Autore Topic: Anime & Cartoons  (Letto 215453 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Anime
« Risposta #75 il: Giugno, 26, 2005, 13:25 »
Citazione
Se mi leggo un fumetto di Taniguchi (ti consiglio "l'olmo e altri racconti" e "al tempo di papà")
Adesso purtroppo non ho tempo di rispondere come si deve ma ti faccio solo una domanda, questi fumetti che hai citato sono serie o storie brevi? Parte di ciò che mi impedisce di "entrare" nei fumetti orientali come vorrei é proprio il fatto che, essendo tutta roba lunga e complessa, ci vuole un dispendio enorme di tempo, soldi ed energia per seguirle. Se questi che consigli sono episodi isolati posso cercarli (magari dimmi tu dove é meglio andare), se sono serie temo siano fuori dalla mia portata...

Cmq poi te li consiglio io i numeri giusti di Nathan Never, quelli del suo periodo d'oro. ;) (adesso é purtroppo alquanto declinato).

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16620
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • NC
Re: Anime
« Risposta #76 il: Giugno, 26, 2005, 14:23 »
Citazione
Adesso purtroppo non ho tempo di rispondere come si deve ma ti faccio solo una domanda, questi fumetti che hai citato sono serie o storie brevi? Parte di ciò che mi impedisce di "entrare" nei fumetti orientali come vorrei é proprio il fatto che, essendo tutta roba lunga e complessa, ci vuole un dispendio enorme di tempo, soldi ed energia per seguirle. Se questi che consigli sono episodi isolati posso cercarli (magari dimmi tu dove é meglio andare), se sono serie temo siano fuori dalla mia portata...

Cmq poi te li consiglio io i numeri giusti di Nathan Never, quelli del suo periodo d'oro. ;) (adesso é purtroppo alquanto declinato).
No, sono volumi unici. Entrambi costano circa una decina di euro, ma sono belli corposi. "l'olmo è altri racconti" è un volume di storie brevi, mentre "al tempo di papà" è una storia unica, molto ampia.
 


Offline Pier

  • GOOMBA
  • Post: 217
    • http://
Re: Anime
« Risposta #77 il: Giugno, 26, 2005, 22:33 »
beh, talla, sono d'accordo con il fatto che non si possa generalizzare parlando solo della Bonelli, ma il mio era un esempio, in quanto è una delle case editrici che conosco relativamente di più. bene o male, per quznto ho letto di Dylan Dog, di cui ho quasi 200 numeri (lo leggevo un sacco di anni fa, e poi ha iniziato a stancarmi, in quanto se storie erano monotone, o solo citazioni di film) molto spesso i disegni non mi piacevano per nulla. ci sono alcuni diesgnatori che, a moi parere, distruggono il fumetto, non riuscendo nemmeno a rendere lo "schifo" di qualche cadavere. mentre altri sono splendidi, solo che essendo sempre diversi, non si nota molto l'"evoluzione" di cui parlavo io.
e poi tu cmq, di serie di oltre 200 numeri, me ne hai citati pochini. ci sono alcuni numeri di DD che io rileggo spesso per quanto mi piace come son disegnati, mentre altri sono finiti nel dimenticatoio. anche con Topolino mi capita lo stesso, sinceramente. alcuni autori (principalmente italiani) mi piacciono molto, mentre altri fan particolarmente schifo. e cmq ritrovando gli stessi autori anni dopo, quasi non si nota la differenza. non c'è quasi un'evoluzione stilistica o un minimo cambiamento. non che sia per forza un male, ma a me non piace.

per quanto riguarda le serie di fumetti, ti faccio notare che la maggior parte delle serie non dura 40 numeri come DragonBalla (62 nella prima edizione bisettimanale)... molte serie contano nemmeno 20 numeri. dipende da quanto sono relativamente richieste, e le case editrici spesso "costringono" gli autori a continuare serie che dovevano finire molto prima, come DragonBall, o One Piece, che ormai è scaduto nel ridicolo.

poi si sono anche serie ad episodi, solo che l'adattamento italiano le rende una serie, in quanto mette sempre metà episodio in un volume e metà in un altro, così da avere la fine e l'inizio degli episodi in volumi diversi, costringendo a seguirlo...

tra queste ti consiglio capolavori come quelli di Hojo, ovvero OCCHI DI GATTO (che rispetto al cartone è completamente diverso, apparte qualche episodio) che conta 18 numeri, ed è splendido. oppure il più matto CITY HUNTER, che però conta 39 numeri, ma li vale dal primo all'ultimo.
sono entrambi fumetti tra il poliziesco e il comico, di cui il primo parla di tre ladre, appunto Occhi di Gatto, di cui una ha una relazione con un detective della polizia locale, che però non sa, ovviamente, da cui viene  a sapere i piani della pula per arrestarle e tutto il resto. ovviamente il fumetto gira più intorno alla storia dei protagonisti più che sulle rapine, cmq sempre geniali, e verso la seconda metà dimenta molto più serioso e interessante.
City Hunter invece tratta le avventure di questo Sweeper, ovvero una "guardia del corpo/ killer / quello che ti pare" , ed è un fumetto pressappoco geniale, che ti dovrebbe paicere. in certe parti è molto serio, ma con maestria (e mai con banalità) spesso la serietà viene un po' smorzata dalla comicità.  entrambi, dello stesso autore, vantano un disegno splendido, tendente al realistico, e delle storie sempre appasionanti, e quasi mai scadenti (certo, nessuno è perfetto).
io personalmente adoro questi 2 fumetti, e se ti dovesse capitare di volerli leggere, ti consiglio vivamente City Hunter, e poi Occhi di Gatto (anche se la seconda è più breve).

per quanto riguarda Nathan Never, essendo futuristico (almeno mi pare, ho letto solo qualche numero da piccolo) non mi è mai piaciuto. come ben saprai non mi piace per nulla la fabtascienza :)  

One of the best guitarist ever!

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16620
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • NC
Re: Anime
« Risposta #78 il: Giugno, 26, 2005, 22:42 »
Solitamente le serie giapponesi hanno come soglia i 28 numeri, limite entro il quale molti autori si fermano(dragon ball è stato innovativo anche per questo).
Comunque capisco che parlando del fumetto nipponico si pensi a Dragon ball, a tsubasa, o a Inuyasha(fumetti carini, per carità, li leggo pure io, ma a mio avviso puro intrattenimento senza eccessive  velleità) ma sarebbe come considerare la proverbiale punta dell'iceberg.


Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Anime
« Risposta #79 il: Giugno, 28, 2005, 08:40 »
Citazione
Comunque capisco che parlando del fumetto nipponico si pensi a Dragon ball, a tsubasa, o a Inuyasha(fumetti carini, per carità, li leggo pure io, ma a mio avviso puro intrattenimento senza eccessive  velleità) ma sarebbe come considerare la proverbiale punta dell'iceberg.
Mah, se é per questo si potrebbe dire la stessa cosa del giudicare il fumetto occidentale dai Bonelli. A questo punto dovremmo prendere come rappresentativi del fumetto occidentale dei fumetti come Maus, che sono opere con un'approccio completamente diverso, ma secondo me non é il caso di disdegnare anche i fumetti più conosciuti.

Cmq, ecco alcuni splendidi numeri di Nathan Never.

N°7-8: La Zona Proibita - Uomini Ombra
N°9: Gli occhi di uno sconosciuto.
N°18-19: L'abisso delle memorie - L'undicesimo Comandamento.
N°26: Vampyrus
N°32: Dirty Boulevard
N°36: Tragica Ossessione
N°38: I Figli della Notte
N°52-53: Bersaglio Umano - Partita Mortale
N°72: Il Sogno della Farfalla.
N°102: Una Canzone per Sara.
N°111: Le Belve
N°120: Infiniti Universi.

Ho messo insieme le storie a due puntate, quindi lì non prendere un numero senza prendere l'altro.  I numeri 36 e 52-53 sono storie d'azione ma le ho incluse perché hanno un ritmo e un pathos pazzeschi, e dimostrano come Medda sia uno sceneggiatore universale, sia per roba d'azione che per storie più sensibili. A parte quelli cmq gli altri sono tutte storie bellissime, e finché le leggi in ordine (il 102 lo si capisce molto meglio se prima si ha letto il 18-19, idem per il 38 con il 26) non dovrebbe esserci altro da dire. Ah, i numeri 7-8, 26 e 38 sono parecchio macabri, ho pensato di avvertirti giusto in caso...

Ti prego di postare qui qualsiasi commento se riesci a trovare qualcuno di questi numeri, dato che sarei molto curioso di sapere cosa ne pensi.

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Anime
« Risposta #80 il: Giugno, 28, 2005, 08:44 »
Citazione
per quanto riguarda Nathan Never, essendo futuristico (almeno mi pare, ho letto solo qualche numero da piccolo) non mi è mai piaciuto. come ben saprai non mi piace per nulla la fabtascienza :)
Ti prego di leggere i numeri che ti ho consigliato. Scoprirai che una storia di fantascienza dietro può avere bellissime storie umane, commoventi e toccanti come poche.

Offline Pier

  • GOOMBA
  • Post: 217
    • http://
Re: Anime
« Risposta #81 il: Giugno, 28, 2005, 10:49 »
questo non lo metto in dubbio, visto che cmq film come Blade Runner mi son piaciuti (per quanto mi ricordo :rolleyes: ), solo che ora sono proprio senza spazio^^ renditi conto che non ho più un briciolo di spazio nella libreria, e a fatca seguo le serie che già avevo iniziato...
sto ad un livello tremendo... ho fatto di tutto per ottimizzare lo spazio, ma tra libri, CD e fumetti, non so proprio come fare, mi sa che esco io...

One of the best guitarist ever!

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16620
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • NC
Re: Anime
« Risposta #82 il: Giugno, 28, 2005, 18:59 »
Io per i fumetti ho uno scaffale libreria apposta, visto che ho più di mille manga( senza contare i tex di mio padre, più di 500)
vi linko (link) un'immagine vecchiotta per darvi cmq un'idea, dei miei problemi di spazio(cmq cercherò i Nathan never)


Offline musashi

  • KOOPA
  • Post: 148
  • Sesso: Maschio
  • bushi
    • http://www.nintendoclub.it
Re: Anime
« Risposta #83 il: Giugno, 29, 2005, 22:01 »
Ne approfitto per esprimere un mio parere generale. Fra il fumetto orientale, e con orientale intendo giapponese (vedi Chonchu), e quello occidentale non ce n'è uno nettamente superiore sull'altro perché sono diversi fondamentalmente. I manga sono, e devono essere,opere concentrate che percorrono un arco narrativo ben definito: infatti come diceva un esperto in questo forum una soglia generale sono i 28 numeri, e a volte pure 20. Questo permette ai manga più continuità, con meno alti e bassi e soprattutto gli odiosi eterni ritorni dei cattivi che non muoiono mai (à la norman osborn) e non c'è alternanza di disegnatori e sceneggiatori. Le lunghissime saghe dei supereroi invece presentano tutti questi rischi, che un giorno te li fanno adorare, e l'altro dire "ma perché continuo a comprare l'uomo ragno?". Però esistono dei cicli e degli scrittori\disegnatori (per quanto a mio parere il più grande disegnatore moderno sia Takehiko Inoue), che sanno regalare storie profonde e bellissime. Perciò secondo me non si può fare un giudizio generale perché, anche se propendo al momento per i Manga come varietà e qualità, ci sono però storie e saghe (vi consiglio il ciclo attuale di Daredevil del duo Bendis\Maleev) di supereroi che ancora me li fanno amare. In definitiva i manga devono essere letti, apprezzati e giudicati come opere integrali e giustamente compiute di un autore mentre i fumetti occidentali come tante perle separate fra capitoli pure mediocri, che però contribuiscono a continuare e mantenere in vita gloriose serie che hanno fatto storia.

"Se nuoti in mezzo al mare, non capirai mai quanto il mare sia vasto"

"Kojiro, il mondo è vasto!"

"Guardare tutto senza prestarvi particolare attenzione, questo è il vero significato del guardare"

Offline Pier

  • GOOMBA
  • Post: 217
    • http://
Re: Anime
« Risposta #84 il: Giugno, 30, 2005, 00:07 »
CLAP CLAP CLAP! :cry: tu si che hai capito tutto!

il tuo commento è ottimo. completamente sopra le righe!

cmq io personalmente preferisco i fumetti orientali, proprio perchè mi evitano quei brutti momenti di bassa qualità di sceneggiatura o disegno. cioè, con la continuità della serie, si va più sul sicuro, anche se spesso c'è il rischio che scada nel banale e che ci rimanga...

un altro fumetto che volgio consigliare a tutti è DEVILMAN. è appena uscito in riedizione, e conta solo 5 numeri. è una perla.

One of the best guitarist ever!

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16620
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • NC
Re: Anime
« Risposta #85 il: Giugno, 30, 2005, 19:46 »
Oggi ho preso il 72 di Nathan never. Carino, non c'è che dire. Il disegno è forse inferiore a Julia, e la storia mi è piaciuta abbastanza, probabilemente ne prenderò qualche altro numero.
P.s. in libreria è uscito un lussuoso volume di riedizione di Sin city a 15 euro


Offline musashi

  • KOOPA
  • Post: 148
  • Sesso: Maschio
  • bushi
    • http://www.nintendoclub.it
Re: Anime
« Risposta #86 il: Luglio, 01, 2005, 14:28 »
Citazione
un altro fumetto che volgio consigliare a tutti è DEVILMAN. è appena uscito in riedizione, e conta solo 5 numeri. è una perla.
confermo, io ce l'ho in un bellissimo cofanetto con pagine a colori. E' una delle poche opere di Nagai che mi piace, come si deduce dalla firma

"Se nuoti in mezzo al mare, non capirai mai quanto il mare sia vasto"

"Kojiro, il mondo è vasto!"

"Guardare tutto senza prestarvi particolare attenzione, questo è il vero significato del guardare"

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16812
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • http://www.drupacei.too.it
Re: Anime
« Risposta #87 il: Luglio, 03, 2005, 01:33 »
Musashi, ti prego, l'immagine in firma è ENORME....



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Anime
« Risposta #88 il: Luglio, 15, 2005, 04:19 »
Oggi ho preso il 72 di Nathan never. Carino, non c'è che dire. Il disegno è forse inferiore a Julia, e la storia mi è piaciuta abbastanza, probabilemente ne prenderò qualche altro numero.

Scusate se rispondo solo ora, sono stato fuori per un po' (e presto sarò fuori di nuovo), cmq nel frattempo grazie per il commento. Il 72 é un mix curioso tra azione e sentimento ma a me cmq é piaciuto moltissimo. "Non trovai parole di consolazione da dargli... Non ne avevo nemmeno per me stesso." Cavolo quella frase mi é rimasta impressa, grande Medda. (A dire il vero tutta quella vignetta a pg. tipo 84-85 é bellissima... le parole sono splendide e la vignetta ha una forza drammatica pazzesca secondo me, anche per il contrasto tra le parole "delicate" e la vignetta forte).

Cmq riguardo al disegno: Il 72 é disegnato da Casini, uno dei tre grandi (gli altri sono Mari e De Angelis, li conoscerai...), ed é vero che é meno "dettagliato" di molti disegni di Julia ma secondo me é bravissimo... i suoi personaggi hanno un'umanità, una plasticità e un'espressività incredibile, riescono veramente a trasmettere emozioni e personalità. Inoltre i suoi disegni danno un senso del movimento e dell'impatto incredibile (e ti rimando alla scena della lotta tra l'uomo e la donna, o guarda come sparano le armi da fuoco). Cmq sono contento ti sia piaciuto, aspetto che tu veda alcuni degli altri numeri (magari di Mari e De Angelis, anche se De Angelis dei numeri che ti ho detto ha fatto solo gli ultimi due numeri, che idealmente andrebbero letti dopo i primi che ti ho consigliato, quindi il meglio sarebbe conoscerlo in ritardo... ma fai tu).

Fammi sapere!

Ciuaz.

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Anime
« Risposta #89 il: Agosto, 24, 2005, 13:36 »
Approfitto dell'occasione per segnalare che dovrebbe essere ancora in edicola, allegato con Repubblica, "Sandman" di Neil Gaiman (o "Il Signore dei Sogni"), assoluto capolavoro del fumetto occidentale, lo consiglio a chiunque ne voglia sapere qualcosa di fumetto occidentale di quello "buono". Ma affrettatevi perché fra un po' lo levano, se non l'hanno già fatto.

 

Privacy Policy