Mario Party

Data distribuzione Data distribuzione 1998
Console Console Nintendo64
Genere Genere Board Game
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore Game Factory/KE Media
Sviluppatore Sviluppatore Hudson
Salvataggio Salvataggio Interno

Quando acquistai questo gioco, credevo di trovarmi di fronte ad un platform, ad una specie di seguito di Super Mario 64 (vedete cosa significa non comprare ONM?).

Invece scoprii che non era un platform, bensì un board game, ma nonostante ciò, non ne rimasi deluso, e ora vi spiego il perchè.

Recensione



Mario Party, come già detto, è un board game. Cos'è un board game, alcuni di voi si chiederanno. Un board game è il più classico gioco dell'oca!
In pratica, infatti, Mario Party ripropone sul 64-bit di casa Nintendo il famosissimo gioco da tavolo, solo che al posto degli animali piumati controllerete sei dei più famosi personaggi Nintendo, ovvero Mario, Luigi, Wario, Peach, Donkey Kong e Yoshi.
Un gioco così, anche se siete incalliti fan dei board game, stancherebbe, inevitabilmente, molto presto, e allora cosa ti pensano gli sviluppatori?
Oltre ad aggiungere tantissime variazioni sul tema del gioco dell'oca (in Mario Party ci sono sei plance diverse, e altre due da sbloccare) come tantissime caselle diverse, un dado con numeri da 1 a 10 (?!?) e molto altro, la parte del leone la giocano i mini-games, una cinquantina, che fanno dell'idiozia il proprio pane, del divertimento la propria bandiera e della varietà la propria religione.

Ma andiamo con ordine, partiamo dalla storia.
Una storia più sconclusionata non l'ho mai vista, ma in fondo serve per introdurre il gioco...
Ad una festa partecipano tutti gli amici di Mario, che all'improvviso dice che vorrebbe diventare una specie di super-eroe su cui tutti possano contare. Ovviamente tutti i presenti si mettono a urlare che vorrebbero esserlo anche loro e comincia la riss... ehm, la lite perchè tutti vogliono essere il super-eroe.
Toad, allora, si rompe a sentire tutti litigare e dice che chi vuole diventare un super-eroe deve andare in un tubo situato nel villaggio dei Funghi, al di là del quale (se si scrive così) si aprono mondi dove la gente ha bisogno dell'aiuto di un super-eroe.

Il menù principale è costituito da alcune case del villaggio dei Funghi e da alcuni edifici o altro.
L'oggetto principale è il tubo centrale, da cui potrete scegliere il personaggio che controllerete (sono sempre 4 i personaggi che giocano, per cui quelli che non li controllano i giocatori verranno utilizzati dal computer), la mappa e il numero di turni da giocare prima di terminare il gioco.
Scopo del gioco è tirare il dado al vostro turno e muoversi sul tracciato scelto, cercando di raggiungere Toad, il quale vi venderà una stella per 20 monete, che potrete guadagnare finendo su particolari caselle o vincendo il mini-game che si disputa dopo che tutti i 4 giocatori si sono spostati sulla mappa, cercando di evitare Bowser che se vi avrà a tiro, non esiterà a rubarvi un bel po' di monete, e altre sciagure del genere
Alla fine dei turni che avevate prestabilito all'inizio, il gioco terminerà, e, dopo la consegna di alcuni premi in stelle ai giocatori che hanno raggiunto alcuni obiettivi, vincerà chi avrà più stelle o, in caso di parità, più monete.
Le altre case del menù principale sono: la casa delle opzioni (non sto neanche a spiegarvela), il negozio, dove si acquistano oggetti da usare nelle mappe come dadi nuovi o altri mirabolanti articoli, che dovrete pagare con i soldi che guadagnerete durante il gioco.
Nella banca, invece, questi oggetti saranno tenuti in cassaforte, dalla quale potrete ritirarli se necessario, inoltre la cassaforte accumula anche le monete e le stelle che otterrete.
Nella casa dei mini-games potete acquistare i vostri mini-games preferiti e giocarli singolarmente, e in più potete disputare una mappa speciale, senza stelle e Bowser, dove si vince solo se si ha una certa abilità nei mini-games.
Esiste anche una modalità ad un solo giocatore, selezionando la zattera nel menù principale, in cui dovrete superare tutti i mini-games che vengono presentati sotto forma di livelli, cercando di non perdere vite che si accumulano vincendo ai mini-games, ma che si perdono se non riuscirete a completare il mini-game.

E andiamo a commentare i voti in pagella.

La grafica è buona, coloratissima, le mappe, i fondali e gli ambienti dei mini-games sono molto ben fatti, solo i personaggi mi hanno un po' deluso, essendo un po' troppo spigolosi.
La giocabilità è molto elevata, i controlli sono molto intuitivi, solo che alla lunga il gioco può diventare ripetitivo, ma i mini-games attutiscono questa pecca.
L'aspetto sonoro non mi ha deluso, le musiche sono carine e adattissime alla situazione e gli effetti sonori sono ben realizzati; molto simpatici i "versi" dei personaggi.
La longevità è il punto dubbio. Il gioco offre il meglio di sè se giocato in multiplayer, in tal caso il gioco è divertentissimo, ma se giocato in singolo vi stancherete mooooooolto presto.

Commento personale



Statemi bene a sentire: se intendete giocare a Mario Party in meno di tre giocatori, state pur certi che vi stancherà molto, ma molto presto.
Se invece avete la possibiltà di giocare a Mario Party in tre o in quattro (la cosa migliore), state pur certi che il divertimento è assicurato.
Osservando mia sorella di 8 anni, ho capito, invece, che Mario Party può piacere molto anche se giocato in singolo.
Per cui, in singolo può andar bene solo agli under-10.

Sonoro Sonoro 95
Grafica Grafica 83
Giocabilità Giocabilità 98
Longevità Longevità 65
Totale 85.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti