Autore Topic: Perdita di interesse per il Videogioco  (Letto 24145 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Damien25

  • KOOPA
  • Post: 53
  • Nintendo Club
    • Mostra profilo
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #60 il: Gennaio, 05, 2015, 10:56 »
Beato te, personalmente ho dovuto ristrutturare il mio tempo e, delle vecchie passioni, ho dovuto fare una bella selezione, ed i videogiochi ne sono rimasti tagliati fuori. Tuttavia non dipende solo dal tempo, chiaro, è anche volontà. Guardo molti meno film che in passato, però li guardo ancora con una certe frequenza(cosa che non succede coi vg).

Va anche detto che una parte del tempo di relax che prima potevo riversare in un videogioco, ora magari lo passo in internet al cazzeggio.

@ Giotto: si, una critica la si può fare anche senza avere pezzi d'arte tra le mani. Ed infatti una critica viene fatta, ed è molto spesso scadente come la materia prima. Penso sia naturale che un critico raffinato non perderà mai tempo con un settore delle arti visive dove  gli standard sono, ahinoi, come quelli videoludici.
Beh, c'è anche il lavoro e tutto il resto (amici, fidanzato, relativo tempo passato con lui)...  Voglio dire, è la volontà di dedicarsi del tempo, dopotutto credo che i videogames o la musica, per me, siano un prendersi cura di sé.  Coi videogames sviluppo l'immaginazione ma anche la voglia di sfidarsi.  È solo un lato della medaglia.

Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22147
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #61 il: Gennaio, 05, 2015, 11:11 »

@ Giotto: si, una critica la si può fare anche senza avere pezzi d'arte tra le mani. Ed infatti una critica viene fatta, ed è molto spesso scadente come la materia prima. Penso sia naturale che un critico raffinato non perderà mai tempo con un settore delle arti visive dove  gli standard sono, ahinoi, come quelli videoludici.

Ribadisco il mio dubbio: per dire che un gioco non è fatto bene, non ci vuole comunque un critico raffinato, quanto un po' di sana passione, esperienza di gioco ed onestà intellettuale nel dire se un videogioco (anzi, ormai più che un videogioco, un prodotto) sia di qualità o meno. Anche perché un critico raffinato non necessariamente si ferma su quanto sia riuscito il gioco, ma magari si sofferma a vedere solo la forma e poco la sostanza.
Comunque di esempi di buona critica nel settore videoludico esistono, anche qui in Italia, Multiplayer.it ad esempio sta facendo a livello redazionale dei passi da gigante e anche qualche buona penna la sta tirando fuori, per quanto riguarda poi Nintendo, su tutti Alessandro Bacchetta, che in realtà potrebbe essere più il Nintendo Club a doversi bullare di ciò! :D

L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16785
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #62 il: Gennaio, 05, 2015, 13:47 »
Ecco il bacche un salutino ogni tanto lo potrebbe fare  :D



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Shandon

  • Moderatore
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16426
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #63 il: Gennaio, 05, 2015, 14:51 »
Ribadisco il mio dubbio: per dire che un gioco non è fatto bene, non ci vuole comunque un critico raffinato, quanto un po' di sana passione, esperienza di gioco ed onestà intellettuale nel dire se un videogioco (anzi, ormai più che un videogioco, un prodotto) sia di qualità o meno. Anche perché un critico raffinato non necessariamente si ferma su quanto sia riuscito il gioco, ma magari si sofferma a vedere solo la forma e poco la sostanza.
Comunque di esempi di buona critica nel settore videoludico esistono, anche qui in Italia, Multiplayer.it ad esempio sta facendo a livello redazionale dei passi da gigante e anche qualche buona penna la sta tirando fuori, per quanto riguarda poi Nintendo, su tutti Alessandro Bacchetta, che in realtà potrebbe essere più il Nintendo Club a doversi bullare di ciò! :D

Si, forse hai ragione te. Però concorderai che oltre ad onestà intellettuale e passione, servano come minimo delle basi intellettuali ed un metodo, per poter scrivere cose un tantino sensate. Non dico profonde o filosofiche, ma almeno un gradino sopra agli articoli amatoriali.
Se penso che su IGN italia - versione italiana del sito un tempo più autorevole in assoluto- scrive Ualone (chi leggeva psm se lo ricorda. Me lo ricordo io che lessi solo alcuni suoi articoli su dei vecchi PSM di un amico) mi vengono le vertigini.

@ Damien. Si, hai ragione, è la volontà che fa la differenza. Finché uno ha parecchio tempo a disposizione, anche cose che lo interessano meno possono avere il loro spazio. Quando il tempo diminuisce, restano solo le attività che davvero interessano (anche se magari richiedono molto più sforzo ed impegno di altre). Quindi, sì, personalmente credo che il mio abbandono dei videogiochi sia dovuto a una perdita di interesse e, di conseguenza, ad una mancanza di voglia, piuttosto che di tempo.


Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22147
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #64 il: Gennaio, 05, 2015, 15:01 »
Si, forse hai ragione te. Però concorderai che oltre ad onestà intellettuale e passione, servano come minimo delle basi intellettuali ed un metodo, per poter scrivere cose un tantino sensate. Non dico profonde o filosofiche, ma almeno un gradino sopra agli articoli amatoriali.
Se penso che su IGN italia - versione italiana del sito un tempo più autorevole in assoluto- scrive Ualone (chi leggeva psm se lo ricorda. Me lo ricordo io che lessi solo alcuni suoi articoli su dei vecchi PSM di un amico) mi vengono le vertigini.
Concordo, assolutamente. E pure IGN Italia ogni tanto tira fuori articoli da brividi e davvero amatoriali, soprattutto in quelli opinionisti, degni dei peggior redattori dell'angolo di Farenz (che almeno loro sono consapevoli di essere amatoriali).
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16785
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #65 il: Gennaio, 05, 2015, 15:03 »
degni dei peggior redattori dell'angolo di Farenz (che almeno loro sono consapevoli di essere amatoriali).
Quelli son proprio delle bestie.



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Shandon

  • Moderatore
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16426
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #66 il: Gennaio, 05, 2015, 19:25 »
Quelli son proprio delle bestie.

Si, ma quelli non hanno alcuna pretesa, dicono cono la loro in modo semiserio e fine. O almeno mi sembra. Tipo quello che si chiama Avo fa sganasciare.

Tornando in argomento, pur accettando quanto dice Giotto sul bisogno di una critica almeno dignitosa, io tra le due cose (videogiochi,critica) vedo un rapporto asimmetrico, in cui i primi influenzano la seconda, e non viceversa.
A differenza delle arti visive ( dove il canone lo fa la critica e non il pubblico) e del cinema (dove il successo lo fa il pubblico, ma i premi e l'immortalita' li da' la critica) nei vg conta quasi esclusivamente il successo commerciale. Anche perche' non esiste ne' un canone ne' una storia o dei primi importanti.
Giochi come Shenmue, Eternal Darkness o chesso' io sono gia' polverosa archelogia digitale, perche' non hanno avuto un riscontro decente dal punto di vista commerciale. Citizen Kane, pur essendo un clamoroso flop, e' in tutti i corsi di cinema del mondo.



Offline Felian

  • PIZZETTA CATARI'
  • *****
  • Post: 5192
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • On the Road to Game Design
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #67 il: Gennaio, 05, 2015, 23:28 »
C'è da dire che ora come ora, il gioco d'arte inizia a esistere, ma è solo indie.
Titoli come Flower e Journey (entrambi di Jenova Chen) o Braids per citarne tre famosi, sono un buon esempio di quanto bene si possa ancora fare se esiste la volontà di fare cose belle e non guadagno.

riguardo la critica, nel bene e nel male, da quando c'è internet, tutti sono giornalisti e scrittori; da quando c'è youtube, tutti sono intrattenitori; da quando ci sono le reflex tutti son fotografi... Insomma, la media si sta abbassando su tutti i fronti purtroppo...




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline NINTENDARO.DOC

  • VAMAVVO MAVVONE MAVAMALDO
  • *******
  • Post: 7382
  • Sesso: Maschio
  • Wake up, Link
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #68 il: Gennaio, 06, 2015, 02:40 »
Personalmente mi piace considerare opere i videogiochi al pari della musica, dei film, dei libri. Ognuno di questi ha qualcosa da dire se fatto con passione e intelligenza, e anche se ormai siamo spinti a dire che ormai è fatto tutto per soldi (ovviamente deve essere fatto ANCHE per soldi, e non SOLO) non ci voglio credere, sarò un ingenuo ma credo che almeno una porzione di "artisti" crei ancora prodotti con passione per poi metterli sul mercato, anche tra le case più importanti e non solo tra gli Indie.

Parlando di critiche invece credo si vada più nel soggettivo...anche se tutto sommato una persona con una certa "esperienza" videoludico può benissimo essere in grado di decretare la qualitá di un gioco.
"I AM THE ONE WHO KNOCKS!"
OMG!!!(Oh My Ganon)
:Q____ E' STREPIZELDOSA!!!!!!
«Credo che potrei darvi una lista delle specifiche tecniche. Credo che apprezzereste, ma non lo farò per una semplice ragione: non hanno davvero importanza.»
Cit. di Iwata.
«Un gioco posticipato potrebbe essere alla fine un buon gioco, un cattivo gioco è cattivo per sempre.»
Cit. di Miyamoto.

Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22147
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #69 il: Gennaio, 06, 2015, 11:15 »
Si, ma quelli non hanno alcuna pretesa, dicono cono la loro in modo semiserio e fine. O almeno mi sembra. Tipo quello che si chiama Avo fa sganasciare.

Tornando in argomento, pur accettando quanto dice Giotto sul bisogno di una critica almeno dignitosa, io tra le due cose (videogiochi,critica) vedo un rapporto asimmetrico, in cui i primi influenzano la seconda, e non viceversa.
A differenza delle arti visive ( dove il canone lo fa la critica e non il pubblico) e del cinema (dove il successo lo fa il pubblico, ma i premi e l'immortalita' li da' la critica) nei vg conta quasi esclusivamente il successo commerciale. Anche perche' non esiste ne' un canone ne' una storia o dei primi importanti.
Giochi come Shenmue, Eternal Darkness o chesso' io sono gia' polverosa archelogia digitale, perche' non hanno avuto un riscontro decente dal punto di vista commerciale. Citizen Kane, pur essendo un clamoroso flop, e' in tutti i corsi di cinema del mondo.


Io comunque darei anche tempo al tempo: il mondo videoludico è un media giovane che se vuole presentare un titolo capolavoro deve fondere bene arte visiva, musicale e ludica con un'armonia magistrale. Aggiungendo però che si parla di prodotti che devono durare per delle ore e che possono pure essere gestiti da centinaia di persone. E questo lavoro non richiede lavori di tipo manuale, ma mangiare i cervelli altrui con algoritmi, astrazione e conoscenze informatiche ed elettroniche, nel mentre che stiamo ancora scoprendo l'evoluzione digitale.
E' (ancora) molto difficile combaciare questo genere di conoscenze a modelli intellettuali, perché prima di tutto studiare queste materie è davvero faticoso ed è difficile mandarli di pari passo durante lo sviluppo quando sulla pratica possono avvenire difficoltà di ogni genere.
Nelle tecnologie informatiche l'esempio più riuscito è sicuramente Apple sotto Steve Jobs, dove fondeva le conoscenze del mondo scientifico adattandole alle esigenze e riflessioni di materie classiche. Ma a quale prezzo? Lavorare in questi posti è riconosciuto che sia un inferno, sono stati creati sistemi informatici chiusi che ancora oggi fanno discutere e chi stava a decidere su questi prodotti era un notevole pezzo di merda nonché l'ultimo uomo sulla faccia della terra che vorresti come capo.
Nel mondo dei videogiochi non va tanto diversamente, fare il prodotto di qualità richiede una fatica enorme  e non sempre ripaga con le vendite, tant'è che anche gli sviluppatori indie si sono dovuti adeguare a questo modello per non fallire.
Giochi come Shenmue ed Eternal Darkness hanno fallito perché comunque qualcosa non ha mai quadrato nella presentazione. ED soprattutto, dopo che hanno pure tentato di fare il suo seguito spirituale su KickStarter ma è stata una campagna completamente fallimentare.
A mio avviso nei fallimenti dei videogiochi di qualità manca anche l'umiltà di capire che c'è stato un modello comunicativo inadeguato da rivedere. Su Wii U lo dico sempre, ma non avrei alcun dubbio nel dirlo anche per i due giochi appena citati se li avessi giocati approfonditamente.


Infine faccio un'osservazione per un problema complesso del videogioco che ancora non è stato capito e viene troppo ignorato quando viene trattato: l'utente finale che sta ad ascoltare una canzone o a vedere un film, ha un'interazione passiva. Chi sta giocando ad un videogioco ha un'interazione attiva. In tutta onestà: senza togliere nulla a questi media, ma non penso che creare un'interazione attiva credibile e di qualità sia immediato come creare una canzone o un film. E chiariamo, questo è il motivo per cui non sono proprio convinto sul fatto che il videogioco sia al pari di cinema, musica e letteratura (magari sì, con le sue dovute eccezioni), perché sono più complessi da concepire e più lontani da un certo tipo di sensibilità che l'uomo può esprimere.
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Damien25

  • KOOPA
  • Post: 53
  • Nintendo Club
    • Mostra profilo
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #70 il: Gennaio, 06, 2015, 12:00 »
Mi chiedo come mai, nonostante non giochi più, continui a frequentare questo forum. Sicuramente sei affezionato e sicuramente ti piace discutere di videogames..  Ma se non è più nei tuoi interessi, perché (scusa il gioco di parole) te ne interessi?

Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22147
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #71 il: Gennaio, 06, 2015, 12:08 »
Mi chiedo come mai, nonostante non giochi più, continui a frequentare questo forum. Sicuramente sei affezionato e sicuramente ti piace discutere di videogames..  Ma se non è più nei tuoi interessi, perché (scusa il gioco di parole) te ne interessi?
E chi ha detto che non gioco? Anzi io gioco ancora, semplicemente sto perdendo fiducia e interesse nei tripla A che trovo sempre di più una presa in giro.
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Damien25

  • KOOPA
  • Post: 53
  • Nintendo Club
    • Mostra profilo
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #72 il: Gennaio, 06, 2015, 12:09 »
E chi ha detto che non gioco? Anzi io gioco ancora, semplicemente sto perdendo fiducia e interesse nei tripla A che trovo sempre di più una presa in giro.
Mi riferivo a Shandon, non a te Giotto :)

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16785
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #73 il: Gennaio, 06, 2015, 12:12 »
Si, ma quelli non hanno alcuna pretesa, dicono cono la loro in modo semiserio e fine. O almeno mi sembra. Tipo quello che si chiama Avo fa sganasciare.
Mah guarda non so se hai seguito un po' il sito oltre ai video. Alla fine Farenz e Avo ci stanno, ho letto qualcosa degli altri ed è terribile (e no, non hanno nemmeno la consapevolezza dei propri limiti, tranciano giudizi con l'accetta senza alcuna cognizione di causa).

Anche lo stesso Avo a dire il vero lo trovo spesso biecamente razzista, o perlomeno fa battute che su questo forum in Offtopic verrebbro massacrate  :laughing7:



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16785
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Perdita di interesse per il Videogioco
« Risposta #74 il: Gennaio, 06, 2015, 12:13 »
Mi chiedo come mai, nonostante non giochi più, continui a frequentare questo forum. Sicuramente sei affezionato e sicuramente ti piace discutere di videogames..  Ma se non è più nei tuoi interessi, perché (scusa il gioco di parole) te ne interessi?
Credo che metà dello staff di moderazione non abbia più quasi niente a che fare con i videogiochi  :D



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

 

Privacy Policy