Space Station Silicon Valley

Data distribuzione Data distribuzione 1998
Console Console Nintendo64
Genere Genere Platform/Racing
Giocatori Giocatori 1-4
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore TDMA Design
Silicon Valley
Se avete mai sognato di comandare una iena con le ruote e che può sparare missili, Silicon Valley è il gioco giusto per voi! Ma andiamo con ordine, che quello della iena non è certo il migliore degli inizi.

Evo è un robot che, insieme a un suo amico umano, sono tranquillamente ai comandi di un’astronave, quando, tutt’un tratto, questa precipita e Evo, quando lui ed il suo amico ancora in orbita, esplode in tanti pezzetti. Casualmente, finiscono proprio su una bizzarra stazione spaziale, Silicon Valley, dove sono stati ricreati tanti ambienti e animali che sono sulla Terra. Il cervello di Evo è finito in una zona dov’è stata ricreata l’Europa (tranquilli che ci sono anche i Poli, il Deserto e l’Africa Equatoriale) e così deve passare di animale in animale, sfruttando le abilità che ciascuna creatura robotica offre. Ed adesso inizia l’avventura.

Silicon Valley è un Platform 3D, uno dei tanti del genere che sono su Nintendo64, solo che, come già detto, è un po’ eccentrico, dato che si possono comandare tantissimi personaggi (animali) ciascuno con abilità diverse. Questa varietà di personaggi fa cambiare alcune volta anche il genere di gioco, che da Platform qual' è può diventare Sparatutto (Quando si comandano iene e cani con i missili), Racing Game, Picchiaduro e talvolta pure un Action Game. Ciò dona a Silicon Valley una varietà pazzesca. Ogni animale che si comanda, come già detto, vanta caratteristiche proprie, in modo da integrarsi perfettamente nel suo habitat: naturalmente se una iena si butta in un laghetto dove stanno allegramente nuotando dei piranha è ovvio che i pesciacci non esiteranno a farsi un boccone dello sfortunato animale, così come è ovvio che spesso gli scorpioni approfitteranno delle loro tane e dei loro passaggi sotterranei per sorprendere il dromedario invasore del loro territorio di turno. Poi, mentre alcune bestie sembrano in tutto e per tutto animali reali, ce ne sono alcuni che ricordano solo in parte animali “veri”: a partire dalle iene con i missili e le ruote con le quali ho esordito in questa recensione, ci sono tartarughe-carro-armato, dromedari con cannoni sulla schiena, volpi che sparano proiettili e chi più ne ha più ne metta. Benché sul gameplay ci siamo, eccome, dal lato tecnico si scarseggia un po’, perlomeno in grafica. I modelli, infatti, a volta sembrano appena abbozzati e si possono tranquillamente contare i poligoni di ogni animale, senza contare che gli ambienti a volte sembrano ammassi informi di poligoni. Il sonoro può contare su qualche musichetta e nulla di più, per il resto un po’ anonimo (ah, già, anche dei belati delle pecore e altri versi). Per il tempo bisogna dire che i livelli sono tanti, ma che molti di essi sono abbastanza facili, quindi la durata del gioco dipende soprattutto dall’abilità del giocatore in campo Platform.

In sintesi, Silicon Valley è un’idea originale che potrebbe essere sfruttata nuovamente, in mdoo da poterne ottenere qualcosa di originale (per Wii, chessò). Un gioco simpatico e originale, ma nulla di più. Ah, un’ultima cosa: al contrario di molti altri giochi per Nintendo64 ha la lingua italiana!

Sonoro Sonoro 70
Grafica Grafica 65
Giocabilità Giocabilità 90
Longevità Longevità 75
Totale 75.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti