Nintendogs+Cats

Data distribuzione Data distribuzione 25 Marzo 2011
Genere Genere Accudire un cucciolo
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo
Ormai l'uscita del 3DS è prossima, così come i titoli che compongono la sua, abbastanza deludente, line up iniziale. Tra questi è presente anche il nuovo episodio di un vero gioco di culto per il DS, che ha saputo con un concept semplice ma effiace vedere milioni e milioni di copie. Ovviamente sto parlando di Nintendogs che in questa nuova edizione proporrà delle aggiunte all'apparenza molto interessanti, tra le quali il fatto di usare i gatti.
Ormai tutti conosciamo il gameplay di Nintendogs: bisogna cercare di accudire un animale domestico come nella vita reale; bisogna quindi portarlo fuori a fare delle passeggiate, prima brevi ma poi con l'aumento della resistenza del cane sempre più lunghe, farlo mangiare, bere, giocare e fare tante altre azioni molto simili a quello che si farebbe nella realtà. Una formula che ha funzionato molto bene con il predecessore e che su questo episodio è riproposta pari pari, ovviamente con piccoli miglioramenti e l'aggiunta dei gatti.
Sicuramente Nintendogs è un gioco che, come pochi, è riuscito a sfruttare tutte le caratteristiche del Nintendo DS, dal touch screen allo speaker, che in questo nuovo episodio sono state sensibilmente migliorate ma la cosa più importanti è che sono state aggiunte nuove feature che aumentano di molto il coinvolgimento dell' utente, come per esempio l'utilizzo della fotocamera.  Essa infatti rimarrà sempre attiva così da permettervi di interagire con i vostri cuccioli. Un esempio è che se si avvicina la guancia allo schermo, il cucciolo cercherà di leccarvela.

Senza nome

 Un'altra feature migliorata è quella del riconoscimento vocale; adesso infatti se il vostro cucciolo sarà chiamato da qualche persona che non è il suo amato padroncino  comincerà a  mostrare una certa diffidenza, al contrario di quando riconosce il padrone.
 Un'importante funzione la avrà lo street pass, col quale mettendo in stand by il 3DS e portandoselo con sé durante le passeggiate, si potrà  simulare la passeggiata virtuale col cane ottenendo così molti vantaggi; difatti il vostro cucciolo potrà trovare oggetti misteriosi oppure, se altre persone vicino a voi hanno un 3DS e Nintendogs, il gioco può gestire un sistema di scambi tra le due console per ottenere oggetti rari.
Resta ancora da capire però, l'effettivo utilizzo dei gatti, in quanti essi non si potranno portare fuori per fare una passeggiata e neanche usare per le gare di agilità; ma una cosa è certa, se in una stanza ci saranno dei cuccioli di gatto e cane insieme, si potranno assistere a diversi comportamenti, tipici delle due razze. Quindi la paura maggiore è quella che l'aggiunta dei gatti che alla fine non influisca tanto sul gameplay, anche le razze disponibili sono solo 3, Soriano, Orientale e a pelo lungo.

Senza nome

 Dal punto di vista grafico, il gioco si presenta senz'altro buono anche se non si raggiungono vette elevate, in quanto i poligoni dei cuccioli sono fatti sì abbastanza bene, ma lo scenario e altri particolari restano abbastanza sottotono ed inoltre resta ancora tutto da vedere l'effetto 3D, anche se sicuramente sarà di grande impatto.
 Un'altra novità sarà quello di poter usare le carte della realtà aumentata: esse infatti non sono altro che delle carte normali, le quali se appoggiate in una superficie piana e inquadrate con le telecamere del 3DS si trasformeranno nello schermo della console in simpatici cuccioli che cominceranno a esplorare la zona circostante.
 Il gioco inoltre sarà in vendita in 3 diverse  edizioni:Barboncino Nano, Bulldog Francese e Golden Retriever.

Senza nome

ASPETTATIVE:


Nintendogs + cats è sicuramente un gioco che sarà capace di piazzare molte milioni di copie proprio per il suo concept efficace e semplice e siamo sicuri che questa nuova versione saprà sbalordire tutti quelli che hanno amato la versione per DS. Purtroppo però la semplice aggiunta dei gatti, presenti pure in poche razze, non sembra aver variato troppo il gameplay,  il che forse è un bene, ma sicuramente tutti noi ci aspettavamo un utilizzo più massiccio di questo nuovo elemento.

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti