Super Mario World

Data distribuzione Data distribuzione 1992
Console Console SuperNintendo
Genere Genere Platform
Giocatori Giocatori 1-2
Produttore Produttore Nintendo
Sviluppatore Sviluppatore Nintendo EAD
Salvataggio Salvataggio Sì, 3 files
Super Mario World

UNA VERA "KILLER APPLICATION"



Nonostante su Super Mario World siano stati spesi fiumi di parole, varrà sempre la pena spenderne per uno dei giochi più belli di sempre.
SMW è stato il gioco d'esordio del SUPER NES, ad oggi forse la miglior console di sempre della Nintendo (ma se DS e Wii continuano così, ancora non per molto): insieme a Super Mario 64 è stato indubbiamente il miglior biglietto da visita di sempre di una console domestica, una vera "killer application", ovvero un gioco che da solo vale l'acquisto di una console. E' lecito chiedersi il perché di cotanta grazia...scopriamolo insieme!

MARIO, LUIGI, PEACH, BOWSER....E IL SOLITO CRIMINE



Tutto avviene quando Mario, Luigi e Peach decidono di farsi una bella vacanza nel paese dei dinosauri: il caro vecchio Bowser non tarderà a rovinare la festa, rapendo la bella e rovinando la festa ai nostri eroi, che dovranno partire per salvarla e affrontare anche i 7 malefici figli del re dei koopa: a questo punto incontreranno per la prima volta un personaggio destinato a diventare una star nell'olimpo mariesco: si tratta ovviamente di Yoshi, il simpaticissimo e dolce dinosauro verde dalla lingua lunga e dall'uovo facile. Ma l'esordio di Yoshi nei videogiochi è solo la punta dell'iceberg...

IL PLATFORM PERFETTO



Super Mario World è stato a ragione definito il PLATFORM PERFETTO. Esso racchiude in sè tutti i dettami del suo genere e deve fungere da esempio e da emblema per tutti gli altri platform 2D, poiché indica la strada da seguire...una sorta di manuale giocabile intitolato "ecco come dovrebbe essere un platform".
SMW consiste nell'affrontare una serie di percorsi in due dimensioni a scorrimento orizzontale, dove dovremo procedere da sinistra verso destra e raggiungere una sorta di punto d'arrivo per poi passare al livello successivo; le azioni principali saranno le solite: camminare/correre, saltare e poco altro...ma ben presto ci renderemo conto di quanto siano più che sufficienti per scatenare il divertimento! Lungo il percorso (detto anche "livello") ci imbatteremo in ogni sorta di ostacolo e di power up: burroni, voragini, pozzi di lava e nemici vari e assortiti ci daranno del filo da torcere, ma avremo dalla nostra parte funghi, stelle, fiori e piume magiche...senza contare Yoshi, che ci darà una grossa mano fagocitando quasi ogni sorta di nemico che si frapporrà fra noi e il nostro obiettivo. Il giocatore avrà a disposizione una grossa mappa su cui muoversi, e superando i vari percorsi (segnati come dei puntini sulla mappa) avrà accesso a nuovi pezzi di mappa (con nuovi intrigantissimi percorsi) da "affrontare"; il tutto è stato già visto in "Super Mario Bros 3", ma qui il concetto è stato ampliato e migliorato; la mappa è più grande, più varia, più complessa, e si snoda su più percorsi: il giocatore può anche scegliere fra più di una strada da seguire.
I percorsi sono stati progettati, disegnati e creati con un'ispirazione e una maestria impareggiabile, ed ognuno di essi brulica di chicche, di segreti, di finezze, di meraviglie e divertimento...questo gioco ha del fenomenale. Anche i super-poteri di Mario non sono molti: essi comprendono il classico fiore di fuoco e una cappa magica per volare, ma sono anch'essi più che sufficienti per divertirsi, poiché impediscono al gioco di diventare troppo complesso ma non ne intaccano assolutamente il divertimento; e a completare il quadro ci pensa Yoshi, che ci aiuterà per gran parte della nostra missione: stando in groppa al fido rettile potremo sfruttare le sue capacità, e vi sono 4 tipi di Yoshi (verde, blu, giallo e rosso) disponibili, ognuno con le sue peculiari abilità.
E' presente anche una modalità multigiocatore, in cui i 2 giocatori (il secondo, ovviamente, impersonerà Luigi) si alternano e possono anche collaborare scambiandosi vite extra.

LATO TECNICO E COSE DEL GENERE



SMW è stato il gioco d'esordio del SNES, ed è superfluo dire che proprio per questo motivo non sfrutta l'hardware della console al 100% (come, per esempio, i tre giochi della serie DKC)...ma questo NON SIGNIFICA AFFATTO che non faccia una bella figura, anzi: i colori brillanti e la freschezza che trasuda da ogni pixel e da ogni sprite ha del fenomenale, e fa una signora figura anche oggi, quasi 20 anni dopo! Ogni personaggio del gioco, da Mario al singolo nemico, è stato creato con una cura e una maestria impareggiabili, e sprizza carisma da tutti i pori; i fondali, seppur semplici, sono ispiratissimi, meravigliosi e presentano colori magnifici. Un plauso speciale va anche ai controlli: muovere Mario è una vera libidine videoludica, ed è tutto così preciso che, una volta presaci la mano, si riesce a fare qualunque acrobazia. Il lato sonoro è altrettanto favoloso: pur non essendoci tantissime musiche (stiamo pur sempre parlando di una cartuccia), esse sono tutte allegre, ispirate e indimenticabili: probabilmente fra le musiche migliori mai viste in un gioco di Mario...e vi resteranno nella testa per tutta la vita!
Dal punto di vista della giocabilità, SMW probabilmente NON HA EGUALI AL MONDO. Facilissimo da imparare, impossibile da smettere di giocarci! Questo gioco è immediato come non mai, e possiede letteralmente la mano di chi lo gioca! Inoltre è dannatamente divertente, perchè possiede quell'essenza purissima (che purtroppo hanno ben pochi altri giochi) che dona a chi lo gioca godimento purissimo. A questo discorso si ricollega la longevità: il gioco presenta 96 uscite da trovare, ma poichè qualche livello ne presenta 2 (una ordinaria e una segreta) i percorsi effettivi sono un po' meno: si attestano comunque sui 75 circa, alcuni dei quali davvero tosti, il che non è affatto poco per un platform. Per completare il gioco sono necessarie poche ore, ma per sviscerarne tutti i segreti ci vorrà molto di più...inoltre, questo è uno dei pochi giochi al mondo che possono essere definiti ETERNI: la voglia di giocarlo e rigiocarlo non passa MAI, nemmeno dopo anni e anni e dopo averlo imparato a memoria, ed il bello è che non lo si rigioca per ri-finirlo: lo si rigioca per il gusto di farlo, per il gusto di fare qualche livello, di correre e saltare, di DIVERTIRSI, di godere l'essenza del gioco fine a sè stessa. E questo è un segnale che ci fa capire ancora cosa sia Super Mario World: una favola.

Sonoro Sonoro 10
Grafica Grafica 10
Giocabilità Giocabilità 10
Longevità Longevità 10
Innovazione Innovazione 10
Totale 10.0

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti