Autore Topic: Mondi virtuali  (Letto 863 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7953
  • Sesso: Maschio
Mondi virtuali
« il: Agosto, 26, 2017, 15:43 »
Quest'estate ho giocato a Mother 3; una delle caratteristiche più interessanti è come cambia il mondo di gioco durante gli 8 capitoli che compongono questo titolo. Mother 3 è stato sviluppato inizialmente per n64, per poi essere portato su GBA. La mente dietro la serie Mother (Earthbound) è quella di Shigesato Itoi, e tutti i titoli della serie colpiscono abbastanza perché prendono alcune intuizioni sui videogiochi come "media" e le sviluppano consapevolmente (cosa che viene chiarita nel finale, che non spoilero). Così, l'idea che al centro dei videogiochi moderni non ci sia soltanto la storia o il gameplay, quanto il mondo di gioco, è un'intuizione che secondo me riesce a cogliere una caratteristica fondamentale di come si sono evoluti i vg a partire dall'epoca 32/64 bit. A partire da quella generazione il mondo di gioco è diventato sempre più coerente, e che non fa giusto da sfondo al viaggio dell'eroe, avendo vita propria e indipendente. Pensate a ocarina of time dopo i primi 3 dungeon, o a come si trasforma majora's mask ogni volta che il boss di un dungeon viene sconfitto. Inoltre rispetto alla generazione 16-8 bit questi mondi diventano sempre più accoglienti e connotati. Ci sono luoghi, soprattutto negli Zelda per n64, che mi sembrano reali quasi quanto posti che esistono davvero e per molti versi, più evocativi. A chi non viene un po' di magone pensando al Sacred Forest Meadow?

Dal 1996 in poi, quindi, abbiamo avuto modo di visitare molti di questi mondi virtuali. Mi piacerebbe intavolare una discussione su cosa renda alcuni di questi più speciali di altri, e su quali sono i mondi virtuali che hanno lasciato l'impressione più viva sulla vostra immaginazione.


Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Mondi virtuali
« Risposta #1 il: Agosto, 26, 2017, 19:28 »
Sid, hai mai giocato Terranigma?
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7953
  • Sesso: Maschio
Re:Mondi virtuali
« Risposta #2 il: Agosto, 26, 2017, 20:10 »
no! ci pensavo quest'estate ma poi sono andato su ffVI (e un po' me ne sono pentito).

p.s. ovviamente non intendevo dire che il discorso del mondo di gioco vale solo a partire dal 64 bit, solo che è una tendenza che si è affermata in quel periodo.

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Mondi virtuali
« Risposta #3 il: Agosto, 26, 2017, 23:53 »
Consigliatissimo.
E penso offra buoni spunti di riflessione riguardo questo topic.
« Ultima modifica: Agosto, 28, 2017, 00:44 da Lord Ridley »
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11847
  • Sesso: Maschio
Re:Mondi virtuali
« Risposta #4 il: Settembre, 01, 2017, 15:49 »
Uhm uhm, per me ce ne sono diversi che trovo parecchio memorabili. Ognuno ha i suoi motivi, ma se dovessi trovare un minimo comun denonimatore... direi le musiche. Alla fine sono quelle che ti fanno "sentire" veramente le varie location, ti fanno capire cosa vuole trasmettere un certo luogo virtuale. Per dire, secondo me se alle Lost woods togli la musica non sono più le Lost woods.

Comunque, tra i posti che più mi sono rimasti impressi metterei questi:
-Rovine Chozo di Metroid Prime. Assolutamente al primo posto. In realtà non è che sia un mondo molto dinamico o indipendente da Samus, ma il senso di "posto" lo trasmettono benissimo. Intanto il fatto che ogni stanza abbia un nome, e quindi una funzionalità (ci sono la cappella, la fornace, la piazza, il giardino botanico, la palestra...) aiuta molto a farlo sembrare un luogo reale, che in passato era stato abitato davvero. Poi l'atmosfera è favolosa: una specie di monastero alieno abbandonato alla natura, in cui trovi le iscrizioni di chi lo aveva abitato. E anche i loro fantasmi. Bella roba.
-Tazmily di Mother 3. Ovviamente... Vedere il villaggio trasformarsi (generalmente in peggio) nell'arco di tutto il gioco è parecchio triste. La cosa più interessante è che ogni abitante ha una sua caratterizzazione e una sua storia, e tanti cambiano atteggiamento e abitudini nel corso del gioco (la coppietta che diventa teledipendente, il ragazzo che diventa un pigmask, la famiglia che diventa ricca e inizia a disprezzare la tua famiglia rea di stare ancora in una casa di legno... o anche cose più buffe, come il tipo che non vuole uscire dalla stanza dell'albergo per non dover epagare). Alla fine li conosci tutti. Peccato che il villaggio diventi sempre più vuoto, fino ad essere quasi disabitato sul finale. E l'armonia dell'inizio comunque era già sparita con la prima cementificazione. Ah, e poi la tomba della madre di Lucas, non so perché ma ogni tanto ci andavo. Molto memorabile.
-Clock Town di Majora. Alla fine è simile a Tazmily, nel senso che la esplori per 3 giorni e arrivi a conoscere vita, morte e miracoli dei suoi abitanti. Sai che il primo giorno alle 10 Kafei uscirà dalla lavanderia, che a mezzanotte il ladro taccheggerà la vecchietta delle bombe al parco a nord, etc. etc., e alla fine diventa la "tua" città. Punti in più per l'atmosfera stralunata e carnevalesca, e ovviamente per la luna incombente.
-Lost woods di Twilight Princess. Già, lo Zelda "freddino". Ma quella sequenza fu veramente bella. Le Lost woods è implicito che siano le stesse di Ocarina, in cui torni secoli dopo quando ormai sono rimaste solo rovine. Ti viene per forza da pensare all'albero Deku, a Saria e a tutta quella gente di OoT che nel frattempo chissà che fine ha fatto... Mentre invece incontri lo Skull Kid, che ti fa da guida fino alla master sword, e anche qui è implicito che sia lo stesso Skull Kid con cui eri diventato amico in Ocarina e Majora. :crybaby2: Ovviamente per il momento fa tanto anche il remix spettrale della musica delle Lost woods.

Penso che Zelda sia particolarmente eccellente in questo aspetto, di robe del genere i capitoli 3d ne sono tutti strapieni.
Ma anche altrove, ormai il mondo di gioco è molto approfondito pure in giochi più semplici come DK o F-Zero. Non so se elencarne una dozzina o se sto interpretando male il discorso.


Elite Smash:

Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
Re:Mondi virtuali
« Risposta #5 il: Settembre, 01, 2017, 16:37 »
Escludendo Mother 3, che non ho giocato, sono molte delle ambientazioni che avrei messo anch'io, Zanze. Magari con la Fortezza al posto delle Rovine (Son fissato, lo so :laughing7:) e ce ne sono varie di Pokèmon che mi piacciono

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Mondi virtuali
« Risposta #6 il: Settembre, 01, 2017, 17:30 »
Son giorni che penso a cosa scrivere.
La verità è che la stragrande maggioranza dei giochi 3D che amo hanno luoghi suggestivi e che considero quasi posti in cui sono stato fisicamente.
Quelli dei tre Prime, sicuramente, ma anche le ambientazioni di un Eternal Darkness o dei vari TLoZ...
I 2D li considero più distaccati, perché troppo diversi dal mondo reale, ma c'è da dire che conosco Zebes meglio di qualsiasi altro posto reale e immaginario.
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Hero of Sky

  • LINK
  • ***
  • Post: 3082
  • Sesso: Maschio
  • Non chiamarmi Paperino, chiamami Vendetta!
Re:Mondi virtuali
« Risposta #7 il: Settembre, 01, 2017, 17:36 »
Infatti è uno dei motivi per cui non avevo scritto nulla, mi piacciono veramente troppe ambientazioni

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11847
  • Sesso: Maschio
Re:Mondi virtuali
« Risposta #8 il: Settembre, 01, 2017, 18:11 »
Idem. Nel mio post di prima ho provato a individuare quelli a cui dò la palma, tenendomi come criterio la "fisicità" del posto, nel senso, quanto potrebbe essere credibile come luogo reale.
Altrimenti ci avrei messo anche il mondo di Mother 2 (che però è parecchio astratto, e non varia), quello di Xenoblade (fighissimo ma pecca troppo in navigabilità, non ho idea di quante subquest mi sono perso finora ma penso parecchie), Delfinia di Mario Sunshine, il castello di Gruntilda, il secondo mondo di TF, un po' tutti gli Zelda 3d in toto, il Santuario di MP2, Fannullopoli di Paper Mario 2... e basta. Però sono tantini lo stesso.

Il senso di "luogo" ovviamente in 2d si perde, ma secondo me più perché ai tempi del NES, non essendoci narrazione, il posto in cui ti trovi diventa insignificante. In realtà, ad esempio, il primo livello di Super Mario Bros è inconfondibile:
In una situazione del genere sapresti sicuramente cosa ti aspetta dopo quel blocco o quanti goomba ci sono dopo quel burrone.

I luoghi 3d generalmente sono più memorabili perché sono più caratterizzati, e anche perché sei lì a fare qualcosa. Infatti un Super Metroid o un Mother 3 penso che qualifichino senza problemi. Anche se certo, un po' di fisicità si perde.


Elite Smash:

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Mondi virtuali
« Risposta #9 il: Settembre, 01, 2017, 18:39 »
Zanze, ma lo sai che in Xeno ti puoi teletrasportare, no?
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11847
  • Sesso: Maschio
Re:Mondi virtuali
« Risposta #10 il: Settembre, 01, 2017, 19:32 »
Sì, sì, a livello di navigazione vado bene. Il problema sono le sidequest, già che il mondo è enorme, poi i personaggi secondari (francamente non molto distinguibili) seguono pure una routine, senza contare che magari una sidequest la risolvi un bel po' di tempo dopo che l'hai accettata e non ti ricordi neanche dove cercare... Mi disorienta un bel po'.
Cmq su Xeno ci farò un bel postone una volta finito, non penso che mi manchi troppo ormai
Spoiler (click to show/hide)


Elite Smash:

Offline massi82

  • KOOPA
  • Post: 198
  • Nintendo Club
Re:Mondi virtuali
« Risposta #11 il: Settembre, 02, 2017, 01:37 »
Sì, sì, a livello di navigazione vado bene. Il problema sono le sidequest, già che il mondo è enorme, poi i personaggi secondari (francamente non molto distinguibili) seguono pure una routine, senza contare che magari una sidequest la risolvi un bel po' di tempo dopo che l'hai accettata e non ti ricordi neanche dove cercare... Mi disorienta un bel po'.
Cmq su Xeno ci farò un bel postone una volta finito, non penso che mi manchi troppo ormai
Spoiler (click to show/hide)
Ti manca ancora un bel po cmq....goditelo cmq che è stupendo

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk


 

Privacy Policy