplicemente estende un gioco con nuove armi, nuovi livelli, eccetera, Nintendo sta iniziando a vendere come DLC delle esperienze autonome, complete, diverse, concettualmente con una forte identità che può essere ludica (DKA e sopratutto Octo), stilistica (DKA), narrativa (penso sopratutto a Torna, che è effettivamente un prequel del gioco main, ma anche Octo).

La cosa non sorprende più di tanto perché in fondo Nintendo ha sempre creato i sequel (alla Majora, Galaxy 2, Robobot) o gli spinoff sperimentali (alla Toad) prendendo come base il gioco main uscito precedentemente. Un tempo però non era possibile vendere contenuti da 10 ore a 20€ e queste sperimentazioni o venivano notevolmente espanse (Galaxy 1.5 che diventa Galaxy 2, Zelda Gaiden che diventa Majora eccetera) per avere il gioco da 40-60 ore venduto a 60 euro (o 20 ore a 40) o magari l'idea restava inedita con la promessa di riprenderla in seguito.
Adesso i tempi sono cambiati e l'idea sperimentale può essere venduta ad una manciata di euro in digitale. Il fatto che si sia scelto di vendere i vari Octorna Advenure come espansioni del rispettivi giochi main e non come titoli a sé stanti è una scelta dovuta alla volontà di tenere vivo l'interesse per il gioco principale. Considerando l'impennata di vendite che Splatoon ha avuto in Giappone con Octo direi che è una scelta riuscita. (Non dimentichiamo che i giochi N calano raramente di prezzo)

Il risultato di questa scelta è la nascita del "game as a platform" come dicevo nel topic dell'E3. Un tempo per fruire di un contenuto Nintendo (esempio: Capitan Toad) dovevo comprare la piattaforma su cui questo contenuto girava, cioè una console Nintendo (esempio: Wii U). Adesso per fruire di certi contenuti Nintendo (esempio: Octo Expansion) devo comprare la piattaforma su cui questo contenuto gira, cioè un gioco (Splatoon 2), che a sua volta gira su una console Nintendo (Switch).

Ora questo contenuto è definibile "gioco"? Boh, se proprio non vogliamo definirlo gioco va bene. Certo al tempo stesso non è un DLC della stessa razza dei livelli extra di New Mario o delle missioni extra di Pikmin 3 e sicuramente dobbiamo tenerlo in considerazione parlando dei prodotti rilasciati da N nel 2018. Però qui si cade nella discussione oziosa e filosofica come dicevamo entrambi.

7
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 13, 2018, 19:18 »
Consideri anche la seconda espansione di Zelda BOTW un nuovo gioco? del resto introduce nuovi personaggi, una nuova esperienza, con lo stesso gameplay ma declinato in modalità particolari. Insomma, un sequel.
E' una cosa su cui riflettevo qualche giorno fa questa. La risposta è che non lo so. A differenza dei tre casi citati prima, la Ballata dei Campioni mi sembra più ancorata al gameplay base di BotW.
Sicuramente prima dell'uscita veniva percepita come una sorta di nuovo gioco, l'equivalente di MM per BotW. Tanto che molti pensavano che sarebbe stata ambientata dopo la sconfitta di Ganon in nuove zone.

Penso che la Ballata sia ancora figlia della logica del DLC come semplice addendum e al tempo stesso abbia iniziato a sentire l'influenza di questa nuovo modo di percepire i DLC (come nuove esperienze). E' a metà strada.
Citazione
Chiaramente il mio è un sofisma da quattro soldi, ma la tua definizione di "nuovo gioco" non sta in piedi e si presta a questo genere di argomenti. E sembra comunque che tu stia cercando di rifilarci un piano inclinato.
Dunque, mi spiego. E' chiaro che Nintendo sta sperimentando nuove modalità di distribuzione di contenuti. Questi contenuti non sono più semplici livelli extra con in New Mario 3DS o Fire Emblem (i primi giochi N supportati con DLC) ma - nel caso di appunto Splatoon 2 single player, Xenoblade e Rabbids - esperienze ben più corpose, con un loro inizio ed una loro fine, quasi indipendenti dal gioco principale. In tutti e tre i casi c'è un concept forte dietro, che si distanzia dal gioco principale a livello di gameplay (Octo sono missioni single player) o trama e ambientazione (DKA e Torna). Non si tratta più di un semplice addendum al gioco principale (come nel caso dei DLC tradizionali) e tanto meno delle pezze messe ad un'esperienza venduta monca per lucrarci due volte (quello che tu giustamente aborri, mi è sembrato di capire dal tuo precedentemente post). In tutti e tre i casi abbiamo a che fare con qualcosa con una forte identità - tanto che Torna è effettivamente venduta stand-alone nei negozi (e tutti e tre i "giochi" hanno il loro bel logo, il loro titolo ed i loro materiali promozionali).

Nintendo fra l'altro dopo lo sviluppo di un gioco ha sempre sperimentato con le meccaniche / l'engine dello stesso, portando a titoli come Majora's Mask, Robobot o Galaxy 2. In quei casi erano titoli completi, venduti nei negozi a prezzo pieno. In questi nuovi casi i contenuti sono minori, ma lo è anche il prezzo.

Mi quoto da solo:
Nel senso che Majora, Galaxy 2, Pikmin 2 e Robobot sono tutti capitoli più o meno particolari delle rispettive serie, nati come espansione o versione riveduta e corretta del capitolo più tradizionale uscito precedentemente, di cui sono stati riciclati l'engine e gli asset abbattendo i costi. Nel momento in cui è possibile rilasciare effettivamente DLC dei capitoli principali di queste serie è plausibile che Nintendo non senta più la necessità di creare questi episodi più sperimentali, relegando i contenuti appunto a vere e proprie espansioni.
Non è qualcosa necessariamente di negativo o positivo: cambia la modalità di distribuzione dei contenuti. Da un lato sicuramente ne abbiamo di meno (un ipotetico gioco "Splatoon Adventure" avrebbe avuto più missioni dell'espansione di Splatoon 2), dall'altro i costi si abbattono ulteriormente ed è possibile sia sperimentare ancora di più, sia diversificarli ulteriormente, questi contenuti. Ti faccio un esempio. Galaxy 2 ha esacerbato gli aspetti "platform 2D" di Galaxy 1 (che era ancorato alle logiche di 64 e Sunshine pur offrendo un approccio più lineare) aprendo le porte a 3D Land/World. Ecco, se Galaxy fosse uscito su Switch oltre ad una espansione incentrata su questi aspetti "più 2D" (che però sarebbe stata sicuramente più breve del Galaxy 2 che abbiamo avuto) magari avremmo avuto un'espansione incentrata sull'anima 64/Sunshine.
Un altro aspetto positivo è che con queste espansioni (che sono effettivamente mini-capitoli) si evitano attese di anni e anni per il nuovo gioco.
La trasformazione dei giochi in "piattaforme"/servizi è un ambito interessante e mi sembra che Nintendo lo stia sondando molto attentamente anche in ottica single-player.

A me sembra che sia cambiata la modalità di distribuzione e fruizione di contenuti, ma non la loro qualità (e la quantità? Sul lungo periodo penso di no, ma questa è una scommessa).

Poi possiamo chiederci se questi contenuti debbano essere definiti giochi nuovi o no. Ma la questione mi sembra un po' oziosa. Di sicuro quando ho comprato Splatoon 2 non sapevo niente delle 80 missioni single player di Octo Expansion. Adesso mi trovo a spendere 15€ per 8 ore di gioco, ore che non c'entreranno molto con il resto del gioco che è prima di tutto uno sparatutto online. Possiamo non definirlo gioco nuovo, rimane il fatto che Nintendo nel 2018 ha rilasciato nuovi contenuti single player di Splatoon, Xenoblade e Donkey Kong/Rabbids

8
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 13, 2018, 18:30 »
non sono nuovi giochi. Con questi argomenti si rischia di finire con una console piena di Sea of thieves e "giochi come servizio". Non intendo assecondare queste pratiche per amore di nintendo. Sia resa lode agli sviluppatori di octopath: "non ci saranno dlc, questo è da intendersi come gioco completo".

