Autore Topic: Contrordine: i videogiochi "rincoglioniscono" davvero (eccetto supermario)  (Letto 1383 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
    • Mostra profilo
Balle

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11676
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Un qualche fondo di verità forse c'è, secondo me i giochi Nintendo in generale ti richiedono di stare col cervello acceso molto più di altra roba. Sono sicuro che tutto questo varrebbe anche per tutta la roba classica (Mario 2d, DK, Zelda, Metroid, Starfox). E' per questo che con quei giochi mi ci scasso, mentre i giochi non-Nintendo in genere mi annoiano a morte.
Faccio un esempio prendendo NSMBU e DKCTF a confronto con un altro platform, per me del tutto inspiegabilmente blasonato: Rayman Origins.
Com'è fatto Rayman? Ogni livello è una lunga serie di stanze, tutte con lo stesso sfondo grafico, molto facili da superare, senza nessuna connessione l'una con l'altra: potresti spostare una stanza da un livello ad un altro e non cambierebbe niente. Alle lunghe è ripetitivo e disorientante.
Mentre invece in Mario e DK sai sempre dove sei e cosa stai facendo, perché in genere ogni livello è incentrato intorno a un'idea, che viene presentata a inizio livello in modo semplice e che man mano si complica richiedendo sempre più attenzione, e che di solito non si traduce in memorizzazione ma nell'imparare a sfruttare la cosa a proprio vantaggio. Anche Zelda funziona esattamente così. Ma un po' tutta la produzione Nintendo.
Ma anche in altre cose, ad esempio, le stanze di un Metroid: sono sicuro che, pure spogliandole di tutti i dettagli grafici, uno saprebbe riconoscere se si trova in quella stanza delle Rovine oppure in quell'altra di Phendrana. E' che sono tutte molto diverse, proprio come conformazione, e ognuna la navighi diversamente, ed è per quello che ti rimangono fisse in testa, non tanto perché in una c'è la neve e in un'altra c'è la lava.
Secondo me è questa la cosa. E' proprio il level design che è fatto bene e quindi ti stimola.

Poi oh, magari son tutte cazzate.
« Ultima modifica: Agosto, 16, 2017, 15:05 da Zanzegù »

Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
    • Mostra profilo
Anche a me i giochi non Nintendo non piacciono, per usare un eufemismo. Il motivo principalem tra gli altri, è che li ritengo estranei al mio concetto di videogioco

Offline Shandon

  • Moderatore
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16426
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Balle

Ti pubblico un articolo che parla di una ricerca pubblicata su nature e tu rispondi "balle".


Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
    • Mostra profilo
Io mi fido empiricamente della mia esperienza e sinceramente mi sembra una stronzata bella e buona

Offline Felian

  • PIZZETTA CATARI'
  • *****
  • Post: 5192
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • On the Road to Game Design
non che il giocatore tipo di COD fosse già particolarmente sveglio sin dal principio....  :icon_tongue: :laughing7:




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline Super Luigi

  • BOWSER
  • **
  • Post: 2617
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del NintendoClub
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
non che il giocatore tipo di COD fosse già particolarmente sveglio sin dal principio....  :icon_tongue: :laughing7:
Questa è epica, e per non parlare di chi gioca Assasin's Creed :laughing7:
Comunque è vero, quando facevo provare a dei "playstationari" Skyward Sword non riuscivano a risolvere neanche i primi enigmi e lo abbandonavano subito. Si vede che il ragionamento non piace alla massa.
Per Zanzè,ti ripeto giocati Rayman Legends, è proprio diverso da Origins, del quale condivido i difetti da te citati.

Offline Super Luigi

  • BOWSER
  • **
  • Post: 2617
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del NintendoClub
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Ah, anche i Pokemon sviluppano molto il ragionamento, per padroneggiare il sistema di natura, IV e allenamento per ottenere le statistiche che desideri e far ereditare al pokemon le mosse che vuoi...beh...

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11676
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Sinceramente io Pokémon lo vedo come i giochini da facebook, numerini e numerini ma poi nella pratica stai ore a girare in tondo per far uscire un uovo col numerino giusto. È complesso, ma non per forza stimolante. Mario è stimolante.

E no, Legends, non me lo gioco, se devo investire 40 banane per un gioco nuovo non vado a prendere il seguito di un gioco che mi ha fatto schifo...
« Ultima modifica: Agosto, 17, 2017, 01:43 da Zanzegù »

Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
    • Mostra profilo

Comunque è vero, quando facevo provare a dei "playstationari" Skyward Sword non riuscivano a risolvere neanche i primi enigmi e lo abbandonavano subito. Si vede che il ragionamento non piace alla massa.

Purtroppo è vero. E poi ci si chiede come mai noi nintendari ci consideriamo superiori. E, beh... Io FIFA, Assassin's Creed, COD e altre amenità le proibirei

Offline Izanagi

  • MARIO
  • ***
  • Post: 3294
  • Sesso: Maschio
  • You are slave. Want emancipation?
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Ma gente come me che gioca sia alla roba Nintendo che a Fifa, Overwatch e compagnia bella è davvero così rara? :laughing7:

Comunque la mia esperienza mi dice che dentro alla mia facoltà di fisica, almeno il 60% delle persone (tra studenti, assistenti e anche professori) è o è stata nerd. E non mi sembra di avere un campione di gente poco intelligente :laughing7:

"Thinking of you, wherever you are. We pray for our sorrows to end, and hope that our hearts will blend.
Now I will step forward to realize this wish.
And who knows: starting a new journey may not be so hard, or maybe it has already begun.
There are many worlds, but they share the same sky —
one sky, one destiny."
- Kairi, Kingdom Hearts II

Offline Super Luigi

  • BOWSER
  • **
  • Post: 2617
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del NintendoClub
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
E no, Legends, non me lo gioco, se devo investire 40 banane per un gioco nuovo non vado a prendere il seguito di un gioco che mi ha fatto schifo...
Ah io l'ho pagato 10 euro, lo mettono continuamente in offerta sull'e shop perciò ti dicevo

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11676
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Ok, così è già più interessante. Però in Origins non credo di aver raggiunto neanche la metà, quindi meh...

Comunque ragionandoci la ricerca mi sa che è un po' farlocca? Con tutto il rispetto. Però un campione di 50 persone e i giochi scelti senza criterio apparente non è che siano proprio il top della scientificità...

Offline Diddy Kong

  • Moderatore
  • VINCITORE DEL PREMIO OSCAR LUIGI SCALFARO
  • ****
  • Post: 18900
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Anche io avevo trovato Origins un po' farlocco, ma Legends l'ho amato, quindi potrebbe fare al caso tuo.
Sull'articolo, uno studio soltanto sull'argomento non è granché, più che altro sarebbe interessante vedere se anche la fruizione di altri media per lungo tempo (TV, Serie televisive, film, musica?) hanno effetti negativi.
Oh via su internet scrive chiunque pure frate indovino. che ci sia un sito dove si dice che perché ha vinto rutte ha vinto la paura, mentre la democrazia vinceva solo qualora avesse prevalso quell'impomatato in stile wolf of wall stress, non mi scandalizza molto.
Lasciamoli scrivere, il loro candidato "crociato" l'ha preso in culo e allora cercano di dare un senso più grande e meno degradante alla loro sconfitta, che invece si giustifica col semplice fatto che sono solo dei poveri dementi, votati da altri poveracci con la bava alla bocca: per fortuna in Olanda non sono molti, visto che il tanto odiato  "sistema" ha portato benessere, lavoro, rum e cocaina a tutti.

 

Privacy Policy