Editoriale Settembre 2012

Visto che il lancio della nuova console casalinga di Nintendo è ormai relativamente imminente, mancano pochi mesi, è arrivato il momento di aprire questa nuova sezione del sito per parlare in modo approfondito quelle qualità di questa nuova creazione che ci arriva da Kyoto e per sapere tutto riguardo ai giochi che saranno presenti al lancio!

Wii U

Il Wii U è la sesta console casalinga di Nintendo e, come dice il nome, è un'erede diretto del vincitore della precedente generazione di console: il Wii. Per Nintendo è una novità il fatto che una nuova console si chiami quasi come quella precedente, ma immagino che l'ufficio marketing abbia imposto questa scelta. In realtà anche NES e SuperNES si chiamavano quasi allo stesso modo, e allora possiamo quasi dire che si tratta di un ritorno al passato!

È anche la terza console casalinga di cui viviamo i natali qui sul Nintendo Club. Abbiamo già visto nascere il GameCube e il Wii e ognuna di queste console aveva una storia diversa alle spalle. Il cubetto viola, console alla quale molti di noi sono rimasti affezionati, era la console della speranza la negativa epoca del Nintendo64. Negativa solo per via delle vendite che non eguagliarono i record del SuperNintendo, perché se invece andiamo a vedere i giochi prodotti per quella console c'è solo da rimanere a bocca aperta. Il GameCube però tradì le attese, malgrado anche qui i giochi di qualità non mancavano, per via della spietata concorrenza. Alcuni anni dopo arrivò in paese un nuovo personaggio: il Wii. In realtà di trattava di un GameCube con potenza raddoppiata, ma dotato della periferica di gioco magica: il WiiMote. La console è finita per essere il campione di vendite della sua generazione malgrado una dotazione hardware ampiamente inferiore. Vennero conquistati i cuori di milioni di casual gamers creando di fatto un nuovo mercato.

Il Wii U nasce quindi in un contesto molto diverso. L'eredità del Wii sarà un ostacolo o un vantaggio? Certo, la retrocompatibilità con i giochi Wii e la compatibilità con tutte le periferiche di gioco è importante per stimolare la sostituzione in salotto, ma il contesto è molto diverso. La voglia di gioco dei casual gamers è sempre più soddisfatta dagli smartphone che sono arrivati ad avere una potenza grafica superiore a quelli del DS, e su cui esistono migliaia di giochini gratuiti o acquistabili a pochi euro. I costi dei giochi per console rimangono invece alti per finanziare produzioni costose e raffinate. Riusciranno le console casalinghe e far capire a queste persone che un gioco di alta qualità, che offre molte ore di divertimento non ripetitivo, non può essere venduto per pochi spiccioli? Speriamo.

Un paio di anni fa parlavo di videogames con un mio conoscente e mi chiese cosa, secondo me, avrebbe caratterizzato la nuova generazione di console. Io risposi la distribuzione dei giochi via rete. Risposi così perché era già in atto la diffusione del concetto di cloud e degli App Store. Adesso che anche Windows distribuirà la maggior parte delle applicazioni attraverso un apposito negozio online mi sembra ovvio che anche le console vadano in quella direzione. Certo, già col Wii è possibile scaricare giochi e demo da internet, ma le produzioni importanti continuano ad essere veicolate sul supporto fisico, anche perché l'esigua memoria di massa di questa console pone importanti limiti. Vedremo ora che tipo di giochi saranno acquistabili online considerando che serviranno diversi gigabyte per memorizzarli e di conseguenza un po' di tempo per scaricarli.

Credo di aver detto abbastanza per questo editoriale. Spero di risentirci il mese prossimo per vedere come procedere il percorso di avvicinamento al lancio del Wii U. Vi lascio quindi alle pagine di presentazione della console e alle discussione sul nostro divertente forum. Ciao ciao!

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Al momento non ci sono commenti