Tornare bambini...

Ultimamente sono piuttosto nostalgica. Forse a causa del tempo schifido, forse colpa di fattori biologici... In ogni caso, mi sono trovata a pensare a quando ero bambina.
Se ripenso ai tempi delle elementari, la prima cosa che mi viene in mente sono i cartoni animati. Cos'altro può fare un bambino a quell'età se non giocare a nascondino e guardare i cartoni?
E qui si apre un mondo. I cartoni animati di 10-12 anni fa erano mille volte superiore alle schifezze che propinano adesso.
Tornavo a casa da scuola di corsa e facendo fretta alla mamma perché avevo paura di perdermi i Pokemon. Quante lacrime ho pianto nel primo episodio, quando Pikachu è tutto malconcio. Mi vengono i lacrimoni solo a pensarci.


E il Team Rocket... quelli sì che facevano ridere, non quegli depressi megalomani del Team Galassia.
Ma i Pokemon non erano gli unici cartoni del momento. Io mi ero fatta una vera cultura.
Come non ricordare Kurochan, Doraemon e Yu-Gi-Oh... quanti soldi ho speso in quelle carte... mio dio con tutti quei soldi avrei potuto comprarmi la Nintendo.
E Monster Rancher, santo cielo adoravo quel cartone! Con gli anni lo avevo completamente dimenticato, poi ieri per caso è venuto fuori digitando Monster Hunter. Improvvisamente, magia. Si è sbloccata la parte bambina che era stata sepolta sotto la parte adolescente. Sono andata sul tubo per cercare la sigla e in un attimo sono tornata indietro nel tempo. Mi sono ricordata anche che consideravo il lupo blu era un GRAN FIGO.


Ma non guardavo solo cartoni "da maschi".
Infatti uno dei miei preferiti che riguarderei anche adesso è Guru Guru il Girotondo della Magia. Anche qui, sono corsa su You Tube per ascoltare la sigla e ho scoperto che la so ancora a memoria. Quando è comparso il vecchietto col kilt di foglie di palma mi sono rovesciata dal ridere. Mi sono ricordata che lui era lo iettatore sfigato che compariva nei momenti più improbabili.


Poi molti altri, come i Digimon, Dragon Ball (quello con Goku bambino è il migliore), Sailor Moon, Bubu Chacha (problemi?), Il mistero della pietra azzurra, i Puffi, Picchiarello, Beethowen, Pollon (impossibile non adorare questo cartone), Dexter, Papyrus e i misteri del Nilo (lo veneravo), L'uomo tigre e tanti altri.
Vogliamo parlare di Tom & Jerry? Cioè noi siamo cresciuti a pane e Looney Tunes mentre i bambini di oggi crescono a merendine e Peppa Pig o a patatine e Dora l'Eploratrice... non c'è confronto.
E i Gremlins... quanto era cucciolo Gizmo?


Ma basta parlare di cartoni animati televisivi. Parliamo di Disney.
Sì perché non possiamo confrontare Rapunzel con La Bella e la Bestia.
Non possiamo confrontare i Croods con Basil l'Investigatopo.
Santo cielo ma cosa combinano? Ho dato un'occhiata a tutte le cassette della Disney che custodisco gelosamente e ho pensato una cosa... i bambini (siamo stati tutti bambini, quindi lo sappiamo) copiano e imitano quello che vedono.
Chi di non è mai saltato da un divano all'altro per evitare la lava rovente?
C'è una certa differenza tra il vedere il principe (uno qualsiasi, tanto i vecchi principi Disney sono su per giù tutti uguali) che si spertica per avere la ragazza che ama, e vedere una banda di cavernicoli pulciosi che si schiantano contro le rocce.
I ragazzi che sono cresciuti con i cartoni Disney sanno, nel loro inconscio, che è l'uomo a dover chiedere la mano alla donna e non il contrario. Ogni tanto ho a che fare con dei ragazzini delle medie e mi accorgo che non hanno la più pallida idea di come si sta al mondo.
Ma vabbè.

Apro una parentesi videoludica. Vi ricordate qual è stato il vostro primo videogioco? Io sì. Pokemon Cristallo.
Non sto a dilungarmi molto, perchè l'ho scritto anche nel forum, però io ho passato una settimana intera chiusa nella casa della mamma perché non sapevo dov'era la porta.
Avevo visto il Game Boy in mano ad un mio compagno di classe e la voglia di averlo era tale che ho sfracellato le scatole dei miei genitori fino allo sfinimento, tant'è che me l'hanno comprato.
Ho dovuto aspettare e sudare per averlo, perché quand'ero piccola esistevano momenti precisi dell'anno in cui fare i regali costosi: il compleanno, Natale e la promozione a scuola. La promozione era quasi una festa nazionale.
Non si poteva avere tutto e visto che le "feste da regalo costoso" erano solo tre, andavano sfruttate al meglio. Si rinunciava a qualcosa per avere qualcos'altro. Cosa che i ragazzi (e i loro genitori) non sanno più fare.
Torniamo ai videogiochi. Tralasciando il fatto che Pokemon mi ha aperto un modo nuovo, il mio secondo gioco è stato Zelda Oracle of Seasons. Di videogiochi sapevo meno di niente e li sceglievo semplicemente guardando la copertina.
Posso assicurarvi che giocare a Seasons a 7 anni è un'esperienza distruttiva. Mi spremevo il cervello ai massimi livelli, ma concludevo poco o niente. Infatti l'ho finito alla veneranda età di 16 anni. NOVE ANNI PER FINIRE UN GIOCO.
Sarà per questo o per altri motivi, fatto sta che adoro quel gioco. Lo custodisco come una reliquia di Atlantide.

Poi, per puro caso, ho scoperto l'esistenza delle console da salotto.
Quel riccone del mio vicino di casa aveva tutto, perché era uno di quei bambini viziati a cui i genitori non dicono mai di no.
Aveva NES, SNES, N64 e GC. Ovviamente io lo sfruttavo per poter giocare con le sue console.
Passavamo pomeriggio interi a ridere e a picchiarci giocando a Road Rash e a Buck Bumble.


Poi ho scoperto la magia del Cubo e il mondo fatato di Super Mario Sunshine.
Ci ho passato così tante ore che ogni tanto mi chiedo se tornavo a casa per pranzo.
Ricordo la stella in cima al campanile. Non so se ci sia un modo più comodo per arrivarci (molto probabilmente sì), però io sono stata lì un pomeriggio intero. A fare cosa? A lanciarmi dal "filo" steso tra i due palazzi di fronte e a sparare acqua nella speranza di levitare fin lassù. Sapete una cosa? Ci sono riuscita. Ho gongolato per due settimane.

Beh ragazzi, tutto questo per dirvi che ogni tanto vorrei tornare bambina.
E pensare che quando ero bambina non vedevo l'ora di diventare grande.
Dio quanto mi sento vecchia a dire certe cose.

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Re:Tornare bambini...

ERap320 01/04/2013 alle 11:07

Non posso fare altro che condividere tutto quello che dici.
Si stava meglio quando si stava peggio

Mi permetto di citare il primo film dei pokemon, Mew contro mewtwo, visto due volte al cinema a suo tempo, penso che i pokemon non abbiano detto nulla più dopo quel film. Epico, ogni volta che lo vedo sono sempre brividi.

L'ho rivisto proprio ieri sera. Un capolavoro.
Poi ci sono due o tre battute di Meow e Mewtwo (quella finale fantastica) che vanno ben oltre il semplice film per bambini.
Davvero bello...

Re:Tornare bambini...

Banjo 01/04/2013 alle 00:34

Mi permetto di citare il primo film dei pokemon, Mew contro mewtwo, visto due volte al cinema a suo tempo, penso che i pokemon non abbiano detto nulla più dopo quel film. Epico, ogni volta che lo vedo sono sempre brividi.

Re:Tornare bambini...

ShikaSoge 31/03/2013 alle 13:32

Ma io parlavo di galanteria, non di donne fesse :D

E poi vuoi mettere i cattivi dei vecchi Disney?
Malefica me la faceva fare sotto dalla paura (sopratutto quando si vedono i suoi occhi nel camino... brrr); la matrigna di Cenerentola è a dir poco agghiacciante, così come la strega di Biancaneve (non ricordo mai il nome).
Ma anche Scar, Jafar, Ursula e Crudelia facevano il loro effetto.
Non puoi paragonarmeli al vecchietto eremita amico dei cani di UP  :laughing7:
questo si, però non c'è un cattivo forte perchè nell'educazione che vogliono dare non c'è più, almeno come punto principale, ciò che è bene e ciò che è male. e poi la principessa e il ranocchio, che è stato una sorta di ritorno al passato, mi pare sia stato un flop (sebbene l'abbia trovato carino  :laughing7:), quindi forse il mondo è ormai stanco di quei classici, adora quelli che ci sono ma non ne vuole altri  :2mdknie: e sinceramente, mi piace così  :laughing7:

Re:Tornare bambini...

♫Ale 31/03/2013 alle 13:01

Ma io parlavo di galanteria, non di donne fesse :D

E poi vuoi mettere i cattivi dei vecchi Disney?
Malefica me la faceva fare sotto dalla paura (sopratutto quando si vedono i suoi occhi nel camino... brrr); la matrigna di Cenerentola è a dir poco agghiacciante, così come la strega di Biancaneve (non ricordo mai il nome).
Ma anche Scar, Jafar, Ursula e Crudelia facevano il loro effetto.
Non puoi paragonarmeli al vecchietto eremita amico dei cani di UP  :laughing7:

Re:Tornare bambini...

ShikaSoge 31/03/2013 alle 12:36

il tempo fa questi effetti effettivamente (che gioco di parole orribile  :BangHead:)
sul fatto dei cartoni disney non sono molto d'accordo, nei cartoni precedenti le donne erano delle complete idiote mentre ora sono diventate donne falliche (prendi mulan, oddio quanto amo quel cartone), e bene se i bambini non crescono con "femmina-debole- unico scopo è conquistare e proteggere perchè lei è un impedita"  :laughing7: e poi alcuni film disney semrbano fatti per educare ancora noi adolescenti, come se ci stesse crescendo da tempo  :laughing7: per dire a me Ralph spaccatutto ha lasciato molto, e non solo commosso come toy story 3 (bellissimo film), ma proprio mi ha "insegnato qualcosa", che non rivelo perchè mi vergogno non voglio fare spoiler  :laughing7:
io la ricordo ancora la siglia di monster rancher, e il coniglio era figo, il lupo era il solito tamarro forte <.< a me quando prende la nostalgia canto (mi piace un sacco cantare), quindi ti lascio continuare sta roba qui, visto che hai una nota nel nick!
se ti va, un'avventura nuova sarà
se ti va, con genki un mondo nuovo aprirai
se ti va
se vuoi venire con noi
paura non avere mai

ma quanto era figa (mai quanto digimon ovviamente  :laughing7:)