Autore Topic: Il topic della politica  (Letto 540494 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Claire Redfield

  • Moderatore Emerito
  • CINCILLA' ANTARTICO
  • **
  • Post: 3811
  • Sesso: Femmina
  • Miss Nintendo Club 2007
Re: Il topic della politica
« Risposta #90 il: Gennaio, 25, 2008, 20:34 »
Una discussione così interessante e la connessione mi fa le bizze  :crybaby2:
Scrivo qualcosa anche se nei prossimi gionri non so se posso tornare.
Comunque, io veramente non ho più né la forza né la voglia di cercare di vedere anche un barlume di bontà nei nostri politici. Quando leggo meglio Berlusconi, no meglio Prodi, no speriamo in Veltroni non so se piangere o ridere. Veltroni ho avuto modo di conoscerlo meglio avvicinandomi al meraviglioso Comune di Roma. Lasciate ogni speranza o voi che entrate. Non riesco a descrivere la corruzione e lo schifo del mio Comune. Vi posso solo dire che prima Veltroni mi era perfino simpatico, adesso se qualcuno me lo nomina mi viene da vomitare. Prodi...Boh, francamente lo trovo indifendibile. Ha alzato le tasse, ha abbassato le pensioni (88 euro di meno al mese dalla pensione di mia nonna 82enne...alla faccia dei progressisti!)... Berlusconi: non c'è neanche bisogno di commentare. Già il nome basta.
Io penso che noi italiani non ce ne siamo accorti ma, mentre un po' per disperazione un po' per incoscienza, ancora  cerchiamo vagamente di parlare di ideologia e difendere i nostri favoriti, ci ritroviamo in una amabile dittatura con l'unica differenza che non abbiamo un dittatore solo, come in genere accade, ma ne abbiamo 945 (630 deputati della Camera e 315 senatori) che impoveriscono il Paese, ci privano dei nostri diritti più elementari, ci tassano più di ogni altro cittadino europeo facendoci vivere peggio, mentre loro si spartiscono il potere, trovano posti di lavori d'oro a familiari ed amici e fanno la vita da ricchi. Io non so più che fare né pensare. Non vedo soluzioni. Ci sarebbe bisogno di un ricambio totale ma è impossibile. Alle prossime elezioni, quando saranno, ci ritroveremo ancora a scegliere tra politici inquisiti o addirittura condannati in tanta armonia e lo faremo senza poter porre rimedio ed ancora peggio senza battere ciglio perché ormai siamo assuefatti.




Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Il topic della politica
« Risposta #91 il: Gennaio, 25, 2008, 21:39 »
Io penso che noi italiani non ce ne siamo accorti ma, mentre un po' per disperazione un po' per incoscienza, ancora  cerchiamo vagamente di parlare di ideologia e difendere i nostri favoriti, ci ritroviamo in una amabile dittatura con l'unica differenza che non abbiamo un dittatore solo, come in genere accade, ma ne abbiamo 945 (630 deputati della Camera e 315 senatori) che impoveriscono il Paese, ci privano dei nostri diritti più elementari, ci tassano più di ogni altro cittadino europeo facendoci vivere peggio, mentre loro si spartiscono il potere, trovano posti di lavori d'oro a familiari ed amici e fanno la vita da ricchi.

Non parlo per provocare, ma secondo me dire queste cose vuol dire mancare di rispetto ai nostri padri e alle nostri madri che sotto la dittatura ci sono passati veramente... Io non sono stato costretto a far parte di un gruppo Balilla, non sono stato spedito in una guerra e nemmeno ho dovuto fare la leva, se vado in un bar posso dire quanto mi pare che il governo fa schifo senza dover temere che un manganello mi sfondi il cranio, posso scrivere e pubblicare un libro di poesie senza venire sbattuto in galera, ho usufruito del mio diritto all'educazione, alla sanita' e al voto.

I problemi in Italia ci sono e sono gravi, a partire da una classe politica decisamente inetta per arrivare a una popolazione di furbi e incivili. Ma rispondere con questi nichilismi del tipo "viviamo sotto una dittatura" oppure "in Italia non gliene fotte un cazzo a nessuno", mi sembra solo abbandonarsi ad estremismi che sono sintomo e causa degli stessi problemi che vogliono criticare. Questo paese e' passato sotto tempi molto piu' bui di questo, e' sopravvissuto a barbari, inquisitori, austriaci, e fascisti. Sopravvivera' anche a questa generazione di politici incompetenti. E se i problemi ci sono, di sicuro non sara' l'isterismo a risolverli.
« Ultima modifica: Gennaio, 25, 2008, 21:44 da John Silver »

Offline Yoshi

  • BAMBINO PACIOCCOSO CON LE MANI SPORCHE DI NUTELLA
  • *****
  • Post: 5985
  • Sesso: Maschio
  • Personalmente, di videogiochi me NINTENDO...
Re: Il topic della politica
« Risposta #92 il: Gennaio, 26, 2008, 03:25 »
Non parlo per provocare, ma secondo me dire queste cose vuol dire mancare di rispetto ai nostri padri e alle nostri madri che sotto la dittatura ci sono passati veramente... Io non sono stato costretto a far parte di un gruppo Balilla, non sono stato spedito in una guerra e nemmeno ho dovuto fare la leva, se vado in un bar posso dire quanto mi pare che il governo fa schifo senza dover temere che un manganello mi sfondi il cranio, posso scrivere e pubblicare un libro di poesie senza venire sbattuto in galera, ho usufruito del mio diritto all'educazione, alla sanita' e al voto.

I problemi in Italia ci sono e sono gravi, a partire da una classe politica decisamente inetta per arrivare a una popolazione di furbi e incivili. Ma rispondere con questi nichilismi del tipo "viviamo sotto una dittatura" oppure "in Italia non gliene fotte un cazzo a nessuno", mi sembra solo abbandonarsi ad estremismi che sono sintomo e causa degli stessi problemi che vogliono criticare. Questo paese e' passato sotto tempi molto piu' bui di questo, e' sopravvissuto a barbari, inquisitori, austriaci, e fascisti. Sopravvivera' anche a questa generazione di politici incompetenti. E se i problemi ci sono, di sicuro non sara' l'isterismo a risolverli.

John ti quoto IN TOTO, direi di brindare :D

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7971
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #93 il: Gennaio, 26, 2008, 10:44 »
non viviamo in una dittatura, ma tutta questa corruzione e confusione politica apre le porte a governi reazionari.

Offline Yoshi

  • BAMBINO PACIOCCOSO CON LE MANI SPORCHE DI NUTELLA
  • *****
  • Post: 5985
  • Sesso: Maschio
  • Personalmente, di videogiochi me NINTENDO...
Re: Il topic della politica
« Risposta #94 il: Gennaio, 26, 2008, 15:58 »
non viviamo in una dittatura, ma tutta questa corruzione e confusione politica apre le porte a governi reazionari.

il problema vero è che non è una novità, ma che è così da quando siamo in democrazia... la democrazia ti permette anche di rubare, almeno finchè non ti beccano

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7971
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #95 il: Gennaio, 26, 2008, 16:20 »
beh allora noi quel limite l'abbiamo passato, diciamo che siamo pure in una plutocrazia  :thumbsup:.. è meglio di dragon ball!

Offline Sensei_Link

  • Moderatore
  • GINO O' NANISTA
  • ****
  • Post: 17720
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #96 il: Gennaio, 26, 2008, 16:21 »
...oggi..si è dimesso Cuffaro, presidente della regione sicilia...............beh che dire....................................





Offline Banjo

  • Redattore Master
  • MIO CUGGINO
  • ***
  • Post: 8973
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #97 il: Gennaio, 26, 2008, 16:22 »
Cuffaro e i cannoli :happy2:
Noi della Terronia del Sud siamo nel casino più di qualsiasi altro italiano...

...oggi..si è dimesso Cuffaro, presidente della regione sicilia...............beh che dire....................................

Ora tocca a Lombardo e Scapagnini.

Offline Sensei_Link

  • Moderatore
  • GINO O' NANISTA
  • ****
  • Post: 17720
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #98 il: Gennaio, 26, 2008, 16:25 »
anche al signor miccicche...





Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Il topic della politica
« Risposta #99 il: Gennaio, 27, 2008, 10:08 »
John ti quoto IN TOTO, direi di brindare :D

Va bene pero' stavolta alla terza bottiglia ci metto una pezza, l'ultima volta abbiamo bevuto troppo e poi non sai che c**** di risveglio che ho avuto, li mortacci tua.

[youtube=425,350]_o2JT9N5Un0[/youtube]

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Il topic della politica
« Risposta #100 il: Febbraio, 01, 2008, 16:29 »
Fra un po' di tempo in Spagna torneranno a votare, e i vescovi hanno gia' detto agli spagnoli di votare contro Zapatero. La ragione sarebbe il suo approccio all'ETA, l'organizzazione terroristica iberica (mica la questione dei matrimoni omosessuali, quella non c'entra niente).

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200802articoli/29758girata.asp

Spero davvero che lo rieleggano, un politico cosi' bravo e' veramente un toccasana per l'Europa in questo momento.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7971
  • Sesso: Maschio
Re: Il topic della politica
« Risposta #101 il: Febbraio, 01, 2008, 16:38 »
visto che sei in loco, cosa ne pensi di Margareth Tatcher? e cosa ne dicono gli inglesi?

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6552
Re: Il topic della politica
« Risposta #102 il: Febbraio, 01, 2008, 16:56 »
visto che sei in loco, cosa ne pensi di Margareth Tatcher? e cosa ne dicono gli inglesi?

Gran bella donna, anche se personalmente preferisco le bionde.

Come politica e' stata un completo disastro. Ha favorito la tipica linea di rendere alcune imprese piu' ricche a scapito della popolazione generale: l'inghilterra aveva dei servizi pubblici fenomenali (alcuni li ha ancora, vedasi la BBC che copre la Rai di vergogna) e li ha svenduti alla grande, la disoccupazione e' raddoppiata, e se non sbaglio ha pure alzato le tasse (alla faccia dei conservatori). Senza contare che ha cementato una cultura anti-europeista da far paura, cominciando a lagnarsi dei soldi che l'inghilterra dava all'unione e ritirando tutti i contributi.

Gli inglesi per lo piu' non ne serbano un gran ricordo, credo sia vista male per le ragioni di cui sopra, pero' la questione qui e' sempre un po' controversa perche' la Thatcher ha cmq rappresentato una grossa svolta da un punto di vista culturale, e c'e' chi dice che questo per certi versi abbia fatto bene al regno unito. E poi era un leader carismatico, basta vedere come si e' comportata con l'Unione Sovietica... non a caso la chiamano la Iron Lady. Cmq credo la maggioranza ne pensi abbastanza male.

Offline Iceman

  • SAMUS
  • **
  • Post: 2404
  • Sesso: Maschio
  • "find / -user you -name base -exec chown -R us {}
    • http://www.nintendoclub.it
Re: Il topic della politica
« Risposta #103 il: Febbraio, 01, 2008, 17:18 »
Non parlo per provocare, ma secondo me dire queste cose vuol dire mancare di rispetto ai nostri padri e alle nostri madri che sotto la dittatura ci sono passati veramente...

Ho letto solo questo, giusto una cosa.

Se ci sono persone che si devono vergognare per la mancanza di rispetto nei confronti di chi è morto per la democrazia.. beh.. quelle persone sono proprio i nostri politici. Di destra e di sinistra, tutti. Sono una manica di vecchiacci schifosi che pensano soltanto al loro interesse. Mi dispiace  che esistano ancora i fanboy di destra e i fanboy di sinistra, gente che crede ancora a questa banda di pregiudicati, mafiosi, corrotti, marci dentro e  che li difende manco fossero giocatori di una squadra di calcio.
Svegliatevi: a loro, di noi, non gliene può fregare di meno.
« Ultima modifica: Febbraio, 01, 2008, 17:32 da Iceman »

Offline Joseph

  • Moderator
  • TONINO CAROTONE
  • ****
  • Post: 4404
  • Sesso: Maschio
  • Jesus doesn't want me for a sunbeam
Re: Il topic della politica
« Risposta #104 il: Febbraio, 01, 2008, 18:04 »
Gran bella donna, anche se personalmente preferisco le bionde.

Come politica e' stata un completo disastro. Ha favorito la tipica linea di rendere alcune imprese piu' ricche a scapito della popolazione generale: l'inghilterra aveva dei servizi pubblici fenomenali (alcuni li ha ancora, vedasi la BBC che copre la Rai di vergogna) e li ha svenduti alla grande, la disoccupazione e' raddoppiata, e se non sbaglio ha pure alzato le tasse (alla faccia dei conservatori). Senza contare che ha cementato una cultura anti-europeista da far paura, cominciando a lagnarsi dei soldi che l'inghilterra dava all'unione e ritirando tutti i contributi.

Gli inglesi per lo piu' non ne serbano un gran ricordo, credo sia vista male per le ragioni di cui sopra, pero' la questione qui e' sempre un po' controversa perche' la Thatcher ha cmq rappresentato una grossa svolta da un punto di vista culturale, e c'e' chi dice che questo per certi versi abbia fatto bene al regno unito. E poi era un leader carismatico, basta vedere come si e' comportata con l'Unione Sovietica... non a caso la chiamano la Iron Lady. Cmq credo la maggioranza ne pensi abbastanza male.

credo fu particolarmente odiata da un pò tutto il mondo quando Bobby Sands e gli altri 6 indipendentisti irlandesi morivano in carcere dopo mesi di sciopero della fame(vedi boicottaggio dei prodotti inglesi, e chiusura dei porti alle navi britanniche), a dir la verità non so nemmeno se ci fosse lei al comando del paese, fattostà che la posizione intransigente del governo inglese fu giudicata scandalosa da tutti, più o meno.
ma forse non era lei perchè lei ho letto che ha fatto sua il detto di francesco d'assisi ( dove c'è discordia, porteremo l'armonia, dove c' è dubbio la fede, e dove c' è disperazione, la speranza)
"Il tragico della vita è che tutti hanno le loro ragioni"


 

Privacy Policy