Autore Topic: Fire Emblem The sacred stones  (Letto 10930 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11720
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11720
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #31 il: Agosto, 03, 2015, 02:18 »
Bon, sono arrivato a metà gioco, apparte qualche levelup orrido direi che sono molto contento di come sto procedendo!

Domande time!

1) Joshua o Marisa? O entrambi?
2)Franz, Forde o Kyle? (Vorrei focalizzarmi su due di loro)
3)Vale la pena continuare ad allenare la Cavaliere pegaso Dana?
4)Gerik è una buona unità?
5)Gli oggetti tipo Icona Divina, Dragoscudo et similia meglio usarli subito o tenerseli per l'endgame?

Grazie in anticipo :D

Kék

Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14616
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #32 il: Agosto, 08, 2015, 03:21 »
Joshua, Marisa francamente non ricordo chi sia; Franz come tutti i trainee è una palla al piede, per Forde e Kyle valgono le considerazioni per Kent e Sain, solo che qui, ed in tutti i FE (tranne appunto il 7), il rosso ha le qualità di Sain ed il verde di Kent; è quella che ottieni subito con i capelli lunghi blu innamorata di Ephrain? Se sì, sì; molto, tanto che mi ricordo chi è!; usali pure.

Come avrai intuito di questo gioco ricordo poco e niente.
« Ultima modifica: Agosto, 08, 2015, 03:26 da Feffe »
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11720
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #33 il: Agosto, 08, 2015, 16:04 »
Franz non mi sembra malaccio, sarà perché ho avuto fortuna coi level-up... pecca giusto nella difesa.

Alla fine ho lasciato Marisa da Parte, molto meglio Joshua. Dana la sto continuando ad allenare (sì, è quella con i capelli lunghi blu) e cresce benissimo.
Fra Kyle e Forde ho scelto quest'ultimo, per compensare la carenza difensiva di Franz.
Gerik è ottimo.


Kék
Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11720
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #34 il: Agosto, 12, 2015, 17:31 »
Finito ieri notte.
Qualche paragone con Rekka no Ken:

-Trama
Ho trovato l'intreccio di Sacred Stones più interessante, più che altro perché nel finale
Spoiler (click to show/hide)

-Personaggi
Qui vince Rekka, sia perché ci sono tre protagonisti, sia perché i cattivi sono molto più interessanti dei mostri che spawnano in SS. Però Sacred Stones ha quel figlio di puttana di Valter :laughing7:

-Gameplay
Sono pressappoco identici, Rekka più classico e globalmente più tosto, mentre SS ha delle nuove feature, come il livellamento extra con i mostri, una mappa "esplorabile" e le sotto-classi, che alla lunga diventano unità sovrapotenziate.

-Grafica
Più o meno non cambia nulla.

-Sonoro
Meglio SS, imho, seppur si tratta di ost simili fra loro.

-Boss finale
Spoiler (click to show/hide)

Diciamo quindi che SS per me è migliore di Rekka, anche se consiglierei di giocare prima a quest'ultimo.
Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7800
  • リドリー
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #35 il: Agosto, 13, 2015, 00:33 »
Concordo praticamente su tutto.
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14616
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #36 il: Agosto, 13, 2015, 01:11 »
Discordo. Ed a questo punto chiedo a scusa a Ridley per DK94, te lo rimborserò prima o poi. :laughing7:
Il gameplay di Rekka è molto più bilanciato, un po' per l'assenza del grinding selvaggio, un po' per il level design: ricordo che il ladro è utile in più occasioni rispetto a SS, e penso ad esempio a quelle missioni pieni di maghi neri all'inizio dove la differenza fra Eric, un mago elementare, e Lucius, un mago luce, si sente molto. E non dimentichiamoci dei capitoli segreti, assenti in SS.
Come trama ho un ricordo migliore di Rekka, Sacred Stones è il classico Re Demone, il cattivo che si fa corrompere dall'Anello, l'Antico Sigillo delle pietre magiche, di qui e di là. Rekka non brilla di originalità, ma nemmeno si focalizza su una Grande Narrazione che racchiuda la storia di Elibe, tanto che diversi territori nemmeno sono visitati: il focus del gioco è sui personaggi, sulle loro relazioni, sul loro sviluppo. Personaggi minori che in altri Fire Emblem parlerebbero giusto nel momento nel recruit, tipo Matthew o Nino, in Rekka hanno modo di respirare, di mostrare a tutti i giocatori (non solo a quelli che si vanno a vedere i support) la loro personalità. Ma nonostante questo Elibe è più caratterizzato di Magvel, fra il Regno d'Etruria o la Confederazione di Lycia, mentre di là abbiamo Stati un po' più anonimi. Anche se certo non siamo ai livelli della fantarealpolitik della saga di Tellius.
Sacred Stones vuole essere un grande epos, Rekka un'intimistica storia personale. Ed in una storia del genere non può avere un Cattivone: Nergal alla fine è un poveraccio, una figura con cui alla fine si simpatizza, ed il Drago è un anonimo boss finale perché un boss finale serviva (ma nemmeno è cattivo, è dichiaratamente un drago random che passava di lì, povero scemo anche lui).
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7800
  • リドリー
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #37 il: Agosto, 13, 2015, 01:19 »
Discordo. Ed a questo punto chiedo a scusa a Ridley per DK94, te lo rimborserò prima o poi. :laughing7:
LoL! :laughing4:
Tranquillo. XD

Il gameplay di Rekka è molto più bilanciato, un po' per l'assenza del grinding selvaggio, un po' per il level design
Walu non ha accennato al bilanciamento. Mi trovi d'accordo in questo, guarda.
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11720
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Re:Fire Emblem The sacred stones
« Risposta #38 il: Agosto, 13, 2015, 17:50 »
il focus del gioco è sui personaggi, sulle loro relazioni, sul loro sviluppo. Personaggi minori che in altri Fire Emblem parlerebbero giusto nel momento nel recruit, tipo Matthew o Nino, in Rekka hanno modo di respirare, di mostrare a tutti i giocatori (non solo a quelli che si vanno a vedere i support) la loro personalità. Ma nonostante questo Elibe è più caratterizzato di Magvel, fra il Regno d'Etruria o la Confederazione di Lycia, mentre di là abbiamo Stati un po' più anonimi.
Si, infatti questo lo trovo uno dei pregi maggiori di Rekka. In SS i personaggi veramente caratterizzati si contano su una mano, invece nell'altro ce ne sono parecchi di più. Anche la regione è presentata meglio, questo mi ero scordato di dirlo.

Il ladro è sfruttato in entrambi i titoli. Forse in Rekka un po' di più (ma era anche un ladro potente proprio come unità), però pure in SS bisogna usarlo ogni 2-3 capitoli.

La cosa dei maghi non l'ho capita bene :D

Comunque si, Rekka da più soddisfazione giocarlo, perché manca il grinding che in SS è presente a pacchi. A proposito, leggo che in SS c'è una modalità extra per reclutare boss e NPC (tipo Re Fado :confused1:), quasi quasi stanotte provo a vedere.
Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


 

Privacy Policy