F-Zero

Data distribuzione Data distribuzione 21/11/1990
Console Console SuperNintendo
Genere Genere Futur Racing
Giocatori Giocatori 1-2
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo EAD
Salvataggio Salvataggio Interno

Chiudete gli occhi. Immaginate un gioco veloce, dannatamente veloce. Un gioco di corsa estremo, senza cose inutili, ambientato in un futuro remoto. Adesso focalizzate il vostro pensiero. Riuscite a leggerne il titolo? F-Zero!

Descrizione


F-Zero (1)
Personalmente ho avuto il piacere di venire a contatto con F-Zero sul N64 e il concetto del gioco mi è piaciuto tantissimo. Appena avuta la possibilità ho provato il suo predecessore, questo F-Zero dello SNES e ne ho potuto capire pregi e difetti viste le modifiche fatte sulla versione a 64 bit. Per introdurvi a questo gioco ve ne parlerò un attimo iniziandovi a questo mondo ad alta velocità.

F-Zero è un gioco di corsa puro. Non esistono armi o robe simili. Avete solo l'acceleratore, un freno, il tasto del boost e il vostro pollice destro, una cosa per veri amanti. In F-Zero ci sono due modalità di gioco: il Grand Prix e il Time Trial. Il primo vi fa partecipare a 3 diversi campionati di 6 piste ciascuno, il secondo vi permette di sfidare il cronometro su una pista a vostra scelta, insomma, le modalità base di ogni gioco di corsa.
F-Zero (2)
Le piste sono essenzialmente dei percorsi con qualche curva più o meno stretta. I bordi della pista sono dannosi per la vostra vettura a lievitazione e quindi è consiliabile rimanerne a distanza. Su alcune piste sono presenti delle rampe da decollo, che vi permettono di fare piccoli salti per tagliare qualche angolo di pista o qualche ostacolo sul percorso, oppure degli acceleratori che hanno lo stesso effetto dei boost. Su ogni percorso è presente una zona di ricarica che vi permette di ricaricare la vettura nel caso avesse perso energia per delgi urti. Una gara dura mediamente un minuto e mezzo. Essendo F-Zero un gioco di corsa PURO, non esiste praticamente ambientazione. Il colore del cielo, della pista e del suolo sono gli unici elementi che interpretano piste come "Mute City", "Death Wind" o "Silence".

Le vetture, come già accennato, sono a lievitazione e permettono velocità di oltre 600 km/h con una media di 400 km/h al giro. Sono disponibili 4 vetture, tra cui il mitico Blue Falcon di Captain Falcon. Le vetture si differenziano per accelerazione e velocità massima. Per ogni giro completato (se ne devono fare 5), viene fornito un boost utilizzabile a piacimento che porta la vettura alla massima velocità.
F-Zero (3)
OK, come avete visto il gioco si può definire come "pittosto standard". Già che ci sono vi elenco un po' tutti i difetti di questo F-Zero. Primo, le vetture sono solo quattro, pochine (e infatti su F-Zero X ce ne sono 30). Le piste sono 18 e spesso semplici rielaborazioni delle precedenti (Mute City I, II e III, sul N64 sono addirittura infinite grazie al generatore casuale di percorsi). Inoltre le sole due modalità finiscono per ridurre la longevità di questo titolo tenendo presente il fatto che non c'è il multiplayer. Fine delle critiche negative.

Cosa offre di buono invece? Un Gameplay semplice e preciso e velocità sfrenate. Un livello di difficoltà crescente con continuità a seconda delle coppe. Insomma un titolo ben fatto, anche se un po' ridotto.

Secondo me…



Concetto di base perfetto per un gioco maturo nella versione successiva.

Sonoro Sonoro 8
Grafica Grafica 9
Giocabilità Giocabilità 10
Longevità Longevità 8
Totale 8.8

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti