F-Zero Maximum Velocity

Data distribuzione Data distribuzione 20/06/2001
Console Console GameBoy Advance
Genere Genere Racing
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nd Cube
F-Zero-MV-TitleScreen

Time to run!


Ebbene si! Nintendo dopo aver regalato ai fan del racing game futuristico nato nel lontano 1991 la versione per nintendo 64, F-zero X, ripropone, due anni dopo l’uscita di quest’ultimo un terzo capitolo con la stessa formula del primo capitolo. Un episodio totalmente nuovo con personaggi nuovi e circuiti nuovi. Per chi non lo conoscesse, F-zero è un racing game futuristico con vetture che “fluttuano” in aria e corrono a velocità superiori ai 500 chilometri orari. Ogni capitolo è contornato da vetture tutte diferenti e personaggi vari(tra i più famosi capitan falcon, apparso anche su smash bros).

Prendi il volante


La formula di questo F-zero è come già citata presa così com’è (o com’era) dal primo capitolo. Nulla di eccezionale quindi dobbiamo aspettarci sotto il profilo tecnico: Con A si accellera, con B si usa il turbo (se disponibile), le freccette sinistra e destra sono assegnate allo sterzo e con L e R si derapa e frena. In realtà i controlli possono essere modificati come si vuole e ognuno adotta il suo stile preferito(quello scritto precedente mente è il mio, in realtà con B si frena e con L o R si usa il turbo, quando lo si prova con mano diventa tutta un'altra cosa. E questo è un primo aspetto del gioco: adattarsi al proprio stile. F-zero infatti offre ai videogiocatori la possibilità di adattarsi come vuole, l’esempio inserito antecedentemente ne è la prova. Oltre a ciò, la guida risulta essere definita professionale se si tenta di giocare a livelli più difficili. Mi spiego: F-zero si può giocare o superfluamente, gareggiando senza dare troppa importanza a derapate perfette o traiettorie irripetibili oppure guardando questi ultimi elementi. Quando si inizia ad entrare in questa fase, tutto diventa più difficile: una traiettoria perfetta o uno sterzo perfetto sono cose veramente difficili da fare, soprattutto quando devi rasentare i bordi del circuito.

Il top


Le modalità che offre questo capitolo sono praticamente le stesse che contornano gli altri capitoli:
una modalità gran premio(suddivisa in 5 coppe diverse per 4 difficoltà diverse tra cui principiante,etc.)una modalità prova a tempo,  una modalità multi giocatore utilizzabile solo in preseza di almeno un altro gameboy(e relativo cavo per collegarlo) fino ad un massimo di 4 piloti  anche senza bisogno di cartuccia(in questo caso servirà il tempo di fare un download dei dati) o con altre cartucce. durante la corsa avrete a che fare con due importanti elementi: la barra dell’energia(visualizzabile in alto) che vi permetterà di non far esplodere la vostra vettura. Oltre a non farla esplodere, dovete stare attenti anche a non danneggiarla troppo, altrimenti rallenterà, anche drasticamente, la vostra corsa. Fortunatamente ci saranno, vicino alla linea di partenza, delle aree verdi che vi permetteranno di riparare la vettura. Il secondo elemento da notare è il turbo: come il primo capitolo anche qui ogni giro si ricaricherà una S(i serbatoi possono essere visti in basso, sono 3) e nei 5 giri che contornano le gare dovranno essere utilizzati saggiamente. Di tanto in tanto troverete nella vostra strada delle barre per saltare, in quel caso con il tasto giù del vostro gameboy regolerete la caduta della vettura sul circuito, in modo da non recare danni a quest’ultimo. Da notare che se la vettura esce dal circuito avrete ottenuto gratuitamente una sconfitta. Grazie al cielo, i programmatori hanno pensato di mettere delle vetture di scorta(sono 3 standard, ma modificabili in base alla difficoltà). Oltre a queste barre, si possono incontrare mine(si quelle che esplodono) da evitare se non si vuole danneggiare la vettura(o da usare come mini-turbo nel caso sappiate come fare),pannelli mini-turbo e aree che rallentano e terreni ostici di vario genere, dalla lava a circuiti elettrici lasciati liberi di danneggiare i veicoli.

Piloti e altri aspetti


Scordatevi i 30 piloti visti nella versione per Nintendo 64: qui ne saranno disponibili massimo 6 di cui saranno da sbloccare anche alcuni! In compenso offre come ogni capitolo, Gran premi di 5 circuiti da 5 giri caduno e ottima grafica/musica. L’originalità nella scelta degli ambienti, questa volta non è stata proprio il top bisogna dirlo, ma da mute city a bianca city passano molte differenze: prima di tutto l’ambiente più solare che circonderanno i circuiti: tranne qualche raro caso saranno tutti ben illuminati e con colori vivaci. Secondo le ottime musiche prepotenti che riecheggiano durante le gare: Chitarre elettriche al massimo, qui non si scherza! Sono tutti motivetti favolosi, come vuole la tradizione f-zero! Insomma, da ascoltare assolutamente!

Conclusione


Ottimo racing game, soprattutto perché è uno dei primi che si sono visti sul GBA(2001) e soprattutto per l’ottima qualità che offre. Se volete un F-zero portatile, mirate sul GP legend,offre tutto quello che manca in questo capitolo(e mancano veramente poche cose). Se gp legend lo avete finito, fate un acquisto sicuro con Maxium velocity!

Sonoro Sonoro 9
Le musiche di F Zero non deluderanno mai.
Grafica Grafica 7.5
Ha la stessa identica grafica del capitolo per Snes
Almeno ci gustiamo nuovi scenari!
Giocabilità Giocabilità 10
Un racing game che prende dal primo capitolo tutto il meglio!
Longevità Longevità 8
Abbiamo molti tornei e bonus da sbloccare, non è un gioco che si finisce subito
Totale 8.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti