Super Mario Land

Data distribuzione Data distribuzione 28/09/1989
Console Console GameBoy
Genere Genere Jump'n'Run
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo
Salvataggio Salvataggio No
Super Mario Land
Racconta la storia: "Molto tempo fa, in un mondo pacifico chiamato Sarasaland, c'erano quattro regni: Birabuto, Muda, Easton e Tschai. Un giorno un'enorme nuvola oscurò il cielo di Sarasaland. Dalla nuvola uscì un terribile mostro spaziale, fino ad allora sconoscuto: Tatanga. Tatanga ipnotizzò tutti gli esseri del Sarasaland e poté controllarli a suo piacimento, finchè tutto il Sarasaland finì sotto il suo controllo. A quel punto gli rimase un solo desiderio: sposare la principessa Daisy.
Mario venne a sapere di tutta questa faccenda e partì subito alla volta del regno Tschai, dove si era riufugiata la principessa Daisy, e si propose di rimettere a posto tutto il Sarasaland. E ,come sappiamo trutti, riuscì nella sua impresa
"
Super Mario Land

Descrizione



E' questa la prima di due avventure di Mario sul Game Boy in veste di eroe che salva il mondo. Giocare al Super Mario Land è davvero eccezionale, il gioco ripropone i personaggi e gli oggetti che i videogiocatori del tempo conoscevano dal NES: troviamo i Gumba e i Koopa, i cubi con il punto interrogativo, le stelle che sono il simbolo per l'imbattibilità, i funghi per dare a Mario la possibilità di crescere e di diventare più forte e i cuoricini che simboleggiano l'"1UP" (sul NES erano i funghi verdi) e il fiore per poter lanciare delle palline che distruggono i nemici a distanza, infine le monete che permettono, raccogliendone 100, di guadagnare altre vite, insomma tutto quello che fa parte della cultura Nintendo.

Lo svolgimento del gioco è molto schematizzato e sequenziale: esistono 4 regni divisi ognuno in 3 settori per un totale di 12 quadri. I quadri si svolgono rigorosamente da sinistra verso destra, senza neppure la possibilità di tornare indietro, particolare questo derivato da difficoltà tecniche che i programatori hanno sfruttato per aumentare la difficoltà di certi passaggi. Alla fine di ogni settore sono disponibili due uscite, una semplice posta in basso e una difficile posta in alto che permette l'accesso alla bonus-round che permette di vincere 1, 2, 3 vite oppure un fungo o un fiore. Soltanto il terzo settore è particolare perchè culmina con la sfida a un boss e permette direttamente l'accesso alla bonus-round. Infine l'ultimo quadro (il 4-3) ha due boss, il primo è una nuvola e il secondo Tatanga in persona che lancia sfere infuocate da tutti i pori. Scopo del gioco è chiaramente battere Tatanga, ma lo si può fare ottenendo diversi punteggi perchè qualunque azione permette di guadagnare punti: prendere una moneta equivale a gruadagnare 100 punti, i boss ne valgono 5000. Ogni 100.000 punti si guadagna un CONTINUE che permette di continuare a giocare anche se abbiamo terminato le vite.
Super Mario Land
La difficoltà cresce costantemente andando avanti: i nemici diventano più pericolosi, i buchi nel suolo sono più numerosi e si può cadere più facilmente. Una volta battuto Tatanga il gioco ricomincia da capo in modalità difficile (i nemici aumentano), se riuscite a battere nuovamente Tatanga potrete scegliere il quadro da cui partire un'altra volta.

Purtroppo ancora non esistevano le memorie interne alle cartuccie e pertanto nessun record sopravvive allo spegnimento del Game Boy, un vero peccato. La grafica è molto arcade, ma la musica è sempre adatta alle situazioni e la musica finale è bella veramente anche dopo 10 anni.=Secondo me=

Idee geniali in un Jump'n'Run veramente bello se si ignora la grafica, in barba alle difficoltà tecniche

Sonoro Sonoro 8
Grafica Grafica 6
Giocabilità Giocabilità 8
Longevità Longevità 7
Totale 7.2

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti