Autore Topic: Splatoon 2 - Recensione  (Letto 158 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12442
  • Sesso: Femmina
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Splatoon 2 - Recensione
« il: November, 05, 2018, 19:09 »


Per il compleanno mi hanno regalato Mario Kart 8 Deluxe per Switch (e che c’entra? Un attimo e ti spiego), il mio main è e resterà Toad, ma dopo ore e ore di gioco mi sono un po’ scocciata perciò ho deciso di cambiare personaggio. Non so bene perché e quali siano stati i miei processi mentali, ma ho deciso di prendere come personaggio la ragazza calamaro, precisamente quella mulatta e con i capelli fucsia (non so perché proprio questo personaggio, sarà stata la mia passione per i capelli colorati. Vai a capire). Di Splatoon avevo solo sentito parlare e non aveva granché attirato la mia attenzione, ma quella inkling era così carina.

Non so cosa sia cambiato in me ma una mattina mi sono svegliata e ho deciso di comprare Splatoon 2 e così ho fatto. In meno di una settimana mi sono ritrovata sulle spalle 25 ore di gioco, dopo due settimane manca poco che entri nel grado A delle competitive. Cosa è successo io non lo so; saranno stati i colori sparaflashosi, la parlata simpatica degli inkling o i loro vestiti stillosi… Io proprio non lo so ma questo gioco mi ha risucchiato l'anima.
Lotta di colori
La cosa bella di Splatoon è che è uno sparatutto, quindi pieno di armi e cose cattive, ma non è presente violenza o sangue, quindi è adattissimo per un pubblico di bambini. Non è nemmeno presente il colore rosso tra l’inchiostro, quindi è proprio turbamento-free.

Questo ovviamente è un punto super a favore per Nintendo, la quale ha dimostrato che è possibile anche sparare contro gli avversari senza necessariamente vietare il gioco ai minori di 16. In questa maniera si avrà un pubblico più ampio, tutti potranno giocarlo e i genitori elicottero potranno fare sonni tranquilli.

Durante il gioco nessun inkling verrà maltrattato, se durante una battaglia un nemico ci colpirà e finiremo l’energia, il nostro pupetto semplicemente si trasformerà in un piccolo calamarino fantasmino e tornerà alla base in attesa di ritornare all'attacco. Quindi nessun personaggio verrà ucciso, semplicemente regredisce a calamarino e dovrà tornare indietro.


Quindi è un gioco per bambini?
Assolutamente no! Il gioco è divertente, allegro e senza violenza, ma le meccaniche di gioco non sono di certo banali!

Nei primi 10 livelli sarà possibile giocare solo le partite amichevoli e questo ci permetterà di familiarizzare con i comandi, ma anche le altre modalità, come la Salmon Run e la storia in singleplayer ci aiuteranno a sfruttare al massimo le capacità degli inkling. Perché alla fine non è proprio così immediato saperli usare bene.

Quando ci troviamo nel campo di battaglia, con altri 7 giocatori, dovremo essere in grado di raggiungere il nostro obiettivo per vincere la partita, ma soprattutto lottare contro i nostri avversari e non sempre sarà semplice. Bisogna sapersi ingegnare per sfruttare l’inchiostro per terra e sviluppare una strategia d’attacco contro gli avversari basata sulla propria arma.

Per arrivare ai livelli alti delle partite competitive bisogna saper fare gioco di squadra ma soprattutto saper usare al meglio la propria arma! Quindi il gioco è per tutti, ma se si vuole giocare a livelli alti ci vuole astuzia e strategia, il gioco dà molta libertà da questo punto di vista, quindi sta al giocatore riuscire a sviluppare queste capacità e giocare con la testa.


Modalità di gioco
Come accennato prima non c’è una sola modalità di gioco. Alcune sono simili tra loro ma altre hanno delle caratteristiche completamente diverse:

  • Partita amichevole: nelle partite amichevoli l’unico gioco che è possibile fare è Mischia Mollusca, in cui bisognerà colorare più superficie possibile. Chi ha colorato di più lo stage, vince. Molto semplice e ottima per livellare, dato che sarà la prima modalità disponibile appena iniziato a giocare. Quando si arriverà al livello 10 si sbloccheranno altre modalità di gioco;
  • Partita pro: la si sblocca dopo il livello 10 e sono le partite competitive. In questo caso non c’è Mischia Mollusca ma altri tipi di giochi che variano ogni due ore: Vongol Gol, Torre Mobile, Bazookarp e Zona Splat. Non mi dilungo troppo su queste modalità, sono abbondantemente spiegate sul sito ufficiale Nintendo. Ogni categoria ha un suo ranking personale, quindi non preoccupatevi se fate schifo in una modalità e avete paura di tornare alla categoria prima, avverrà solo per quella modalità specifica. Le competitive sono suddivise in: C, B, A, S e X. Si partirà da C- per poi passare a C, C+, dopo si passerà a B- e così via. S funziona alla stessa maniera fino a S+, il quale è ulteriormente diviso in 9 categorie. Dopo S+9 si passerà a X che funziona in maniera parecchio diversa. Infatti una volta raggiunto il rank X ogni mese viene fatta una verifica e gli inattivi torneranno a S+9. In pratica è solo per i pro che ci giocano ogni giorno;
  • Partita lega: funziona nello stesso modo delle partite pro solo che si potrà giocare solo con un team di persone che si conoscono. Il team avrà delle statistiche specifiche del gruppo e cambiando un componente si svilupperanno statistiche diverse. In pratica è solo per chi gioca con un gruppo di amici o comunque sempre con le stesse persone. Inoltre si può creare un team di 4 persone oppure si può giocare 2 contro 2;
  • Amici: in questa modalità ci si potrà aggregare a degli amici che stanno già giocando e giocarci assieme contro persone random;
  • Partita privata: in questo caso si crea una stanza personale e si giocherà con 4 amici contro altri 4 amici. Si possono impostare le modalità, lo scenario e le squadre per una battaglia;
  • Online Lounge: si possono invitare gli amici a giocare e con loro sarà possibile usare la chat vocale;
  • Il Branco: in questa modalità è possibile creare una stanza e giocare in locale con altre persone organizzando partite private o Salmon Run;
  • Salmon Run: Ursus & co. cerca dipendenti per raccogliere uova di pesce, in particolare uova d’oro. Questa è la modalità PVE (Player VS Environment) e bisognerà collaborare con altri giocatori contro dei Salmonoidi che rilasceranno delle uova d’oro una volta sconfitti, le quali bisognerà consegnarle nel cesto delle uova. Questa modalità ha una barra dell’esperienza tutta sua e man mano, turno di lavoro dopo turno di lavoro, si avanzerà nella scala gerarchica dell’azienda. Man mano che si fa esperienza, inoltre, si riceveranno dei punti ed eventualmente si potranno ottenere dei premi, come la felpa dello sviluppatore e altro;
  • Modalità singleplayer: Stella è scomparsa e Marina ingaggia il giocatore (che verrà chiamato Numero 4) per salvarla. Questa modalità è stata pensata principalmente per insegnare al giocatore a prendere confidenza con le varie armi e l’ambiente e prepararsi alle botte in multiplayer.


SplatFest
Lo SplatFest non è proprio una modalità di gioco bensì un evento speciale che avviene ogni tanto. I giocatori dovranno decidere tra una delle due fazioni e durante il festival si scontreranno le due fazioni in Mischia Mollusca. Durante l’evento di Halloween bisognava , per esempio, scegliere tra Team Dolcetto o Team Scherzetto, ma ci sono stati altri festival più assurdi. Durante il festival ci saranno dei gradi speciali e in base al grado che si otterrà, il quale avanzerà con le vittorie, si otterranno dei Super Molluschi alla fine dell'evento, utili per sistemarsi le abilità del vestiario.

Alla fine del festival si decreterà il vincitore tra le due fazioni.


Che stile!
Come accennato prima gli inkling sono molto stillosi, infatti ci sono una quantità indecente di vestiti di vario genere, anche se quello predominate è lo stile da skater. Ogni inkling si può vestire con un capo d’abbigliamento in testa (cappellino, occhiali, mascherina, maschera…), un capo d’abbigliamento sul busto (T-shirt, felpe, giacche, camicette…) e delle scarpe. Per quanto riguarda le gambe, si può scegliere se indossare dei pantaloncini o dei leggins ma non hanno nessun riscontro sulle statistiche. Ogni capo d’abbigliamento ha un’abilità primaria la quale influenza le abilità del proprio personaggio, inoltre ci sono un massimo di tre abilità secondarie che si sviluppano facendo esperienza nella modalità multiplayer. Le abilità secondarie è possibile cambiarle e modificarle, fondamentale se si vuole scalare la vetta delle partite competitive!


Per concludere
Splatoon 2 è uno sparatutto con uno stile invidiabile e un gameplay curatissimo, adatto sia a grandi sia a piccini. Giocando a questo gioco il tempo passa e non ci si accorge nemmeno, sono riuscita a giocarci per 6 ore in un giorno e non me n’ero nemmeno resa conto. Le varie modalità sono tutte divertentissime e una volta che si prende bene la mano, e non si muore ogni mezzo secondo, splattare tutti sul campo di battaglia è una goduria!

Oltre al gioco base è anche disponibile l’Octo Expansion, in cui si giocherà nei panni di un octoling, ovvero i combattenti della razza degli octariani, nemici degli inkling. Ma di questo ci occuperemo un’altra volta.

Il gioco avrebbe anche una storia vera e propria e Splatoon 2 sarebbe ambientato qualche anno dopo Splatoon ma questa non influenza molto il gioco e in generale è messa un po’ in disparte. Ma ad essere sincera non è che se ne senta molto la mancanza, alla fine Splatoon è puro gameplay e va bene così, la trama diventa opzionale, la si può seguire o meno, non fa differenza.

Insomma, io a questo gioco darei un 9 pieno e ciccione, stile e gameplay si incastrano bellissimo e oltre a essere piacevole da vedere è anche divertentissimo da giocare!



 

Privacy Policy