Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser

Data distribuzione Data distribuzione 09/10/2009
Console Console DS
Genere Genere RPG
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Alpha Dream
Salvataggio Salvataggio 2 files
bowser

SUPER MARIO RPG E I SUOI DISCENDENTI



Piccoli cenni di storia: come probabilmente saprete, la storia d'amore fra Mario e il genere RPG è cominciata nel lontano 1996, quando su SNES arrivò il primo Super Mario RPG. Esso era frutto di una storica collaborazione fra la Squaresoft e la Nintendo, ma purtroppo, complici alcuni dissensi proprio fra Nintendo e Square, il gioco clamorosamente non arrivò in Europa. Tutti forse pensavano che gli RPG e Mario sarebbero rimasti due universi paralleli, ma si sbagliavano. Durante gli ultimi mesi di vita del N64 arrivò Paper Mario, un altro RPG che vedeva Mario come protagonista (sebbene l'idraulico apparisse come un...foglio di carta). Su Gamecube arrivò anche un seguito ufficiale (Il Portale Millenario), così come per Wii un terzo episodio della serie, anche se un pò diverso dai due predecessori (parlo di Super Paper Mario, un platform con elementi RPG). Tuttavia, però, molti non considerano la serie Paper Mario la vera "discendenza" di Super Mario RPG.
In effetti ci sono alcune differenze sostanziali, e la vera reincarnazione di Super Mario RPG arrivò solo su GBA, nel 2003, con Mario & Luigi Superstar Saga. Questo titolo è tuttora considerato da molti il miglior gioco in assoluto per GBA. Il successo fu enorme, tanto che ben presto su DS arrivò un seguito: Mario & Luigi, Fratelli nel Tempo (2005/06). Purtroppo, complici alcuni palesi difetti, quest'ultimo si dimostrò "soltanto" un buon gioco ma nulla più. Qualcuno pensava già che la saga fosse finita, quando a sorpresa la Nintendo annunciò questo terzo episodio.
Il risultato? Una splendida sorpresa, una perla inaspettata, un piccolo capolavoro. Il ritorno ai fasti di Superstar Saga, e un gioco degno del nome che porta. Era ora!
bowser2

STORIA BISLACCA, PERSONAGGI BISLACCHI, DIALOGHI BISLACCHI...



Come da tradizione, l'ambientazione del gioco è spassosa ed esilarante, e sa immergere il giocatore fin da subito nelle situazioni surreali da affrontare. Tutto comincia quando una grave malattia colpisce il regno dei funghi: il suo nome è gravitombolina, e causa l'aumento sproporzionato delle dimensioni corporee. In altre parole, svariati toad grandi come elefanti e rotondi come palloni rotolano per il regno senza freni...ben presto si scopre che la causa del gonfiore è uno strano fungo. Il colpevole di tutto altri non è che Sogghigno, una vecchia conoscenza per chi ha già giocato ai primi 2 episodi della saga: Sogghigno era l'aiutante della strega Ghignarda in Superstar Saga, e faceva un'inquietante apparizione anche in Fratelli nel Tempo, dove peraltro annunciava di essere al lavoro per tornare alla ribalta. La principessa Peach convoca subito un consiglio, ai quali vengono invitati anche Mario e Luigi. Nel bel mezzo delle discussioni arriva Bowser, il re dei koopa, dicendosi offeso per non essere stato invitato: dopo essere stato sconfitto da Mario e scaraventato in una grotta, Bowser incontra proprio sogghigno, che travestito da mercante gli offre un fungo assicurandogli che lo aiuterà a battere Mario. Il tartarugone, che non è esattamente una cima, accetta nonostante i consigli del suo fedele tirapiedi Kamek: subito dopo viene letteralmente posseduto dal fungo, e acquisisce la capacità di rimpicciolire e risucchiare nel suo stomaco qualunque cosa! Assetato di vendetta torna al castello di Peach, dove risucchia decine di Toad, Peach, Mario e Luigi...prima di cadere svenuto. Il piano di sogghigno è perfetto: usare Bowser per togliere di mezzo Mario e Luigi e poi impadronirsi del regno dei funghi!
bowsergrande

IL GAMEPLAY...FUORI E DENTRO BOWSER



Il gioco colpisce soprattutto per la precisione e la simpatia con cui sono gestite le vicende di Mario e Luigi o di Bowser. All'inizio del gioco Bowser si risveglierà, ignaro di aver inghiottito mezza poplazione del regno dei funghi: da questo momento il vero protagonista diventa lui, il re dei koopa! Dovremo muoverci nei panni del tartarugone e marciare per riconquistare il suo castello, ora sotto il dominio di Sogghigno. Dovremo affrontare parecchie battaglie, usare i nostri fedeli cazzottoni e l'alito infuocato di sua maestà. E mentre Bowser è impegnato a tornare al suo castello, anche Mario e Luigi avranno il loro daffare: per trovare la principessa Peach, dispersa all'interno degli inquietanti anfratti corporei di Bowser, dovranno esplorare in lungo e in largo l'organismo del re dei koopa, eliminando batteri e minacce assortite, ristabilendo l'ordine un pò ovunque. Non pensiate tuttavia che il gioco proceda su due strade parallele, perchè ogni azione di Mario e Luigi è intimamente connessa con Bowser. Per esempio, Bowser potrà bere per riempirsi lo stomaco d'acqua e permettere così ai fratelli idraulici di nuotare per raggiungere zone altrimenti inaccessibili, oppure Mario e Luigi dovranno stimolare qualche muscolo martellandolo con particelle di adrenalina per permettere a Bowser di diventare più forte, per non parlare di quando dovranno aiutarlo a digerire un'immensa carota indigesta...in certe battaglie, poi, Bowser potrà addirittura risucchiare qualche nemico e spedirlo giù per il suo stomaco, dove saranno Mario e Luigi a occuparsene. Insomma, fra i due fratelli e Bowser ci sarà un filo diretto. E anche quando riusciranno a uscire dal corpo di Bowser, potrebbero sempre aver bisogno di tornarci...
Ma proseguiamo parlando del gameplay: innanzitutto, ciò a cui ci troviamo innanzi è un gioco di ruolo con combattimenti a turni. Ciò significa che sarà diviso in due fasi: la fase esplorativa, dove dovremo vagare per svariate ambientazioni ed esplorarle a fondo, e i combattimenti: spesso, durante i nostri giri, capiterà di toccare un nemico; a quel punto partirà una battaglia a turni, dove ogni protagonista della lotta potrà fare una mossa per volta. Potrete decidere di attaccare, usando le varie mosse a disposizione, o anche di usare un oggetto. Una volta sconfitti i nemici, vi verranno assegnati punti esperienza che serviranno poco a poco a fare alzare il vostro livello: più il livello si alza, e più le vostre caratteristiche (forza, velocità, energia e altre ancora) miglioreranno. Con un alto livello di esperienza battere i nemici più deboli sarà un giochetto, ma il gioco è predisposto per farci incontrare, man mano che andiamo avanti, sempre nemici equilibrati e proporzionati alla nostra esperienza. Inoltre, nelle battaglie conterà anche il tempismo: la pressione di un pulsante al momento giusto, per esempio, potrebbe raddoppiare i danni inflitti o, durante un attacco nemico, limitare i danni o addirittura farci evitare di essere colpiti.
Questo differenzia il gioco da altri titoli RPG di stampo giapponese, dove nei combattimenti contano solo la forza e la difesa e dove non dobbiamo partecipare attivamente durante i colpi dati o subiti.
Potrete forse pensare che dopo un pò di battaglie il gioco possa diventare ripetitivo, ma non è così: ci sono continue novità che non mancheranno di mettere pepe nei combattimenti. Mario & Luigi acquisiranno sempre più abilità: oltre al salto e al celebre martellone, potremo anche usufruire di gusci da calciare ai nemici, del ben noto Fiore di fuoco per arrostirli, e a tantissime altre mosse extra che non sto a elencarvi. E durante ognuno di questi attacchi, dovrete essere molto tempestivi con quelle dita! Per non parlare, poi di Bowser: il bestione, oltre che fare affidamento sui suoi cazzotti e sul suo alito focoso, potrà contare anche sui suoi fedeli sgherri! Avete capito bene! Dopo aver liberato dalle gabbie di Sogghigno le truppe di Goomba, Tipi Timidi, Koopa e Bob-ombe, i vostri fedelissimi tirapiedi potranno essere chiamati durante le battaglie: Bowser potrà sguinzagliare così orde di sudditi contro i nemici per provocare danni extra.
Le novità non finiscono qui, perchè oltre a tutto ciò, questo titolo richiede anche un buon uso del pennino; mentre in Fratelli nel Tempo il suddetto non veniva proprio usato, qui dovrete usarlo ogni qualvolta richiamerete gli sgherri di Bowser: per scatenare un attacco al massimo della sua potenza, dovrete eseguire alcuni movimenti sul touch screen. Per esempio, durante l'attacco goomba, i goomba stessi arriveranno di corsa da sinistra, e dovremo toccarli col pennino per far sì che Bowser dia fuoco a ognuno di loro con un'alitata: i goomba potranno così saltare e precipitare come vere e proprie molotov sui nemici. In alcune fasi di gioco, inoltre Bowser diventerà enorme: a questo punto dovremo girare il DS di 90° e metterlo come un libretto, guidare gli attacchi di Bowser col pennino e soffiare nel microfono per fargli sputare una bella fiammata. Stuzzicante, vero?
E le novità non finiscono qui: attacchi e oggetti speciali non sono disponibili in numero illimitato, ma anzichè comprarli essi potranno essere usati in base ai "punti attacco": ogni attacco speciale (o attacco-sgherri) consuma dei punti, che andranno ristabiliti con oggetti speciali. Ovviamente il massimo dei punti attacco aumenta con l'aumentare dei livelli di esperienza. Questo metodo è stato usato in Superstar Saga e purtroppo è assente in Fratelli nel Tempo.
Immancabili i negozi sparsi per i mondi di gioco, dove potremo comprare oggetti, articoli vari ed equipaggiamento: altra novità del gioco è che salendo di livello, di tanto in tanto, saliremo anche di "classe"; Più alta sarà la nostra classe e più equipaggiamento potremo portare contemporaneamente (tute, scarpe, guanti...o nel caso di Bowser, gusci, bracciali e altro ancora): l'equipaggiamento aumenta ulteriormente la forza d'attacco, di difesa e talvolta causa effetti speciali durante le battaglie. Come se tutto ciò non bastasse, un'altra novità sono le spille: trovando delle spille e indossandole, Mario e Luigi potranno disporre di un'apposita barra che andrà aumentando durante le battaglie: quando essa raggiungerà l'apice, potremo toccarla con lo stilo per usufruire dei suoi effetti: ci sono parecchie spille sparse per il gioco, e combinando spille diverse fra Mario e Luigi potremo sortire diversi effetti a barra piena (ripristino della salute, dei punti attacco, e così via). Insomma, Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser riesce a essere più vario dei suoi due predecessori messi insieme!
bowser4

LATO TECNICO



Nulla da eccepire riguardo al comparto tecnico, di primissimo livello. Il gioco è fondamentalmente in 2D: ambientazioni e personaggi non sono modelli poligonali, ma sprites bidimensionali; ciò non toglie che le animazioni siano di primissimo livello (a dir poco esilaranti), e i colori siano vivissimi. Inoltre, Mario e Luigi all'interno del corpo di Bowser si muoveranno in veri e propri livelli in 2D come ai vecchi tempi, ma nel mondo esterno la visuale a volo d'uccello (dall'alto come per tutti gli Zelda bidimensionali) dona comunque al gioco una buona sensazione di profondità. Grafica quindi coloratissima ed ispiratissima. Il sonoro non è da meno, con musichette mariesche vecchie e nuove, comunque eccellenti. Anche gli effetti sonori non sono male: i versi incomprensibili emessi da Mario e Luigi quando parlano sono una delle cose più belle del gioco. Giocabilità alle stelle, divertimento e immediatezza assicurati. La longevità è buona, ma non ottima: la lunghezza del gioco si mantiene sugli standard dei due predecessori, ma il gioco è così bello e divertente che ve lo divorerete in pochi giorni. Un gioco così...durerà sempre troppo poco! Dovrebbe non finire mai!
Per finirlo la prima volta impiegherete una ventina di ore, non è poco ma non è nemmeno così tanto per un gioco del suo genere: i giocatori più esigenti potrebbero storcere il naso, ma obiettivamente non si tratta nemmeno di un gioco corto.
In fin dei conti, il fatto che non sia lunghissimo è forse l'unico vero difetto.
Un plauso va anche alla splendida caratterizzazione dei personaggi: Mario è ovviamente temerario, impavido e propositivo...mentre Luigi è timido, tremebondo, pauroso, sfigato. Tanto per dirne una, al consiglio indetto dalla principessa all'inizio del gioco Mario ascolta interessato e lui si addormenta subito...e continua a dormire anche durante la prima battaglia con Bowser! Ah, già, Bowser...lui invece non perde mai occasione per essere rozzo, volgare, prepotente e maleducato. Una nota di merito anche ai dialoghi, davvero divertenti e mai banali.
mario

CONCLUDENDO



E chi se lo aspettava? Dopo il mezzo flop di Fratelli nel Tempo, la Nintendo non si è fermata e ha sfornato un altro episodio di questa saga, che a dir la verità ha sorpreso tutti. Pieno zeppo di novità e di trovate, Viaggio al centro di Bowser dà un colpo di spugna ai difetti palesati nel suo predecessore e ci immerge nel mondo di Mario facendoci divertire, appassionare e ridere come matti. Una spassosissima avventura, da avere e da amare. Un degno seguito di Superstar Saga, forse riesce addirittura a superarlo...ma in ogni caso questo è uno dei migliori titoli in assoluto per DS, e merita un posto d'onore accanto a Mariokart DS, New Super Mario Bros. e Zelda: Phantom Hourglass; un MUST HAVE assoluto. Grazie Nintendo, sono questi i giochi di Mario che vogliamo!!!

Divertimento Divertimento 9.5
E' così divertente che c'è il serio rischio di divorarlo in pochi giorni.
Sonoro Sonoro 9
Musichette mariesche vecchie e nuove Le voci di Mario e Luigi sono indescrivibili!
Grafica Grafica 9
Coloratissima, mai banale, mariesca e sempre ispirata
Animazioni fluide e splendide
Giocabilità Giocabilità 9.5
Semplice e immediato, si impara subito a giocare
Longevità Longevità 8.5
non è lungo come i giocatori più esigenti vorrebbero...
A parziale discolpa diciamo che....un gioco così è SEMPRE troppo corto!
Totale 9.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti