NBA 2K3

Data distribuzione Data distribuzione 2003
Console Console GameCube
Genere Genere Basketball
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Sega Sports
Salvataggio Salvataggio 202 Blocchi

La serie sbarca su Cubo



 Quanta sofferenza ci dona Sega, eh? Dopo anni di rivalità in cui Game Gear e GameBoy, Mega Drive e SNES si fronteggiano ora la Sega si è "unita" alla Nintendo in ormai una cinquina di progetti. Ma uno dei piatti forti di Sega, tolto Sonic, era la serie 2K- che da anni viene considerata la migliore se si tratta di giochi sportivi. Sissignori, ancora una volta il marchio EA Sports viene surclassato da qualc'altro gioco sportivo. Se nel caso di Fifa il suo migliore rivale è Winning Eleven (una volta era ISS), le altre serie (NBA Live, NHL e NFL) vengono surclassati dai relativi esponenti 2K-.
 Il problema però era che SEGA vedendo le vendite piuttosto discrete del Cubo, decise in principio di distribuire la serie 2K3 (comprendenti altre a questio NBA 2K anche NHL 2K3 e NFL 2K3) solo in versione X-Box e PS2. I poveri utenti GC (in primis i Canadesi ed Americani, che hanno bisogno di giochi del genere e non chiedetemi perchè) quindi pensavano di rimanere a bocca asciutta. Ma qualcosa cambiò...ed i tre giochi vennero infine distribuiti in Europa ed in generale per GC. E la cosa non può che rallegrarci...

Il basket come lo gioca MJ



 Bene, ho trovato questo gioco in Germania e non ho saputo resistere. Avevo già comprato il GBPlayer, Sonic Adventure DX, Pokémon Argento ed Oro e il Wavebird. Ma non potevo certo non usare questa occasione irripetibile. In effetti NBA 2K3 e pressocchè introvabile nel "bel paese". Quindi, altri 57 € in meno.
 Ma l'acquisto ne valeva la pena. Dopo giocate fin troppo facili con NBA Live 2003 in cui ogni giocatore da solo batte i 5 opponenti, qui c'era finalmente pane per i miei denti. Infatti il fatto (sorry) che fregherà sempre i giochi EA sarà la scarsa fedeltà agli schemi del gioco vero e proprio. Fifa non è mai realistico quanto Winning Eleven e ugualmente NBA Live sarà mai realistico quanto questo NBA 2K3. Al contrario del gioco sopracitato, NBA 2K3 propone uno spettacolo davvero verosimile al basket giocato. Sono curati davvero tutti gli scompartimenti del gioco: l'attacco, la difesa e tutto ciò che va dalle strategie di contropiede a quelle con giocatori schierati.
 Ma andiamo con calma. All'inizio il menù ci mette davanti ad un paio di scelte. C'è il Quick Start in cui possiamo subito prenderci una squadra tra le 29 dell'NBA e giocare contro un altra. Poi ci stanno, in basso, le Opzioni, il luogo in cui Salvare/Caricare le partite, poi il Roster Manager dove c'è la sezione in cui creare squadre e giocatori ed infine il Sega Sports Challange dove (se avete un modem o adattatore a banda larga per GC potrete comunicare i vostri record online. Purtroppo il gioco online non è previsto. Sarebbe stato bello, però. Infine ci stanno i GameModes. Questo è il fulcro del gioco. Accanto ad una modalità "Practise" veramente ben fatta ci stanno i "Franchise" in cui potrete gestire il vostro team con una libertà vicina al 100%, le "Season" in cui affrontare una stagione di gioco intera, un'altra opzione per andare direttamente ai Play-off ed infine una modalità Torneo. Per di più, ciliegina sulla torta, una modalità "Street" davvero coi fiocchi.

Si gioca(e sul serio)



 Ma, sebbene i menù sono fatti davvero bene, non sono loro che ci interessano. Infatti un gioco, se brutto, non può essere salvato da menù chiari e ben fatti (ed ampi come sccelte). Per fortuna questo non è il caso. Qualsiasi scelta avete fatto, vi troverete ad un certo punto in campo con due o più giocatori (da due a cinque in modalità street, cinque fissi nelle altre). E qui NBA 2K3 dovrebbe iniziare a stupirvi. La grafica è molto curata, le palestre interne sono fatte davvero bene con pubblico ben animato, 3D in vicinanza, texturizzato mano mano che ci si allontna. I vari parquet sono davvero ben fatti, texturizzati a meraviglia e dotati del vero e proprio effetto riflesso. I campi estreni sono ancora più curati. Asfalto, macchiette qua e là, linee e disegni a terra più o meno sbiaditi ed intaccati dal tempo. Sono inoltre presenti anche un paio di effetti atmosferici che dicono la loro. Accanto ad un effetto nebbia non del tutto convincente c'è la possibilità di giocare di notte e con la pioggia (e potete fare le vostre combo con le cinque opzioni (giorno-notte, soleggiato-nebbia-pioggia). Quest'ultima veramente bella, con tanto di chiazze create dai passi dei giocatori. I giocatori stessi sono anche fatti molto bene, magari non dettagliati come Link e Zelda in SSBM ma ci siamo quasi.
 Ma andiamo al sodo. Il gameplay. Veramente verosimile (lolz, oggi giochi di parole a volontà!)! Inizio col dire che come in ogni sport ci sono come minimo due controlli diversi: l'attacco e la difesa. In difesa con L vi mettete in posizione difensiva e "scivolate" sulle gambe. Premendo A si cambia giocatore, con B si salta per fare stoppate o per prendere i rimbalzi. Sotto canestro con L farete il "taglia fuori". Con X farete un tentativo di rubare il pallone, con Y visualizzate i tasti per i giocatori. Premendo poi il tasto del relativo giocatore diverrete lui. Con R si va in modalità Dash (non è l'ammorbidente dei marinai, ma la corsa veloce). Con Z si attiva la doppia marcatura su di un uomo. In attacco con A passate, ma potrete farlo anche con la levetta C, dicedendo direttamente a chi passare (all'uomo nella direzione in cui avete spostato la leva). Con una pressione rapida di B farete una finta di tiro, premendo B salterete col pallone in mano, lasciando B lascerete il pallone. Se siete nell'area alcuni giocatori, se in corsa, faranno il terzo tempo, se siete sotto canestro si va con una più o meno devastante schiacciata. Vorrei sottolineare la cosa del terzo tempo: NBA Live non lo propone. Un motivo di per sè che rende NBA 2K3 al di sopra del gioco targato EA. Con X farete gli "spin move", i cosiddetti giochetti col pallone. Con Y farete apparire in testa al giocatore i tasti coi quali sarà possibile passare loro il pallone. Con D-pad di sopra vichiamarete un blocco, con L andate in modalità pivot, con o senza pallone che sia. Se siete, inoltre, in attacco ma non avete il pallone, con X farete voi stesso il blocco.
Complicato? Beh, nel primo quarto d'ora lo è senz'altro, ma dopo di che vi abiturete e padroneggerete tutto. E sarà lì che inizia il divertimento. In NBA 2K3 avrete veramente la possibilità di GIOCARE a basket. Non si va avanti senza strategia e soprattutto dovrete veramente combattere per una buona posizione di tiro. Mentre in NBA Live 2003 bastano un paio di mosse e l'avversario della CPU è battuto, qui senza passaggi e senza una buona strategia (o buoni tiratori) non si va da nessuna parte. Il che, per gli amanti del gioco, è davvero una goduria. Niente show di schiacciate una dopo l'altra come nel gioco EA, qui le vedrete veramente di rado, a meno che non giocate nello street mode (il più arcade di tutti) o in una squadra veramente forte. Tiri e terzi tempi vi salveranno qui, e nulla più.
 Gratificante veramente!

Nobady's perfect



 Ma, ahi-ahi, per quanto NBA sia bello da giocare, anch'esso ha la sua manciata di difetti. Il primo è la quantità enorme di blocchi di memoria che richiede. Non ho sbagliato a scrivere lì sopra, è proprio vero. NBA 2K3 vi richiederà più o meno 200 blocchi di memoria per salvare il tutto. 53 per il franchise, 52 per la stagione, 45 per i roster ed altri 52 per i play-off. Difficile che avrete tutto questo spazio a vostra disposizione, sbaglio? Vi dico già da ora che ne vale la pena, soprattuto se fate una cosa alla volta, ma è comunque un attentato alla vostra Memory Card.
 Poi, per quanto ben implementata, la modalità Roster non è molto ben fornita. I volti, i tipi di capelli e di acconciatura lasciano alquanto a desiderare. Avrete veramente di tutto da modificare, ma quardando il vostro amico in faccia vedrete sempre le stesse cose.
 Poi; la ripetitività. Giocherete NBA 2K3 furiosamente per 2-3 settimane, ma poi inizierete a stancarvi e lo giocherete più di rado e solo perchè vorrete finire la vostra Stagione o i vostri Play-off che avete magari lasciato a metà. La modalità in singolo insomma ha una vita media di un mese al massimo. Per fortuna la modalità a due o più è davvero ben fatta ed adrenalinica se giocate con uno bravo quanto voi. Giocate in cooperativa o uno contro l'altro, il divertimento è assicurato.

 Bene, ho finito. Diciamo che NBA è un acquisto obbligato per gli amanti del basket, ma ci possono fare un pensierino anche tutti gli altri. Mio cugino, per esempio, è un patito di calcio ma ogni volta che viene la sua prima richiesta è "una partita a EnBiEi". Se non fosse stato per i piccoli difetti che vi ho segnalato lì sopra, NBA sarebbe davvero stato il Dio in terra...ma che ci vogliamo fare...

D D'n'A 8
divertente in multi, palestre indoor davvero ben fatte, campetti street spettacolari
il single annoia dopo un mesetto scarso...
Gioco Gioco 9
ampia scelta, basket simulato davvero in maniera impeccabile
Ritmo Ritmo 8
Le opzioni dei menù sono vaste, il multiplayer è davvero ben fatto, il single player dura finchè sa di nuovo...
...ma alla fine dei primi 30 giorni almassimo vi avrà annoiato.
Sonoro Sonoro 9
commento (in Americano) vario e ben fatto, SFX autentici
musichette un pò sordine
Grafica Grafica 8
ambienti ben ricreati, a volte fin nel minimo dettaglio, giocatori ben fatti
tuttavia non si arriva ai fasti di StarFox
Totale 8.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti