Mario Party 2

Senza nome

Yo babe, you wanna come to party? (Jovanotti for President, 1989)

Il Nintendo 64, console "strana": se da una parte fu la console con il minor numero di Mario "classici", dall'altra fu la prima console a proporre a grande diffusione gli spin-off della serie.
Mario Party uscì nel 1999, e deve aver avuto un grande successo se in 10 anni sono uscite, fra console da casa e portatili, ben 10 versioni diverse!
Il gioco riprende le caratteristiche dell'originale: c'è un tabellone da gioco dell'oca in cui 4 giocatori si sfidano a suon di minigiochi per poter conquistare le agognate stelle... chi vince più stelle vince il gioco!
Sembra semplice ma in realtà è molto più complesso, oserei dire raffinato: non bastano solo i minigiochi ma vengono premiate con le stelle anche il maggior spazio percorso coi dadi, le stelle comprate col tabellone e le monete vinte durante i vari turni. Questo obbliga a non concentrarsi su una sola cosa ma a dover distribuire le energie su più fronti. Se a questo aggiungete la possibilità di venire "attaccati" in varie maniere come bonus (cito i più infami: Lo scrigno della rapina, che permette di rubare un oggetto a un avversario A CASO, e La Campana di Boo", che serve per chiamare Boo che ruberà A PAGAMENTO stelle o monete agli avversari) oppure la odiosissima Destiny Choice, una sorta di roulette che può ribaltare completamente il gioco, ci si può rendere conto quanto poco, realtivamente, possiamo controllare di una partita, senza dimenticare Bowser, sempre in agguato a tirare brutti scherzi ai giocatori.
La grafica, come spesso accade nei giochi Nintendo sviluppati da case esterne (Hudson in questo caso) è leggermente grezza, mentre gli sfondi si difendono bene. A differenza del primo, che aveva scenari "marieschi" classici, la fantasia è stata leggermente aumentata: ci sono scenari western, spaziali, miseriosi (alla Scooby-Doo!) e, veramente bello, i vari personaggi (ovviamente tutti dal Mushroom Kingdom, che credevate!) sono vestiti a tema: spettacolare.
I minigiochi, ben 70 contro i 50 del primo, sono particolarmente ben ispirati, lontani da quell'odore di stantio che permea le versioni Gamecube. Menzione per il mio preferito: un esilarante un-due-tre-stella alle spalle del Categnaccio che dorme! Anche se la corsa sui carrelli e il gioco del boscaiolo non demeritano... Senza dubbio aver eliminato i minigiochi per singolo giocatore ha velocizzato un po' lo svolgimento delle partite, ma il difetto resta: purtroppo in singolo, dovendo aspettare ogni volta 3 turni del computer, non è molto divertente mentre il multiplayer è a livelli altissimi: se avete 3 amici Nintendari e una cassa di Pepsi, potete risparmiare i soldi del cinema, non ne sentirete la mancanza!
Il sonoro invece è a livelli molto buoni: le musiche degli scenari sono evocative mentre nei minigiochi sono davvero azzeccate... unico neo: il "tema" del primo mario party, alla presentazione dei minigiochi, è sparito... peccato...

Riassumendo

Avete tre amici/fratelli/sorelle/zii/cognati da arruolare?
E' il gioco che fa per voi
Siete assidui giocatori solitari?
Provatelo a tutti i costi prima di prenderlo
Semplice no?

Sonoro Sonoro 90
Grafica Grafica 85
Giocabilità Giocabilità 85
Longevità Longevità 85
Totale 85.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Mario Party 2

Rob 02/01/2013 alle 10:44

Questa discussione raccoglie i commenti per l'articolo Mario Party 2

Re: Mario Party 2

Kid Icarus 04/09/2011 alle 01:51

Volevo scriverlo ma mi sono scordato!

Per la cronaca i giochi Italiani su N64 prodotti da Nintendo sono:

Mario Party 2
Pokemon Snap
Pokemon Stadium
Pokemon Stadium 2

Prodotte da altre case ce ne sono a bizzeffe, anche Fifa '98 per esempop

Re: Mario Party 2

Feffe 03/09/2011 alle 19:06

E' vero, MP2 fu uno dei pochissimi giochi in Italiano per il Nintendone. Ricordo anche Rayman 2.