Extreme G-3

Data distribuzione Data distribuzione 2002
Console Console GameCube
Genere Genere Futur Racer
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Acclaim
Salvataggio Salvataggio 3 Blocchi + 3 Blocchi per file

The future has no end...



 Extreme G-3 è uno dei titoli che più tengo d'occhio da quando ho saputo sarebbe stato rilasciato per il Cubo. Il primo XG era sulla lista dei miei probabili primi giochi per N64 (tuttavia alla fine presi Wave Race e la mia storia d'amore con i jetski nacque) ed ho giocato con entusiasmo e passione XG-2, trovato in germania per 40 DM (20€ ca.). XG-3 avrebbe fatto quasi la stessa fine di XG-2, lo avevo trovato a 19€ su un sito specializzato in vendite online, ma era il periodo attorno il 3 Maggio 2003 e...beh, alcuni giochi hanno la precedenza... =)
 Quando verso metà giugno ricontrollai il prezzo, era di nuovo salito vertiginosamente ai suoi iniziali 64 €. Male!
 Come sempre, la germania mi aiuta, ed arrivato lì nel primo weekend che sto lì mi faccio (ri)prestare SSX Tricky, gioco a cui sono molto affezionato e XG-3! Ero felice! Pensavo di avere due top-giochi per pochissimi soldi per un bel po di tempo a mio disposal. Ma la cosa non era proprio così...

Extreme Racers



 Extreme G-3, per chi non lo sapesse, è un futur racer sulla falsa riga di WipeEOut o F-Zero. Gli elementi dominanti sono la velocità e le morti improvvise. Il gioco è strutturato a campionati. Potrete scegliervi una delle sei o sette squadre a disposizione e poi uno dei due piloti della scuderia. Dimodichè si va nelle gare, che si svolgono su diversi pianeti, da quello urbano al 100%, al nordico, al nevoso. I controlli sono piuttosto semplici, il pulsante principale è usato per accelerare, i dorsali per inclinarsi nelle curve, l'analogico per sterzare ed i pulsanti secondari (B, X) per usare il caro amato boost, o per sparare l'arma attualmente in uso. Gli altri due (Y, Z), sono dediti alla visuale al'indietro (vedento il cockpit della moto, quindi) ed il D-Pad è fatto per scorrere tra le armi.Fino qui tutto ok, ma non oltre.
 Il gioco inizia a dare segni di squilibrio nella selezione delle squadre, differenza più che altro estetica poichè in pista tutte le vetture si comportano alla stessa maniera. Le piste sono il secondo problema. Il contorno a ben poca importanza a dire il vero, dato che le piste sono sopraelevate. Il che porta dopo un paio di piste ad una cetrta monotonia e quindi a noia. Lo sfondo non è importante più di tanto, è un mero fattore estetico (fatto bene, certo, ma reso ininfluente). Inoltre le gare stesse risulteranno noiose dopo un pò, poichè per il 70 % del tempo vi ritroverete soli in una pista monotona e noiosa. Gli avversari appariranno molto raramente, al inizio una volta, poi spariranno del tutto per farsi vivi negli eventuali sorpassi. Nulla di esaltante come il secondo episodio, dove sorpassi e sparatorie erano all'ordine del giorno. Inoltre i sorpassi qui non vengono tanto decisi dalla bravura del giocatore ma dai boost (pessimi, ci tornerò sopra più avanti) o dalle armi. Colpendo un avversario esso, giustamente rallenterà, e voi lo potrete superare, almeno finchè lui non spari a sua volta a voi ripassandovi. E di norma questo è tutto poichè poi userà il suo boost e sparirà per i prossimi 30 secondi dallo schermo. Non molto emozionante.
 Come dicevo, poi, il boost è pessimo. Dai tre boost fissi di XG-2 si è passati ad un boost-energia. Se usate il boost, scende l'energia e voi dovrete ricaricarla in apposite sezione (un pò come F-Zero). L'aspetto non è brutto in sè, abbiamo potuto vederlo in F-Zero X come faceva scintille, ma unito a piste così ed avversari mai presenti, era mglio rimanere come in XG-2. Infatti i tre boost fissi di XG-2 ti costringevano a pianificare l'azione, dovevi riflettere dove era meglio usare o non usare uno di essi. Qui è una barra, molto lunga, che vi darà un boost sproporzionato e vi toglie energia. Non che l'energia vi serva particolarmente, in tutte le mie ore di gioco sono morto solo una volta, però...insomma, il boost è tutto da rifare.
 Ma non è tutto. Dove XG-3 si propone di essere un gioco di velocità, esso falisce. Senza il boost le moto sembrano andare lente, nonostante sul contachilometri ci sia l'incredibile cifra 320 km/h. Solo col boost la cosa migliora un pò, finendo però effettivamente nell'eccesso opposto divenendo troppo veloci per poter controllare le "moto" poco maneggevoli che il gioco presenta. Se almeno le moto fossero maneggevoli come in XG-2...ma nulla! Inutile parlare di armi, sono tutte abbastanza uguali se non per il come sparare. I mussili multipli sono imprecisi ma potenti, i razzi sono teleguidati ma mediocri, le mitragliatrice di bordo è rapida e letale se usata con forza.

Conclusioni



 Il lato tecnico di XG-3 è di tutto rispetto. Ad una grafica veramente di prima classe si aggiunge un sonoro modesto ma non fastidioso formato da SFX di tutto rispetto e melodie un pò troppo ovattate.
 Ma non era questo il punto di XG3. Il suo difetto sono la noia, la monotonia e la scarsa sfida che il gioco offre. Le piste sono ambientate in posti stupendi, ma ininfluenti. Sulla pista avrete l'impressione di essere da soli per quasi tutto il tempo, e la cosa è piuttosto brutta. E la cosa non migliora di molto nel multiplayer, poco più interessante del gioco stesso..
 Non posso proprio, quindi, risparmiare il titolo Acclaim. XG-2 era un piccolo capolavoro, era divertente, rapido, veloce. XG-3 è tutto il contrario. Mi spiace, questo è solo un buco nell'acqua. Cercate di rifarvi con XG-4RA...

D D'n'A 4
noia e monotonia uniti a piste inutilmentre belle non garantiscono il divertimento che Acclaim ha tentato di offrirci SONORO 7
Gioco Gioco 5
lento, noioso, con una curva di difficoltà troppo elevata, XG
3 vi annoierà già dopo poche partite...
Ritmo Ritmo 6
lo metterete via dopo poco
il multiplayer è guardabile
Sonoro Sonoro 7
SFX davvero ben fatti
le melodie passano troppo in sordina
Grafica Grafica 8.5
effetti luce incredibili e pulizia grafica come in pochi giochi
Totale 6.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti