Roadster

Data distribuzione Data distribuzione 1999
Console Console Nintendo64
Genere Genere Racing
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Titus

Nel 1997 Titus fece uscire il discreto Automobili Lamborghini, titolo che aveva in un eccessiva facilità e nella realizzazione tecnica deficitaria i due principali talloni d’achille.
Due anni dopo Titus ci riprova con Roadsters: è una sorpresa. Sul serio. Ho letto recensioni pessime, roba che viaggia dal 5 al 5,5. Non fidatevi. Roadsters è un gran gioco, capace di giocarsi al fotofinish la palma di Racing Arcade per Nintendone con il più titolato Ridge Racer 64.

Arrivati nel “Main Screen”, ci si ritrova le solite opzioni: Exhibition, Time trial, practice…. ma il cuore del gioco è rappresentato dalla modalità Arcade, in cui vincendo gare potrete comprare nuove e più potenti auto per proseguire nelle piste successive.
Proprio i modelli delle auto sono la parte meglio riuscita del gioco, molto particolareggiati, con bellissimi effetti di riflessione e trasparenze, davvero somiglianti ai modelli reali, davvero un altro pianeta rispetto a modelli di Automobili Lamborghini.
A proposito: non tutte la auto sono licenziate, così a fianco di Fiat, Alfa Romeo e Lotus vi troverete robe come Giannina e Ibella, roba da pelle d’oca!
I fondali sono ben fatti anche quelli, nitidi, senza fogging (Hurrà!) e talvolta suggestivi, come il tramonto nella pista del castello. Vorrei fare una piccola critica: nel gioco è possibile usare l’alta risoluzione (se avete l’espansione, ovviamente), ma quseta è nascosta, cioè attivabile solo tramite cheat… Ma vi sembra normale? Nel senso: l’alta risoluzione è una gran bella caratteristica, perché tenerla semi-nascosta? Mistero, comunque digitate “Extra rez” al posto del nome del pilota.
Il frame rate è piuttosto sostenuto, anche se purtroppo quando i fondali sono complessi e/o quando vi troverete molte auto contemporaneamente su schermo e mi rendo conto che il N64 faccia fatica a reggere tutta questa grafica in movimento. Un piccolo dazio da pagare, tutto qui.
Il sonoro è leggermente sottotono rispetto alla grafica. Nel senso, non è male, ma è piuttosto anonimo. Apprezzo la scelta di usare musica a base di percussioni, ma qualcosa in più si poteva fare, visti i risultati ottenuti da NST con Ridge Racer 64.
La giocabilità è ottima, la reazione allo stick è perfetta, precisa e veloce, permettendo anche di darsi alla “derapata libera”.
I percorsi sono tanti e molto vari, cosa che da al gioco molta longevità, e l’immediatezza del titolo permette sfide multiplayer molto agguerrite!

A questo punto mi sembra ovvio un paragone con l’altro campione del genere, Ridge Racer 64.
Se la sfida fosse un incontro di pugilato, sarebbe una vittoria per Ridge Racer 64, ma ai punti e con giudizio non unanime.
Un fotofinish appassionante, per tornare in termini corsistici. A fare la differenza sono grafica e sonoro, che pendono a favore del titolo NST, anche se non mi stupirei che molti appassionati preferscano il titolo Roadster per la sua immediatezza. Una bella lotta, insomma, cosa che non può che rendere felice l’utenza Nintendo.

Sonoro Sonoro 84
Grafica Grafica 90
Giocabilità Giocabilità 90
Longevità Longevità 87
Totale 88.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti