Sonic sulle console Nintendo


Ecco, in un riassunto targato Frozen, ciò che ha combinato Sonic su tutte le console Nintendo su cui è comparso:

Gamecube


gc
Nintendo nel 2002 rilascia questa nuova console. Un 128-bit che dimostra subito quanto vale. Forse passato un po’ sottotono, però ha regalato moltissimo a tutti. Intanto per SEGA gli affari vanno male, e si vede costretta a ritirare dal commercio la sua Dreamcast. Ovviamente non si scoraggia, e quindi decide di continuare a produrre console con Microsoft. L’Xbox doveva essere un progetto SEGAMicrosoft. Alla fine per vari problemi legati all’online della console non si è più fatto nulla. Rimane quindi la scelta di distribuire i nuovi giochi e alcuni riproposti nelle nuove console del mercato.
Nintendo eterna rivale di SEGA ricopre un ruolo importante per Sonic: nel 2002 su Gamecube esce il porting di Sonic Adventure 2, denominato "Battle". Un corposo remake grafico e tantissime novità (appunto il sistema battle). Soddisfatti delle vendite, nel 2002 esce una compilation, esclusiva per GC chiamata Sonic Mega Collection, contenente praticamente tutti i capitoli per Megadrive, qualcosa per Master System, regala a tutti i fan anche scan dei fumetti, un trailer esclusivo di Sonic Heroes e qualche immagine interessante. Intanto esce nel 2003 il porting di Sonic Adventure, denominato DX: Director's Cut. Qui oltre ad un ottimo restyling grafico si aggiunge anche una modalità missione, con vari obiettivi da soddisfare. Sonic team sviluppa inizialmente Sonic Heroes in esclusiva Gamecube, ma con una decisione presa alla fine, anche su Xbox, PC e PS2. Un avventura spensierata e colorata, che riscuote un po’ di successo, soprattutto tra i giovani. Lato positivo del gioco, è la possibilità di vedere 4 team di 3 personaggi ognuno all’opera. Tra questi, appaiono anche dei Personaggi dimenticati, il Team chaotix. Oltre ad Heroes, Sonic team rilascia Anche Billy Hatcher and the giant egg. Nel 2005 si hanno le Player's Choice di Adventure 1, 2 e Sonic Heroes. Sempre nel periodo, esce anche un'altra compilation, la Sonic Gems Collection. Questa volta troviamo titoli più “accattivanti” come SONIC CD o Sonic the fighters, che raramente ha visto faccia qui in Europa. Con l’avvento del cartone Sonic X la curiosità per Shadow aumentava, quindi decisero di dare luce a una storia per Shadow. Nasce Shadow the hedgehog. Purtroppo uno degli esperimenti del sonic team mal riusciti. Solo verso la fine del Gamecube, 2006 esce Sonic Riders, spin-off della serie. Un racing game differente dai generis che purtroppo ha deluso le aspettative. Questo è un nuovo inizio per Sega, che promette a tutti i fan di Sonic di farsi valere anche a casa della sua rivale.

Gameboy Advance


gba
In contemporanea al Cubo della Nintendo, Anche su Gameboy Sega si fa sentire. In collaborazione con THQ (team di Konami per chi non lo sapesse) nel 2001 nasce Sonic Advance. Lo sforzo per ricreare le atmosfere dei primi capitoli c’è stato, però non si è rivelato all’altezza. Rimane comunque un platform godibilissimo. Sempre con THQ, Sega rilascia un seguito di Gunstar Heroes (noto su Saturn) a sorpresa di tutti. Sonic Advance 2 non tardò a seguire, infatti un anno dopo uscì portando con se un nuovo personaggio: Cream the Rabbit. Da questo capitolo, si poteva scegliere di collegare il GBA al Gamecube tramite il famoso cavo, per giocare adventure con un piccolo extra. Purtroppo non ha avuto molto successo. I geniacci del sonic team creano un quasi capolavoro dedicato a Sonic, uno spin-off della serie denominato: Sonic Battle.  Per chi lo ha provato, ma in generale la critica ne parla benissimo, un sistema di combattimento unico, una trama profonda e fantastica, un insieme di caratteristiche che potevano portare al successo questo capitolo…peccato che fu snobbato dalla maggioranza. E Battle non fu l’unico spin-off ad uscire. Seguito infatti da Sonic pinball party, nessuno dei due ebbe discreto successo.   
Intanto, le collection con il primo capitolo uscivano, e nel 2004 si è visto un Sonic advance Chu Chu roket. Sempre nel periodo, viene rilasciato l’ultimo episodio della saga advance, il terzo capitolo. Le uniche novità riguardavano la ricerca dei chao e l’unione di due personaggi per fare un team. Ognuno con caratteristiche diverse e stili diversi. Da notare come sempre nel corso dell’anno, sonic team rilascia Astroboy, gioco ispirato al cartone. Ottimo graficamente, ma anche come gameplay, riesce a soddisfare molte persone. Sempre nello stesso periodo esce anche sonic advance/ sonic battle . Altra comparsa di sonic la vediamo nella ultra convertita SEGA SMASH PACK, dove possiamo scegliere tra i vari giochi Sonic Spinball(uscito originariamente su megadrive). Per la Gameboy advance video, periferica sconosciuta ai più, sega dedica un episodio della saga di SONIC X.  Chiamato Sonic X: A Super Sonic Hero ed editato solo in America, prende la puntata dove Sonic si trasforma in Super Sonic. Al 15 anniversario di Sonic, per gameboy fu pubblicata una riadattazione di Sonic 1 per megadrive. Uscita solamente in America e Giappone, non ripropone nulla che l’originale aveva da offrire. Ancora una volta, Sega ha tenuto duro, ed ha pubblicato giochi importanti per la saga di Sonic.

Nintendo DS


ds
Su DS sonic si è fatto valere. Nel 2005 un velocissimo Sonic Rush è partito a doppio schermo su DS. Ottimo, veloce, vario…mancava l’esplorazione dei primi capitoli, per il resto il DIMPS team ha messo tutto. Il successo lo ha avuto…e un nuovo inutile personaggio: Blaze. Intanto che su wii, ps3 e le altre console escono gli altri giochi, il DS conta su una collection con Sonic rush e super monkey ball touch & roll edito in america(un po’ come secret ring). Solo nel 2007, rush ha finalmente un seguito: Rush Adventure. Questa volta si svolge sul mare l’azione, dove incontra di nuovo Blaze. Questa volta dovranno combattere un Eggman pirata. Altre uscite da segnalare: Sonic all-star racing, superstar tennis e le controparti per DS dei giochi olimpici. Un altro gioco che il sonic team ha fatto in collaborazione con Bioware è Sonic: the dark brotherhood. Un jrpg, dai toni molto Dark e soprattutto MOLTO difficile. Purtroppo lo sviluppo non è stato dei migliori. Danni troppo bassi, nemici troppo forti, un insieme di fattori che con l’appoggio del comparto sonoro, distruggono il gioco citato. Una curiosità: The Dark Brotherhood è uscito prima in America e Europa. Solo molti mesi dopo i giapponesi hanno potuto provare questo gioco. E in questi giorni possiamo trovare Sonic classic collection per DS. Riadattamento al doppio piccolo schermo dei primi 4 capitoli.

Wii


wii
Ormai SEGA ha preso il via. In Nintendo vede un minimo di successo. Con l’uscita di Brawl, vedere Sonic è stata una svolta per miliardi di fan(compreso me che ha acquistato il wii e brawl solo per lui). Quindi decide di lanciare in esclusiva la Tales Series, una raccolta di tre giochi ispirati a Fiabe e favole. Il primo capitolo è uscito nel 2007 ed è Sonic and the secret rings. Molto sui binari, limitava molto la libertà vista in heroes o adventure. Con una formula particolare, non riuscì a convolgere molto pubblico. Due anni dopo, torna con Sonic and the black knight, questa volta ambientato nel medioevo di Artù. Anche in questo caso, viene adottata la stessa formula di Secret ring, aggiungendo la spada. Con essa si può colpire i nemici. Sono stati molti ad aspettare questo capitolo, ci si aspettava molto sotto l’aspetto tecnico. L’ottima grafica non ha compensato la durata e il gameplay, deludendo moltissimi fan. Il terzo capitolo non si sa quando sarà rilasciato e dove sarà ambientato. Un anno prima, nel 2008, viene rilasciato il sottovalutato e particolare Sonic Unleashed. Si può dire benissimo che tralasciando le parti di notte, è l’erede della Serie adventure. I livelli di giorno sono una goduria unica, che le garantisce ore di vero divertimento. Peccato che Sega ha voluto inserire una genesi di Sonic, wherehog, che lo trasforma in lupo mannaro di notte. Come immaginabile, tutto il gioco diventa pesante e rigido. Si perde moltissima velocità, e diventa noiosissimo. Comunque la storyline permette di godersi un ottimo spettacolo. E sempre nello stesso anno viene rilasciato Sonic Riders: Zero gravity, Seguito del primo capitolo visto su Gamecube. Anche questo deludente come il predecessore.. In america, nel 2008 esce una collection formata da Sonic secret ring e  monkey ball… nulla da gioire. Sega nel 2007 avanza una proposta a Nintendo: Mario e Sonic insieme, in un gioco di olimpiadi. Cosa plausibile? Si, infatti vediamo che Mario e Sonic ai giochi olimpici è reale. Ma non solo. È anche un ottimo gioco, apprezzato da molti. Tale successo ha spinto a creare anche una versione invernale, sulle montagne di Vancouver e varie locazioni di Sonic e compagni belli. Mario e sonic alle olimpiadi invernali, rilasciato nel 2009, ha avuto abbastanza successo come il predecessore... Tralasciando ancora una volta i capitoli “solo Sonic” ecco che Sega si inventa di unire tutte le Star in un unico gioco, di Tennis. Sega superstar tennis, quindi è quello che ha tirato fuori dal cappello. Una multiconversione che ospita gran parte delle star Sega. Solo ultimamente 2010 è stato rilasciato anche Sonic & Sega All-star Racing, ove racchiude la maggior parte dei personaggi sega in un delizioso Racing kart games alla Mario Kart. Grazie al servizio virtual console, è possibile scaricare i primi 4 capitoli della saga, oltre a spinball e 3D blast per megadrive. Da notare anche sonic 1, 2 e chaos per master system, che pur non essendo ai livelli della versione Megadrive, riescono comunque a farsi distinguere.

Il futuro



Per Sonic c’è un futuro? Lo scopriremo con l’ultimo progetto. Il vero quarto capitolo della saga: Sonic the Hedgehog 4. Un po’ Sonic 1, un po’ il 2, un po’ nuovo, è un nuovo capitolo 2D. Ormai completo è dedicato a tutti i fan che ancora credono in lui.

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti