Cruis'n World

Data distribuzione Data distribuzione 31/08/1998
Console Console Nintendo64
Genere Genere Racing Arcade
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Eurocom
cruisin2
Amato alla follia o bocciato senza mezzi termini: sono rari i giudizi sereni su Cruis'n World. Il titolo Eurocom/Midway porta un'eredità pesante, che purtroppo lo ha screditato sul mercato dei titoli pistaioli del Nintendone. Mi viene da pensare che peggio dell'eredità di una grande serie c'è solo l'eredità di un pessimo nome. Cruis'n USA infatti navigava nella mediocrità più totale e nonostante un notevole successo ai botteghini (Cruis'n World diede indubbiamente una grossa mano alle vendite del 64-bit Nintendo nel suo primissimo ciclo vitale), lasciò l'amaro in bocca a molti utenti, tanto che il suo seguito non riuscì a vendere come il predecessore. E questo fu un peccato perchè come vedremo ora questo titolo offre vari spunti interessanti, purtroppo non colti dall'utenza e neanche appieno da Midway stessa nei sui seguiti.
Cruis'n World consiste in una corsa arcade in cui bisogna partecipare a delle gare per tutto il globo, Italia compresa... Con l'obbiettivo di vincerle, ovviamente! Dopo una schermata molto arcade, con una demo del gioco e una musica un po' da discoteca, si arriva alla scelta modalità.
Le modalità sono le classiche: campionato, arcade, pratica, multiplayer e opzioni. Iniziando a giocare si nota come la grafica appaia molto più definita e colorata del suo predecessore, e la sensazione di velocità sebbene non clamorosa faccia il suo dovere. Purtroppo devo registrare un effetto pop-up della pista molto sgradevole e anche dannoso: qualche volta (non molte ma per onore di cronaca) si vede la pista "formarsi" molto vicina, tanto da non avere il tempo di reagire nel caso si tratti di una curva a gomito. Meglio della nebbia, naturalmente, però non penso sia una cosa in cui sia necessario eccezionale impegno per risolverla al meglio (al massimo si poteva utilizzare la tecnica di MRC, cioè riempire il gioco di curve strette per tenere vicino l'orizzonte). Le ambientazioni sono la parte migliore del gioco, il livello di dettaglio è notevole, e non risulta nè sgranato nè sfuocato. Vorrei sottolineare la brillantezza generale. Spesso i giochi N64 soprattutto di corsa sono caratterizzati da un grigiore generale (un nome su tutti: Top Gear Rally) invece qua Eurocom ha preso una direzione più simile ad Outrun, anche se il paragone può sembrare blasfemo. Mi complimento con loro, comunque. La auto sono leggermente caratterizzate peggio delle ambientazioni, ma queste sono quelle iniziale. Cruis'n per fortuna ha una buona dose di veicoli da sbloccare, e questi per qualche motivo sono riusciti molto meglio di quelli inziali, che purtroppo sono abbastanza anonimi.
La giocabilità: è un Arcade di guida, e sinceramente penso che sia il tipo di gioco assieme agli FPS in cui il tricornuto controller del 64 si trovi a nozze. La guida è precisa e scorrevole, certo la velocità non è mai eccesiva tale da mettere in difficoltà la manovrabilità da parte del giocatore, ma si gioca volentieri e soprattutto si riesce fin da subito ad avere pieno controllo del proprio veicolo. Un pochino discutibile la scelta  di rendere gli avversari delle vere proprie carogne. Non guardatemi male, non cerco il gioco facile anzi! Solo che spesso pur di non farti passare (e questo accade anche fra piloti della CPU) gli avversari cercano di buttarti fuori pista senza guardare in faccia a nessuno. Certo è una questione di gusti ma preferisco perdere clamorosamente contro avversari con una condotta di guida impeccabile piuttosto che contro piloti di autoscontro. Inoltre questo fattore si ritorce spesso contro chi ne è artefice. Spesso partendo dalle retrovie mi sono ritrovato in prime posizioni visto che l'animo "guerrigliero" degli altri piloti creava mastodontici incidenti che bloccavano quasi tutti. Pollice verso, almeno da parte mia, ma qualcuno apprezzerà la cosa, ne sono certo.
Il sonoro è senza infamia e senza lode, ci sono una decina di brani, tutti di tipo diverso per accontentare la maggior parte dei giocatori, anche quelli belli sono 3-4. Nulla di eccezionale ma neanche niente che vi costringa a spegnere l'audio. Non male gli effetti invece, cosa notevolmente migliorata dal suo prequel. La longevità invece è molto alta, lo split-screen in quattro è notevole e soprattutto ci sono molte piste e vetture da sbloccare che vi costringeranno a giocarci un bel po' prima di metterlo via... Io stesso dopo 10 anni ogni tanto infilo la cartucciona nel N64 per una gara veloce.
cruis4

CONCLUDENDO



Un notevole miglioramento. Cruis'n USA era lento e soprattutto noioso. Cruis'n World invece è tutta un'altra pasta. Certo, non potrà mai puntare alla vetta del genere su N64 (a mio avviso ben sorretta da Ridge Racer con un'incollatura di vantaggio su Roadsters) ma sicuramente il titolo Eurocom si propone come valida alternativa, soprattutto per chi è un fanatico dei purosangue Arcade, i quali potrebbero preferirlo al duo NST-Titus.

Sonoro Sonoro 75
Grafica Grafica 83
Giocabilità Giocabilità 84
Longevità Longevità 92
Totale 84.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti