The Legend of Zelda - The Wind Waker

Data di distribuzione Data di distribuzione 11/05/03
  • Sviluppatore Nintendo
  • Produttore Nintendo 

Space World 2000, 24 Agosto 2000:

Durante la conferenza stampa Nintendo mostra alcune Tech Demo, tra cui Luigi's Mansion, Pokémon, Mario 128, Star Wars, Wave Race ma, soprattutto, Zelda. Il demo su quest'ultimo gioco era qualcosa di mai visto prima: poligoni ed effetti luce a valanga viaggiavano sullo schermo come niente. Per non parlare poi della scenetta: Link che combatte contro il suo nemico di sempre, Ganondorf, con delle spade gigantesche consumate dall'usura. Il filmato dura solo 19 secondi, ma è quanto basta per far impazzire di gioia il pubblico.

E32001, 16 Maggio 2001: Nintendo ripropone lo stesso filmato di 8 mesi fa, ed anche questa volta è un successo. Alla fine dello scroscio di applausi Peter Main dice:"it's all true".

Space World 2001, 23 Agosto 2001: Nintendo è intenzionata a far attirare l'attenzione del pubblico sui giochi che usciranno assieme alla console 21 giorni dopo la fine della conferenza, ma purtroppo non ci riesce. Infatti questo qua verrà ricordato come lo Space World dello "strano" Zelda. Fa la sua apparizione un Link stile cartoonesco, tutto diverso da quello visto in Ocarina of Time e Majora's Mask, ma soprattutto, dalla precedente Tech Demo. La tecnica adottata è il Cell Shading, avviata dalla Sega con Jet Grind Radio. Durante il video di circa un minuto, si nota che la grafica è ottima, anche se naturalmente, per "colpa" dello stile grafico meno impressionante del precedente Zelda.

Nella prima e nell'ultima parte del filmato si vede Link alle prese con un Dungeon, con tanto di nemici e mostri vari. Da subito si nota come sia stato migliorato il sistema di puntamento e come siano state ampliate le mosse a disposizione di Link.

Nella parte centrale il nostro eroe si avventura per la foresta, dove incontra anche delle fatine... molto bello.

Anche questa volta alla fine del filmato ci sono moltissimi applausi.

La demo ha suscitato diversi scetticismi all'interno dei fan Nintendo: ci sono quelli, come me, a cui piacciono entrambi gli stili, quindi sia quello della vecchia Tech Demo sia questo, ce ne sono altri, invece, che proprio non riescono a superare lo shock.

A questi ultimi voglio solo dire che il primo Link non cartoonesco si è visto in Ocarina of Time e quindi, lo "strano" Link, semmai, non è certo questo qua dell'ultima versione.

Prima di trarre dei giudizi affrettati comunque scaricatevi il filmato, dato che gli screenshot non rendono l'idea di tanta beltà.

Qui sotto riporto le parole di Miyamoto, che spiega il perché di questo cambiamento:

Domanda: "Signor Miyamoto, perchè avete deciso di cambiare radicalmente il nuovo gioco di Zelda?"

Miyamoto: "Come ho già detto durante la conferenza, non sono pronto oggi per dire nulla di più a proposito del nuovo Legend of Zelda. Vogliamo portare l'attenzione maggiormente sui giochi che usciranno prima di fine anno. Come sapete, ho chiesto espressamente di non scattare e di non pubblicare fotografie del gioco, quindi se qualcuno lo farà, saprò chi è stato (ride).

Scherzi a parte, il video che vi abbiamo mostrato all'E3 era quasi identico a quello che avevamo mostrato un anno fa allo SpaceWorld. Non vi stavamo mentendo a proposito di ciò che stavamo facendo. All'E3 abbiamo semplicemente tenuto segreto il cambiamento, ma un anno fa allo SpaceWorld stavamo seriamente lavorando sul progetto che vi avevamo mostrato. Un anno fa stavamo facendo moltissimi esperimenti, e stavamo cercando di decidere quale direzione la serie di Zelda avrebbe intrapreso. In seguito ho lavorato ad altri progetti, come i nuovi giochi di Zelda per GameBoy, e allora ho iniziato a pensare quale fosse l'età ideale di Link. E' davvero un Link adulto quello che voglio nei miei giochi?

Come sapete, se un prodotto riceve un'ottima accoglienza e viene considerato un hit, nel corso dell'anno seguente un'infinità di prodotti simili arriverà sul mercato. Anche l'industria del cinema e dell'animazione nipponica segue un trend simile, ed alla fine solo un vero amante del cinema può trovare le differenze tra i vari prodotti. Non il pubblico generalista. Ed è questo ciò di cui abbiamo maggiormente paura. In dettaglio, al momento stiamo lavorando seriamente per rendere i nostri giochi migliori di quelli della concorrenza, e non ignoriamo l'importanza di fare qualcosa di diverso dagli altri.

Al momento nell'industria dei videogiochi le persone che sono più ammirate sono quelle con la miglior tecnologia, e non quelle che amano mettersi in discussione per produrre qualcosa di davvero divertente e diffondere nuove idee. Questa è una situazione che odio particolarmente. E' per questo motivo che ho detto ai membri del mio staff di prendersi la massima libertà possibile di creare qualsiasi cosa gli piaccia, ed allo stesso tempo ho parlato con altre persone delle mie idee a proposito di Zelda. Alla fine abbiamo fatto vari esperimenti, e questo è il risultato finale. E credo che il video che vi abbiamo mostrato oggi ben rappresenti ciò che faremo con il prossimo Zelda per GameCube. Posso dirvi che lo sviluppo del gioco sta procedendo molto bene al momento.

Una cosa che temo è che le persone che hanno già visto Link con il fantastico aspetto grafico che abbiamo mostrato nei precedenti filmati allo scorso SpaceWorld ed all'E3 vogliano vedere un look così sofisticato nel prossimo episodio di Zelda. Non voglio tradirli o distruggere le loro aspettative, così quello che stiamo facendo ora è rendere il nuovo Zelda il più "unico" possibile. Perché è l'unicità che i giocatori da sempre ricercano. Posso dire che al momento siamo pronti per creare questo nuovo Zelda."

L'uscita del gioco in Giappone, USA ed Europa è il periodo natalizio del 2002.

Immagini 


Video 

    [/download/files/video/First_Legend_of_Zelda.mov]Zelda SW2001 Footage[/li]
    [/list]

    chiudi

    Trovaci su Facebook