Autore Topic: Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider  (Letto 4141 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12489
  • Sesso: Femmina
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #30 il: Febbraio, 21, 2013, 20:50 »
Effettivamente i Giapponesi non si indignano per certe cose. Mi viene in mente un gioco hentai di nome Biko 3, tratta di uno stalker e ci sono 4 o 5 ragazze da poter stalkerare e violentare/scopare e due sono di 17 e 15 anni. Qui in occidente sarebbe una cosa inammissibile. Infatti sti giochi non escono dal Giappone  :laughing7:

Offline Maligno

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11771
  • Sesso: Maschio
  • Ser Jaime Lannister
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #31 il: Febbraio, 21, 2013, 22:00 »
I giapponesi sono fantastici, lavorano 20 ore al giorno, sono perfettissimi, precisissimi, rigorosissimi, e nelle quattro ore rimanenti si lasciano andare alle peggio perversioni :laughing7:


Quando hai una cosa, questa può esserti tolta. Quando tu la dai, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora è tua per sempre.      James Joyce

Tutti gli imbecilli borghesi che pronunciano, continuamente le parole "immoralità, moralità dell'arte"
...mi fanno venire in mente Louise Villedieu, prostituta da cinque franchi, che accompagnandomi una volta al Louvre domandava, dinanzi a quelle statue e a quei quadri immortali, come si potevano esporre pubblicamente simili indecenze. Baudelaire



Offline Felian

  • TOPO GIGIO
  • *****
  • Post: 5312
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • On the Road to Game Design
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #32 il: Febbraio, 23, 2013, 16:33 »
Il sesso esplicito, per come la vedo io, ha senso solo se fine a sé stesso.
Se fai un film porno, lo metti. Se fai un gioco porno, lo metti. Altrimenti non serve. Se ci sono scene di sesso ai fini della trama puoi tranquillamente renderle senza rendere tutto troppo vivido.
Ormai i videogiochi visivamente non hanno nulla da inviadiare ai film (anzi, visivamente alcuni sono pure meglio), per cui non mi stupirei se in alcuni giochi mettessero qua e là scene di sesso o ne parlassero senza troppi problemi, ma scene esplicite non hanno motivo di esistere, se non in giochi hentai. Nei giochi Nintendo, comunque, non credo vedremo mai niente del genere. È già tanto che in Fire Emblem: Radiant Dawn si accenna appena appena qualcosina (quando l'ho letto ero tipo «WOW!»).

capisco il tuo punto, ma non condivido. Il sesso è parte integrante della vita (anzi, diciamo che senza sesso non ci sarebbe proprio la vita) e il nascondere le parti salienti per pudore rientra sempre all'interno di una morale bigotta che oggi non ha più molto senso di esistere.
Se si vuole fare un gioco che è una specie di simulazione della vita vera, francamente non vedo perchè tagliare certe parti che sono assolutamente presenti nella vita di tutti i giorni (e lo sono, almeno in parte, da tipo che hai una dozzina d'anni)
chiaramente se il gioco indugia troppo su certi aspetti, allora il genere deve passare da "avventura" a "erotico", però, se lo spazio dedicato al sesso è limitato, non vedo che male ci sarebbe...
è scontato che il titolo debba essere pegi 18




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22196
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • Giotto 100 Blog
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #33 il: Febbraio, 23, 2013, 16:57 »
Farei attenzione anche io a non confondere il genere porno col sesso.
Il problema di questo argomento, a mio parere, è: come si potrebbe il sesso integrare nel senso strettamente ludico del videogioco?
Siamo tutti consapevoli che con la prossima generazione arriveremo, quasi una volta per tutte, ad un lato tecnico visivo sempre più realistico: un passo di avvicinamento tra realtà virtuale e realtà concreta non di poco conto (che ci piaccia o meno, poi bisognerà vedere come supporteranno una serie di periferiche, da quelle di movimento a quanto questi poligoni sempre più sofisticati saranno realmente manipolabili per il giocatore con i bug).
Dunque, è scontato che l'argomento del sesso in questa prossima generazione, potrebbe essere toccato in maniera più seria e reale, ciò non toglie che, a mio modesto parere, si rischierà di confondere molto di più il media del videogioco con quello del cinema: ho più la sensazione che il sesso possa essere usato più come scena che come interazione, di certo non è un male assoluto, ma comunque se verrà sfruttato solo in questo modo troppo diventerà stancante e limiterebbe la creatività di un'intera industria. Tanto più quando l'influenza del cinema in questa generazione diventerà probabilmente parecchio esagerata, ho già avuto questa triste sensazione durante lo scorso E3.

è scontato che il titolo debba essere pegi 18

Il problema è: quando l'UE approverà ufficialmente il PEGI che devono rispettare i negozianti (e di conseguenza i giocatori minorenni)?
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Felian

  • TOPO GIGIO
  • *****
  • Post: 5312
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • On the Road to Game Design
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #34 il: Febbraio, 24, 2013, 12:32 »
i colleghi mi dicevano che qui in germania (che hanno un'altra cosa simile al pegi) i negozianti sono tenuti a farlo




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12489
  • Sesso: Femmina
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #35 il: Febbraio, 24, 2013, 15:07 »
Ma il PEGI non è europeo?


Ho controllato sulla custodia del mio Okami comprato il Germania, c'è il PEGI '_'



Comunque pegi o non pegi se il genitore non sa cos'è ai voglia a comprare videogiochi non adatti ai figli.
« Ultima modifica: Febbraio, 24, 2013, 15:09 da Rin »

Offline Felian

  • TOPO GIGIO
  • *****
  • Post: 5312
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • On the Road to Game Design
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #36 il: Febbraio, 24, 2013, 18:10 »
Pare che il Pegi sia adottato ma non riconosciuto. Usano l'USK qui http://en.wikipedia.org/wiki/Pan_European_Game_Information#Where_PEGI_is_used

beh, i filtri famiglia interni alla console in realtà servono proprio a questo




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline WaluigiRacer

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11660
  • Sesso: Maschio
  • ᶰʸᵒ
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #37 il: Febbraio, 24, 2013, 18:35 »
Citazione da: Wikipedia
Officially supports PEGI and is represented in the PEGI Council, but there is no specific legislative basis.

Riferito all'Italia :laughing7:

Quella sensazione quando le chiavi di casa sono in macchina
Le chiavi della macchina sono in casa
E la chiave della felicità è intrappolata nella tua prigione emozionale di eterno dolore e ripudio verso se stessi.
Ciao F-Zero, insegna agli angeli a YOU'VE GOT BOOST POWAH


Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12489
  • Sesso: Femmina
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #38 il: Febbraio, 24, 2013, 20:41 »
Ah beh, allora dovrebbero farlo visto che si lamentano tanto della violenza che puó trasmettere un vg al proprio figliolino innocente. Finirà che un ragazzino di 10 anni chiederà a sua madre "mamma cosa stanno facendo quei due?" E la madre darà via a una campagna contro il sesso nei videogiochi perché devia la mente dei suoi fanciulli. E poi non guardano che sulla custodia c'è segnalato r che bastava non comprarlo.

Offline Maligno

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11771
  • Sesso: Maschio
  • Ser Jaime Lannister
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #39 il: Febbraio, 24, 2013, 21:06 »
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.


Quando hai una cosa, questa può esserti tolta. Quando tu la dai, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora è tua per sempre.      James Joyce

Tutti gli imbecilli borghesi che pronunciano, continuamente le parole "immoralità, moralità dell'arte"
...mi fanno venire in mente Louise Villedieu, prostituta da cinque franchi, che accompagnandomi una volta al Louvre domandava, dinanzi a quelle statue e a quei quadri immortali, come si potevano esporre pubblicamente simili indecenze. Baudelaire



Offline Peppo3600

  • WARIO
  • *
  • Post: 1874
  • Sesso: Maschio
  • Dite tutti bon roll, dite tutti bon roll
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #40 il: Febbraio, 24, 2013, 22:00 »
Ma il pegi da quanto ne so io è un'età indicativa, non vuol dire vietato ai minori di 3/7/12/16/18 anni ma vuol dire il videogioco su persone con un'età inferiore da quella indicata potrebbe avere effetti negativi.

Offline ♫Ale

  • Redattore Master
  • WARIO
  • ***
  • Post: 1998
  • Sesso: Femmina
  • Welcome, I'm the Merchant
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #41 il: Febbraio, 25, 2013, 05:43 »
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.

Concordo :2mdknie:


Citazione
15:55:39 ‹SuperMario94› ← Un nome, una leggenda.
15:55:57 ‹♫Ale› Il signor modestiaportamivia ; )
15:56:14 ‹SuperMario94› Ha parlato la signora gelatoalgustodigelato. ; )

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7753
  • リドリー
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #42 il: Febbraio, 25, 2013, 10:12 »
Boh sinceramente non vedo molto senso nel mostrare immagini molto esplicite (con tanto di genitali in bella vista) in giochi che non siano espressamente erotici. Un po' come nei film, insomma. Se non stona col contesto si può inserire un contenuto erotico, si può anche far vedere un corpo nudo se è funzionale, ma non vedo tutta questa necessità di andare oltre i livelli del cinema. Poi qualche scena erotica la si può pure inserire in un contesto ludico di gameplay a parer mio, ma non vedo l'utilità di forzare la mano tanto per.

Esattamente.  :2mdknie:
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12489
  • Sesso: Femmina
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #43 il: Febbraio, 25, 2013, 13:06 »
Ma io non ho ancora capito il senso di ció che ha detto il tipo. Il sesso nei vg c'è già. Ci sono i giochi porno/hentai e ci sono giochi in cui viene palesato meno. Non capisco sinceramente dove sia il problema.

Offline Felian

  • TOPO GIGIO
  • *****
  • Post: 5312
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • On the Road to Game Design
Re:Sesso e videogiochi: ne parla David Gaider
« Risposta #44 il: Febbraio, 25, 2013, 23:12 »
di certo non si riferiva a quelli, ma alle grosse produzioni, tipo tripla a ecc

il pegi in italia conta solo come consiglio, ma in altri stati vincola i venditori a chiedere i documenti ai più giovani in certi casi, altrimenti non possono vendergli il gioco (come per le sigarette)

riguardo alle scene di nudo integrale, capisco le vostre perplessità, ma contemporaneamente vi spingerei a riflettere che questo pudore di cui siamo intrisi deriva da una cultura dove il sesso è peccato e vergogna. a ben pensarci, che cosa ci sarebbe di male? siamo tutti uguali alla fin fine. e non mi pare che nessun altro animale si curi di mostrare i genitali...  :dontknow:




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

 

Privacy Policy