The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

Data distribuzione Data distribuzione 17/06/2011
Console Console 3DS
Genere Genere Azione/Gioco di ruolo
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo EAD
OOT

OCARINA OF TIME?!?!

Si è proprio lui, il videogioco che nel '98 fece impazzire migliaia e migliaia di videogiocatori e che fu considerato dalla critica il miglior Zelda di sempre. Ebbene si, ci è stato riproposto dopo 13 anni su 3DS con un aspetto tutto nuovo e con un 3D... fuori dallo schermo!

LA TRAMA IN BREVE

La trama è naturalmente è la stessa di OOT (Ocarina Of Time) per Nintendo 64, ma riprendiamola per le persone che non l'hanno mai giocato.
Ci troviamo nel regno di Hyrule fondato 3000 anni fa da 3 dee: Naryu, Farore e Din che lasciarono la loro essenza una volta abbandonata la terra: la Triforza, essa è situata nel “Sacred Realm” protetta dalla Spada Suprema che si trova nel Tempio del Tempo.
La nostra avventura comincia nella Foresta Kokiri, protetta dall' Albero Deku, con Link bambino.


OOT1

GAMEPLAY... RINNOVATO!

In alcuni casi l'immediatezza e la comodità sicuramente non erano i punti forti di Zelda.
Ad esempio non era possibile guardare la mappa mentre si scorrazzava liberamente nel mondo di Hyrule o mentre eravamo immersi nell'esplorazione di un dungeon; doveva infatti passare prima dal menù, ed è proprio questo una delle migliorie apportare da Ocarina of Time 3D.
E' ora possibile, grazie al 2° schermo della console, avere la mappa sempre a portata di mano; un altra funzione importante che svolge il 2° schermo è quella di mettere a disposizione 2 pulsanti permettendo cosi di gestire 1 oggetto in più rispetto alle precedenti versioni di OOT.
Quindi se da una parte abbiamo un touch che facilita alcune funzioni, dall'altra risulta scomodo per altre: per muovere la visuale, ad esempio, si possono usare i tasti L e R sfruttare il giroscopio, ma è limitato: se vogliamo muovere la visuale più liberamente dobbiamo tener premuto “visuale” sul touch.
Col giroscopio è inoltre possibile mirare anche senza utilizzare il circle pad, ma semplicemente girando la console nella direzione che vogliamo.
Se all'inizio questo metodo risulta essere poco pratico in breve tempo ci si abitua, rendendone l'utilizzo più semplice e immediato e addirittura più versatile del circle pad stesso.


GRAFICA E SONORO

Degli aspetti che non possono essere certamente dimenticati in un remake sono il reparto grafico che sonoro.
Il lavoro grafico non è ottimo come si sperava, già dai primi minuti infatti possiamo osservare come i modelli poligonali dei personaggi siano uguali (o quasi) a quelli per nintendo 64 (tralasciando i protagonisti principali, come Link o Zelda), anche se con bordi meglio definiti e colori migliori.
L'overworld è stato ben ristrutturato a livello di texture ma risulta spoglio proprio come la versione originale, cosa giustificabile dai limiti del Nintendo64, limiti però non propri del 3DS.
La città di Hyrule e i paesi sono stati realizzate decisamente meglio, infatti le case e altre ambientazioni non sono più delle fotografie attaccate allo sfondo ma sono completamente poligonali e tutti i paesaggi hanno colori più vivi, per trasmettere al videogiocatore più armonia e festosità; anche i dungeon sono stati ben ristrutturati, anche se con una minor cura rispetto agli ambienti esterni.
E ultimo ma non per importanza abbiamo la presenza del 3D, che risulta molto più accentuato nelle scene in cui non si gioca direttamente (ad esempio quando Link trova un oggetto, o all'interno di una cut-scene).
Non ci resta quindi che dare un rapido sguardo al sonoro, visto che non c'è molto da dire.
Certamente la colonna sonora di OOT è memorabile ed è infatti rimasta immutata; non è stato effettuato alcun riarrangiamento ne miglioramento, tutto è identico alla versione per N64, la colonna sonora quindi, pur rimanendo eccezionale poteva essere curata maggiormente.

OOT2

COSA C'È DI NUOVO?

Cosa è stato aggiunto a questo nuovo ocarina?
Gli extra sono due:
-Boss Rush
-Master Quest

La prima ci dà la possibilità di combattere nuovamente contro un boss che avevamo precedentemente battuto, per accedervi basta semplicemente andare nel letto della casa di Link e mettersi a dormire; dopo di che ci verrà data la possibilità di scegliere il boss contro cui combattere.
L'extra principale è, senza ombra di dubbio, la Master Quest, probabilmente chi ha giocato il porting per GameCube sa già cosa comporta questa modalità. La Master Quest è una modalità che si sbloccheremo una volta finito il gioco, nella schermata del titolo ci verrà data la possibilità di scegliere tra la modalità normale e la master quest; la differenza tra le due è che la master quest contiene dei dungeon leggermente diversi e più difficili da risolvere e una maggiore quantità di mostri, i quali danneggiano anche il doppio del normale.
Una modalità quindi per chi ha ritenuto che la modalità normale fosse troppo facile.

OOT3

CONCLUSIONE

Voglio chiudere questa recensione con una domanda: ma questo videogioco, che impatto avrà sul nuovo pubblico di videogiocatori?
Sicuramente adesso questo gioco non può essere apprezzato come fù apprezzato tempo addietro. Infatti prima, essendo Zelda uno dei primi giochi in 3D fece molto scalpore, e fù acclamato proprio per questo. Un altra cosa che ha reso Zelda tanto amato dal pubblico furono i vari effetti. Infatti nel 98 l'alternanza del giorno e della notte, della pioggia erano cose che non si erano mai viste e facevano parlare molto. Oggi invece, un qualsiasi videogioco ha queste cose appena citate, rendendole all'ordine del giorno e quindi meno apprezzate.
Un altra cosa introdotta da OOT è lo Z-Targeting. È un sistema di puntamento, infatti mira i nemici automaticamente con la pressione di un tasto (appunto, il tasto Z), tenendolo fisso sulla visuale, rendendo più semplice schivare e attaccare i nemici.
Da allora, molti giochi hanno introdotto questo sistema di puntamento, rendendolo così all'ordine del giorno.
Tutto questo non permette al videogiocatore di apprezzare al meglio questo capitolo, che anni fa diede il via a una nuova era di videogiochi.

Divertimento Divertimento 8
È Zelda!
Sonoro Sonoro 8
La OST di ocarina è indimendicabile...
...Peccato che non sia stata riarrangiata
Grafica Grafica 7.5
Città ben realizzate
Overworld spoglio
Modelli poligonali uguali a quelli del N64
Giocabilità Giocabilità 9
Giroscopio comodissimo
Touch immediato...
...ma con tasti un pò scomodi da premere
Longevità Longevità 9
Non dura troppo, non dura poco
Aracnule e frammenti di cuore che aumentano la longevità
Totale 8.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

Rob 02/01/2013 alle 10:44

Questa discussione raccoglie i commenti per l'articolo The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

Re: The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

queen zelda of hyrule 18/09/2012 alle 20:40

ottima recensione :) io non avrei mai potuto dare una descrizione così dettagliata (anche avendo finito sia in modalità normale sia master quest) ti devo fare PROPRIO  i complimenti