Earth Bound

Data distribuzione Data distribuzione 05/06/1995
Console Console SuperNintendo
Genere Genere RPG
Giocatori Giocatori 1
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Hal Laboratories
Salvataggio Salvataggio Interno (3 files)

Un bellissimo gioco di ruolo, praticamente sconosciuto qui in Europa, ma che fece sognare parecchie persone in estremo oriente.

Descrizione



I possessori di Super Smash Bros e Super Smash Bros Melee hanno conosciuto i poteri PSI di Ness, ma molti si sono chiesti da dove provenisse questo simpatico bambino vestito da giocatore di baseball con tanto di mazza da battitore. Per la cronaca viene da Onett, un paesino in una parte del globo che rimane ignota, ma è più interessante sapere che è il personaggio principale di Earth Bound (detto Mother altrove), il gioco di cui stiamo per parlare. Ma banda delle ciance e tuffiamoci subito a parlare di questo bellissimo gioco.
Earthbound (1)
La storia introduttiva al gioco racconta che in una notte stellata una meteorite cade nella periferia di Onett, praticamente a 50 metri dalla casa di Ness e a 40 dell'amico Pokey. Il simpatico ragazzino si sveglia per dare una controllatina col pieno consenso di sua Madre (anche la vostra vi faceva uscire alle 2 di notte quando avevate 8 anni vero?). Ness arriva nel luogo dell'impatto e vede la meteorite impattata nel suolo, ma i poliziotti gli intimano di tornarsene a casetta sua. Il giorno dopo Ness torna ancora una volta sul loro del delitto (con una passeggiata di mezzo chilometro causa circumvallazione) e incontra una specie di fata (tipo Navi di Link) che gli racconta che la meteorite è opera di Giygas, un perfido alieno che vuole conquistare la terra, e che serve a rendere sudditi tutti i cittadini del pianeta. Ovviamente Ness è il prescelto (avete mai impersonificato uno sfigato qualunque?) che deve salvare il mondo. Per raggiungere questo obiettivo dovrà recarsi in 7 punti del globo per attivare la Pietra del Suono e quindi essere in grado di affrontare Giygas. La meteorite ha però strani poteri paranormali. Su Ness e su alcuni suoi amici permette l'uso di strani poteri PSI, mentre su gran parte degli esseri viventi ha l'effetto di renderli ostili al nostro eroe, cosa che rende meno agevole il suo percorso verso la vittoria. La povera fata rimane uccisa dalla mamma che la scambia per una zanzara, l'agonia dura un paio di minuti.
Earthbound (2)
Sicuramente avrete capito che Earth Bound è un classico gioco di ruolo (RPG). La storia fin qui raccontata presenterà piccoli enigmi da risolvere per riuscire a trovare il luogo in cui mettere piede e per riuscire ad avanzare, alcuni dei quali veramente ostici, perché dovrete parlare con tutti più volte a causa della situazione mutata. Il gameplay vi vede vagare per l'outworld alla ricerca delle informazioni che vi servono con però l'inghippo di incontrare di tanto in tanto qualche avversario. La cosa bella di Earth Bound è che, al contrario di altri RPG, gli avversari non appaiono dal nulla ma potete vederli e tentare di evitarli, cosa che però non sempre riesce, coglierli di sorpresa alle spalle per guadagnare un colpo o essere sorpresi voi dal nemico bastardo. Inoltre, quando la vostra forza sarà troppo superiore rispetto ai nemici comuni, questi si scanseranno ed eviterete scontri inutili con avverari che vi porterebbero poca esperienza. I dungeon sono più che altro dei percorsi obbligati che portano al boss che presiede il luogo speciale, ogni regione è però occupata da più miniboss.

Lo schema di gioco vi presenta un personaggio caratterizzato da una decina di parametri (PP, HP, EP, IQ, Attacco, Difesa, Azioni PSI, Velocità, Fortuna, ...) che aumenteranno man mano che salirete di livello grazie all'esperienza fatta negli incontri. Ovviamente il passaggio tra livelli più alti avrà bisogno di più esperienza, cosa però bilanciata da nemici più ostici. Inoltre imparerete via via nuovi attacchi PSI e potete potenziarvi acquistando diversi PowerUp nei negozi. In piena regola RPG averete anche la possibilità di aggiungere persone al vostro party. Il tutto però segue uno schema rigido che non potete influenzare.

Gli scontri sono a turni e abbastanza schematici, ma la quantità di parametri e la forte casualità rende difficile sapere chi avrà precedenza nel turno e quindi si tende a essere piuttosto cauti. Alcune volte i colpi portati sono particolarmente efficaci e questo particolare può essere fatale quando combattete con i PP parecchio bassi per terminare velocemente l'incontro. Esiste anche la possibilità di cambiare lo stato di salute. Ma la cosa sicuramente più interessante è il fatto che una volta colpiti i vostri PP scaleranno, ma non istantaneamente, perciò, se riuscite a vincere prima che il conteggio alla rovescia sia terminato rimarrete in vita, magari con un solo PP! Un buon motivo per sbrigarsi quando la vita scappa tra le mani.
Earthbound (3)
Da un punto di vista più squisitamente tecnico Earth Bound offre una ottima grafica, molto curata nelle scelte cromatiche per adattare l'atmosfera generale alla situazione di gioco e molto ricca di particolari. Gli scenari di combattimento presentano invece sullo sfondo un effetto psichedelico simpatico. Tutti i personaggi e oggetti sono nitidi e facili da individuare, cosa che fa sempre piacere. Il sonoro segue pari pari la grafica, sottolineando quindi la situazione ambientale per creare una vera e propria atmosfera, veramente buona. Meno impressionanti sono invece gli effetti sonori, ma non si può avere tutto dalla vita.

Della giocabilità non parliamo neanche, stiamo parlando di un gioco di Ruolo, quindi è difficile sbagliare qualcosa in questo settore, se poi diciamo che è un gioco Nintendo e consideriamo tutto quello che abbiamo detto sul gameplay rimaniamo completamente soddisfatti.

La longevità è anch'essa garantita dalle 7 regioni più una, dal fatto che ci metterete un bel pò a raggiungere il giusto livello di potenza necessario a rendere innocuo il boss e per non patire troppo gli incontri con gli altri avversari e infine che non sempre la soluzione degli enigmi è proprio banale possiamo star certi che ci divertiremo per molte settimane prima di poter dire 'Hasta la Vista Giygas!' in puro stile Schwazenegger. =Secondo me…=

Bene, bravo bis. Chissà perché il gioco rimase praticamente sconoscito qui in Europa quando poteva essere un successone. Speriamo che per il Cubo ci sia un seguito (come sembrerebbe) vista la nuova fama acquisita da Ness.

Sonoro Sonoro 8
Grafica Grafica 9
Giocabilità Giocabilità 10
Longevità Longevità 10
Totale 9.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti