Autore Topic: Il topic della politica  (Letto 393986 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12090
  • Sesso: Femmina
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7290 il: Marzo, 10, 2018, 21:48 »
Ho sentito Di Battista parlare del reddito di cittadinanza e non sembra una cagata da come la espone lui, anzi! È welfare generativo alla fine, mi sembra una buona cosa.


~ Tapatalco

Offline Zanzegù

  • BELIN DU CAMALLO
  • **********
  • Post: 10945
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7291 il: Marzo, 11, 2018, 03:18 »
Reddito di cittadinanza. Ma che dolce poesia!
Reddito di cittadinanza. Tutta frenesia!
Senza pensieri, la tua vita sarà, chi vorrà vivrà, in libertà.
Reddito di cittadinanza!
Reddito di cittadinanza.

Offline Zanzegù

  • BELIN DU CAMALLO
  • **********
  • Post: 10945
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7292 il: Marzo, 11, 2018, 09:06 »
Cmq boh, ci ho pensato un po' a questa cosa del reddito di cittadinanza, secondo me per come l'hanno impostato loro è solo un colossale spreco di soldi. Non so se avete presente i centri per l'impiego come funzionano. La maggior parte delle volte ti ci iscrivi e rimani parcheggiato lì per anni. Altro che rifiutare tre lavori. Uno sta lì a vita, e pesa a vita sullo stato.
E poi soprattutto è una misura che interviene sulle conseguenze di un problema, non sulle cause. Se il lavoro non c'è, puoi iscriverti a tutti i centri per l'impiego che ti pare, mica i posti di lavoro appaiono magicamente a caso perché adesso comandano i grillini.
Secondo me è una misura che ha senso in economie che viaggiano e che hanno i conti pubblici in ordine. Introdurlo adesso in Italia è un'idea assolutamente balorda che servirà solo ad aumentare ulteriormente il debito pubblico, che tanto è basso... senza fare nulla di concreto per aumentare le possibilità di inserimento VERO di chi lo richiede.
Ma tipo tutti quei soldi spenderli per diminuire un po' la pressione fiscale, per i corsi di formazione e per l'investimento in nuove tecnologie, no? Certo non suona dolce all'orecchio quanto REDDITO DI CITTADINANZA. Vedete un po' voi, questi son talmente cojoni che mi fanno finire a fare il liberista.

Però almeno ha fornito materiale per tanti memoni.

Offline Rin

  • Redattore Master
  • MANDINGO
  • ***
  • Post: 12090
  • Sesso: Femmina
    • Nintendo ID
      • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7293 il: Marzo, 11, 2018, 10:29 »
Cmq boh, ci ho pensato un po' a questa cosa del reddito di cittadinanza, secondo me per come l'hanno impostato loro è solo un colossale spreco di soldi. Non so se avete presente i centri per l'impiego come funzionano. La maggior parte delle volte ti ci iscrivi e rimani parcheggiato lì per anni. Altro che rifiutare tre lavori. Uno sta lì a vita, e pesa a vita sullo stato.
E poi soprattutto è una misura che interviene sulle conseguenze di un problema, non sulle cause. Se il lavoro non c'è, puoi iscriverti a tutti i centri per l'impiego che ti pare, mica i posti di lavoro appaiono magicamente a caso perché adesso comandano i grillini.
Secondo me è una misura che ha senso in economie che viaggiano e che hanno i conti pubblici in ordine. Introdurlo adesso in Italia è un'idea assolutamente balorda che servirà solo ad aumentare ulteriormente il debito pubblico, che tanto è basso... senza fare nulla di concreto per aumentare le possibilità di inserimento VERO di chi lo richiede.
Ma tipo tutti quei soldi spenderli per diminuire un po' la pressione fiscale, per i corsi di formazione e per l'investimento in nuove tecnologie, no? Certo non suona dolce all'orecchio quanto REDDITO DI CITTADINANZA. Vedete un po' voi, questi son talmente cojoni che mi fanno finire a fare il liberista.

Però almeno ha fornito materiale per tanti memoni.


Ti sei perso la parte in cui non prendi dei soldi basta, ma devi fare del volontariato nel comune e imparare un mestiere. Per quello parlavo di welfare generativo.


~ Tapatalco

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7520
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7294 il: Marzo, 11, 2018, 10:35 »
al di là della fattibilità del reddito di cittadinanza trovo incredibile come la sinistra, per decenni ormai, abbia continuato a seguire una "real-politik" cinica, rifiutandosi di attuare un serio tentativo di equilibrare le condizioni nel mercato del lavoro. Questa è la premessa: prima dell'euro l'Italia garantiva la competitività delle imprese svalutando la lira: i prodotti diventavano più economici rispetto alle controparti tedesche etc. e gli stipendi venivano adeguati attraverso l'azione sindacale. Oggi questo giochino non si può più fare perché siamo nell'euro. E siamo nell'euro perché se non lo fossimo al posto di competere coi tedeschi ci troveremmo a competere coi cinesi e i cinesi ci butterebbero fuori da qualsiasi mercato. Quindi ci sono buone ragioni. Ma allo stesso tempo, per mantenere la competitività ci sono due modi. Uno è quello dei tedeschi, investimenti sulla produttività: aumenti il valore del prodotto o l'efficienza del processo in modo da ottenere margini migliori. L'altro è quello nostro, il più facile: fai del cazzo di social dumping, cioè diminuisci la tutela sul lavoro in modo da pagare stipendi inferiori ai lavoratori. In Italia generalmente ci sono due mercati: quello rivolto all'esportazione, dove abbiamo seguito la via tedesca, investimenti su produttività etc (e non andiamo male, Shandon ve lo può dire). L'altro, il mercato interno, dove le condizioni dei lavoratori sono praticamente da mercato schiavile. La sinistra non ha fatto abbastanza per riequilibrare la situazione dei lavoratori, e intuitivamente il reddito di cittadinanza fa questo: garantisce alle persone maggiore potere contrattuale sul mercato del lavoro e la capacità di dire no quando un aguzzino di merda vuole approfittarsi della spaventosa asimmetria di potere. Che le ragioni siano nobili o no, che sia uno strumento adeguato o no, il problema è reale.
Questi sono fatti. La sinistra, con tutto il suo realismo da quattro soldi, ha battuto la faccia ignominiosamente contro questo muro. Ogni proposta politica che non tenga conto della segmentazione del mercato del lavoro e degli spaventosi squilibri territoriali dell'Italia, a queste condizioni, è condannata a fallire miseramente. Non sono sicuro che il reddito di cittadinanza sia la risposta giusta o fattibile, ai problemi dei lavoratori e del mercato del lavoro. Ma il cinismo della sinistra è ridicolo e la scritta sul muro dice che la sinistra è condannata all'irrilevanza se non inizia a fare il suo lavoro, cioè quella di fare politiche per i lavoratori e piantarla con questa stronzata del partito della nazione.

Offline Maligno

  • Moderator
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11697
  • Sesso: Maschio
  • Ser Jaime Lannister
    • MSN Messenger - matpinna@hotmail.com
      • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7295 il: Marzo, 11, 2018, 14:08 »
Cmq boh, ci ho pensato un po' a questa cosa del reddito di cittadinanza, secondo me per come l'hanno impostato loro è solo un colossale spreco di soldi. Non so se avete presente i centri per l'impiego come funzionano. La maggior parte delle volte ti ci iscrivi e rimani parcheggiato lì per anni. Altro che rifiutare tre lavori. Uno sta lì a vita, e pesa a vita sullo stato.
E poi soprattutto è una misura che interviene sulle conseguenze di un problema, non sulle cause. Se il lavoro non c'è, puoi iscriverti a tutti i centri per l'impiego che ti pare, mica i posti di lavoro appaiono magicamente a caso perché adesso comandano i grillini.
Secondo me è una misura che ha senso in economie che viaggiano e che hanno i conti pubblici in ordine. Introdurlo adesso in Italia è un'idea assolutamente balorda che servirà solo ad aumentare ulteriormente il debito pubblico, che tanto è basso... senza fare nulla di concreto per aumentare le possibilità di inserimento VERO di chi lo richiede.
Ma tipo tutti quei soldi spenderli per diminuire un po' la pressione fiscale, per i corsi di formazione e per l'investimento in nuove tecnologie, no? Certo non suona dolce all'orecchio quanto REDDITO DI CITTADINANZA. Vedete un po' voi, questi son talmente cojoni che mi fanno finire a fare il liberista.

Però almeno ha fornito materiale per tanti memoni.
Amen e

al di là della fattibilità del reddito di cittadinanza trovo incredibile come la sinistra, per decenni ormai, abbia continuato a seguire una "real-politik" cinica, rifiutandosi di attuare un serio tentativo di equilibrare le condizioni nel mercato del lavoro. Questa è la premessa: prima dell'euro l'Italia garantiva la competitività delle imprese svalutando la lira: i prodotti diventavano più economici rispetto alle controparti tedesche etc. e gli stipendi venivano adeguati attraverso l'azione sindacale. Oggi questo giochino non si può più fare perché siamo nell'euro. E siamo nell'euro perché se non lo fossimo al posto di competere coi tedeschi ci troveremmo a competere coi cinesi e i cinesi ci butterebbero fuori da qualsiasi mercato. Quindi ci sono buone ragioni. Ma allo stesso tempo, per mantenere la competitività ci sono due modi. Uno è quello dei tedeschi, investimenti sulla produttività: aumenti il valore del prodotto o l'efficienza del processo in modo da ottenere margini migliori. L'altro è quello nostro, il più facile: fai del cazzo di social dumping, cioè diminuisci la tutela sul lavoro in modo da pagare stipendi inferiori ai lavoratori. In Italia generalmente ci sono due mercati: quello rivolto all'esportazione, dove abbiamo seguito la via tedesca, investimenti su produttività etc (e non andiamo male, Shandon ve lo può dire). L'altro, il mercato interno, dove le condizioni dei lavoratori sono praticamente da mercato schiavile. La sinistra non ha fatto abbastanza per riequilibrare la situazione dei lavoratori, e intuitivamente il reddito di cittadinanza fa questo: garantisce alle persone maggiore potere contrattuale sul mercato del lavoro e la capacità di dire no quando un aguzzino di merda vuole approfittarsi della spaventosa asimmetria di potere. Che le ragioni siano nobili o no, che sia uno strumento adeguato o no, il problema è reale.
Questi sono fatti. La sinistra, con tutto il suo realismo da quattro soldi, ha battuto la faccia ignominiosamente contro questo muro. Ogni proposta politica che non tenga conto della segmentazione del mercato del lavoro e degli spaventosi squilibri territoriali dell'Italia, a queste condizioni, è condannata a fallire miseramente. Non sono sicuro che il reddito di cittadinanza sia la risposta giusta o fattibile, ai problemi dei lavoratori e del mercato del lavoro. Ma il cinismo della sinistra è ridicolo e la scritta sul muro dice che la sinistra è condannata all'irrilevanza se non inizia a fare il suo lavoro, cioè quella di fare politiche per i lavoratori e piantarla con questa stronzata del partito della nazione.
Amen.

"prima dell'euro l'Italia garantiva la competitività delle imprese svalutando la lira: i prodotti diventavano più economici rispetto alle controparti tedesche etc. e gli stipendi venivano adeguati attraverso l'azione sindacale. Oggi questo giochino non si può più fare perché siamo nell'euro. E siamo nell'euro perché se non lo fossimo al posto di competere coi tedeschi ci troveremmo a competere coi cinesi e i cinesi ci butterebbero fuori da qualsiasi mercato."
Questa cosa in particolare mi fa molto ridere ogni volta che sento "eh la moneta sovrana, quando c'era lei (la lira) bla bla". Abbiamo fatto gli stronzi per 50 anni svalutando l'impossibile e ora ci lamentiamo perché non possiamo più fare questi giochini. Maledetta europa  :happy2:


Quando hai una cosa, questa può esserti tolta. Quando tu la dai, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora è tua per sempre.      James Joyce

Tutti gli imbecilli borghesi che pronunciano, continuamente le parole "immoralità, moralità dell'arte"
...mi fanno venire in mente Louise Villedieu, prostituta da cinque franchi, che accompagnandomi una volta al Louvre domandava, dinanzi a quelle statue e a quei quadri immortali, come si potevano esporre pubblicamente simili indecenze. Baudelaire



Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7520
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7296 il: Marzo, 11, 2018, 16:43 »
quello che mi colpisce sempre del popolo "pro-lira" (cioè "pro-svalutazione") è che credono di essere abbastanza furbi da aver capito come funziona l'economia monetarista, ma non si fanno mai la domanda: "ma se basta stampare moneta per far funzionare un'economia, perché tutti gli altri stati europei non ricorrevano quanto l'Italia alla svalutazione?". Una risposta è che tutti gli altri sono coglioni e noi in Italia siamo i furbi. Un'altra risposta è che invece siamo come quello che entra in contromano in autostrada e pensa di essere nel verso giusto. Gli anti-euro sono ancora alla fase boccalona in cui credono che stampare soldi equivalga a produrre ricchezza e si indignano e cercano complottoni per spiegare perché uno stato non lo faccia. Si credono dei geni, ma in realtà sono dei boccaloni.

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16029
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7297 il: Marzo, 11, 2018, 17:17 »
quello che mi colpisce sempre del popolo "pro-lira" (cioè "pro-svalutazione") è che credono di essere abbastanza furbi da aver capito come funziona l'economia monetarista, ma non si fanno mai la domanda: "ma se basta stampare moneta per far funzionare un'economia, perché tutti gli altri stati europei non ricorrevano quanto l'Italia alla svalutazione?". Una risposta è che tutti gli altri sono coglioni e noi in Italia siamo i furbi. Un'altra risposta è che invece siamo come quello che entra in contromano in autostrada e pensa di essere nel verso giusto. Gli anti-euro sono ancora alla fase boccalona in cui credono che stampare soldi equivalga a produrre ricchezza e si indignano e cercano complottoni per spiegare perché uno stato non lo faccia. Si credono dei geni, ma in realtà sono dei boccaloni.


ahahahah, è vero.


Offline Zanzegù

  • BELIN DU CAMALLO
  • **********
  • Post: 10945
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7298 il: Marzo, 12, 2018, 08:13 »
https://www.nextquotidiano.it/matteo-renzi-primarie-pd/

Renzi non si ricandiderà a segretario.
Speriamo solo che il suo successore sia un tipo sveglio...

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16029
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7299 il: Marzo, 12, 2018, 10:52 »
Per ora pare tocchi a Martina. Io farei fare le primarie che mi sembra un metodo buono e giusto


Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16029
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7300 il: Marzo, 13, 2018, 17:01 »
Ho la sensazione che matterella, fino ad ora incensato dai 5s, gli proporrà una soluzione che non gli garba e strilleranno come dei suini al mattatoio. Già sentono puzza di bruciato...


Offline Zanzegù

  • BELIN DU CAMALLO
  • **********
  • Post: 10945
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7301 il: Marzo, 24, 2018, 12:24 »
Accordo 5 stelle/Berlusconi. Il cerchio si chiude.

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16029
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7302 il: Marzo, 24, 2018, 12:38 »
eh no però non hanno preso romani e poi il tempo dei vaffa è finito e poi in fondo siamo un po' democristiani ecc ecc


Offline Zanzegù

  • BELIN DU CAMALLO
  • **********
  • Post: 10945
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Il topic della politica
« Risposta #7303 il: Marzo, 24, 2018, 14:15 »
Intanto nel dubbio me la rido di gusto.

Offline Shandon

  • Moderator
  • SCILIPOTI
  • ****
  • Post: 16029
  • Sesso: Maschio
  • Il demone meschino
    • MSN Messenger - shandon277@hotmail.com
      • Mostra profilo
      • NC
Re:Il topic della politica
« Risposta #7304 il: Marzo, 25, 2018, 12:38 »
Eh si ride...ma guarda che negli ultimi anni gli hanno passato tutto. Guarda in ultimo il caso scontrini


 

Privacy Policy