Autore Topic: Il topic della politica  (Letto 456744 volte)

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11728
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7620 il: Gennaio, 12, 2019, 01:09 »
Minniti non lo avrei mai votato perché la cosa dell'immigrazione non gliel'ho perdonata e non intendo perdonargliela.

Martina è un eunuco, ha portato avanti una segreteria incredibilmente incolore e pure a lui non gli perdonerò mai il "la sinistra riparta da quei fischi" ai funerali di Genova. Ma come si fa. I grillini ti tendono questo agguatello vigliacchissimo e tu dici che riparti da lì. Ma cristiddio come si fa a essere così busca.

Corallo è buono solo per i meme.

Di Zingaretti non mi fido finché non lo vedo estrarre una magnum e esibirsi in un magnifico headshot ai danni di un grillino in una gloriosa esplosione di grumi e sangue.

Renzio continua a piacermi ma non mi pare il caso... e come diceva Diddy si è troppo autorelegato nel ruolo del poeta offeso dalla mancanza di sensibilità di questi cicisbei. Anche no. Vabbè che per i grillini lamentarsi di qualsiasi cosa ha funzionato.

Il mio cuore urla un solo nome: Carlo Calenda.
E' competentissimo, è attento, è tosto, blasta che è una meraviglia, mi sembra una persona molto bilanciata e in grado di saper comporre interessi differenti, e ha pure dei lati nerd e rock 'n roll che ogni tanto lascia intuire.
Ma mi rendo conto che potrebbe non essere popolarissimo. Però è il tipo di figura di cui penso che la sinistra (ma anche la destra) più pragmatica dovrebbe fare il pieno. Più Calenda meno Martina.

Cmq penso che non andrò neanche a votare alle primarie, stanno gestendo l'opposizione che peggio non si può. Probabilmente non li voterò neanche alle europee, non sono abbastanza chiari su niente, soprattutto sul primo punto che andrebbe evidenziato subito per bene: niente alleanze con i grillini, neanche il pensiero.


Elite Smash:

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14589
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
    • Facebook
    • Twitter
    • DeviantArt
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7621 il: Gennaio, 12, 2019, 02:32 »
Calenda lo voterei più che volentieri, se si candidasse.
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16788
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Il topic della politica
« Risposta #7622 il: Gennaio, 12, 2019, 08:41 »
Il mio cuore urla un solo nome: Carlo Calenda.
E' competentissimo, è attento, è tosto, blasta che è una meraviglia, mi sembra una persona molto bilanciata e in grado di saper comporre interessi differenti, e ha pure dei lati nerd e rock 'n roll che ogni tanto lascia intuire.
https://www.corriere.it/tecnologia/18_novembre_03/calenda-contro-videogiochi-causa-incapacita-leggere-ragionare-e2530d78-df84-11e8-8b9f-4c483395dbc7_amp.html

Scherzi a parte, Calenda resta il mio preferito e sono d'accordo sull'analisi del candidati che stai facendo.. In più lo vedo un po' defilato recentemente, viene da mesi che imperversava su Twitter, ora si è calmato e credo aspetti un momento più propizio (leggasi : fallimento di tutti gli altri gerarchi PD).
Però continuo a pensare che Zingaretti è il solo che possa recuperare l'elettorato 5S e gli astenuti.
« Ultima modifica: Gennaio, 12, 2019, 08:44 da Gigrobo d'acciaio »



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16433
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7623 il: Gennaio, 12, 2019, 14:21 »
Calenda e' un super elite. Va bene come ministro o personaggio che fa riforme ma non come candidato premier.
Come premier Martina ha la tranquillità giusta. Non a caso sia questo birillo che abbiamo ora che quel morto di sonno di Gentiloni (per non parlare di matterello) erano più amati di Renzi, Berlusca e compagnia bella.

Zingaretti per me oltre a non essere abbastanza antigrillino è scadente a livello retorico. Tipo Pietro Grasso...profilo eccellente poi apre bocca e addiooo


Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11728
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7624 il: Gennaio, 12, 2019, 15:29 »
No dai. Martina no. Non lo odia nessuno perché è talmente amorfo che è impossibile pure odiarlo, la sua segreteria serviva palesemente solo a fare da tappabucchi nel mentre che i conflitti interni al partito ribollivano. Tra parentesi, in quasi un anno non sono neppure riusciti a venirne a capo.
Sarebbe la classica via di mezzo che scontenta tutti, nessuno vuole Martina come premier per avere Martina come premier.
Poi lo avete mai sentito voi parlare chiaro invece che per allusioni? Perché io no.
No, no, zero.
Tra l'altro me lo ricordo Martina a aprile, che alla prima vaga proposta dei 5 stelle aveva già calato le braghe e si era già messo nella posizione più appropriata per ricevere l'alleanza per il bene del paese.

L'elite Calenda invece è stato buttato fuori di casa a 16 anni e poi ha fatto tutto da solo.

https://www.corriere.it/tecnologia/18_novembre_03/calenda-contro-videogiochi-causa-incapacita-leggere-ragionare-e2530d78-df84-11e8-8b9f-4c483395dbc7_amp.html

Eh quest'episodio me lo ricordavo, purtroppo Calenda è pur sempre uno che ha la tessera del PD.

Secondo me più che questo o quel segretario serve una proposta politica chiara e univoca, cosa che il PD al momento non ha assolutamente. Chi poi andrà a esprimerla tutto sommato è secondario, ma preferirei qualcuno un minimo tosto.
« Ultima modifica: Gennaio, 12, 2019, 15:35 da Zanzegù »


Elite Smash:

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16788
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Il topic della politica
« Risposta #7625 il: Gennaio, 12, 2019, 16:16 »
 Il problema è che le elezioni arriveranno prima che il Pd scelga una linea. E la linea in ogni caso sarà data dalla persona che sarà messa a guida del partito. Che ovviamente sarà ostacolato alla morte dalle altre fronde interne.
Quindi che ci resta se non un po' di toto nomi? O sperate davvero che il PD faccia una SCELTA POLITICA?  :happy2:



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Diddy Kong

  • Moderatore
  • VINCITORE DEL PREMIO OSCAR LUIGI SCALFARO
  • ****
  • Post: 18900
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7626 il: Gennaio, 12, 2019, 16:38 »
Calenda è l'unico che sta provando vagamente a fare quello che auspicavo io nell'altro post, ha le conoscenze per controbattere ma anche per proporre roba nuova in maniera credibile.
Lo scivolone sui videogiochi se lo poteva risparmiare (che poi, l'Italia sui videogiochi non investe una cippa, quindi praticamente cosa intendeva con "salvare"?), non tanto perché pretenda che un signore della sua età sia pro-videogiochi a tutto spiano, ma perché nel frattempo abbiamo una Giorgia Meloni che si fa le foto con Darth Vader, va alle fiere di Cosplay e dice di leggere il Signore degli Anelli guadagnandosi, se non il favore, almeno la simpatia dei più giovani. Magari alla generazione attuale interesserà poco, ma più tardi 'sti ragazzi andranno a votare e possibilmente non voteranno il Calenda retrogrado borghese, ma la nerdona di destra, che tanto su internet fa pure figo, che capisce i meme e si fa fare i disegni stile anime (tipo Trump con Pepe the Frog).
Devono focalizzarsi maggiormente sui giovani, perché più se ne allontanano più gente arriverà a fregare loro la bandiera.
Oh via su internet scrive chiunque pure frate indovino. che ci sia un sito dove si dice che perché ha vinto rutte ha vinto la paura, mentre la democrazia vinceva solo qualora avesse prevalso quell'impomatato in stile wolf of wall stress, non mi scandalizza molto.
Lasciamoli scrivere, il loro candidato "crociato" l'ha preso in culo e allora cercano di dare un senso più grande e meno degradante alla loro sconfitta, che invece si giustifica col semplice fatto che sono solo dei poveri dementi, votati da altri poveracci con la bava alla bocca: per fortuna in Olanda non sono molti, visto che il tanto odiato  "sistema" ha portato benessere, lavoro, rum e cocaina a tutti.

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11728
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7627 il: Gennaio, 12, 2019, 18:36 »
Mi state dicendo che... stiamo per fondare un movimento Nintendo Club Forum per Carlo Calenda? :happy2:


Elite Smash:

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16433
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7628 il: Gennaio, 12, 2019, 19:05 »
A 16 anni fuori di casa...ma sapendo di avere il paracadute di una famiglia dei parioli. Ma via giù lui è l'archetipo del perché siamo stati sul cazzo a mezza Italia.
E poi è tesserato al partito da due giorni, si intromette su tutto. E ultimo ma non per importanza non si è candidato.

Martina non sarà un candidato stellare...ma altri migliori? Dico candidati...non fantasie erotiche vostre sulla segreteria pd.


Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16788
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Il topic della politica
« Risposta #7629 il: Gennaio, 12, 2019, 19:43 »
1 Il PD punta sul suo elettorato, i vecchidemmerda
2 la Meloni parla del SDA perché negli anni 70 il Signore degli anelli lo leggevano solo i fascisti in Italia
3 Calenda sarà pure andato via di casa a 16 anni ma il suo primo lavoro è stato fare il manager a sky. É bravo e mi piace, ma è un grande paraculo non lo incensiamo troppo.
4 Calenda quando parla male dei VG sa che in Italia trova terreno fertile perché siamo un popolo di analfabeti digitali e informatici.



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14589
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
    • Facebook
    • Twitter
    • DeviantArt
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7630 il: Gennaio, 13, 2019, 01:49 »
Calenda ha un'opinione personale sui vg figlia di disinformazione e luoghi comuni, ma finché rimane un'opinione personale che importa?

Comunque:
http://web.archive.org/web/20020105230808/http://www.geocities.com/Paris/5266/khy.html
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16788
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Il topic della politica
« Risposta #7631 il: Gennaio, 13, 2019, 03:34 »
Calenda ha un'opinione personale sui vg figlia di disinformazione e luoghi comuni, ma finché rimane un'opinione personale che importa?
Importa nella misura in cui sei stato ministro dello sviluppo economico. Invece di sparare a zero contro un settore in espansione che fa giro d'affari mostruosi, dovrebbe riflettere che l'Italia su digitale e nuovi media sta a zero, mentre in Francia c'è un colosso come Ubisoft che dà lavoro di alto profilo a migliaia di persone.
Il problema della sua opinione è che smascherare una convinzione politica:  siamo i cinesi d'Europa e dobbiamo produrre industria pesante a basso valore aggiunto, e tanti saluti alla produttività.
Non è tanto la sua opinione sui VG che è grave, ma è l'idea che tradisce, che in Italia devi fare solo lamiere di acciaio. Il problema grosso di Calenda è proprio questo, che è nato vecchio, è cresciuto in mezzo a vecchi e anche se è relativamente giovane ha la visione industriale dei suoi genitori. Ed è molto triste perché è un atteggiamento che frena produttività e salari.

Citazione
Comunque:
http://web.archive.org/web/20020105230808/http://www.geocities.com/Paris/5266/khy.html
Quanta tenerezza! Era anche simpatica all'epoca poi ha deciso di diventare scema.
Minchia figata comunque, irc nel. 1998 non era certo per tutti, una pioniera!



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16433
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7632 il: Gennaio, 13, 2019, 09:36 »
Importa nella misura in cui sei stato ministro dello sviluppo economico. Invece di sparare a zero contro un settore in espansione che fa giro d'affari mostruosi, dovrebbe riflettere che l'Italia su digitale e nuovi media sta a zero, mentre in Francia c'è un colosso come Ubisoft che dà lavoro di alto profilo a migliaia di persone.
Il problema della sua opinione è che smascherare una convinzione politica:  siamo i cinesi d'Europa e dobbiamo produrre industria pesante a basso valore aggiunto, e tanti saluti alla produttività.
Non è tanto la sua opinione sui VG che è grave, ma è l'idea che tradisce, che in Italia devi fare solo lamiere di acciaio. Il problema grosso di Calenda è proprio questo, che è nato vecchio, è cresciuto in mezzo a vecchi e anche se è relativamente giovane ha la visione industriale dei suoi genitori. Ed è molto triste perché è un atteggiamento che frena produttività e salari.
Ora, pur condividendo il tuo criticismo sulla uscita di Calenda (come detto: vuole parlare di tutto!) non credo che lui abbia necessariamente questa visione preistorica dell'industria pensante e delle "lamierie". E per inciso anche il discorso industria pesante vs digitale mi torna il giusto, perche' le lamiere o la meccanica saranno brutte sporche e cattive ma generano un indotto che credo una software house si sogni.
La produttivita' e' un altro discorso ancora. Francamente credo che l'industria, soprattutto quella di manifattura, sia stato e sia l'elemento propulsivo della crescita della ricchezza. Tutti i paesi che si sono sviluppati o in forte sviluppo sono paesi industriali e manifatturieri, inclusi quelli che non sospetteresti mai.


Offline Gigrobo d'acciaio

  • Super Moderatore
  • SCILIPOTI
  • *****
  • Post: 16788
  • Sesso: Maschio
  • La drupacea luce nelle tenebre del cesso
    • MSN Messenger - gigrobo_acciaio@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • http://www.drupacei.too.it
Re:Il topic della politica
« Risposta #7633 il: Gennaio, 13, 2019, 10:02 »
Ora, pur condividendo il tuo criticismo sulla uscita di Calenda (come detto: vuole parlare di tutto!) non credo che lui abbia necessariamente questa visione preistorica dell'industria pensante e delle "lamierie". E per inciso anche il discorso industria pesante vs digitale mi torna il giusto, perche' le lamiere o la meccanica saranno brutte sporche e cattive ma generano un indotto che credo una software house si sogni.
La produttivita' e' un altro discorso ancora. Francamente credo che l'industria, soprattutto quella di manifattura, sia stato e sia l'elemento propulsivo della crescita della ricchezza. Tutti i paesi che si sono sviluppati o in forte sviluppo sono paesi industriali e manifatturieri, inclusi quelli che non sospetteresti mai.
L'errore per me è strategico, cioè concentrarsi esclusivamente sui settori storici del periodo del boom (quindi il manifatturiero pesante) è continuando a ignorare le nuove tecnologie e il nuovo modo di lavorare.
Mi parli di indotto e l'indotto non fa che dividere all'infinitesimo la fetta di torta del valore aggiunto che è scarso di per sé. Il risultato è che campi ma hai una produttività del lavoro ridicola, derivante dal fatto che le nostre aziende funzionano ancora a carta e penna e non si sono mai poste seriamente nel digitale come fonte di innovazione e risparmio di tempo.
La mia tesi è che la la scarsa produttività italiana viene da un basso rendimento causato dall'ignoranza imprenditoriale in tema di nuove tecnologie e dal fatto che continuiamo a puntare su semilavorati e industria pesante, e lo facciamo in un modo arcaico, senza innovare né poter spuntare prezzi più alti anzi casomai xompetendo sul prezzo).
Ora, le cose stanno migliorando lentamente ma arriviamo sempre tardi, ho avuto modo di lavorare in due grandi gruppi industriali e perfino uno dei più grandi player italiani dell'industria ha processi decisionali e industriali degni di una botteguccia di quartiere, ed è avvilente.
La mia paura è che la politica stia titillando una specie di luddismo latente che c'è in Italia verso l'informatica, e se vedo sparate simili o quelle di Di Maio delle "autostrade digitali" (sic), la mia paura sembra tremendamente sbagliata.



Ero in Finlandia. Trovate parte delle mie avventure su
http://olenitalialainen.wordpress.com/

epaejaerjestelmaellistyttaemaettoemyydellaensaekaeaen

Homo homini lupus, foemina foeminae lupior, sacerdos sacerdoti lupissimus

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16433
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7634 il: Gennaio, 13, 2019, 11:02 »
L'errore per me è strategico, cioè concentrarsi esclusivamente sui settori storici del periodo del boom (quindi il manifatturiero pesante) è continuando a ignorare le nuove tecnologie e il nuovo modo di lavorare.
Mi parli di indotto e l'indotto non fa che dividere all'infinitesimo la fetta di torta del valore aggiunto che è scarso di per sé. Il risultato è che campi ma hai una produttività del lavoro ridicola, derivante dal fatto che le nostre aziende funzionano ancora a carta e penna e non si sono mai poste seriamente nel digitale come fonte di innovazione e risparmio di tempo.
La mia tesi è che la la scarsa produttività italiana viene da un basso rendimento causato dall'ignoranza imprenditoriale in tema di nuove tecnologie e dal fatto che continuiamo a puntare su semilavorati e industria pesante, e lo facciamo in un modo arcaico, senza innovare né poter spuntare prezzi più alti anzi casomai xompetendo sul prezzo).
Ora, le cose stanno migliorando lentamente ma arriviamo sempre tardi, ho avuto modo di lavorare in due grandi gruppi industriali e perfino uno dei più grandi player italiani dell'industria ha processi decisionali e industriali degni di una botteguccia di quartiere, ed è avvilente.
La mia paura è che la politica stia titillando una specie di luddismo latente che c'è in Italia verso l'informatica, e se vedo sparate simili o quelle di Di Maio delle "autostrade digitali" (sic), la mia paura sembra tremendamente sbagliata.

Sono d'accordo con molte cose di quello che scrivi e la definizione di cinesi d'Europa la sposo in pieno, così come sposo anche il discorso della miopia della classe imprenditoriale. Va anche detto che il boom do 40-50 anni fa ha caratterizzato la nascita e la proliferazione di quanto si potrebbe chiamare "imprenditore per caso", ovvero di una massa non indifferente di tizi assolutamente distanti da quello che dovrebbe essere un imprenditore ma che per congiuntura storica si sono trovati nella situazione di esserlo de facto e di essere definiti come tali. Quando la guerra è talmente vasta, si mandano al fronte anche i ragazzi...e si chiamano anche loro soldati: finché loro hanno il fucile e gli avversari le fionda tutto bene. Ma quando gli avversari si armano arriva il problema.
Quindi il fatto che i nostri imprenditori non siano stati dei grossi capitani d'industria ed abbiano sbagliato molte scelte - fondamentalmente per ignoranza ed egoismo -mi sembra quasi normale anche se ha prodotto i disastri che dici.

Detto questo mi sento invece di dire che: l'indotto potra' anche ridurre il valore aggiunto(tutto da discutere, cmq) ma crea del lavoro che sostiene uno spettro di persone cento volte più ampio di quello creato da una azienda digitale che fondamentalmente ha bisogno di  stanze e computer. Questo non ha nulla a che vedere col discorso che le aziende usino carta e penna. Quello è un altro problema, Che può darsi in generale sia vero ma che credo tu valuti partendo da esperienze tue (per quanto mi riguarda non vedo tutte queste carte e penne, così come vedo anche realtà ad alto valore aggiunto...Ma credo dipenda dal settore).


 

Privacy Policy