La Leggenda Di Zelda

Qui di seguito è riportata la leggenda di Zelda nella sua interezza e nel suo svolgimento cronologico, secondo il canone stabilito dalla pubblicazione dell' Hyrule Historia in occasione dei venticinque anni della saga ed alcune ipotesi personali, basate su un' analisi delle informazioni tratte dai giochi. Si rimanda al forum per eventuali discussioni e chiarimenti. 



PRINCIPIO: La leggenda degli Dei e dell' Eroe del Tempo


I: L' era della creazione del mondo

  • Nel caos originario che era il mondo, discendono dai Cieli le tre Dee Dorate Din, Nayru e Farore: con il suo Potere, Din plasma lo spazio-tempo forgiando la terra; con la sua Saggezza, Nayru instaura le leggi naturali e l’ ordine del mondo; con il suo Coraggio, Farore crea la vita e popola il mondo.
  • Terminata la loro opera, le tre Dee Dorate lasciano al mondo un artefatto divino costituito della loro essenza: la Triforce, il sacro triangolo divino. La Triforce è formata da tre triangoli dorati più piccoli, che rappresentano le tre virtù delle dee dorate, il Potere, la Saggezza e il Coraggio. Forgiata come ideale per i mortali, la Triforce è preclusa agli esseri della stessa natura delle dee dorate ed è dotata di coscienza propria, sebbene non distingua tra bene e male. A chi acquisisce la Triforce, sia esso una persona buona o cattiva, è concesso il potere illimitato delle dee, capace di soddisfare ogni desiderio. Tuttavia, il triangolo dorato è come una bilancia che soppesa l’ individuo che la tocca: se questi ha le tre virtù in equilibrio ed è quindi guidato dal bene, la Triforce concederà il suo effettivo potere. In caso contrario, il triangolo si separerà nei tre frammenti: all’ individuo che l’ ha acquisita spetterà il frammento che rappresenta la virtù verso cui è sbilanciato il suo cuore, gli altri saranno invece donati ad individui prescelti dalle dee. Se la persona che l’ ha acquisita riesce a recuperare gli altri due frammenti, la Triforce non potrà che conferirgli la sua forza.
  • Fissate questi leggi, le tre dee dorate ripartono per i cieli, lasciando la dea Hylia a sorveglianza della Triforce e per aiutare le creature viventi nella loro crescita simboleggiando la Speranza. Il triangolo divino si instaura nella dimensione spirituale che sarà nota in futuro come Sacred Realm. Il potere della Triforce può conferire al Sacred Realm una forma fisica che riflette i sentimenti che covano nel cuore di chi l' ha acquisita, anche se questi non ha le virtù in equilibrio.

II: L' era della dea Hylia
  • Sotto la guida di Hylia, le creature viventi prosperano e crescono in virtù, formando civiltà primordiali. Tra di esse, gli uomini diventano i più fedeli e amati da Hylia.
  • Un giorno oscuro, il Re dei Demoni Demise emerge dalle profondità della terra. Nessuno conosce l’ origine di Demise, neppure la dea Hylia. Egli è il Male, sorgente dei demoni, trascende lo spazio e il tempo come gli dei, ha potere simile al loro e assume diverse sembianze a seconda degli occhi che lo osservano. Non essendo della stessa natura degli dei, non gli è preclusa la Triforce, che egli brama per portare il suo dominio di Oscurità nella dimensione creata dalle dee dorate, verso cui cova Odio profondo. Ignote sono le ragioni di tale sentimento. Demise atterrisce le creature di luce con il suo esercito demoniaco, seminando la Distruzione, la Disperazione e il Terrore. Per proteggere i superstiti degli uomini e la Triforce, la dea Hylia crea Skyloft, una città che spedisce nei cieli oltre una barriera di nubi, nel dominio dello Spirito Levias. Con l' aiuto degli altri popoli e dei tre dragoni divini Spiriti della Luce, Hylia sconfigge Demise e lo sigilla nelle viscere della terra vicino al suo tempio, sacrificando gran parte della sua essenza divina. Gravemente indebolita dalla battaglia, Hylia è consapevole che non sarà più in grado di affrontare Demise quando questi inevitabilmente si libererà dal sigillo. L’ unica possibilità è usare la Triforce, che però le è preclusa come essere divino. Allora Hylia decide che in futuro rinascerà come una donna degli uomini, perché l’ amore di un uomo nei suoi confronti possa permettergli di intraprendere il viaggio di maturazione spirituale necessario per acquisire la Triforce. Prima di svanire come dea, Hylia prepara una serie di strumenti e di doni per il suo eroe e crea Fi, l’ essenza della sua spada divina, perché lo guidi nel viaggio che la dea ha preparato per lui.

III: L' era del cielo
  • Eventi di Skyward Sword
    Moltissime generazioni dopo, il tempo della battaglia finale giunge. Il sigillo di Demise inizia ad indebolirsi. Su Skyloft vive la reincarnazione di Hylia, Zelda, assieme al suo amico di infanzia, che diventerà l’ Eroe di Hylia. Un giorno l’ essenza della spada oscura di Demise, Ghirahim, riprende vigore, si proclama Signore dei Demoni ed inizia la ricerca della reincarnazione di Hylia, perché il suo spirito di origine divina può far rinascere a nuova vita Demise. Proprio nel giorno in cui a Skyloft l’ eroe diventa un cavaliere della città partecipando con Zelda a una celebrazione in onore di Hylia, Ghirahim individua la presenza della reincarnazione della dea nei cieli. Non potendo superare la barriera di nubi, il demone scatena un tornado che trascina Zelda sulla terra. Istruita da una vecchietta che vive nei resti del tempio di Hylia, Zelda capisce il suo destino. L’ essenza della spada di Hylia si manifesta all’ eroe, che parte alla ricerca dell’ amica. Nell’ avventura, egli compie il suo cammino di maturazione spirituale, provando di possedere le virtù che la Triforce simboleggia, e sconfigge più volte l’ abominio con cui Demise, privato della sua forma originaria, si manifesta in questa epoca per effetto dell’ indebolimento del sigillo. L’ eroe supera le prove che la dea aveva preparato per lui, ripristinando e amplificando il potere della spada di Hylia. La nuova lama divina, forgiata dalle imprese dell’ eroe, sarà conosciuta come Master Sword, la spada che annichilisce il male. Durante queste vicende, Zelda viene aiutata nel suo compito di purificazione da Impa, un membro della tribù degli Sheikah, i servitori della dea dotati di poteri magici. Per evitare Ghirahim, Zelda ed Impa usano uno dei due Cancelli del Tempo che Hylia costruì; prima di attraversarlo, la guerriera Sheikah ne avvia la distruzione, perché Ghirahim non possa seguirle. Durante la sua era, la dea utilizzò delle pietre di colore blu della regione di Lanayru per produrre diversi artefatti per il dominio del tempo, di cui divenne sovrana. Esse erano in grado di cristallizzare in sé l’ immagine dell’ era di Hylia; la dea le lasciò perché l’ eroe se ne servisse per portare il passato nel presente. I Cancelli del Tempo furono costruiti invece per fare da ponte tra la dimensione di Hylia, cristallizzata fuori del tempo, e il presente dell’ eroe. Questi riesce a riattivare il secondo Cancello del Tempo nei resti del tempio di Hylia, ricongiungendosi con Zelda, da cui apprende tutta la verità; dopo aver benedetto la Master Sword, la reincarnazione della dea si addormenta per alimentare con tutte le sue forze il sigillo di Demise. Guidato dai tre dragoni e da Levias, l’ eroe affronta le ultime prove, conquistando infine la Triforce. Con il potere divino, il giovane annienta l’ abominio con cui Demise si è manifestato nella sua era: Zelda si risveglia dal suo sonno e la pace sembra infine giunta. Ma il servo del re dei demoni, Ghirahim, riesce infine a scovare e rapire Zelda; egli usa il Cancello del Tempo per tornare all’ era di Hylia e inizia un rito per far rivivere il suo signore. L’ eroe insegue Ghirahim e lo affronta, sconfiggendolo. Tuttavia il demone è riuscito a guadagnare il tempo necessario per concludere il rito: assorbito lo spirito di Zelda, Demise rivive in tutta la sua potenza. L’ Eroe di Hylia affronta il Re dei Demoni in uno scontro che trascende lo spazio e il tempo. Sorpreso dal valore del giovane, prima che la sua esistenza corrotta sia eradicata, Demise maledice nello spazio e nel tempo l’ Eroe di Hylia e Zelda, mescolando al loro sangue i destini del creato tutto. Nelle generazioni future, un’ incarnazione dello Spirito del Male si manifesterà per tormentare i loro discendenti.
  • Zelda e l’ eroe di Hylia decidono di rimanere sulla terra per sorvegliare la Triforce e realizzare il loro sogno di vita. Da loro discenderà la famiglia reale di Hyrule.
  • Il Sacred Realm assume una forma fisica riflettendo i sentimenti del cuore del suo possessore e diventa una dimensione di pace avvolta nello splendore di una luce dorata. La Master Sword, che ha assorbito l’ essenza morente di Demise, viene riposta in un altare nei resti del tempio di Hylia.
  • Non tutti gli abitanti di Skyloft si trasferiscono sulla terra; alcuni decidono di restare nella loro città nei cieli. Daranno vita a una civiltà molto avanzata tecnologicamente, gli Oocca.

IV: L' era del caos
  • Negli anni gli uomini ritornati sulla terra ricostruiscono la loro civiltà, stringendo amicizia con le altre forme di vita. Riconosciuti come figli di Hylia, vengono chiamati Hylian e l’ insieme delle terre da loro abitate Hyrule. Gli Spiriti che avevano aiutato l’ Eroe di Hylia, restano sulla terra per aiutare gli Hylian nel compito di sorvegliare la Triforce, trasfigurandosi da dragoni in esseri luminosi. Da quel momento in poi saranno chiamati Spiriti della Luce: essi hanno il compito di mantenere la consistenza della Luce in questa dimensione luminosa ed esprimono la volontà delle dee dorate.
  • Con il tempo, il mito della Triforce sorvegliata dagli Hylian si diffonde sempre più tra la gente, alimentando desideri di potere.
  • Ad Hyrule, per generazioni solo i discendenti della dea Hylia hanno posseduto poteri magici. Tuttavia, un giorno fa la sua apparizione nel regno una tribù di stregoni di cui nessuno conosce le origini; essi provengono di certo da un luogo diverso da Hyrule. Soprannominati Dark Interlopers, questi stregoni si mettono alla ricerca della Triforce, usando artefatti a forma di maschere per concentrare il loro potere magico. Le maschere sono in grado di manipolare chi le indossa se non mostra una forza sufficiente a controllarle e il potere magico che convogliano è in grado di manipolare l’ Ombra, minando l’ integrità della Luce. La guerra che ne scaturisce infiamma Hyrule. Gli Spiriti della Luce, allora, intervengono per ordine delle dee e confinano i Dark Interlopers nella Dimensione dell’ Ombra in cui vivono gli spiriti che non riescono ad entrare nell’ aldilà. Il principale artefatto magico della tribù viene spezzato in quattro frammenti, chiamati Fused Shadow: tre sono presi in custodia dagli Spiriti della Luce, l’ ultimo posto nella Dimensione dell’ Ombra.  Da questo evento, nasceranno la tribù dei Twili e il Twilight Realm. Lo Specchio del Crepuscolo, unico mezzo che collega la dimensione luminosa di Hyrule al Twilight Realm, è affidato per volontà delle dee alla nascente famiglia reale di Hyrule e posto in un luogo nascosto nel deserto. Gli Spiriti della Luce ritornano al loro silente compito di mantenere l’ integrità della Luce.
  • Per evitare il ripetersi di una guerra per la conquista della Triforce, il saggio Rauru la trasferisce  nella dimensione spirituale in cui l’ Eroe di Hylia l’ aveva ottenuta, il Sacred Realm, luogo di pace nato dal cuore dell’ eroe. Il saggio costruisce due templi che collegano magicamente Hyrule e il Sacred Realm: il Tempio della Luce nella dimensione spirituale, in cui depone la Triforce, e il Tempio del Tempo ad Hyrule sui resti del tempio di Hylia. Il varco tra i due mondi è sigillato dalla Master Sword, conficcata nel suo altare in una stanza del Tempio del Tempo, chiusa da una porta enorme nota come Porta del Tempo. Per aprire la Porta del Tempo, occorrono tre chiavi, chiamate Pietre Spirituali, e l’ Ocarina del Tempo, uno strumento magico costruito con le pietre blu di Hylia. Prima di entrare nel Sacred Realm come custode della Triforce e sigillarne l’ accesso, Rauru affida a una discendente di Zelda le tre chiavi e l’ ocarina. Poiché la Master Sword valuta la persona che tenta di estrarla e si concede solo al cuore più puro ed eroico, il Sacred Realm è preservato dalle forze del male; alla spada spetta l’ autorità di stabilire se far accedere o meno al Sacred Realm chi riesce a brandirla.
  • La discendente di Zelda costituisce ufficialmente il regno di Hyrule. Da quel momento in poi, sarà consuetudine nella famiglia reale chiamare Zelda la primogenita. Le tre pietre spirituali sono affidate al Great Deku Tree, lo spirito dei boschi, e ai re dei Goron e degli Zora, mentre l’ Ocarina del Tempo resta alla famiglia reale.

V: L' era della prosperità
  • Il nascente regno di Hyrule si espande e viene riconosciuto dai vari popoli; il segreto della Triforce viene celato alle brame dei viventi. E’ epoca di pace e prosperità.
  • Discendenti degli uomini rimasti nei cieli, gli Oocca nel tempo hanno sviluppato una tecnologia avanzata. Essi intessono rapporti di amicizia con la famiglia reale di Hyrule e fanno loro dono delle proprie conoscenze.
  • Guidati dalla maledizione di Demise, dei demoni invadono il regno Hyrule, seminando morte e distruzione; quando, con la Triforce sigillata nel Sacred Realm e ormai relegata ad oscure leggende, gli Hylian stanno per cedere allo sconforto, discendono dal cielo i Minish, creature minuscole la cui origine è ignota, probabilmente inviate dalle Dee Dorate o da Levias.
  • I Minish donano a un giovane hyliano la Four Sword, una spada da loro forgiata in cui alberga l’ essenza dei quattro elementi, e la Light Force, sorgente di un potere magico illimitato generata dall’ essenza delle Dee Dorate. Con i due tesori, l’ Eroe degli Uomini imprigiona i demoni in una cassa magica, la Bound Chest, e la sigilla con la Four Sword. Questi eventi sono noti come Guerra della Bound Chest.
  • I Minish fanno ritorno nella loro dimensione misteriosa lasciando un collegamento con Hyrule tramite l’ Elemental Sanctuary, il tempio in cui viene riposta la Four Sword.
  • La porta si apre ogni cento anni, permettendo ai Minish di far visita agli uomini e aiutarli ad essere felici, ma solo i puri di cuore e i bambini possono vederli. Con il tempo, il ricordo dei Minish sbiadisce: i Picori, come gli Hylian li hanno nominati, diventano solo una leggenda.
  • Per ricordare gli eventi e i loro benefattori, la famiglia reale di Hyrule, unica depositaria della verità circa la Guerra della Bound Chest, istituisce un festival che prevede l’ esposizione della Four Sword sigillante la cassa magica a chi vince un torneo di combattimento di spada. Anche la Light Force resta alla famiglia reale, tramandata di generazione in generazione alla principessa del regno.
  • La Tribù del Vento, dominata l’ energia eolica, si stabilisce in una città nei cieli a sorveglianza del Palazzo dei Venti, tempio per l’ elemento del Vento.

VI: L' era della Light Force
  • Il Minish Vaati viene corrotto dalla brama per la Light Force e dal suo interesse per il lato oscuro degli uomini.
  • Eventi di The Minish Cap
    Vaati si impossessa del cappello magico del suo maestro Ezlo; l’ artefatto, dono per gli uomini, permette di esaudire i propri desideri. Con esso Vaati diventa un potente stregone e lancia un sortilegio sul suo maestro. Entrato nel regno di Hyrule dalla porta dei Minish in occasione della sua riapertura, Vaati partecipa al Festival Picori e vince; nella ricerca della Light Force distrugge il sigillo e libera i demoni imprigionati dall’ Eroe degli Uomini. Un Eroe, guidato da Ezlo, chiede ai Minish di forgiare una nuova Four Sword e ne ripristina il potere acquisendo l’ essenza dei quattro elementi. Nella battaglia finale, Vaati assorbe quasi per intero la Light Force dalla principessa di Hyrule, Zelda, trasfigurando definitivamente il suo aspetto. Con la Four Sword, l’ eroe riesce a distruggerlo, liberando Ezlo dalla sua maledizione. Mediante la residua parte della Light Force, Zelda riporta Hyrule al suo splendore, liberandola dal sortilegio di Vaati. La porta Minish si richiude, portando con sé la leggenda dei Picori e della Light Force.
  • Alcune generazioni dopo, Vaati risorge privo di ogni ricordo della sua esistenza come Minish e guidato solo dalla collera contro Hyrule. Si stabilisce nel Palazzo dei Venti e si proclama ‘’Mago del Vento’’. Quindi, rapisce per vendetta tutte le ragazze di Hyrule.
  • Un eroe usa il potere quadruplicante della Four Sword per sconfiggere Vaati; riesce quindi ad imprigionarlo nella spada che depone nell’ Elemental Sanctuary. Nelle leggende di Hyrule questo eroe è noto come Primo Eroe della Four Sword.
  • Eventi di Four Swords
    Da generazioni, le principesse del regno di Hyrule sorvegliano il sigillo di Vaati. Un giorno il demone si libera dalla spada, catturando Zelda alla presenza di un giovane e rifugiandosi nel Palazzo dei Venti. Il giovane, aiutato dalle Grandi Fate e dal potere quadruplicante della Four Sword, si reca al palazzo di Vaati e riesce a imprigionarlo di nuovo nella spada, divenendo il Secondo Eroe della Four Sword.
  • A seguito di queste vicende, le essenze dei quattro elementi vengono convogliate in gemme e poste nell’ Elemental Sanctuary per alimentare il potere magico della Four Sword, affinchè Vaati non possa mai più liberarsi.

VII: L' era dell' Eroe del Tempo
  • La tribù delle Gerudo si è stanziata nel deserto in cui giace lo Specchio del Crepuscolo. Si dedica alle razzie e ai furti, venendo temuta in tutta Hyrule. L' isolamento e la condotta immorale sono terreno fertile per la maledizione di Demise, che acquista vigore. Alcuni membri della tribù si dedicano alle arti oscure. Viene forgiata un' arma che può convogliare energia dall’ Oscurità, la dimensione dove vivono i demoni: è il Tridente dell' Oscurità. Per ragioni ignote la tribù non riesce a generare maschi con regolarità, pertanto ogni tanto le Gerudo rapiscono degli uomini per procreare. I pochi individui maschi che nascono hanno capacità magiche non comuni e, secondo la legge della tribù, vengono eletti capi.
