Animal Crossing: Wild World

Data distribuzione Data distribuzione 2006
Console Console DS
Genere Genere Simulazione
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo
Wi-Fi Connection Wi-Fi Connection Presente
Animal Crossing (1)
Molto spesso si sente chiedere che cosa sia Animal Crossing. Molto banalmente, lo si considera un semplice simulatore di vita virtuale. In realtà la piccola perla creata dal signor Tezuka, è molto di più, è un vero e proprio microcosmo, un mondo alternativo dove al giocatore viene lasciata la piena libertà di fare tutto quello che vuole, quando vuole. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questo entusiasmante, quanto atipico, gioco.

UNO SGUARDO GENERALE



Animal Crossing: Wild World (da ora in poi AC:WW) è ambientato in un piccolo villaggio dove il giocatore può condurre una vita parallela a quella reale. Si possono compiere diverse azioni come ad esempio piantare dei fiori, raccogliere la frutta, pescare, cercare dei fossili ed interagire con i diversi abitanti, ognuno con la propria personalità. E’ anche presente un museo, un municipio e due negozi per comprare oggetti, mobili e vestiario. Le giornate e le stagioni sono regolate dall’orologio interno della console, dando così una sensazione piuttosto realistica. Inoltre in alcuni periodi si attiveranno eventi speciali (come dei tornei), dove vengono coinvolti tutti gli abitanti. Tecnicamente il gioco è ben fatto ed immediato dall’inizio, ma spesso si ha la sensazione che il villaggio è un po’ troppo piccolo.

PRIMI MOMENTI DI GIOCO



 
 Una volta accesa la console ed avviato AC:WW, vi ritroverete a bordo del taxi del signor Remo che vi porrà alcune domande. Questo dialogo è fondamentale poiché a seconda delle vostre risposte verrà creato l’aspetto del personaggio ed il villaggio. Una volta terminata la conversazione, vi ritroverete davanti alla vostra bella casetta. Vi viene subito spiegato che il boss del villaggio, Tom Nook un avido negoziante, vi ha accolti con piacere nel mondo di Animal Crossing ma ad un prezzo: pagare il mutuo della vostra casa e fare, per conto suo, qualche piccolo servigio nei primi momenti di gioco. Una volta sbrigate le commissioni, sarete liberi di girare per il villaggio al fine di conoscere gli altri abitanti e racimolare denaro.
 
Animal Crossing (2)

E ORA COSA FACCIO?



 
 In AC:WW non ci sono lavori da intraprendere. Le diverse attività che si possono praticare sono una libera scelta del giocatore. Grazie alla canna da pesca si possono collezionare pesci di diverse razze per poi rivenderli al negozio o donarli al museo. Sono presenti esemplari più o meno rari che compaiono a seconda delle stagioni e dall’orario nel quale vengono pescati. Se la pesca non fa per voi, ci sono fiori ed alberi di ogni specie da piantare. Se non avete nemmeno il pollice verde non disperate, c’è sempre la ricerca fossili per il museo. E’ inoltre possibile, grazie ad un retino, cacciare insetti di ogni tipo come api o farfalle.
 Oltre a tutte queste attività c’è la più divertente: l’arredamento della vostra casa. Nel corso del gioco sarà possibile ottenere mobili, pavimenti e carte da parati comprandoli al negozio oppure in altri modi che non svelo per non rovinarvi la sorpresa. Il catalogo degli oggetti è vastissimo e sono sicuro che ognuno potrà sbizzarrirsi come meglio crede. Altro aspetto interessante è quello di poter acquistare vestiti ed accessori per il proprio personaggio. Magliette, cappelli, barbe e molto altro ancora potrà essere utilizzato per migliorare il proprio aspetto. Si possono anche disegnare loghi da applicare sul proprio vestiario oppure nel villaggio. Le possibilità sono davvero infinite.
 

I VOSTRI VICINI



 
 Vivere in un villaggio vuol dire conoscere gente nuova. Inizialmente saranno presenti solo 4 case oltre alla vostra, nelle quali abiteranno altrettanti animali scelti a caso da una lista di 200 personaggi diversi. Con il passare del tempo arriveranno nuovi amici, ed altri se ne andranno. Ognuno di essi ha una personalità ben definita e nutrirà delle antipatie e simpatie verso gli altri animali o verso di voi. Parlando con loro, molte volte vi sarà chiesto di sbrigare delle commissioni che non hanno tempo o voglia di fare. Capiterà anche che vi vorranno vendere o regalare degli oggetti. Parlando delle loro case ognuna riflette, tramite l’arredamento, la personalità dell’inquilino. Troverete infatti mobili retrò, moderni o chic, cosa che torna molto utile durante il mercatino delle pulci un evento particolare dove sarà possibile acquistare mobili dagli altri “crossers” per la propria casa. Ma non è finita qui. Gli abitanti di AC:WW adorano anche spedire e ricevere lettere. Non mancherà l’occasione di iniziare dei veri e propri rapporti epistolari anche se il più delle volte, le risposte che riceverete saranno confuse o non c’entreranno nulla con la vostra lettera inviata poco tempo prima.

E SE TUTTO QUESTO BEN DI DIO NON E' ABBASTANZA....



 
 C’è molto altro ancora nell’universo di AC:WW. Personaggi che compaiono in alcuni periodi della settimana, stelle cadenti, ufo, eventi periodici, fuochi d’artificio, quest collaterali, insomma un concentrato di aggiunte che rompono la monotonia delle giornate e che regalano al giocatore sfide sempre nuove e momenti irripetibili. Non voglio entrare troppo nel dettaglio per non rovinarvi la sorpresa, ma vi assicuro che i colpi di scena non mancheranno.
Animal Crossing (3)

IL MULTIPLAYER



 
 Il multiplayer è il punto di forza dell’intero gioco. Localmente o globalmente tramite wi-fi connection, è possibile visitare i villaggi dei propri amici per allestire veri e propri tornei di pesca o di caccia. Ci si possono scambiare anche degli oggetti per ampliare il proprio catalogo. Un’altra cosa molto simpatica è che i personaggi non giocanti di un villaggio possono decidere di trasferirsi in quello di un amico. Tecnicamente parlando la connessione funziona perfettamente e permette di invitare un massimo di 3 ospiti senza rallentamenti o lag di sorta.

REALIZZAZIONE TECNICA



 
 AC:WW è un gioco interamente in 3D e non poteva essere altrimenti. Tutto è realizzato con la massima cura ed ogni dettaglio è riconoscibile e ben definito. La telecamera è fissa sul personaggio collocato al centro dello schermo. Negli interni è possibile cambiare l’angolo della visuale. I brani sono molto rilassanti e tranquilli e si adattano alla perfezione al gioco. Il parlato è molto simpatico ed ogni personaggio ha un proprio timbro di voce che lo differenzia dagli altri. La giocabilità è pressoché perfetta ed è possibile selezionare in qualsiasi momento un controllo via touch screen od un altro più tradizionale con i pulsanti. Purtroppo il sistema di controllo tramite schermo tattile non è perfetto e non sostituisce sempre quello classico. In alcune occasioni vi ritroverete a scegliere l’uno o l’altro per una questione di comodità. La traduzione dei menu è ottima ed il gioco è completamente in italiano.

CONCLUDENDO



Un titolo splendido ma molto sui generis. E’ questa la motivazione che mi ha spinto a non affidare il voto massimo a Wild World. Paradossalmente è la longevità il suo punto forte e debole allo stesso tempo. AC:WW può appassionare per anni come può stufare dopo qualche settimana di gioco intenso. Ve lo consiglio se amate buttarvi in esperienze totalmente nuove o dal ritmo lento e rilassato. In ogni caso è un prodotto di pregevole fattura che si aggiunge alla lista dei migliori giochi per Nintendo DS disponibili attualmente.

Divertimento Divertimento 8
Diverte come pochi altri giochi sono in grado di fare.
Per la sua natura atipica può stufare e sembrare troppo monotono.
Sonoro Sonoro 8
Musiche in linea con lo spirito del gioco.
Parlato fantastico.
Brani compositivamente troppo semplici, si è sentito di meglio.
Grafica Grafica 8.5
Molto colorata.
Nessun rallentamento dovuto al motore grafico.
Giocabilità Giocabilità 9.5
Sistema di controllo perfetto.
Immediato sin dalle prime fasi di gioco.
Longevità Longevità 8.5
Può durare anche oltre un anno.
Ma può stufare dopo qualche settimana.
Totale 8.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti