Pokémon Rubino & Zaffiro

Data distribuzione Data distribuzione 25/07/2003
Console Console GameBoy Advance
Genere Genere JRPG
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Game Freak
Salvataggio Salvataggio Interno

Questa storia comincia molti anni fa...
Milano, o giù di lì.
Un diabolico scienziato diabolicamente pazzo sta diabolicamente ultimando la sua diabolica creazione...
Il giorno prima, ebbe a conoscere il sommissimo Sidvi, mentre questi era in stato confusionale, in un misto di alcolismo, tossicodipendenza e in preda alla febbricitante febbre che nacque dall'unione genetica tra un cuba libre e la famosa birra [ecologica ndCaribe] del Caribe (che tra parentesi il Sid ha bevuto, e ciò non ha fatto altro che peggiorare le sue già tristi condizioni di salute mentale).
Il bello è che il sidvi non era in uno stato particolare, ma in quello abituale.
Da ciò si può intuire lo scompenso mentale causato al povero scienziato non ancora pazzo.
E la sua creazione comprende sia l'insondabile cervello del sidde (nel senso che non ci si può capire niente) che le perversioni mentali che ogni persona che conosce il sidde è costretto a subire.
Come vedete, anch'io sentendolo parlare sono diventato come lui.
Ma a questo punto, qual era la creazione dello scienziato?
Era terrificante.
Su due gambe magrissime, poggiava un corpo che dire orrendo è dire poco.
Ma la cosa veramente terrificante era... la testa... orrendo miscuglio di bestialità, gigggggantesco inciucio di orrorificazioni... vi basti sapere che il naso era orrendamente rosso e di dimensioni mastodontiche, per di più faceva da base a un paio di occhiali spessi come un vocabolario e grandi come il vuoto nel cervello di Totti.
Per non parlare dei capelli, che sarebbero funti per anni da posacenere, o questa leggenda è dovuta solo e unicamente al colore grigio topo dei suoi capelli.
Quest'essere invero poco drupaceo vestiva di solo verde... pantaloni verdi, maglia verde, cappello verde, cravatta verde con spilla verde di una certa simbologia celtica.
La cravatta poggiava sul gigantesco petto che sbucava dalla maglietta aperta in quel punto, orrendamente ricoperto di peli tanto lunghi da far sembrare Lucio Dalla un attore di pubblicità per prodotti depilativi. Il suo nome, il suo orrendo nome...
Umberto...
B*ssi...
Egl... ehm, esso fu il primo POKéMON della STORIA...

Mamma, li porchemon!



Il giorno che Satoshi Tajiri venne in Italia, si imbattè in Umberto B*ssi: le conseguenze furono tragiche, l'uomo tornò in giappone e decise che avrebbe creato 151 mostri ripensando alla visione del mostro italiano; ne avrebbe fatto un gioco per gheim boi, da proporre alla nintendo.
Ci riuscì, e da lì nacquero Pokemon rosso e verde (diventato blu in america e europa)...
In cosa consitevano, sti giochi?
In classici RPG in japan stile, con la differenza che durante l'avventura il giocatore si sarebbe trovato a dare la caccia a tantissime creature (151) che andavano catturate e allenate per poterle usare in combattimento (rigorosamente a turni).
La particolarità era che in ogni versione mancavano certi pokemon che invece erano presenti nell'altra (pur essendo per il resto completamente identiche), e questo portava allo scambio delle creature, per raggiungere l'obiettivo ultimo: scoprire il sesso di Paltinett... ehm, no, completare la collezione di porchemon.

Storia porchemonosa



Sorvolando sulle banali speculazioni commerciali (giallo, crystal e quant'altro) questo, dopo appunto rosso/blu e oro/agento, è il terzo capitolo della saga porchemonosa, e queste due cartucce hanno come nome quello del titolo della rece.
Mi direte: come combattere i peli superlui?
Come sconfiggere la sudorazione eccessiva?
Come sgonfiare la ritenzione idrica?
Come farsi una a scelta tra la Marcuzzi, la Colombari e la Hunziker?
Come accidempoli fai, o maledetto gigrobò a giocare a pokemon rubino/zaffiro visto che in europa esce a fine luglio?
A meno che non vi chiamiate Simone Inzaghi, Costacurta o Ramazzotti (anche se in questo caso non so quanto vi sarebbe convenuto), non saprei, però intanto posso dirvi che se avete problemi estetico-sanitari ve li tenete, e che mi sono premurato di sgraffignare un GBA ad un amico (ovviamente inconsapevole) con annessa una versione rubino americana, e mentre io l'ho finita da un bel po', voi dovrete rosicare ancora un mesetto, bwa ah ah ah!!!

Miiiii li porchemon su Gheim Boi Advans!!!!!!!!!



Allora, i pokemon giungono sulle sponde portatili nintendose della nuova generazione, e fanno le cose in grande: una grafica rivista quasi completamente (come vedremo più avanti) e più di 100 pokemon (non so esattamente, ma molto probabilmente 130) nuovi, portando la cifra totale ad un quisquilioso 381...
E' questo uno dei primi stupori di P:R&Z: la nuovissima avventura che vi troverete a vivere vi lancerà nel nuovo continente di... er... aspetta che accendo lu GBA... (come cacchio si scrive?!?) ah, ecco: Hoenn.
Sì, in questo nuovo continente (che si aggiunge a Johto, oro e argento, e a Kanto, rosso e blu) comincerete la vostra avventura, e sarete sommersi dalla quantità dei pokemon nuovissimi, ci vorrà una ventina di ore di gioco prima che uno dei vecchi pokemon si affacci timidamente sul vostro display.
I nuovi pokemon sono grossomodo alla stregua di quelli vecchi, e ne fungono da sostituti, per tutta l'avventura.
Parlando della storia, vostra madre, che è un mostro di quelli terrificanti, vi costringe a viaggiare sul camion del trasloco, e dalla vostra nuova città dovrete regolare l'orologio, scegliere uno dei tre pokemon iniziali e partire per un lungo viaggio in cui catturerete pokemon selvatici e assieme al porchemon iniziale ne sceglierete 6 per farvi la vostra squadra da utilizzare per sconfiggere i mostrilli degli altri trainer.
Inoltre, raggiungendo le varie città, troverete le palestre pokemon, dove ci sarà un capopalestra che vi attende per sfidarvi: sono allenatori più forti, che una volta sonfitti vi daranno una medaglia.
Quando le avrete tutte e otto, ste medaglie, potrete... scopritevelo da voi. Insomma, è tutto fin troppo chiaro. Nintendo e Game Freaks non si sono preoccupate troppo di creare un gioco innovativo, ma si sono legate alla solita meccanica alla pokemon, evidentemente per non perdere i milioni di appassionati di pokemon nel mondo.
Ecco uno dei principali difetti, che dirò poi.

Pokemonos video! (sarebbe latino...)



I pokemon su GBA presentano sì 130 pochemon nuovi, ma la cosa che salta all'occhio è la grafica.
I disegni di pokemon e personaggi sono splendidi, coloratissimi, lontani anni luce (com'era prevedibile) dai pur graficamente ottimi oro e argento. Nuove animazioni, colori più vivi e effetti nuovi si vedono sia nei combattimenti che negli ambienti.
Ma niente di eccezzionale, per questi ultimi. Non è sicuramente il gioco che spreme il GBA, (la differenza con Golden Sun, per esempio, è abissale), rimanendo nel classico stile della serie, fin troppo quadrata, ma nel complesso molto gradevole.
Insomma, la differenza coi capitoli precedenti si nota, ma niente di trascendentale.
L'aspetto sonoro è nella media... musichette nella norma, abbastanza banali, lontante anni luce da quellle ottime di Blu/Rosso.

Acchiappali tutti!



Pokemon, come avrete capito, è un RPG classicissimo, con la differenza che il vostro party è completamente selezionabile da voi.
Potete catturare i mostricciattoli che intendete usare (al massimo 6 in squadra) e utilizzarli nella vostra avventura, fino a diventare i Campioni della Lega Pokemon...
Esistono molti tipi di pokemon (e quindi di attacchi), che equivalgono agli elementi naturali o meno (chessò, acqua, erba, fuoco, psico, acciaio, terra), e alcuni tipi sono forti contro altri, altri sono deboli contro certi tipi (per esempio, fuoco batte erba, erba batte acqua e acqua batte fuoco, terra batte elettro, erba batte roccia, psico batte lotta, ecc...). Ma quello che ha reso pokemon un successo enorme è il collezionismo delle creature.
Completare il pokedex è sempre stata un impresa piuttosto ardua (io ho completato solo quello di rosso, con Mew per giunta, tanto per farvi rosicare... ;-D, in oro no... però ho Celebi ;-D) e visto che molte creature sono molto rare, sono fioriti scambi via cavo link e ricerche per anni di quello stramaledettissimo marill che non vuole saperne di uscire fuori... Questo è pokemon, che vi piaccia o no.

Sì, ma sti nuovi gheim come so'?



Sono sicuramente due ottimi RPG.
La meccanica di gioco è quella classica, sempre appassionante, vi terrà sempre incollati allo schermo.
Ogni salita di livello, ogni evoluzione è una soddisfazione infinita. Bisogna dire, però, che la sensazione di stare giocando ad un aggiornamento delle precedenti versioni è fortissima.
E' sempre lo stesso gioco, le palestre, i pokemon, la lega, e la praticamente totale assenza di trama (quel poco che c'è è incredibilmente banale)... va bene una volta, ma già alla seconda qualcosa cominciava a scricchiolare.
I nuovi pokemon sono molto inutili... alcuni sono azzeccati, ma in molti casi il design lascia parecchio a desiderare, sia in bellezza in sè che in originalità... per esempio, cosa cambia tra Butterfree e Beautifly? Invece di caterpie e metapod, ci sono Wrumple e Cascoon... e allora?
Sorvolando su questo particolare, pokemon rubino/zaffiro resta un ottimo gioco ma è talmente poco originale che a questo punto consiglierei un altro RPG, tipo Golden Sun 2.
L'ultima nota critica è personale. Sono un giocatore nostalgico, e ammetto che dopo aver sconfitto la Lega della versione oro mi è scappata una lacrimuccia vedendo che gli sviluppatori avevano rimesso tutto Kanto, completo di medaglie, con tutti i cambiamenti avvenuti nei tre anni dalla fine di rosso/blu... inoltre, dava al gioco tutta un'altra durata... 50 ore di gioco (in rubino e zaffiro) non sono tantissime in un RPG...
Ma comunque il vero scopo è completare la collezione di pokemon, e per questo ci vorrà TAAAAANTO tempo.
Visto anche che la capacità di una cartuccia GBA è MOLTO superiore a quella di una GBC, non sarebbe stato male rivedere sia Johto che Kanto... ma evidentemente la fretta di mettere il gioco in commercio è stata tanta. Si è anche operato in modo un po' drastico per aggiungere i porchemon... quelli vecchi sono stati quasi completamente tagliati fuori, e se da un lato è bene per caratterizzare quelli nuovi, dall'altro avrei gradito un po' più di presenza per quelli vecchi, se non altro per vederne di più in mezzo a quelli nuovi.
Io di pokemon ne ho visti neanche 150... la domanda è: dove diavolo stanno gli altri?
Non sto scherzando, non ho davvero la minima idea di dove gli sviluppatori li abbiano nascosti... e in effetti un centinaio di pokemon ottenibili solo con lo scambio con le altre versioni mi pare un po' troppo.
Comunque Ruby/Sapphire resta un gioco molto curato, appassionante, ma che ha l'originalità di una mosca... e si sente, e non bastano dei particolari concorsi di bellezza degli attacchi o la possibilità di coltivare le bacche, per farne caramelle che abbelliscono i porchemon per farne un gioco innovativo.
Se siete dei veri pokefan non potete farvelo scappare, se volete solo un buon RPG puntate tutto sull'attesa di Golden Sun 2. Io però consiglierei ancora Oro, argento, o cristal... forse sono ancora il massimo in fatto di porchemon.

Adios.

Sonoro Sonoro 8
Musichette simpatiche...
... ma TANTO banali
Grafica Grafica 8
I disegni nelle lotte
Gli ambienti e l'insieme.
Giocabilità Giocabilità 9
da infatuazione
essere costretti a volte a fare un casino di combattimenti con porchemon selvatici può essere frustrante
Longevità Longevità 9.7
Quando avrete completato il porchedex scrivetemi...
Chi non avesse voglia di completare la collezione potrà trovare un po' poche le 50 ore fino al "the end"
Innovazione Innovazione 7.5
Qualche idea, come le bacche da coltivare e i concorsi di bellezza
Praticamente un vecchio gioco di pokemon minimamente aggiornato.
Totale 9.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti