Resident Evil 4 Wii Edition

Data distribuzione Data distribuzione 0000
Console Console Wii
Genere Genere Avventura
Giocatori Giocatori 1-2
re4.jpg

L'ORRORE TORNA...E STAVOLTA HA UN WIIMOTE IN MANO!!!



 3 anni orsono, il Gamecube ospitò quello che forse è stato il miglior gioco della generazione di console a 128 bit; sto ovviamente parlando di Resident Evil 4, che tracciò un favoloso solco fra i precedenti episodi della saga, che cominciavano a stagnare in quanto a gameplay, ed un luminosissimo futuro per gli episodi a venire. In seguito, RE4 vide la luce anche su PS2 e Pc con conversioni discutibili soprattutto quella su Pc ed alcuni contenuti extra assenti sul nostro amato cubetto. Adesso è la volta del Wii, che sta collezionando uno dietro l'altro porting e conversioni varie di giochi di vecchia generazione: fortunatamente RE4 è un capolavoro che non può non essere accolto a braccia aperte, nonostante sia anch'esso poco più di un porting. Forse esso è la prova che le terze parti cominciano ad accorgersi che il Wii merita più attenzione, e semmai esso dovesse accogliere dei remake, dovrebbero essere dei singori remake!

QUELLO CHE SAPPIAMO



 Resident Evil 4 ci si ripresenta in tutto il suo splendore: fondamentalmente il gioco che avevamo giocato è stato riproposto pari pari su Wii dalla versione Gamecube, che è stata anche la miglior versione dal punto di vista tecnico. Per chi volesse sapere di che gioco stiamo parlando, basta andare a riguardarsi le recensioni apposite nella sezione Gamecube...eviterò descrizioni dettagliate per evitare inutili ripetizioni; brevemente si tratta di un action game, con visuale in terza persona alle spalle del protagonista: differentemente dai suoi predecessori, non si tratta di muovere un personaggio legnoso per sfondi prerenderizzati evitando i pochi zombie con munizioni contatissime; con RE4, la saga prende una nuova piega, inverte la rotta e cambia radicalmente il suo gameplay. Il protagonista Leon Kennedy già visto in RE2 dovrà ritrovare la figlia scomparsa del presidente degli USA, rapita da una misteriosa setta: il giocatore dovrà ben presto dimenticare i palazzi silenziosi e le ville piene di porte e chiavi, perchè qui è l'azione a farla da protagonista...il giocatore dovrà abituarsi a torme di mostri indiavolati lanciati al suo inseguimento, e la paura che talvolta qui sfocia in terrore feroce deriverà più dalle fughe che dai silenzi! Insomma, RE4 è veloce, intuitivo, talvolta frenetico, mai banale, divertente e sempre fresco. Questo, però, non vuol dire che mancheranno enigmi, momenti di angoscia silenziosa e legami con i precedenti episodi, qui sapientemente mescolati alle novità per dare un risultato stupefacente! RE4 vi stupirà e vi spaventerà come mai nessun RE ha fatto!
 
re41.jpg

QUELLO CHE NON SAPPIAMO



 Se il gioco è preso pari pari dalla versione cubica, allora perchè acquistarlo? Cosa c'è di così nuovo e di così interessante da giustificarne l'acquisto? Orsù, dopotutto le novità ci sono eccome, e sono fondamentalmente 2: il sistema di controllo e i contenuti extra.
 Il sistema di controllo è stato interamente rivoluzionato e plasmato ad immagine e somiglianza dell'accoppiata nunchuk-wiimote. Per muoverci dovremo usare la leva analogica del nunchuk, ma le somiglianze con i controlli classici si fermano qui: per usare un'arma da fuoco, infatti, dovremo premere il pulsante B il grilletto del wiimote e poi darci da fare puntando il televisore col suddetto telecomando e sparare con A; ciò permette una precisione davvero notevole, ed è assai comodo soprattutto quando dovremo puntare una cosa che si trova dall'altra parte dello schermo rispetto a ciò che stiamo puntando in quel momento: mentre con i controlli "classici", per spostarci ci voleva qualche decimo di secondo che può essere fatale in RE4 , ora abbiamo totale libertà; inoltre dovremo usare la leva analogica del nunchuk per spostare l'inquadratura.
 Per usare il coltello, invece, dovremo tener premuto C sul nunchuk e brandire il wiimote, mentre per scrollarci qualche nemico di dosso dovremo agitare il suddetto. Insomma, trattasi di controlli intuitivi che danno nuovo sapore al gioco anche per chi lo conosce già a memoria; in effetti all'inizio, dopo mesi o anni di joypad "classici" consumati per giocare RE4, abituarsi al nuovo sistema di controllo non è facile, ma dopo qualche ora di gioco ci si fa l'abitudine arrivando addirittura a preferire il sistema nuovo a quello classico.
 Passiamo ai contenuti extra: la versione Gamecube, infatti, ne presentava assai pochi; il grosso di essi è stato aggiunto nella versione PS2, e c'è ancora chi non li ha potuto gustarseli.
 Nella versione Wii potremo usufruire di tutti i contenuti extra mai creati per questo gioco, compresa una nuova corposa missione che vede la bella Ada Wong come protagonista non sto parlando di "Assignement Ada", già presente nella versione Gamecube e tante altre chicche che ci aiuteranno a capire meglio tutti i retroscena della storia del gioco; inoltre, rispetto alla versione Gamecube, avremo a disposizione nuovi costumi e anche qualche nuova arma.
 Insomma, qui c'è tutto e di più!

LA PARTE TECNICA



 Sui pregi tecnici di RE4 c'è ben poco da dire che non sia ancora stato detto: questo gioco ha spremuto il Gamecube come un limone, sfornandoci un comparto grafico che fa ancora oggi gridare al miracolo; probabilmente la miglior grafica mai vista su Gamecube quasi superiore a Zelda: Twilight Princess, uscito ben 2 anni dopo , e non sfigura nemmeno di fronte a molte produzioni di "nuova generazione". Gli ambienti 3D sono ricreati in maniera divina, e le atmosfere da incubo campagne desolate e grigie, manieri inquietanti, immancabili laboratori assorbono il giocatore e lo portano in un mondo terribile, quasi reale. Le musiche non sono indimenticabili, ma sono comunque ottime e fanno la loro grossa parte rendendo l'atmosfera davvero paurosa; il doppiaggio in inglese è curato e magnificamente riuscito, e i sottotitoli in perfetto italiano senza mai un errore ; dal punto di vista della giocabilità e della longevità, siamo a livelli più che ottimi: RE4 è terribilmente divertente, e vorrete giocarlo e rigiocarlo fino alla nausea...contando anche minigiochi ed extra vari e assortiti, durerà davvero tantissimo!
 
re42.jpg

CONCLUDENDO



 C'è ben poco da fare: RE4 è un capolavoro che resterà per sempre impresso nelle menti di chi lo gioca; Il fatto che tecnicamente sia preso dalla versione Gamecube ricordiamolo ancora, la miglior versione e che presenti tutti gli extra assenti nella suddetta versione, lo rende senza dubbio la VERSIONE DEFINITIVA di RE4, la migliore e la più completa da tutti i punti di vista. Se lo avete già giocato su cubo potreste senza dubbio farci un pensierino per gustarvi sistema di controllo rivoluzionato ed extra vari, mentre se siete fra quei pochi che ancora non lo hanno giocato aggiungete tranquillamente mezzo voto al totale: questo è un gioco da 10, e non avete più scuse: dovete subito andare a comprarlo a occhi chiusi!!!

Divertimento Divertimento 9.5
Divertentissimo e incredibilmente coinvolgente.
Sonoro Sonoro 9
Buone musiche, che contribuiscono in maniera fondamentale all'atmosfera horror del gioco.
Effetti sonori azzeccati e appropriati: gocciolii, sbudellamenti, motoseghe...
Doppiaggio superlativo.
Grafica Grafica 9
Sensazionale, ambienti 3D ricreati ad arte.
Un voto in meno perchè è pur sempre un gioco Gamecube, preso pari pari.
Giocabilità Giocabilità 9
Ci vuole un pò ad abituarsi ai controlli, specie se si ha giocato molto alla versione GC...
...ma una volta appresi, si rivelano ottimi.
Sistema di puntamento perfetto.
Longevità Longevità 10
Il gioco è lungo, e viene anche subito voglia di rigiocarlo.
Minigiochi lunghi e impegnativi.
Gran quantità di extra assenti nella versione Gamecube.
Totale 9.5

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti