Spider Man - The Movie 2

Data distribuzione Data distribuzione 2004
Console Console GameCube
Genere Genere Azione
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore
Sviluppatore Sviluppatore Trey Arch
Salvataggio Salvataggio 24 Blocchi

Uscito da poco nelle sale italiane, Spiderman 2, come il suo predecessore, non ha proprio potuto esentarsi dall'essere trasportato nell'universo videoludico. Activision, infatti, non ha certo disprezzato le grosse vendite del primo "Spider Man - The Movie" e, con puntualità, ci ha presentato un secondo tie-in dalle ambiziose pretese che, prevedibilmente, cercherà di far rivivere le eroiche gesta di Spidey sulla nostra TV di casa.

 Spiderm man 2 presenta, in linea teorica, delle premesse a dir poco eccellenti. Infatti, negli intenti della Trey Arch, il giocatore avrebbe dovuto avere la possibilità di girovagare per tutta NY, senza troppi limiti imposti dalla struttura a missione del gioco.
 Purtoppo tale aspetto si rivela realizzato solo a metà. New York è davvero ricreata in tutta la sua grandezza, ma questa è solo una rappresentazione visiva: molti degli edifici, seppur scalabili non sono accessibili al loro interno, anzi.
 Swingare tra i grattacieli con l'uomo ragno è fantastico...ed è altrettanto divertente arrivare in cima all'Empire State per vedere la grande mela dall'alto, ma quando ci si rende conto che la maggior parte di quelle stanze illuminate, di quei negozi imbanditi è inaccessibile, beh...la sensazione di libertà, tanto decantata nel gioco Activision, viene clamorosamente meno.
 Certo, NY è talmente grande che per girarla tutta ci vogliono ore...ma il poter esplorare SOLO i luoghi che gli sviluppatori hanno scelto, beh, è veramente penalizzante, specialmente quando in giro ci sono giochi come GTA (ed è solo un esempio...ma anche Tony Hawk's UnderGround 2 ha più interni esplorabili di spider Man 2).
 In più la possibilità di entrare nei (pochi) locali aperti è mortificata dall'omologazione di questi ultimi: si rivelano infatti scialbi, assolutamente non interrattivi e generalmente pieni di gente che inspiegabilmente ti vuole pestare. Insomma, un goffo e mal riuscito tentativo da parte di Treyarch di emulare il grande stile di gioco libero che ha caratterizzato prodotti come Shenmue: visto il risultato...era meglio auspicare una minore libertà a favore di una maggiore puntigliosità nella crezione degli ambienti.

SENSI DI RAGNO



 Dopo questa sconfortante premessa, enunciamo qualche aspetto positivo. Prima di tutto il gameplay, pur essendo abbastanza semplice, si rivela abbastanza adatto allo scopo del gioco. La classica svolazzata tra i grattacieli si realizza con l'uso di uno dei dorsali, mentre premendo l'altro si realizzano grossi proiettili di materiale viscoso per imprigionare i nemici; con i normali tasti, invece, si realizzano le rimanenti ed ovvie azioni: l'arrampicata (X), i cazzotti (B) e un altro attacco a base di ragnatela (Y). Chiaramente altre funzioni potranno essere acquistate progredendo nell'avventura (la corsa sui muri, la possibilità di scansare gli attacchi nemici all'ultimo secondo ecc) ma, in generale, le mosse delle quali usufruiremo di più sono quelle che ho citato prima.
 Da menzionare anche la rilevanza data ai sensi di ragno, attivabili con la croce direzionale, che corrispondono a quella che è la più banale delle idee collegate al termine "bullet time". Qualora non lo sappiate, il tutto consiste nel rallentare lo scorrimento del tempo in modo tale da evitare proiettili e compagnia bella, in pieno stile Matrix.
 Le missioni che delineano l'avventura dell'uomo ragno non si distinguono per varietà, visto che proprongono sempre le solite due o tre situazioni (recuperare la valigetta della signora, inseguire la macchina dei ladri et similia); in ogni caso, il tutto non risulta troppo noioso, visto che, nel bene o nel male, è sempre possibile evadere dalla trama principale per andare a cercare un po' di fresco lassù...in cima a quei grattacieli che sembrano tanto invadenti.
 Insomma, il vero asso nella manica di questo gioco è il personaggio che, ricreato in maniera abbastanza fedele, rappresenta una fonte inesauribile di idee ed illuminazioni per il giocatore estroso...che magari vuole solamente godersi il panorama della metropoli, oppure desidera solamente gettarsi a pesce dal più alto degli edifici (e proprio per questo il difetto degli interni non visitabili è grave: con uno Spiderman così versatile, sarebbe stato il massimo entrare in una qualsiasi casa, anche solo per sfasciare qualche oggetto).

TEORIA & TECNICA



 In ultima posizione, anche per importanza, cito l'aspetto tecnico del gioco, incredibilmente mediocre.
 Ormai mi sembra inutile ripetere, ogni volta, che ci sono giochi multipiattaforma che spremono l'hardware cubico alla grande...quindi l'unica cosa da dire è che Spiderman, per quanto riguarda la grafica, si classifica tra i giochi medio-bassi per NGC. Insomma, visto la qualità dell'azione offerta, ci si poteva aspettare anche un comparto audiovisivo sontuoso....e invece ci ritroviamo di fronte ai soliti modelli poligonali tagliati con l'accetta (specialmente quelli della gente comune) e alle solite texture definite in modo appena sufficiente. In più, in quei pochi edifici nei quali si può entrare, ogni tanto troviamo dei problemi di "instabilità": in poche parole, alcuni oggetti vengono visualizzati in modo confuso e sono soggetti a ad uno sfarfallio (termine tecnico °_°').
 Un po' meglio il comparto audio, che sfutta il Dolby Pro Logic 2 e che, in generale, non si comporta male. Il doppiaggio, almeno nella versione UK, è stato realizzato da coloro che danno la voce ai personaggi nel film....quindi penso che per la versione italiana sia la stessa cosa. Oltre a questo, è davvero simpatico quando i passanti ti apostrofano per strada, sia positivamente che negativamente (si va da "get a job" a "ehy, the webslinger"). Tra i brani in sottofondo, l'unico degno di nota è il classico tema sonoro di Spiderman, per il resto, tutto nella norma.
 La durata del titolo è, come al solito, variabile a seconda del giocatore. Qualora il gioco vi piaccia fino ad un certo punto, beh, lo finirete in una decina d'ore per poi abbandonarlo. Se invece non vi annoiate mai a vestire i panni di Spiderman e volete collezionare tutte le infinite badge (sparse un po' ovunque), beh, ci giocherete per parecchio tempo.

IN CONCLUSIONE



 Spiderman 2 è un prodotto nella media con diversi pregi e diversi difetti. Visto il prezzo pieno, lo consiglio solo a chi ama l'uomo ragno. Chi non è un fan, anche se ha apprezzato il film, si può interessare di tutti gli altri giochi in uscita e magari acquistare una futura versione Player's choice di questo titolo. 

Divertimento Divertimento 7
Ci si diverte perchè si personifica Spiderman
Per il resto un'occasione sprecata
Sonoro Sonoro 7
Ben fatto il doppiaggio
Nella media il resto
Grafica Grafica 5.5
Generalmente mediocre
Giocabilità Giocabilità 7.5
Comandi semplici ma adatti
Poco originale e forse troppo semplice
Longevità Longevità 7
E' determinata dalla vostra passione per il personaggio
Totale 7.2

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti