Autore Topic: I classici...in poche parole  (Letto 659 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
I classici...in poche parole
« il: Marzo, 04, 2018, 15:00 »
La voglia di Breath of the Wild e di Zelda mi ha spinto ad aprire questo nuovo topic. Buon divertimento.


NINTENDO NES

Super Mario Bros.
Super Mario Bros. è un capolavoro rivoluzionario non solo perché crea una tipologia di gioco nuova con vigore e perfezione, ma anche perché elabora il concetto stesso di game design.  10

Super Mario Bros. 2: Mario Madness
Doki Doki Panic è un platform molto bello ma il trasporto nell’ universo di Mario se da un lato gli ha conferito maggiore visibilità, dall’ altro l’ ha posto nella difficile situazione di seguito di Super Mario Bros., pur non essendolo realmente. Una differenza di nome, dunque, che non ha alcuna rilevanza nella qualità effettiva del gioco ma più che altro nella percezione di esso.  8.5

Super Mario Bros. 3
L’ innovazione delle meccaniche del capostipite è condotta con maestria assoluta sia nel campo dell’ azione di gioco, con l’ espansione della verticalità mediante il volo e dei poteri di Mario mediante i costumi, sia nel campo della progressione dell’ avventura, che diventa bidimensionale con l’ introduzione della mappa. Dove si manifesta con tutta la sua forza la magnificenza di Super Mario Bros. 3 è nella straordinaria capacità di divertire ed incantare in ogni suo singolo momento. 10

The Legend of Zelda
Con questo gioco nasce una sublime visione videoludica del concetto di avventura, che pone enfasi sull’ esplorazione profonda e libera e sull’ interazione a più livelli con un mondo splendidamente costruito ed affascinante. The legend of Zelda è un incredibile capolavoro capace di saldarsi al cuore del giocatore e di fargli vivere -più che giocare- un’ esperienza indimenticabile.  10

The Legend of Zelda: The Adventure of Link
In molti aspetti, The Adventure of Link prende le distanze, anche in modo radicale, dal suo predecessore. Mentre alcune delle nuove idee non sono perfettamente riuscite, altre invece costituiscono dei notevoli traguardi. Sebbene non sia al livello del primo The legend of Zelda, The Adventure of Link è un’ avventura splendida e affascinante.  9

Mega Man
Mega Man è un gioco d’ azione innovativo, in cui la libertà concessa al giocatore nella scelta dell’ ordine con cui affrontare livelli e boss non è fine a sé stessa ma è base di uno schema di gioco articolato che ruota attorno ai poteri del robot blu.  9

Mega Man 2
Mega Man 2 porta a compimento la visione del primo episodio, correggendone i difetti e arricchendone la struttura. Il level design, la gestione dei poteri, il rapporto tra punti di forza e debolezza dei nemici e boss, costituiscono la base per un gioco di azione fantastico, galvanizzante in ogni suo momento, senza pause o cali, dall’ inizio alla fine.  9.5

Mega Man 3
Mega Man 3 costituisce un ottimo seguito del brillante predecessore e non fallisce nel compito di costruirsi un’ identità con proprie idee tanto sul piano strutturale quanto su quello stilistico, al fine di non risultare un semplice rimpasto. La qualità dell’ azione è ancora una volta elevatissima e il gioco regala divertimento e coinvolgimento per tutta la sua durata.  9.5

Faxanadu
L’ atmosfera che permea questo gioco dall’ inizio alla fine è magnifica; ad essa contribuiscono in particolar modo la splendida ambientazione e la colonna sonora avvolgente. E’ proprio questa atmosfera a conferire a Faxanadu un fascino unico, a renderlo un’ avventura magnifica e coinvolgente, che resta salda nel cuore di chi la sperimenta.  9

Kid Icarus
Kid Icarus è un titolo straordinario, che sa unire con eleganza e autonomia alcuni dei cardini delle strutture di Zelda e Metroid, che fa del continuo cambio di impostazione -ora avventura ora platform ora azione fino alla sorpresa finale- il motivo conduttore del gioco, riuscendo ad amalgamare tutto questo in un insieme coerente.  9

Ghosts 'n Goblins
Uno splendido gioco d’ azione con forti componenti platform, in cui l’ incredibile precarietà del personaggio non è solo finalizzata a creare un senso di sfida davvero elevato, ma è funzionale al game design che richiede l' attenta pianificazione di ogni movimento.  9 

Wrath of the Black Manta
Le tematiche della droga e dello spaccio sono sfruttate nella struttura di gioco, con un buon livello di fusione con le ottime fasi d’ azione. I risultati sono senza dubbio positivi, essendo gli spunti collegati a questa idea, seppur non eccelsi, molto interessanti. Black Manta è uno di quei rari esempi di giochi che hanno tratto giovamento, in termini stilistici, dai cambiamenti effettuati rispetto alla versione originale giapponese.  8.5

Adventures of Lolo 2
Lolo è un originale puzzle game che stimola a ragionare in modo complesso e prolungato ed anche per approssimazioni successive, non mancando di esaltare comunque intuizione ed improvvisazione; le sfide che propone sono tutte legate all’ analisi dell’ ambiente e delle modificazioni che è possibile ad esso apportare. Lolo 2 di certo non espande le meccaniche del predecessore ma le raffina ulteriormente con un design dei puzzle ancora più brillante e con una maggiore quantità e varietà degli stessi.  8.5

Adventures of Lolo 3
Con il terzo episodio, la serie di Lolo si completa a livello di ambientazioni e meccaniche, proponendo una sorta di riuscito incrocio tra un’ avventura e la struttura puzzle dei predecessori.Il risultato è un gioco dal sapore unico e la perfetta realizzazione dell’ idea alla base di Lolo.   9

Probotector (Contra)
Un gioco d’ azione splendido e assai divertente per tutta la sua durata, che fa della varietà il suo punto di forza, con missioni a scorrimento orizzontale, verticale, quelle assai originali ambientate nelle basi, e una modalità multiplayer molto coinvolgente.  9

Duck Tales
Duck Tales è nel contempo un bellissimo platform e una notevole trasposizione videoludica dell’ universo di Zio Paperone e amici. E’ un esempio concreto di come si possano coniugare queste due esigenze in un grande gioco, facendolo assurgere al rango di classico della sua epoca.  8.5

Tetris
La genialità di Tetris è chiaramente intatta in questa versione domestica, eppure, per forza di cose, viene meno la sensazione di simbiosi totale del gioco con la console che lo ospita.  9

Doctor Mario
Doctor Mario è una grandissima reintepretazione del concetto alla base di Tetris e, contemporaneamente, inserisce nella meccanica di gioco proprie idee. E’ un puzzle game veramente bellissimo.  8.5

Double Dragon 2: The revenge
Double Dragon 2 è uno dei migliori esponenti del piacchiaduro a scorrimento, che raggiunge l’ apoteosi nella modalità multigiocatore.  9

Batman
Grandioso gioco d’ azione che rende onore al film da cui è tratto senza dimenticarsi di essere un videogioco. Batman è infatti divertente e appassionante per tutta la sua durata. Notevole è il comparto tecnico e indimenticabile la colonna sonora.  8.5

Metroid
Metroid propone una concezione non lineare altamente innovativa dell’ esplorazione e della progressione nell’ avventura. E’ un capolavoro che su questa visione fonda un’ esperienza di gioco assolutamente magnifica, dotata di un’ atmosfera unica che genera alla perfezione il senso di solitudine e aliena minaccia che prova la protagonista Samus, la prima eroina dei videogiochi.  9.5

Startropics
Startropics è un titolo particolare che costruisce attorno a un impianto d’ azione rimandante a quello di Zelda un’ avventura in cui non mancano digressioni esplorative e testuali. L’ atmosfera esotica bene si lega alle particolarità e al tono del gioco. Statropics non ha la consistenza degli altri classici di Nintendo per Nes ma a suo modo fa della sua leggerezza il suo punto di forza.  8.5

Startropics 2: Zoda's revenge
Il seguito di Startropics perfeziona l’ originale dal punto di vista del sistema di controllo e ritocca conseguentemente un po’ verso il basso il livello di difficoltà. Rispetto al carattere esotico del predecessore, Zoda’ s revenge esplora territori più fantastici. E’ un’ altra piacevole avventura per Nes.  8.5

Castlevania
Castlevania è un gioco d’ azione in cui, rispetto ai suoi simili, specialmente rispetto a Mega Man, la componente platform prevale su quella puramente d’ azione. Questo disequilibrio è tanto più evidente nelle battute finali. Strutturalmente è quindi più vicino a Ghosts ‘n Goblins, con cui condivide il livello di difficoltà senza pietà.  8.5

Castlevania 3: Dracula's curse
Dopo l’ interessante ma non perfettamente riuscito esperimento di Simon’s Quest, Dracula’s Curse ritorna alla base del primo capitolo. Finalmente il potenziale ludico insito nella serie emerge chiaramente. Dracula’s curse è un gioco fantastico e ricco di atmosfera, che sia affianca agli altri capolavori del genere action del Nes.   9

Kirby's Adventure
Un platform bellissimo questo Kirby’ s Adventure, che chiude l’ epoca del Nes con un gioco splendido graficamente e divertente. Si affianca così ai classici di questa console e consacra Kirby come un eroe Nintendo dopo l’ esordio su Gameboy.  9

Punch-Out!!
Punch-out è un gioco straordinario e dirompente nella sua semplicità. Sotto la scorza di gioco di pugilato, si cela un titolo in cui l’ alternanza di fasi di attacco e di fasi di difesa è in grado di generare un ritmo incalzante e avvincente. Il tono umoristico dello stile e dell’ impostazione generale è la perfetta cornice.  9

Exctibike
Excitebike è un capolavoro che fornisce un’ esperienza corsistica galvanizzante e divertente in virtù di un sistema di controllo perfetto e bilanciato, di un ottimo design delle piste e della capacità del sistema di gioco di restituire la sensazione di guidare una moto da cross.  9

Blaster Master
Blaster Master è un innovativo gioco d’ azione con una struttura a doppia faccia che nella componente esplorativa rimanda a Metroid. L’ insano livello di difficoltà, che obbliga il giocatore, in caso di sconfitta, a riprendere dall’ inizio dell’ avventura, limita pesantemente la godibilità del titolo e purtroppo ridimensiona le sue ambizioni. Ciononostante, Blaster Master rimane un gioco notevole, che si impone tra i classici per Nes.  8.5

Nes Open Tournament Golf
Con questa  incarnazione della sua serie sportiva dedicata al golf, Nintendo confeziona un titolo dall’ elevato spessore concettuale, in alcuni elementi proiettato nel futuro della simulazione.  8.5


« Ultima modifica: Ottobre, 14, 2018, 15:06 da Arles »
Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #1 il: Marzo, 04, 2018, 15:07 »
GAMEBOY

Super Mario Land
Super Mario Land rielabora la struttura e l’ universo di Super Mario Bros., per portarli su Gameboy. Il risultato è un gioco bellissimo che non è una semplice fotocopia in bianco e nero dell’ ispiratore ma un prodotto dotato di una sua identità stilistica ben precisa e soprattutto di idee ludiche proprie.  8.5

Super Mario Land 2: Six Golden Coins
Se Super Mario Land si rifà a Super Mario Bros., Super Mario Land 2 si ispira a Super Mario World. Il risultato è lontano dal valore del capolavoro per Snes, ma Super Mario Land 2 gode degli stessi pregi del predecessore: autonomia stilistica e ludica dalla fonte di ispirazione. A questo aggiunge una maggiore qualità nel level design.  9

Wario Land: Super Mario Land 3
Wario Land è la concretizzazione della visione del platform Nintendo in ambito portatile: complesso, stratificato eppure immediato e rapido, è un esponente del genere che rivela i suoi tesori rispettando i ritmi della console. Colpisce soprattutto la struttura dei livelli che è soggetta a modificazioni man mano che si procede nel gioco.   9.5

Tetris
L’ idea alla base di Tetris è geniale: è semplice nella forma e nelle premesse ludiche, eppure profondo e incredibilmente magnetico. Il sontuoso e inarrestabile incedere dei tetramini dà vita a Riflessione e Frenesia che si fondono a formare il Puzzle Game nella sua accezione più pura. Così come il Gameboy e Tetris sembrano fondersi in un’ unica entità, tanto sono fatti l’ uno per l’ altro.  9.5

The Legend of Zelda: Link's awakening
Link’ s awakening assorbe completamente il giocatore nella sua atmosfera onirica e malinconica, la quale lo accompagna in un’ azione catartica distruttiva; svegliarsi dal sogno vuol dire per Link veder svanire la bellissima Koholint, come per il giocatore terminare questo capolavoro.  9.5

Kid Icarus: Of Myhts and Monsters
Incarnazione per Game Boy del classico di Nintendo, questo episodio di Kid Icarus non è però un mero porting del gioco originario ma ne migliora alcuni aspetti di contorno. Il risultato è un gioco d’ avventura grandioso.  9

Metroid II: Return of Samus
Nintendo porta Metroid su Gameboy con un gioco che non è un rimpasto del capolavoro per Nes ma un titolo che ne amplia la visione. Return of Samus è una vera e propria caccia all’ ultimo Metroid, in una discesa negli inferi misteriosa e suggestiva; le limitate risorse tecniche del Gb non costituiscono un ostacolo in tal senso nella costruzione dell’ atmosfera perché sapientemente utilizzate. L’ unico reale limite di Metroid 2 è la sua ostilità di fondo nei confronti del giocatore, che si manifesta per esempio nell’ assenza di una mappa di riferimento: realistico ma crudele.  8.5

Gargoyle's Quest
Gargoyle’s Quest è un titolo di ottima caratura che alterna fasi da platform, costruite sul modello del classico Ghosts ‘n Goblins, a sequenze influenzate dal rpg giapponese. Le prime sono realizzate in modo certosino ed esaltano la meccanica del salto a parete e del volo per brevi periodi, poteri in dotazione al protagonista. Le seconde sono invece meno riuscite e un po’ ridondanti.  8.5

Mega Man IV
Con il quarto capitolo per Gameboy della sua prestigiosa saga, la Capcom ricicla il materiale per Nes con minor spudoratezza, presentandoci un gioco strutturato diversamente, tecnicamente notevole, con un level design rielaborato in modo attento e preciso. Il risultato è un grandissimo gioco d’ azione.   8.5

Mega Man V
Finalmente il Gameboy può ospitare un capitolo di Mega Man originale e si tratta anche di uno dei migliori della serie. Numerosi boss, ottimo level design, ottimo equilibrio nell’ azione di gioco, idee nuove, una grafica pulita e avanzata per la piattaforma ospitante. Mega Man V esplora nuovi territori per la serie ed è un gioco d’ azione di alto profilo.  9

Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #2 il: Marzo, 11, 2018, 14:56 »
SUPER NINTENDO SNES

Super Mario World
Super Mario World è l’ apoteosi del platform: all’ eccezionale level design, che collega i vari livelli in un quadro che esalta come mai prima la ricerca dei segreti, si affiancano un senso di perfezione totale in ogni aspetto strutturale e innovazione profonda nella meccaniche, a cominciare dall’ introduzione di Yoshi. Un gioco favoloso che diverte in modo stratosferico fino alla sorpresa finale.  10

Super Mario World 2: Yoshi's Island
Il sublime stile grafico dona a Yoshi’ s island un fascino unico e surreale e mozza il fiato per la sua magnificenza. E’ la splendida corolla di un fiore sgargiante che incanta in ogni cosa.
Yoshi’ s island è un capolavoro, una gemma rara che esplode di vitalità artistica e segna nel migliore dei modi la fine del ciclo del Super Nintendo.  10

The Legend of Zelda: A link to the past
A link to the past reinventa la saga di Zelda, espandendo il suo universo e la struttura di gioco in ogni direzione e con perfezione totale, giungendo a vette qualitative straordinarie, in particolar modo nel design degli ambienti e degli enigmi ad essi collegati.
Un capolavoro dalla qualità straordinaria sotto ogni punto di vista, maestoso nella capacità di incantare, di rapire e di trasportare il giocatore nel suo regno.  10

Mega Man X
Mega Man X rielabora il concetto alla base dei Mega Man per Nes in una nuova direzione, apportando nuove idee e nuove soluzioni. In questo modo, rinnova la serie portandola nella generazione dei 16 bit e ci consegna uno dei migliori capitoli della saga del robot blu e un gioco d’ azione stupendo.  9.5

Super Ghouls 'n Ghosts
Super Ghouls ‘n Ghosts si avvale delle innovazioni tecniche della macchina per costruire idee e situazioni nuove e contemporaneamente sistema le imperfezioni di Ghosts ‘n Goblins. Così Arthur si ritrova nella sua più bella avventura, nel capitolo più appassionante della sua eterna epopea contro il male, per salvare la sua adorata principessa.  9.5

Super Castlevania 4
Ciò che stupisce in particolare di Super Castlevania IV è la favolosa atmosfera che permea il gioco, costruita con una colonna sonora superlativa e con un lavoro di caratterizzazione degli ambienti, dei personaggi, dei nemici e delle situazioni davvero incredibile. Questo eleva ancora di più la già notevole qualità complessiva del gioco.  9.5

Donkey Kong Country
La grafica maestosa di Donkey Kong Country lascia a bocca aperta e accresce la qualità di un impianto platform, seppur non eccelso, sicuramente di ottimo livello. Particolarmente interessante è l’ idea del doppio personaggio.  9

Donkey Kong Country 2: Diddy Kong's Quest
Donkey Kong Country 2 non può certo contare sul vigore dell’ impatto grafico del predecessore ma porta a compimento la sua visione del platform, regalandoci una piccola gemma che è resa ancor più brillante da una colonna sonora indimenticabile.  9.5

Donkey Kong Country 3: Dixie Kong's double trouble!
Il terzo episodio conclude l’ epopea di Donkey Kong su Snes e svolge bene questo suo compito, presentando un gioco bellissimo e curato, caratterizzato, come tradizione della serie, da un impianto grafico di prim’ ordine.  9

International Superstar Soccer deluxe
Con questo seguito Konami perfeziona la formula di gioco dell’ innovativo predecessore, presentandoci un gioco di calcio che, ancora una volta, pur non disdegnando aspetti simulativi si concentra sul divertimento senza fronzoli tecnici, catturando appieno l’ essenza ludica e sportiva del calcio.   9

Teenage Mutant Ninja Turtles 4: Turtles in time
Turtles in time è un bellissimo picchiaduro a scorrimento, divertente e appassionante, con livelli e situazioni vari e mai monotoni. E’ senza dubbio uno degli esponenti migliori di questo genere su Snes.  9

Super Metroid
Super Metroid espande e porta all’ eccellenza totale il concetto di gioco del primo Metroid. Straordinario è il modo con cui costruisce la sua atmosfera di isolamento ed oppressione, grazie a un perfetto accostamento di musiche, effetti sonori e grafici, stile, architetture aliene e tocchi di classe vari. Magnifico è il modo con cui dispiega la progressione degli eventi legandola profondamente alla sua visione non lineare dell’ esplorazione.
E’ un capolavoro di rara bellezza, il gioco di fantascienza per eccellenza.  10

F-Zero
F-Zero è un titolo pioneristico che è latore di un nuovo modo di intendere il gioco di corse. Il design delle piste è esaltato dall’ uso del Mode 7 per creare un’ esperienza corsistica nuova, fresca, ‘’futuristica’’ come il tono dello stile. A ciò è affiancato un sistema di controllo praticamente perfetto. Gli unici difetti sono riscontrabili in una quantità di mezzi e di modalità ridotta.   9

Pilotwings
Pilotwings è un interessante simulatore di volo che più che concentrarsi sugli aspetti tecnici, che pur rivestono un ruolo importante, enfatizza le sensazioni dell’ atto del volo. Usando le capacità tecniche della macchina e un sistema di controllo realistico eppur accessibile, fa percepire la profondità della sensazione di spazialità che accompagna il gesto del volo. E’ senza dubbio un gioco memorabile.  8.5

Actraiser
Actraiser è un gioco atipico che alterna fasi gestionali a fasi d’ azione. Nessuna delle due raggiunge vette qualitative eccelse nel genere di riferimento ma il titolo supera la somma delle sue parti, proprio in virtù dell’ opposizione tra esse, peraltro giustificata nello stesso impianto narrativo. Il contrasto, infatti, permea tutta l’ avventura, che non tenta di risolverlo ma anzi lo mantiene sempre vivo. A cornice una colonna sonora memorabile.  8.5

Super Mario Kart
Come nel caso di F-Zero, la Nintendo crea un nuovo genere di racing con un nuovo capolavoro. La dinamica ludica è intessuta su una trama di tecnicismi nella guida, design delle piste sopraffino, sistema di controllo preciso, delicato equilibrio tra determinismo e casualità. Rispetto a F-Zero, Super Mario Kart spinge l’ acceleratore più verso il gioco in compagnia, creando un rapporto ben bilanciato tra giocatore bravo e giocatore fortunato.  9.5




Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #3 il: Marzo, 11, 2018, 15:02 »
GAMEBOY COLOR

The Legend of Zelda: Oracle of Seasons
Gli Oracle si ispirano alla struttura e allo stile grafico di Link’ s awakening, apportando il loro contributo di idee. Particolarmente riuscita è la connessione tra i due capitoli che di fatto li rende un unico enorme gioco e un’ aggiunta stupenda alla serie.
Rispetto al gemello, Oracle of Seasons si concentra maggiormente sull’ aspetto combattivo e sui dungeon.  9

The Legend of Zelda: Oracle of Ages
Gli Oracle si ispirano alla struttura e allo stile grafico di Link’ s awakening, apportando il loro contributo di idee. Particolarmente riuscita è la connessione tra i due capitoli che di fatto li rende un unico enorme gioco e un’ aggiunta stupenda alla serie.
Rispetto al gemello, Oracle of Ages si concentra maggiormente sull’ aspetto esplorativo e sugli enigmi.  9

Wario Land 2
Con Wario Land la Nintendo ama sperimentare. Questo secondo capitolo, infatti, invece di puntare sul sicuro proseguendo le idee del primo episodio, rinnova totalmente la struttura fondendo il platform con il puzzle game. Wario è invicibile e gli effetti dei nemici sulla sua persona sono unicamente metamorfici. Rielaborando in questa maniera il concetto di poteri, la Nintendo crea un platform assai insolito. L’ esperimento non riesce al 100% per via di una struttura rigida nella sequenza dei livelli che rende difficoltoso tener traccia di tutte le possibilità e quindi di tutti i possibili finali.  9

Wario Land 3
Con il terzo episodio la Nintendo perfeziona l’ intuizione di Wario Land 2, sviluppando un platform che incrocia azione, puzzle game e avventura. La struttura platform di Wario Land 1 sposa l’ impianto puzzle di Wario Land 2 e il binomio è inserito in un’ avventura stratificata come un Metroid. Per questo motivo, Wario Land 3 può essere ritenuto l’ epitome e l’ apoteosi della serie.  9.5


Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Zanzegù

  • MIKE BONGIORNO
  • ***********
  • Post: 11600
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #4 il: Marzo, 11, 2018, 15:18 »
Bel topic ma nella sezione SNES manca un giochino fondamentale che inizia per E e finisce per arthbound.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7915
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #5 il: Marzo, 11, 2018, 16:02 »
In settimana voglio contribuire, bel topic! Una specie di Haiku per capolavoro nintendo. Quelli che mancano sono per snes Earthbound, Chrono Trigger, Street Fighter II, per game boy Donkey Kong 94.

Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #6 il: Marzo, 11, 2018, 21:52 »
Lo so che ne mancano parecchi  :D Ho messo solo quelli che possiedo/ho posseduto e giocato. Street Fighter II per esempio l' ho giocato parecchio da un amico e non l' ho mai comprato, mentre non sono riuscito ancora a giocare a Earthbound o StarFox.
L' invito è a contribuire  :)
Poche frasi, un giudizio sintetico e un voto.
Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #7 il: Marzo, 25, 2018, 14:37 »
NINTENDO 64

Super Mario 64
Super Mario 64 esalta con maestria assoluta l’ essenza del platform e la espande di una dimensione: il risultato è un titolo assolutamente rivoluzionario per concezione, innovazione nel sistema di controllo e nel rapporto fra personaggio e mondo di gioco. Sopraffino in ogni aspetto e in particolare nel design dei livelli, Super Mario 64 mostra con perfezione cosa è un videogioco davvero in tre dimensioni ed è un capolavoro di divertimento.  10 MAGNA CUM LAUDE

Turok: Dinosaur Hunter
Turok è un grande fps che, pur con alcuni difetti, riesce a colpire per il suo ritmo, le sue idee, la sua ambientazione e il suo sistema di controllo ottimamente costruito. Selvaggio, brutale, desolato, il mondo di Turok sa esercitare un fascino particolare e questo contribuisce a renderlo unico.  8.5

Mario Kart 64
Mario Kart 64 è la naturale evoluzione della saga nelle tre dimensioni. Pur non essendo dirompente e innovativo come il predecessore per Snes né allo stesso livello complessivo, è un inno al divertimento e al piacere di giocare insieme. E’ semplice ed immediato, l’ equilibrio tra determinismo e casualità è perfetto, e questo permette a tutti di divertirsi, sia a chi gioca per la prima volta, sia a chi vuole padroneggiare a fondo le tecniche di guida.  9

International Superstar Soccer 64
Iss 64 presenta un notevole perfezionamento della struttura degli Iss per Snes. E’ un gioco di calcio appassionante sia in singolo sia soprattutto in multiplayer e sa cogliere tutto il divertimento dello sport che riproduce.  9

Goldeneye 007
Goldeneye traccia una strada da seguire nel futuro, delinea un nuovo e straordinario approccio allo sparatutto in prima persona. Introduce novità sostanziali e importanti in tutti gli aspetti principali per questo genere. Graziato da un multiplayer impressionante e un sistema di controllo fantastico, è un capolavoro indimenticabile.  10

Lylat Wars
Ogni elemento di Lylat Wars, dalla struttura di gioco che espande il nucleo del primo StarFox, dall’ intuizione geniale della funzione rumble che aggiunge all’ esperienza una nuova dimensione tattile, fino alla cornice visivo-sonora, è concepito e organizzato per costruire uno sparatutto straordinario e divertentissimo.  9.5

Blast Corps
Il puzzle game classico ci ha insegnato a costruire per distruggere; Blast Corps sovverte questa idea e ci chiede di distruggere per costruire. Inno alla creatività grandiosa di Rare, Blast Corps è un gioco unico e regala un’ esperienza unica.  8.5

Banjo-Kazooie
Banjo-Kazooie segue la via tracciata da Super Mario 64 fornendo il suo notevole contributo al platform tridimensionale. E’ un capolavoro che eccelle ovunque, in particolare nel design delle situazioni e dei livelli che colpiscono per la loro vastità, e resta ben saldo al cuore, anche grazie al suo humor, che eredita e porta a un nuovo livello le caratteristiche dei Donkey Kong Country.  9.5

International Superstar Soccer 98
Iss 98 ci consegna il perfezionamento della struttura del calcio di Konami in ogni comparto, l’ esaltazione di ogni suo aspetto. Glorifica e porta all’ eccellenza la visione originaria: quella di un gioco di calcio che non insiste sulla simulazione rigorosa bensì si concentra sugli aspetti più puramente ludici di tale sport, cogliendone appieno l’ essenza e la capacità di divertire.  9

The Legend of Zelda: Ocarina of Time
Ocarina of time è un gioco rivoluzionario che espande la struttura di Zelda in ogni aspetto. E’ curato in ogni dettaglio, ricolmo di segreti e colpi di classe. E’ un’ avventura favolosa che tiene incollati allo schermo dall’ inizio alla fine. Porta innovazioni sostanziali ai videogiochi, come lo straordinario sistema di puntamento. Coinvolge e colpisce il giocatore, trascinandolo in una realtà parallela di incredibile bellezza. E’ un videogioco sublime che non ha paragoni e che ridefinisce il concetto di esplorazione con forza dirompente e stupendo in ogni istante il giocatore. Non è solo un capolavoro perfetto in ogni minima cosa e il manifesto della filosofia ludica di Nintendo; è l’ apoteosi del Videogioco. 
10 MAXIMA CUM LAUDE

Turok 2: Seeds of evil
Per certi versi Turok 2 è meno coinvolgente e appassionante del suo predecessore, poiché parte del fascino selvaggio di Turok è andato perduto in questo viaggio futuristico. Però senza dubbio lo migliora sotto molti altri punti di vista, dandoci un ottimo fps con un comparto tecnico veramente notevole.  8.5

Castlevania 64
L’ approdo alle tre dimensioni di Castlevania non è indolore: alcuni difetti, come la gestione della telecamera o la qualità oscillante del level design, impediscono di ergersi a un gioco la cui fantastica atmosfera e i cui colpi di classe avrebbero meritato di più.  8

Shadowman
ShadowMan ha il grande pregio di ammantare il suo ottimo impianto di gioco da action in terza persona con un’ atmosfera horror vibrante e inquietante. Non è un gioco che spaventa, ShadowMan invece genera per tutta la sua durata un senso di tensione.  8.5

Rayman 2: The great escape
Un ottimo gioco che si distingue per il suo approccio al platform in tre dimensioni e per un comparto grafico veramente notevole.  8.5

Donkey Kong 64
Donkey Kong 64 è un platform mastodontico, impressionante per grandezza, complesso e divertente. Se non fosse risultato a tratti dispersivo, avrebbe raggiunto livelli maggiori.  9

Resident Evil 2
Il porting di Resident Evil 2 sul N64 è un progetto riuscito molto bene, ha una grafica migliore e il nuovo sistema di controllo funziona molto meglio che nell’ originale e valorizza ulteriormente un survival horror bellissimo.  9

Jet Force Gemini
Jet Force Gemini è un gioco piuttosto innovativo che di fatto crea un riuscito ibrido tra meccaniche proprie degli fps e meccaniche proprie dei platform. Il sistema di controllo con visuale in terza persona funziona molto bene. Solo qualche piccola stortura nell’ impianto avventuroso gli preclude vette più alte.  9

Perfect Dark
Seguendo le orme del suo predecessore spirituale Goldeneye, Perfect Dark esplora nuove vette di eccelenza per lo sparatutto in prima persona. Sebbene leggermente meno ispirato del suo predecessore nella modalità avventura, espande oltre ogni previsione la sua concezione del multiplayer, con una quantità spropositata di idee, modalità, tipologie di design, innovazioni (come l’ uso dei bot), raggiungendo un traguardo straordinario: saper divertire il giocatore solitario anche, paradossalmente, con il multiplayer.  9.5

The Legend of Zelda: Majora's Mask
Majora’ s mask si fonda su un’ idea geniale: il modo non lineare con cui è gestito lo scorrere del tempo è rivoluzionario e rende davvero quadrimensionale l’ esperienza. Di fronte a ciò, passano in secondo piano anche altri elementi straordinari, come l’ uso delle maschere. La magnificenza del gioco si manifesta completamente nel modo con cui riesce a legare tutte le sue componenti al ripetersi ciclico dei suoi tre giorni, per dipingere un mondo credibile, vivo, oppresso dalla paura della distruzione. Majora’ s mask è un capolavoro di rara bellezza, un’ esperienza di gioco la cui ambizione è avvolgente.  10 CUM LAUDE

Mario Tennis
Mario tennis è la perfetta concretizzazione della concezione degli sport di Mario: ricreare le fondamenta ludiche dello sport di riferimento senza fossilizzarsi sugli aspetti più tecnici per esaltare invece quelli più spettacolari. Mario tennis è un capolavoro di divertimento, ogni partita è qualcosa di speciale. Gli manca solo una maggiore ricchezza di contenuti nella modalità in singolo.  9

Banjo-Tooie
Banjo-Tooie riesce nell’ impresa che era riuscita solo in parte a Donkey Kong 64 e cioè creare un platform mastodontico, veloce, coinvolgente, ricco di spunti, idee e situazioni.  9.5

Paper Mario
Paper Mario si fonda su una brillante struttura di gioco che mescola con grande efficacia elementi d’ azione a un impianto rpg tradizionale, rielaborandone i tratti salienti e arricchendo l’ esperienza con uno stile grafico originale.  9

Sin & Punishment: Successor to Earth
Uno sparatutto a scorrimento atipico questo Sin & Punishment, che pure conserva quel gusto tipicamente nipponico per il caos di proiettili a schermo. E’ atipico nell’ impostazione, nell’ impianto, nel sistema di controllo, nella narrazione e nello stile. E’ un gioco molto tecnico che sa divertire anche intesanmente.  9

« Ultima modifica: Ottobre, 14, 2018, 15:11 da Arles »
Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22133
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #8 il: Marzo, 29, 2018, 11:23 »
Tra i citati su Nintendo 64 manca uno in particolare:

Conker's Bad Fur Day
Il platform più atipico della storia, dove la differenza non la fa il genere in sé ma il rapporto ludico narrativo dettato dal contesto. Conker risolve la situazione tramite il contesto sempre nei modi più assurdi e il gioco fin dalle prime battute fa di questa funzione un punto di forza che oggi non è mai stato raggiunto in nessun altro videogioco. Probabilmente nell'aspetto narrativo è uno dei videogiochi più all'avanguardia che siano mai stati creati nell'intera industria: nel raccontarsi ha coraggio da vendere senza mai essere fastidioso, perché si aggrappa ad una demenzialità di fondo genuina, un level design che strizza più di una volta l'occhio ai grandi capolavori della storia del cinema, con boss memorabili (The Great Mighty Poo) ed un finale amaro ma profondo. Il platform in sé è godibile, ma la differenza la fanno il concetto delle scene che si presta benissimo al gioco.
Una perla memorabile che ad oggi nessuno ha saputo ripetere,  mostra parecchio il coraggio che manca all'industria odierna.

Voto: 10. Perché invecchiando ha dimostrato di essere un gioco unico.
« Ultima modifica: Marzo, 29, 2018, 11:32 da Giotto 100 »
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #9 il: Marzo, 29, 2018, 14:40 »
Grazie Giotto!

Completiamo tutte le console, assembliamo tutti i giudizi e facciamo un articolo per il sito. Che ne dite?

Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








Offline Giotto 100

  • Super Moderatore
  • SINDACO DEL MONDO
  • *****
  • Post: 22133
  • Sesso: Maschio
  • MI SONO COMPRATO IL GAMEBOY! TETRIS! SCEMO! WOF!
    • MSN Messenger - gioladdo@hotmail.com
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
      • Giotto 100 Blog
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #10 il: Marzo, 30, 2018, 11:04 »
Grazie Giotto!

Completiamo tutte le console, assembliamo tutti i giudizi e facciamo un articolo per il sito. Che ne dite?