Anche Splatoon 2, Xenoblade 2 e Mario Rabbids sono da intendersi come giochi completi. Octo Expansion, Torna e Donkey Kong Adventure non completano l'esperienza del gioco originale (che quindi non è monca), ma offrono una nuova esperienza ambientata in quel mondo, con quel gameplay (declinato magari in modalità particolari) e parte di quei personaggi. Insomma, un sequel.

Se Captain Toad fosse stato venduto come espansione di Mario 3D World non l'avresti considerato un nuovo gioco?

9
Master Forum / Re:Giochi dalla grafica pazzesca!
« il: Luglio, 13, 2018, 03:21 »



10
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 12, 2018, 22:38 »
Octo Expansion, Donkey Kong Adventure e Torna dovrebbe essere considerati nuovi giochi. Cambia la modalità di distribuzione ma non la sostanza.
Tanto per confermare il trend
https://www.resetera.com/threads/shinya-takahashi-confirms-further-updates-to-mario-kart-8-deluxe-on-the-way.54949/

Mario Kart 9 non lo vedremo a breve, ma quello che avremmo avuto in quel gioco (piste, personaggi, modalità) sarà venduto come espansione di 8 DX.

11
Nintendo Switch / Re:Fortnite
« il: Luglio, 12, 2018, 21:14 »
Oh yes, ora posso pensare di darci un'occhiata più approfondita

12
Off-Topic / Re:Topic del Caffè starring: Nespresso (what else?)
« il: Luglio, 12, 2018, 05:01 »
Iaco se avessi il tempo e la voglia vita di fare quelle cose la mattina e la sera non tirerai a campare a suon di caffè.

13
Nintendo Switch / Re:Nintendo Switch - Topic Ufficiale
« il: Luglio, 12, 2018, 04:49 »
Mi chiedo quanto tempo ancora dobbiamo aspettare per avere un gioco Nintendo che sia significativo e non sia un porting.
Octo Expansion, Donkey Kong Adventure e Torna dovrebbe essere considerati nuovi giochi. Cambia la modalità di distribuzione ma non la sostanza.

14
Nintendo Switch / Re:Super Smash Bros. Ultimate
« il: Luglio, 08, 2018, 23:43 »
Sicuramente anche quello ha influito. Però per non limitarsi alla giungla e alla caverna con la lava bastava giocare ai giochi :laughing7:
Poi se in Smash 4 Metroid appariva un po' "dimenticato", per DK sembrava quasi che ci fosse proprio una decisione di bistrattarlo attivamente.
Personaggi: 2 ciascuno, tutti vecchi
Stage: 2 ciascuno, ma quello di DK preso pari pari da Smash 64 tutto pixeloso sembrava quasi messo a presa in giro
Assitenti: Metroid 3 + Ridley in un ruolo comunque abbastanza visibile, DK 0
Musiche: scelte un po' col culo per Metroid... non scelte proprio per DK
Oggetti: Metroid ne ha uno, DK 0

Per questo non sono molto fiducioso pure per Ultimate. E' un gioco che si basa soprattutto sui contenuti dei giochi precedenti, e nei giochi precedenti DK aveva pochissimi contenuti.
Poi sembra proprio in fondo alla lista delle priorità, col senno di poi è abbastanza surreale pure che Diddy sia stato inserito in Brawl, con tanto di Stickerbush Symphony e di Gangplank Galleon addirittura.
D'altra parte K.Rool è molto richiesto ma non appare da anni, mentre Dixie è tornata alla ribalta ma probabilmente non è richiestissima, quindi vederli snobbati entrambi non mi stupirebbe per niente.
Lieto di essere smentito, per carità.
Smash Run per 3DS aveva i tamburi di Returns ed i Kremling come nemici, potrebbero tornare se la modalità viene portata in Ultimate (speriamo di sì perché era molto carina)

15
Nintendo Switch / Re:Octopath Traveler
« il: Luglio, 08, 2018, 18:18 »
Ogni volta che vedo un'immagine o un video di questo gioco mi mangio le mani per i COMBATTIMENTI A TURNI CASUALI che già negli anni 90 puzzavano di vecchio, nel 2018 è roba inaccettabile.

Spero in un Mana o comunque uno Zelda-like con questo engine.

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 ... 1112
Privacy Policy