Autore Topic: Il 3DS nel 2018  (Letto 578 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14605
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Il 3DS nel 2018
« il: Dicembre, 20, 2017, 02:15 »
Io sono sempre stato critico verso il 3DS: è stata una console lanciata con grandi difetti concettuali, che ha per un bel po' arrancato a trovare una propria identità ed ha offerto tanti titoli ottimi ma, generalmente, mai trascendentali. Un po' tutti i difetti del Wii U, suo compagno generazionale. Ma senza la costante penuria di titoli (ma d'altra parte senza nemmeno uno Splatoon).

Ora però il 3DS è forse la console migliore da acquistare. Dico in generale: se qualcuno vuole iniziare a videogiocare, il 3DS è la console di riferimento. Molti si chiedono che senso abbia venderla ancora, ma è molto semplice: il mondo mobile offre un "primo assaggio" del mondo Nintendo. Switch ancora costa molto ed allora per approfondire c'è poi il 3DS offre almeno un episodio di ogni singola serie Nintendo, magari non l'episodio migliore ma uno comunque ottimo. E' una sorta di "enciclopedia Nintendo" ipercondensata: c'è Mario, c'è Zelda, c'è Fire Emblem, c'è Animal Crossing, c'è Kirby e via dicendo. E' auspicabile che il bambino che gioca a Mario Run su telefono, poi si faccia comprare il 2DS con New Mario. Magari poi vede il cugino giocare a Zelda su Switch e si fa comprare Ocarina 3D. Insomma, c'è un ottima sinergia fra i tre mondi Nintendo (mobile, 3DS, Switch), con il 3DS che si trova a fare da "anello intermedio".
Gli episodi usciti nel 2017 di serie relativamente di nicchia come Metroid e Pikmin (e Fire Emblem classico?) rientrano in quest'ottica: sono sostanzialmente degli "spot" di un futuro che verrà su Switch, un modo di far conoscere quelle serie al giovane pubblico del 3DS.

Fra un annetto probabilmente Switch avrà un bel taglio di prezzo e questa fase finirà, ma il 3DS rimarrà la console migliore per conoscere il mondo Nintendo (poi se parliamo dei Virtual Console, magari in via non ufficiale, è in assoluto la console-enciclopedia per eccellenza).
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7971
  • Sesso: Maschio
Re:Il 3DS nel 2018
« Risposta #1 il: Dicembre, 20, 2017, 10:17 »
bel topic, io in questo momento ho un dissidio interiore fortissimo. Vorrei prendere lo switch ma su 3ds c'è una tale ricchezza di titoli per cui non me la sento davvero ad abbandonare questa console. Non so se al netto della (mettiamola così) virtual console potrei considerare il 3ds il miglior portatile di sempre della nintendo, ma con con la virtual console è una console portatile che ti permette di giocare a quasi tutti i migliori giochi nintendo dell'epoca 8-16 bit, più molti di Sega. Praticamente è una console dove puoi giocare a tutti i metroid fino a prime, quelli gba compresi, tutti gli Zelda esclusi BOTW, WW, TP e SS e quasi tutti i Mario 2d. A questo ci aggiungi un parco titoli 3ds di tutto rispetto (che include smash bros), con alcuni dei migliori jrpg di sempre, il parco titoli del nds e una serie di giochi di produttori minori tipo cave story, shovel knight, shantae etc.etc.
tutto questo restando nella legalità perché certe cose tra gentiluomini non vanno neanche dette (dico solo QUAKE II).

L'unico grosso rimorso che ho col 3ds è il cazzo di C analog. se avessero messo uno stick analogico normale credo che questa sarebbe la mia console preferita di tutti i tempi.

Spero in futuro facciano uscire un 3ds-2 che sia basato prevalentemente su virtual console, tipo GPD XD ma legale, e che permetta di giocare giochi del GC emulati. Immagino che lo switch alla fine non sarà tanto diversa, una volta che abbia la virtual console, ma credo comunque che la switch non possa essere la gateway drug di nintendo per il prezzo.

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14605
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Il 3DS nel 2018
« Risposta #2 il: Dicembre, 20, 2017, 23:30 »
Ci sono tre fattori per cui il 3DS rimarrà una console da tramandare nei secoli dei secoli, anche se tutti i suoi giochi (VC+DS+3DS) dovessero apparire su Switch.

- Lo schermo 3D: I giochi che utilizzano davvero l'effetto 3D sono una manciata e no, a posteriori non è stata certa una feature rivoluzionaria. Però ci sono, sono giochi di gran qualità ed il (New) 3DS rimarrà la console migliori per giocare alcuni degli episodi di Mario, Zelda e Kirby più belli mai realizzati. Alcune fra le punte di diamante Nintendo insomma, che è giusto sperimentare nel pieno della loro forma.

- Il doppio schermo: Qui i giochi 3DS che davvero sfruttano il doppio schermo sono... uhm... nessuno? Tranne forse Hey! Pikmin. Però è una bella feature negli Zelda 3D e l'inevitabile Ocarina of Time HD sarà un pelo penalizzato dalla mancanza dello schermo inferiore. Ma lasciamo da parte i giochi 3DS: vogliamo parlare di quelli DS? Qui c'è poco da fare, i giochi DS devono essere giocati su DS... o 3DS. Ed a proposito di retrocompatibilità: il 3DS è l'unico modo (attuale) per giocare DSiWare. Il DSiShop è infatti morto, mentre l'eShop, grazie a Switch, continuerà a vivere... finché Nintendo non fallirà. Piratare DSiWare su DSi è molto, molto difficile e nemmeno sono emulabili su PC: certamente è un parco titoli composto da un numero molto ristretto di giochi interessanti (io consiglio il giochino-droga Birds & Bombs e la serie ART STYLE), ma intanto il 3DS è l'unica console che permette di tramandarlo ai posteri.

- 240p: La risoluzione del 3DS è inaccettabile nel 2017+ e siamo tutti d'accordo. Va anche detto che questo problema non è percepito nei giochi pensati per 3DS, come appunto un 3D Land, un ALBW o un Robobot, a differenza di porting come Returns o Xenoblade (che è LETTERALMENTE INGIOCABILE, io non sono un graphic whore ma il continuo sfarfallio mi dava fastidio agli occhi). Però... Se utilizziamo il 3DS per giocare prodotti NES, SNES o MegaDrive quello che è un difetto diventa un pregio: è l'unica console moderna che permette di giocare quei giochi a risoluzione nativa, con tanto di scanlines naturali.

Insomma il 3DS per me avrà sempre un posto speciale.

Discorso diverso per il Wii U. In teoria è in una posizione simile: con MAGHEGGIUME è retrocompatibile con tutti i giochi Cubo e Wii, giocabili pure su GamePad. Ma non c'è motivo per preferire una soluzione del genere ai futuri porting/Virtual Console su Switch. Non ci sono nemmeno grandi titoli che davvero sfruttano effettivamente il GamePad e Nintendo sta pian piano portando tutto su Switch. Chiariamoci, ora come ora sicuramente il Wii U è un'ottima console da tenere in considerazione, ma appunto solo come "soluzione transitoria".
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7971
  • Sesso: Maschio
Re:Il 3DS nel 2018
« Risposta #3 il: Dicembre, 21, 2017, 14:59 »
Ci sono tre fattori per cui il 3DS rimarrà una console da tramandare nei secoli dei secoli, anche se tutti i suoi giochi (VC+DS+3DS) dovessero apparire su Switch.

- Lo schermo 3D: I giochi che utilizzano davvero l'effetto 3D sono una manciata e no, a posteriori non è stata certa una feature rivoluzionaria. Però ci sono, sono giochi di gran qualità ed il (New) 3DS rimarrà la console migliori per giocare alcuni degli episodi di Mario, Zelda e Kirby più belli mai realizzati. Alcune fra le punte di diamante Nintendo insomma, che è giusto sperimentare nel pieno della loro forma.

Sull'effetto 3d: non credo verrà mai ripetuto, perché si tratta di qualcosa di abbastanza superfluo però vorrei spezzare una lancia a favore. Uno dei motivi per cui preferisco il 3DS a DS e Gba (oltre al fatto che, beh, è retro compatibile con tutti e due a ben vedere) è proprio l'effetto 3d. Funzionalmente non aggiunge niente ai giochi. Però crea questo effetto diorama che è molto bello da vedere, e quando è acceso sembra di guardare dentro una scatola. Crea un'immersione che non riesco ad avere con i soli poligoni. E c'è di meglio: l'effetto 2d sui giochi 3d, a patto di non usare lo slider al massimo, migliora di molto l'immersione. Sto giocando a cave story su 3ds e onestamente non credo possano esserci versioni migliori, specialmente per il 3d, che esalta moltissimo gli sfondi.
Poi boh non ho mai capito l'odio per il 3d. Sarà che ho iniziato a giocare col 3ds dal new3ds e da Majora's mask, quindi con un 3d stabile e fatto davvero bene, però nonostante questo non ho mai trovato giochi in cui non ci stesse bene -- a parte forse xenoblade.

Sul doppio schermo: francamente sono contento che si sia tornati ai comandi digitali, e credo di non aver mai usato il penino su 3ds, però ci sono dei giochi in cui un doppio schermo è una manna: ocarina of time, metroid, forse anche albbw. Mai imprescindibile, come anche il 3d, ma qualcosa che ti facilita le cose.

Per finire c'è una cosa che non hai citato: l'OS. Ho visto che su switch sono tornati a uno stile minimale, però l'OS su 3ds è qualcosa a cui sono affezionato. Tolte le possibilità di customizzazione  oltre ai temi nintendo (tutta una serie di temi ehm non ufficiali a tema retrowave e A E S T H E T I C S), danno un tocco personale alla console.

Lo stick analogico, la grafica poligonale, un OS tipo agenda elettronica erano cose immaginavo da piccolo, col primo gameboy e il gameboy advance (alcune portatili tipo neogeo pocket avevano già aspetti simili) e credo fossero le cose che mi sarebbero piaciute di più su una console portatile, e sono davvero contento che un portatile nintendo le abbia portate a maturazione. Onestamente non penso che potremmo desiderare di più. La PS Vita ha mostrato quali sono i limiti di una console portatile (nel senso di console da affiancare a una console da salotto) in termini di grafica poligonale, e ha anche fatto vedere che, in termini di sviluppo, non è fattibile avere giochi di una qualità grafica così alta (anche se non so se nintendo si sarebbe potuta permettere il parco titoli 3ds se non ci fosse stato un wii u così anemico)

 

Privacy Policy