Autore Topic: Leak dell'hardware di Nintendo NX e avvio della produzione  (Letto 1418 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Caribe

  • Administrator
  • SAMUS
  • ******
  • Post: 2450
  • Sesso: Maschio
    • Saitfainder
Leak dell'hardware di Nintendo NX e avvio della produzione
« il: Settembre, 24, 2016, 11:55 »
Attraverso un paio di rimbalzi nel web sembra che sia arrivato anche a noi il primo vero e proprio leak riguardo all'hardware del Nintendo NX, la console di cui ormai si parla da mesi senza neanche sapere che aspetto, che prestazioni possa aver e in effetti non se ne conosce neanche il nome visto che "Nintendo NX" è solo il nome del progetto. Di fatto l'unica notizia certa è che arriverà a Marzo 2017.

Detto questo abbiamo questa indiscrezione che arriva dalla Cina, e non è una sorpresa visto che come spesso accade oggigiorno la produzione della console è stata affidata alla Foxconn, il gigante della produzione dell'hardware.

Ma non soffermiamoci troppo sui dettagli per ora e osserviamo subito lo schizzo realizzato dall'ignoto informatore cinese. Fortunatamente abbiamo anche la traduzione in inglese delle scritte.
All'illustrazione, veramente molto stilizzata, è accompagnata una descrizione che dovrebbe farci comprendere meglio alcuni aspetti tecnici.

Viene confermato che si tratta di una console ibrida, ovvero una via di mezzo tra una console da usare in mobilità e una che si collega al televisore di casa e, in maniera totalmente imprevista, è composta da 3 elementi: la console vera e propria che potremmo chiamare "dock", il "performance module" e la parte handheld trasportabile che per comodità chiameremo "gamepad".

Il dock contiene una memoria di massa, non è dato sapere se un disco convenzionale o una capiente memoria flash, un slot per le cartucce e altre interfacce secondaria tra cui il connettore HDMI per collegarlo al televisore. Il dock però non contiene la CPU/GPU e quindi rappresenta solo il dispositivo in cui tenere i giochi e l'interfaccia con il TV.

Il "performance module" sarebbe invece un dispositivo trasportabile dotato di batteria che contiene CPU/GPU e gestisce connessioni bluetooth, wi-fi e via cavo. Collegandolo al dock diventa una console casalinga e allo stesso tempo è in grado di interagire con il gamepad, adesso vediamo come. Il SoC potrebbe essere un Pascal di nVidia o un AMD R9.

Infine il gamepad è un dispositivo dotato di uno schermo da 6 pollici con risoluzione 720p, quindi non full HD, ma su uno schermo del genere dovremmo comunque parlare di circa 240 ppi che non è malaccio. Il dispositivo è gestito da un SoC a basso consumo che gli consente di gestire una grafica a qualità ridotta quando è usato in modo indipendente ed è alimentato dalla batteria ai ioni di litio. Quando invece è connesso al performance module va sostanzialmente in modalità streaming e quindi visualizza la grafica al massimo livello possibile.

In sostanza di tratterebbe quasi di un'evoluzione del WiiU GamePad, o meglio come quasi tutti si erano immaginati il WiiU arrivò sugli scaffali: uno schermo aggiuntivo da usare stesi sul divano, ma che è in grado di vivere anche di vita propria, lontano dalla console.

Secondo le indiscrezioni tutto il sistema dovrebbe avere una potenza di calcolo che non dovrebbe superare quella della PS4, anzi, viene proprio detto che dovrebbe essere abbastanza inferiore alla PS4, cosa che mi fa pensare che possa essere dalle parti dello stesso WiiU. Questa scelta è dettata dal fatto che Nintendo NX è sì una console ibrida, ma che vuole posizionarsi di più sul segmento mobile puntanto non tanto sulla potenza grafica, quanto invece sulle molteplici modalità di uso.
Come dovrebbe funzionare un Nintendo NX
Già quale tempo fa mi ero cimentato nell'immaginare cosa potesse essere questa console. Avevo immaginato 2 parti: una set-top-box e un gamepad: uno gioca in giro col proprio gamepad, poi arriva a casa, lo mette nel dock e continua a giocare sul TV con una grafica migliorata.

In effetti con l'ipotesi che abbiamo visto prima le cose funzionano in maniera un po' diversa: uno gioca in giro col proprio gamepad, poi arriva a casa, accende il "performance module" e decide se continuare a giocare stravaccato sul divano col gamepad in alta qualità o se usare il TV.

Ha senso, e come detto prima, non si discosta molto da quello che tutti avevamo un po' immaginato quando abbiamo visto la prima volta il WiiU con quel gamepad che fu una mezza delusione perché non era in grado di essere usato per conto proprio.

A questo punto però c'è una cosa che non quadra: perché dock e performance module sono due dispositivi separati? Il dock da solo non serve a niente, al massimo, ma proprio al massimo, potrebbe permetterci di gestire i giochi che ci sono sul disco. D'altro canto perché il performance module è dotato di batteria? L'unica soluzione che mi viene in mente è la possibilità di decidere di andare in giro leggeri col solo gamepad o di portarsi in giro anche il performance module per giocare in altà qualità anche in mobilità senza dover reggere in mano un grosso peso.

È una possibilità, però comporterebbe anche un certo aumento del costo di produzione perché fare 3 pezzi costa di più di farne 2.

Ha quindi senso dare retta a questo leak? Difficile dirlo. Certo che è strano che venga presentata una soluzione che veramente nessuno si aspettava e quindi non sappiamo se il tipo abbia mangiato pesante o sia veramente a conoscenza del funzionamento del console. Temo che lo scopriremo solo quando a Ottobre, si spera, venga annunciata qualche novità.

Un'ultima considerazione, poi vi lascio alle vostre attività del Sabato.

Se, come detto, la potenza di calcolo dovrebbe essere in qualche maniera vicina a quella del WiiU si potrebbe anche prospettare uno scenario in cui lo stesso WiiU farebbe parte della partita. Pensandoci bene WiiU è già sostanzialmente un dock e un performance module assemblati. Se io potessi comprare il solo gamepad nuovo che è in grado di visualizzare i giochi in streaming (come appunto fa già il WiiU Gamepad) e di essere portato in giro in maniera indipendente dopo averci caricato quei 2-3 giochi che può ospitare sei già al passo coi tempi. L'altro elemento di cui il WiiU non sarebbe dotato è il lettore di cartucce, ma quello si risolve con un semplice adattatore.

In questo scenario, che è una mia fantasia personale, si incastrerebbe alla perfezione anche il fatto che The Legend of Zelda - Breath of the Wild sarà pubblicato sia su WiiU che se NX. WiiU quindi non sarebbe l'ultima vera console casalinga, ma sarebbe l'anello di congiunzione tra l'epoca precedente, fatta di console divise rigidamente in generazioni, e quella nuova in cui c'è una piattaforma Nintendo che evolve nel tempo con nuovi dispositivi che hanno nuove possibilità, ma che mantengono una totale compatibilità con il passato.

Wow, speriamo che da Kyoto arrivi presto qualche conferma, altrimenti rischiamo di impazzire. Intanto sembra che proprio in Foxconn si stiano preparando a far partire la produzione. La commessa è da 10 milioni di pezzi.
- "E' una mia peculiarità distorcere la verità e inventarne di nuove."
- "I tuoi orientamenti hanno su di me un effetto prossimo allo zero."
- "Lascia l'ascia... accetta l'accetta!"
- "Wario is the winner!"


Offline Shandon

  • Moderatore
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16620
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • NC
Re:Leak dell'hardware di Nintendo NX e avvio della produzione
« Risposta #1 il: Settembre, 24, 2016, 16:06 »
Sembra un "Game Cube U".


Offline OldS

  • KOOPA
  • Post: 150
  • Nintendo Club
Re:Leak dell'hardware di Nintendo NX e avvio della produzione
« Risposta #2 il: Settembre, 24, 2016, 20:32 »
Io spero ci sia dell'altro, perché se è solo questo tutto il mistero che hanno creato è ingiustificato.

Offline OldS

  • KOOPA
  • Post: 150
  • Nintendo Club
Re:Leak dell'hardware di Nintendo NX e avvio della produzione
« Risposta #3 il: Settembre, 25, 2016, 19:07 »
Sembra confermato che il leak sia un fake. :2mdknie:

 

Privacy Policy