Non sarebbe male, io comunque per ora per questioni di tempo continuerei a supportare qui il topic, poi se il coinvolgimento si alza farei molto volentieri anche l'articolo! :hello:
L'anno prossimo punterò però all'Oscar:

Alla fine quest'anno niente Oscar, devo accontentarmi di questo:


Qual è il mio destino Drago palla? :bonjons0:

sei del novecento VECCHIO! Fatti una postapay e rendi il tuo Radio mobile terminale ricetrasmittente per la comunicazione in radiotelefonia sull'interfaccia radio di accesso di una rete cellulare un protagonista della contemporaneità  :angry4:

Offline Arles

  • Redattore Master
  • TOTO CUTUGNO
  • ***
  • Post: 9591
  • Sesso: Maschio
  • dimensione oscura inghiotti Dragha!
    • Mostra profilo
Re:I classici...in poche parole
« Risposta #11 il: Ottobre, 14, 2018, 15:21 »
GAMEBOY ADVANCE

Wario Land 4
Pur ben lontano dalla qualità dei predecessori, Wario Land 4 fa onore alla serie ed è un platform divertente, curato e colorato, per tutta la sua durata.  8.5

Mario Kart: Super Circuit
Super Circuit non brilla quanto i suoi predecessori ma riesce a portare efficacemente su console portatile il concetto di gioco di Mario Kart.  8.5

Mega Man Zero
Mega Man Zero segna la rinascita della serie dopo gli ultimi deludenti risultati successivi all’ era 16 bit. Lo fa con un gioco dotato di una nuova interessante struttura che non rinnega gli elementi fondanti della serie per fornirci un action di gran livello.  8.5

Metroid Fusion
Fusion sperimenta un approccio più lineare alla struttura dei Metroid e questo fa perdere in parte profondità all’ esperienza. Fusion rimane comunque un gioco stupendo, appassionante e affascinante come tradizione della saga.   9

Castlevania: Aria of sorrow
Finalmente, dopo i due tentativi precedenti non andati completamente a buon fine, la serie di Castlevania su Gba centra l’ obiettivo e ci regala un’ avventura fantastica degna dei migliori episodi della storica saga di Konami.  9

Mario & Luigi: Superstar saga
Superstar saga per concetto e struttura rimanda a Paper Mario, proponendo un riuscito mix di gioco di ruolo e d’ azione, ma ha una verve tutta sua, che si manifesta in particolar modo nell’ ironia e nell’ humor videoludico che accompogna gli eventi, e soprattutto rilegge il nucleo ludico del suo ispiratore sotto una luce nuova e diversa, distinguendosi nelle idee e nel modo di presentarsi al giocatore.  9

Mega Man Zero 2
Il secondo episodio segue il modello del predecessore, sistemando certe cose e fornendo il suo contributo. Mega Man Zero 2 è un altro grandissimo gioco d’ azione.  8.5

Mega Man Zero 3
Il terzo episodio è il pinnacolo della serie Zero: corregge buona parte dei difetti, accresce la vastità dell’ esperienza, propone situazioni varie e molto divertenti, perfeziona lo stile grafico. In Mega Man Zero 3 in più di un’ occasione si scorge la grandezza dei tempi d’ oro di Mega Man.  9

The Legend of Zelda: The Minish Cap
L’ idea delle due dimensioni fisiche è splendida ed è sfruttata per costruire situazioni di gioco bellissime e molto divertenti. The Minish Cap è una grandissima aggiunta alla serie, un’ avventura stupenda per quanto un po’ breve, un piccola gemma portatile che brilla anche e soprattutto per l’ eccezionale stile grafico.  9

Mega Man Zero 4
Che il terzo episodio sia il massimo raggiunto dalla serie Zero è reso ancor più evidente dal quarto capitolo, che proseguendo sulla strada dei predecessori non fa più compiere passi significativi alla struttura ludica. Tuttavia, Mega Man Zero 4 resta un grande gioco d’ azione, divertente e senza dubbio appassionante.  8.5

Fire Emblem
Fire Emblem è una saga storica della Nintendo che con questo capitolo giunge finalmente anche in Occidente. E’ uno strategico straordinario che si fonda su meccaniche perfettamente oliate e organizzate e su idee molto originali, come quella della morte permanente dei caduti in battaglia. Riesce a rendere compatta l’ esperienza, in modo da non risultare un semplice collage di missioni ma una vera e propria avventura.  9

F-Zero: Maximum Velocity
Nintendo porta su Gameboy advance il suo titolo di corse futuristiche partendo dalle basi dell’ episodio per Super Nintendo. Il senso della velocità è notevole come da tradizione F-Zero ma di certo si sente la mancanza dell’ ambizione dell’ episodio per Nintendo 64.   8.5

Wario Ware, inc. : Mini-game mania
Wario Ware rinnova l’ universo di Wario e fonda un nuovo genere, basato sulla rapida successione di giochi elementari ed immediati. La struttura è estremamente funzionale all’ uso di una console portatile e precisamente architettata perché il ritmo della successione dei giochi non rallenti o si spezzi. Wario Ware va quindi giocato rispettando i suoi limiti temporali, godendo appieno dell’ intensa sequenza ludica che può generare.   8.5

Mario vs. Donkey Kong
L’ antica rivalità tra Mario e Donkey Kong è riproposta in questo titolo che si propone di dare un seguito a Donkey Kong per Gameboy. Mario vs Donkey Kong è un ibrido tra un platform e un puzzle game, con una progressione a livelli che mantiene un’ ottima varietà fino alla fine, pur fondandosi su pochi elementi di base.   8.5
« Ultima modifica: Ottobre, 14, 2018, 15:28 da Arles »
Nin-ten-do

Eastmost peninsula is the secret

The princess is in another castle

I am Error








 

Privacy Policy