Autore Topic: Il topic delle chiacchiere da bar  (Letto 4195 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Felian

  • TOPO GIGIO
  • *****
  • Post: 5266
  • Sesso: Maschio
  • Nintendo Fan & Player since 1989
    • On the Road to Game Design
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #105 il: Marzo, 01, 2019, 19:06 »
purtroppo devo trovarmi parecchio d'accordo con Ridley... e uno dei titoli che più attendo è il porting di Grandia!




Se passate da Londra, fatemi un fischio, che ci becchiamo!

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11846
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #106 il: Marzo, 01, 2019, 19:07 »
Anch'io mi sono un po' disaffezionato (ho aperto un topic apposta in cui dichiaro che i videogiochi hanno rotto il cazzo), però se faccio come con Wii U, un anno o due li dedico solo a Smash.
E su Wii U non c'erano Ridley, K.Rool e il resto della cricca.

Dell'offerta Nintendo mi interessano solo Link's Awakening e appunto Astral chain e Boxboy. Il resto mi fa abbastanza noia, Animal Crossing e Pokèmon non vanno per niente incontro ai miei gusti, Fire Emblem lo odio per cosa è diventato, Luigi's Mansion mi scordo che esiste (probabilmente lo prenderò, cmq) e per Mario Maker non c'ho la pazienza.
D'altro canto, Doom, Dark Souls e Hollow Knight ispirano assai. HK lo inizio appena riesco a staccarmi da Smash.
Anche RE4 ispira assai, ma considerando che l'ho giocato già una 20ina di volte e che lo so a memoria forse faccio passo, boh.

Non vorrei metterla in termini di hardcore e casual, ma... a parte per Mario, Zelda e Smash Nintendo mi sembra parecchio orientata sui casual :/
O cmq gente che videogioca poco e/o non ha molte pretese.
Purtroppo dopo che hai giocato a fondo Mother 3, Metroid Prime, Majora's Mask, F-Zero GX, Tropical Freeze... indietro non torni :dontknow: è come comprarsi la punto dopo il mercedes.
« Ultima modifica: Marzo, 01, 2019, 19:10 da Zanzegù »


Elite Smash:

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14602
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #107 il: Marzo, 01, 2019, 20:06 »
Anch'io mi sono un po' disaffezionato (ho aperto un topic apposta in cui dichiaro che i videogiochi hanno rotto il cazzo), però se faccio come con Wii U, un anno o due li dedico solo a Smash.
E su Wii U non c'erano Ridley, K.Rool e il resto della cricca.

Dell'offerta Nintendo mi interessano solo Link's Awakening e appunto Astral chain e Boxboy. Il resto mi fa abbastanza noia, Animal Crossing e Pokèmon non vanno per niente incontro ai miei gusti, Fire Emblem lo odio per cosa è diventato, Luigi's Mansion mi scordo che esiste (probabilmente lo prenderò, cmq) e per Mario Maker non c'ho la pazienza.
D'altro canto, Doom, Dark Souls e Hollow Knight ispirano assai. HK lo inizio appena riesco a staccarmi da Smash.
Anche RE4 ispira assai, ma considerando che l'ho giocato già una 20ina di volte e che lo so a memoria forse faccio passo, boh.

Non vorrei metterla in termini di hardcore e casual, ma... a parte per Mario, Zelda e Smash Nintendo mi sembra parecchio orientata sui casual :/
O cmq gente che videogioca poco e/o non ha molte pretese.
Purtroppo dopo che hai giocato a fondo Mother 3, Metroid Prime, Majora's Mask, F-Zero GX, Tropical Freeze... indietro non torni :dontknow: è come comprarsi la punto dopo il mercedes.
I titoli che citi (che sono fra i migliori Nintendo) però sono usciti nell'arco di 15 anni su una mezza dozzina di console diverse. Switch ha avuto i suoi titoloni fra i vari BotW, Odyssey, Splatoon, Xeno, Smash, che a ben diritto possono stare nel pantheon con quei giochi, o subito sotto.

Comunque anche quelle console hanno avuto i loro buchi nella lineup: nel 2003 su Gamecube è uscito F-Zero, titolone... Ma poi non è uscito sostanzialmente altro; con tutto il bene che posso volere a Kirby Air Ride un FE, un ASTRAL, un Luigi sono produzioni di più grande caratura.

A questo proposito, i videogiochi sono diventati più grandi e più grossi... Ma queste produzioni Nintendo anche migliori. Intendo dire che BotW nel 2017 e Ultimate nel 2018 sono giochi migliori di quello che erano Wind Waker nel 2002 e Melee nel 2001 - a livello proprio qualitativo. Si è un po' sacrificata la varietà (sopratutto se paragoniamo Switch a GC+GBA e Wii+DS), se ne è guadagnato in qualità.

Comunque ti consiglio di dare una chance a ASTRAL e BOX!, sono giochi proprio "da videogiocatori". Ti era piaciuto Sin & Punishment ed i titoli platinum sono un po' il corrispettivo action di S&P per gli shooter: adattano al 3D il gameplay fine ma un po' caciarone di tanti giochi 2D giapponesi dell'era Super Famicom. BOXBOY! invece è una lettera d'amore ai tempi del primo Game Boy, con le sue esperienze semplici ma molto "sentite" da chi ci lavorava, con tanta volontà di sperimentare.
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11846
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #108 il: Marzo, 02, 2019, 17:36 »
I titoli che citi (che sono fra i migliori Nintendo) però sono usciti nell'arco di 15 anni su una mezza dozzina di console diverse. Switch ha avuto i suoi titoloni fra i vari BotW, Odyssey, Splatoon, Xeno, Smash, che a ben diritto possono stare nel pantheon con quei giochi, o subito sotto.

Boh, 'nzomma. BOTW, Odyssey e Smash sicuramente, ma sono tutti già usciti.
Xeno 2 non mi pare meglio di Xeno 1, e già Xeno 1 non lo metterei decisamente allo stesso livello di Majora e di Metroid Prime (ma neanche di Wind Waker e di Echoes). Cioè, mi è piaciuto eh, mi ha divertito, l'ho giocato a fondo e ho adorato alcune ambientazioni, ma rispetto a Zelda e a Metroid come esperienza è un po'... junk food?
Cioè alla fine il punto è questo.
Xeno 2 "tecnicamente" può essere un rpg fantastico, ma a una prima occhiata, e a quanto pare pure a una seconda, sembra donnine & robottoni - il gioco, che è uno dei setting più abusati, banali e teenagerosi degli ultimi decenni. Nei giochi Nintendo, di qualsiasi genere, mi piaceva trovare delle esperienze anche narrative. Non parlo necessariamente della storia, più delle sensazioni che il gioco ti veicola.
Pikmin? Setting fantastico, musiche oniriche, sei un alieno minuscolo che combatte insetti su un pianeta terra postapocalittico. Nonostante tutte le carinerie, a volte riusciva a mettere veramente paura. Pikmin mi ha lasciato qualcosa.
Path of radiance? Non era solo un gioco di strategia, era la storia di una guerra enorme piena di intrighi che coinvolgeva un casino di personaggi e ognuno di loro aveva una storia. La prima volta che ritrovai Shinon nell'esercito avversario e fui costretto ad ammazzarlo mi vennero i brividi. Poi il percorso di Ike è fantastico. Path of radiance mi ha lasciato qualcosa.
Donkey Kong Country? Sono dei platform, ma grazie allo stile grafico e alle musiche di David Wise trasudano atmosfera in ogni secondo. Tropical Freeze a volte arriva nello scenery porn, ma anche i tramonti nella giungla di DKC1 e l'intera Crocodile Isle di DKC2 le reputo alcune delle ambientazioni più memorabili dei vg tutti. DKC mi ha lasciato qualcosa.
Mother, Metroid, Wind Waker, Chrono Trigger, Conker etc. si spiegano da sé.
La poetica di Ocarina of Time è stata spiegata meglio di quanto potrei fare io.
Starfox 64 ha inventato i meme; ma anche i primi Pokèmon avevano il loro perché, e così via.
Non è questione di nostalgia perché parecchi di questi giochi li ho giocati da grandicello (Conker l'anno scorso), e ho adorato pure Final Fantasy VII che ho scoperto da poco e che neanche è Nintendo. La storia e il setting sono fatti benissimo, a volte degenerano nella cafonata ma lo vedi che gli sviluppatori avevano qualcosa da dire. Mentre Xeno1 (per dire un rpg di stampo moderno) è molto più "solo" gioco e la storia si riduce a una sequenza pur coinvolgente di melodrammi, shonenate e colpi di scena uno più allucinante dell'altro che si succedono tutto sommato abbastanza a caso. A Cloud e soci ti affezioni, a Shulk e soci un po' meno.
Xeno2 anche solo per il character design non si può paragonare a questi titoli.

Mentre le cose che oggi offre Nintendo cosa sono?
-Luigi's Mansion che ok, bellino, ma è il terzo e mi sa che il primo aveva già detto tutto quello che doveva dire
-Mario Maker che vabbè
-Fire Emblem in versione anestetizzata, ignorantizzata e commercializzata. No grazie
-Animal Crossing che ormai è ANIMALI PUCCIOSI IHIHIH
-Astral Chain che pare figo, ma voglio che ci fermiamo un attimo a riflettere su questo: usi uno sbirro. Anche solo per questo per me sarebbe da scaffale immediato, ma vabbè gli darò una chance
-Pokèmon Riciclo e Pokèmon Giàvisto

I vecchi giochi Nintendo (e dintorni) ti davano davvero l'idea di essere stati fatti da un gruppo di persone che sì voleva che il gioco vendesse, ma voleva anche dire qualcosa. Non nel senso di lanciare messaggi o che, quello lo fanno i preti. Però offrire qualcosa di qualità che si estendesse anche oltre il semplice atto di schiacciare tasti.
Fire Emblem è il caso eclatante (anche Xeno2), ma in generale oggi ti danno molto più l'idea di essere prodotti fatti per vendere e bona.
L'ambizione "artistica" si vede ovviamente in Breath of the Wild, poi in Odyssey e a modo suo in Smash (biggest crossover ever e museo di 40 anni di videogiochi). Splatoon se non altro ha un botto di stile, ma non so se da questo punto di vista è all'altezza di alcune vecchie produzioni.
Mi manca il tocco di Miyamoto, secondo me era uno dei più grandi narratori videoludici. Sapeva come dare ai suoi giochi un appeal che si estendesse oltre a quello strettamente ludico. Il prossimo Fire Emblem può avere tutti gli incastri e i colpi di scena che vuole, non avrà mai il peso narrativo di Pikmin.
Insomma, per concludere, mi sembra che Nintendo abbia sempre più plastica e sempre meno cuore, ovviamente con delle eccezioni, mentre mi sa che questo tipo di discorso viene portato avanti da altre case. Ma è così dall'era Wii, più o meno. Credo che quel tegame di Twilight Princess sia lo spartiacque tra la vecchia Nintendo e la nuova. Ottimo gioco, per carità... ma appunto, per carità.
I videogiochi mi piacciono molto ma appunto per questo non voglio che siano esperienze superficiali.
Non so se puoi condividere, di questi aspetti dici sempre che non te ne frega niente ma io li ritengo probabilmente la cosa più importante (difatti Earthbound è nel mio olimpo).

Boxboy mi ispira davvero, ha un po' quell'aria da "bei vecchi tempi", penso proprio che lo proverò :2mdknie: per Astral Chain aspetto il word of mouth.
« Ultima modifica: Marzo, 02, 2019, 17:39 da Zanzegù »


Elite Smash:

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14602
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #109 il: Marzo, 03, 2019, 03:09 »
Citazione
Non so se puoi condividere, di questi aspetti dici sempre che non te ne frega niente ma io li ritengo probabilmente la cosa più importante (difatti Earthbound è nel mio olimpo).
In realtà la parte che meno condivido del tuo post è questa:
Citazione
Non nel senso di lanciare messaggi o che, quello lo fanno i preti. Però offrire qualcosa di qualità che si estendesse anche oltre il semplice atto di schiacciare tasti.
Perché per me il valore aggiunto di un videogioco (e in generale di qualsiasi oggetto di intrattenimento) è lanciare messaggi (anche se io preferisco parlare di "sottotesto"). I preti poi danno anche risposte inquestionabili e granitiche e hanno come scopo unico quello di indottrinarti, l'intrattenimento al massimo ti propone una risposta (una delle tante possibili) agli interrogativi che solleva attorno a un tema.

Un prete ti direbbe che il passato è passato, non cade acqua che le Dee non vogliano e Ganondorf è una povera pecorella smarrita nelle mani di Satana; Wind Waker, invece, dipinge Ganondorf in chiave molto melanconica e con il personaggio dell'Albero Deku (che è indubbiamente uno dei buoni, ma ha lo stesso fine di Ganon: far riemergere l'antica Hyrule) rompe la dicotomia manichea Bene/Re di Hyrule - Male/Ganondorf.

Comunque capisco cosa intendi, anche se io da un videogioco cerco prima di tutto una esperienza interattiva bella (quindi: gameplay), questo non significa che il contorno non sia importante. Wind Waker, appunto, lo trovo lo Zelda più debole da un punto di vista strettamente ludico, ma è salvato da una narrativa e un'estetica magistrali.

Xeno 2 "tecnicamente" può essere un rpg fantastico, ma a una prima occhiata, e a quanto pare pure a una seconda, sembra donnine & robottoni - il gioco, che è uno dei setting più abusati, banali e teenagerosi degli ultimi decenni. Nei giochi Nintendo, di qualsiasi genere, mi piaceva trovare delle esperienze anche narrative. Non parlo necessariamente della storia, più delle sensazioni che il gioco ti veicola.
Qui dobbiamo distinguere fra forma estetica e contenuto (narrativo e eventualmente "filosofico"). L'estetica "bishoujo to robotto" (belle ragazze e robot) è abbastanza banale, è vero, ma al tempo stesso è usata in Giappone per raccontare qualcosa di interessante che va al di là delle tette almeno da Gunbuster, e nel caso di Xeno è accompagnata del lore degli dei/titani che rende tutto più interessante. Concordo con te che negli ultimi anni la parte "bishoujo" è stata un po' troppo accentuata, almeno per i gusti occidentali, e che è un po' ridicolo parlare di metafisica con le tette al vento (ma d'altra parte il me stesso liceale si è interessato di filosofia dopo aver visto Evangelion, quindi chi sono io per parlare?). Questo articolo è abbastanza obiettivo sui meriti e i demeriti di Xenoblade 2 da questo (e altri) pdv.
Citazione
Pikmin? Setting fantastico, musiche oniriche, sei un alieno minuscolo che combatte insetti su un pianeta terra postapocalittico. Nonostante tutte le carinerie, a volte riusciva a mettere veramente paura. Pikmin mi ha lasciato qualcosa.
Path of radiance? Non era solo un gioco di strategia, era la storia di una guerra enorme piena di intrighi che coinvolgeva un casino di personaggi e ognuno di loro aveva una storia. La prima volta che ritrovai Shinon nell'esercito avversario e fui costretto ad ammazzarlo mi vennero i brividi. Poi il percorso di Ike è fantastico. Path of radiance mi ha lasciato qualcosa.
Donkey Kong Country? Sono dei platform, ma grazie allo stile grafico e alle musiche di David Wise trasudano atmosfera in ogni secondo. Tropical Freeze a volte arriva nello scenery porn, ma anche i tramonti nella giungla di DKC1 e l'intera Crocodile Isle di DKC2 le reputo alcune delle ambientazioni più memorabili dei vg tutti. DKC mi ha lasciato qualcosa.
Mother, Metroid, Wind Waker, Chrono Trigger, Conker etc. si spiegano da sé.
La poetica di Ocarina of Time è stata spiegata meglio di quanto potrei fare io.
Starfox 64 ha inventato i meme; ma anche i primi Pokèmon avevano il loro perché, e così via.
Per praticità divido gli esempi che citi in due macrogruppi: da una parte i giochi con una particolare cura narrativa (Pikmin, Ike Emblem, OoT), dall'altra stilistica (GX, Star Fox, DKC). Con l'eccezione di Xeno (con tutte le sue carenze stilistiche su cui siamo d'accordo) e solo in parte di Zelda (SS e BotW) e KI Uprising, penso che la cura narrativa che cerchi tu sia assente dalle ultime produzioni Nintendo: dagli ultimi anni del N64 all'era GC si è alzata sempre più l'asticella da questo pdv, poi dopo...
Citazione
Credo che quel tegame di Twilight Princess sia lo spartiacque tra la vecchia Nintendo e la nuova. Ottimo gioco, per carità... ma appunto, per carità.
... dopo TP, appunto, Nintendo ha quasi abbandonato la volontà di raccontare una storia, figurarsi di curarla particolarmente. Anch'io penso TP sia stato lo spartiacque: quel gioco è marcio in vari elementi ma lo è particolarmente nel tono "epico" e "maturo" che vuole avere. [Per Fire Emblem lo spartiacque invece è stato Radiant Dawn: migliore come gioco di TP, ma anche lui osa troppo volendo essere EPICO!!!, senza però avere una particolare idea, e il risultato è confuso (e complessivamente peggiore di PoR).]

Penso che dopo TP Miyamoto abbia invitato i vari team interni di Nintendo a focalizzarsi sul gameplay e l'"essenza della serie", per evitare scivoloni di quel tipo. Ci sono svariati Iwata Chiede sull'"essenza di Zelda" e l'"essenza di Mario" e l'intervento di Miyamoto è palese confrontando Sunshine e Galaxy 1 con Galaxy 2 e 3D Land/World. Si è buttato via il bambino con l'acqua sporca rinunciando a qualsiasi tipo di narrativa. Emblematico il caso di Paper Mario.

Ma dal pdv stilistico invece Nintendo non ha perso la sua unicità. Splatoon, ARMS, i giochi Good Feel con i loro mondi di lana o stoffa, un gioco come Codename: S.T.E.A.M. che strizza l'occhio alla golden age dei fumetti, Rhythm Tengoku totalmente fuori di testa e lo stesso Wii Sports Resorts (l'idea dell'Isola Wuhu come personaggio è originale, interessante e denota una particolare cura per il titolo: se avessero voluto un cash-grab per i casual avrebbero messo una decina di minigiochi e finita lì) non vengono prodotti solo per raggranellare soldi e sono esperienze che sulle altre console si vedono con il binocolo, tolto qualche indie (comunque per la sua natura meno ambizioso o curato di quanto può offrire Nintendo).
Citazione
L'ambizione "artistica" si vede ovviamente in Breath of the Wild, poi in Odyssey e a modo suo in Smash (biggest crossover ever e museo di 40 anni di videogiochi). Splatoon se non altro ha un botto di stile, ma non so se da questo punto di vista è all'altezza di alcune vecchie produzioni.
Spezzo una decina di lance per Splatoon. Poteva essere un simpatico TPS arena con i calamarini e sarebbe stato già un ottimo gioco, ma è anche un'ottima esperienza single player da 6 ore (è quanto dura un Kirby medio, alla fine) con alcuni dei livelli e dei boss più belli prodotti da EAD negli ultimi anni. Ha un mondo interessante (come in Pikmin è una Terra post-apocalittica) che sta venendo pian piano approfondito (con il DLC Octo Expansion il focus si è spostato sugli Octoling - i "nemici" degli Inkling - ed è lasciato intendere che nel passato recente ci fosse un sorta di razzismo fra Oct' e Inkl'). Con gli Splatfest il giocatore è periodicamente coinvolto nelle attività di questo mondo. L'ultimo Splatfest del primo episodio è poi particolarmente interessante in ottica (meta)narrativa: era uno scontro fra Stella e Marina (le "idol"-mascotte). Il single player di Splatoon 2 prende le mosse proprio dalla vittoria di Marina, sancita dai giocatori.

Lo spirito di Splatoon è davvero lo stesso di Mario e Zelda (e Pikmin, che purtroppo non ha trovato quel successo commerciale) e ampiamente merita di stare nell'Olimpo dei videogiochi Nintendo.

Discorso un po' diverso per ARMS. L'idea di base convince un po' meno, è totalmente assente una modalità single player, il mondo è meno approfondito e così via... Come dicevo nell'altro topic in Master Forum, se Splatoon è il nuovo Mario/Zelda/Pikmin, ARMS è il nuovo Star Fox/F-Zero: un buon inizio che ha bisogno però di discrete limature per esprimere al massimo il suo potenziale. F-Zero è partito come racing monco di multiplayer con Captain Falcon presente giusto nel fumetto sul manuale e Star Fox come tech-demo a 10 fps, poi nel giro di due-tre capitoli sono pienamente maturati. Io confido che la prossima gen (o a fine ciclo vitale di Switch) la cricca di Spring Man riesca a sorprenderci.
Citazione
Non è questione di nostalgia perché parecchi di questi giochi li ho giocati da grandicello (Conker l'anno scorso), e ho adorato pure Final Fantasy VII che ho scoperto da poco e che neanche è Nintendo. La storia e il setting sono fatti benissimo, a volte degenerano nella cafonata ma lo vedi che gli sviluppatori avevano qualcosa da dire. Mentre Xeno1 (per dire un rpg di stampo moderno) è molto più "solo" gioco e la storia si riduce a una sequenza pur coinvolgente di melodrammi, shonenate e colpi di scena uno più allucinante dell'altro che si succedono tutto sommato abbastanza a caso. A Cloud e soci ti affezioni, a Shulk e soci un po' meno.
Nostalgia non è il termine giusto, perché lascia intendere che quei tempi li hai vissuti e quei giochi li hai giocati. Forse preferisci lo "Zeitgeist" della seconda metà degli anni '90, che chiaramente si riflette nei prodotti di quel periodo, perché riesce a risuonare meglio con il tuo animo. Per dire, in questo senso io sono "nostalgico" del Famicom e del Super Famicom. Quindi: 80-90, Giappone... nell'altro capo del mondo, quando non ero ancora nato! Poi i tempi sono cambiati, i videogiochi si sono "cinematograficizzati" ed è venuto a mancare lo spirito pioneristico dei due Famicom.
Citazione
-Astral Chain che pare figo, ma voglio che ci fermiamo un attimo a riflettere su questo: usi uno sbirro. Anche solo per questo per me sarebbe da scaffale immediato, ma vabbè gli darò una chance
A me he ricordato un po' Burning Rangers
« Ultima modifica: Marzo, 03, 2019, 03:39 da Feffe »
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #110 il: Marzo, 03, 2019, 09:15 »
Aspe', l'isola Wuhu è un personaggio?
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14602
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #111 il: Marzo, 03, 2019, 09:29 »
Aspe', l'isola Wuhu è un personaggio?

[/quote
Sì, l'idea era di usarla per titoli di diverso genere e addirittura concederla in licenza
https://www.eurogamer.net/articles/wii-sports-resort-island-is-a-character
Poi non se n'è fatto niente e ancora non esiste un gioco in cui l'isola è esplorabile senza tempo limite :( In Wii Fit U ci sono le stagioni e vederla d'inverno fa un certo effetto, l'idea non era male
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #112 il: Marzo, 03, 2019, 09:33 »
Meh! Tra location ricorrente e personaggio ne passa parecchio.
Mi avevi fatto venire il dubbio di essermi perso la big reveal in cui si scopre che è un essere senziente.
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Feffe

  • Moderatore Emerito
  • L'ORSETTO RICCHIONE
  • **
  • Post: 14602
  • Sesso: Maschio
  • Think with portals
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #113 il: Marzo, 03, 2019, 09:41 »
Meh! Tra location ricorrente e personaggio ne passa parecchio.
Mi avevi fatto venire il dubbio di essermi perso la big reveal in cui si scopre che è un essere senziente.
Koholint was Wuhu all along!!!
"Secondo voi, perché un uomo insegue i sogni?"
"Domanda da talk show notturno. Qual è la risposta?"
"Per amore... solo per amore."

"Per quanto tu possa sforzarti non troverai mai i confini della tua anima, tanto profondo è il suo logos."

"La gente ama le scimmie, e continuerà a farlo, almeno sinché le scimmie non si organizzeranno e conquisteranno il mondo. A quel punto la gente le amerà ancora, ma solo perché non farlo sarà illegale."

So long, and thanks for all the fish.
Haward!

Offline Lord Ridley

  • Newser
  • ZOIDBERG
  • ***
  • Post: 7702
  • リドリー
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #114 il: Marzo, 03, 2019, 09:45 »
Ma quindi è questo il finale di Lost?
Citazione da: Masahiro Sakurai
Remember, no matter how big you may be, there is always someone bigger.

ENGAGE RIDLEY, MOTHERFUCKER!

La mia ludoteca

I miei livelli di Super Mario Maker

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • ZOIDBERG
  • ****
  • Post: 7953
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #115 il: Marzo, 03, 2019, 15:40 »
mah, credo la nostra situazione dipenda molto dalla debacle di mp4, per il resto è una lineup solidissima come non se ne vedevano dai tempi del gamecube. Semplicemente è composta da roba di cui me ne frega il giusto, ma comunque faranno uscire un gioco al mese per i prossimi mesi. Non penso si possa accusarli di impreparazione o altro.
Per il resto switch sta allegramente pisciando in testa, secondo i miei gusti personali, a wii e wii u, e per la qualità dei giochi etc., per quanto mi riguarda, sta pisciando allegramente in testa a gc.

Zanze, hai ancora da vedere il 90% di quello che switch ha da offrire: odyssey, doom, hollow knight, octopath traveler, dark souls etc. Una tale quantità di capolavori e una lineup così forte, al secondo anno del gc, ce la sognavamo. Non riesco a capire questo disfattismo né in termini soggettivi, né oggettivi. Secondo me guardate il passato nintendo con degli occhiali con le lenti rosa. Ma a parte super nintendo, nessuna console nintendo ha mai avuto una potenza di fuoco simile a switch.

Offline Zanzegù

  • Moderatore
  • MIKE BONGIORNO
  • ****
  • Post: 11846
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic delle chiacchiere da bar
« Risposta #116 il: Marzo, 04, 2019, 17:29 »
Zanze, hai ancora da vedere il 90% di quello che switch ha da offrire: odyssey, doom, hollow knight, octopath traveler, dark souls etc. Una tale quantità di capolavori e una lineup così forte, al secondo anno del gc, ce la sognavamo. Non riesco a capire questo disfattismo né in termini soggettivi, né oggettivi. Secondo me guardate il passato nintendo con degli occhiali con le lenti rosa. Ma a parte super nintendo, nessuna console nintendo ha mai avuto una potenza di fuoco simile a switch.

Beh, il discorso era che 4 su 5 dei giochi che hai citato non sono Nintendo. Sullo SNES le 3d party spingevano, ma Nintendo spingeva ancora di più.
Il secondo anno di GC però se non mi sbaglio aveva Melee, Metroid Prime, Sunshine, Eternal Darkness e mi pare anche Wind Waker, oltre a Pikmin e sul fronte 3d party mi sembra il remake di Resident Evil, il gioco di Sonic con Live & Learn e sicuramente mi scordo qualcosa. Secondo me il GC ci andava giù pesante, altroché. Almeno per quanto riguarda Nintendo di sicuro.

Credo che il 2020 sarà l'anno più importante per giudicare la Switch. Il 2019 è abbastanza deprimente ma in effetti l'assenza di Metroid è parecchio pesante.
« Ultima modifica: Marzo, 04, 2019, 17:32 da Zanzegù »


Elite Smash:

 

Privacy Policy