  • Un giorno, la maledizione di Demise si incarna infine in Ganondorf, che diventa principe dei ladri della tribù delle Gerudo; le madri putative sono le streghe note come Twinrova, che crescono Ganondorf venerandolo come una divinità e istruendolo alle più potenti arti oscure.
  • Fomentata dal crescente clima di rancore, ad Hyrule scoppia una guerra civile contro il regno.
  • Durante il conflitto, una madre Hylian ferita a morte cerca rifugio con il proprio bambino nella foresta protetta dal Great Deku Tree. La donna prima di spirare affida il figlio allo spirito dei boschi, che lo accoglie avendone percepito il futuro destino eroico.
  • Dopo alcuni anni, il re di Hyrule riesce a far cessare la lunga guerra che di lì in poi verrà chiamata Guerra di Unificazione; il regno è infatti di nuovo unificato.
  • Eventi di Ocarina of Time quando l’ Eroe del Tempo è bambino
    Ganondorf giura fedeltà al re di Hyrule ma di nascosto trama la conquista della Triforce. Conoscendo la leggenda del Sacred Realm, si mette alla ricerca delle tre pietre spirituali. Al rifiuto delle tre tribù custodi di consegnargliele, per minaccia Ganondorf lancia un maleficio sullo spirito dei boschi Great Deku Tree e su quello venerato dagli Zora, Lord Jabu Jabu, infine chiude l’ accesso alla Dodongo’s Cavern impedendo ai Goron di procurarsi il cibo. Il Deku Tree capisce che è giunto il momento di avviare alla sua avventura il giovane e gli affida una fata protettrice. L’ Hylian cresciuto come un Kokiri, la tribù della foresta protetta dallo spirito dei boschi, spezza il maleficio ma purtroppo non c’ è più nulla da fare. Prima di appassire, il Great Deku Tree consegna al giovane la pietra spirituale dei Kokiri e gli dice di recarsi ad Hyrule. Giunto al cospetto della principessa Zelda, il ragazzo si trova proprio nel momento in cui Ganondorf si accinge a giurare fedeltà al re di Hyrule. La principessa racconta al giovane dei suoi incubi, nei quali un’ ombra oscura avvolge Hyrule; nel ragazzo dei boschi Zelda riconosce la luce che nel sogno dirada l’ ombra. Zelda non si fida di Ganondorf: in lui la principessa vede l’ ombra che minaccia Hyrule nel suo incubo. Poiché il re di Hyrule non ha voluto prestare ascolto alle sue premonizioni, Zelda chiede al giovane di conquistare le altre pietre spirituali per accedere al Sacred Realm prima che lo faccia Ganondorf. Mentre l’ eroe completa il suo compito, aiutando le tribù dei Goron e degli Zora, Ganondorf sferra un attacco a sorpresa al castello di Hyrule per impadronirsi dell’ Ocarina del Tempo. In fuga dal castello con la sua assistente Impa, Zelda riesce a dare l’ ocarina all’ eroe, che con essa apre la Porta del Tempo. Nel momento in cui estrae dall’ altare la Master Sword, accade ciò che Zelda e Rauru prima di lei non potevano prevedere: il giovane è riconosciuto dalla spada come eroe e il suo spirito, separato dal corpo, può accedere al Sacred Realm ma l’ apertura del passaggio permette a Ganondorf, che lo ha seguito segretamente, di penetrare con le sue arti magiche nel Tempio della Luce ed acquisire la Triforce, superando le difese di Rauru. Non avendo le virtù in equilibrio, la leggenda del triangolo divino si avvera: la Triforce si spezza nelle tre parti, il Potere resta a Ganondorf, il Coraggio è assegnato al giovane e la Saggezza a Zelda per volere divino della Triforce stessa. Pur essendo lo spirito del giovane meritevole della Master Sword, il suo corpo ha un’ età inadeguata a brandirla, sicchè lo spirito resta inerte nel Sacred Realm.
  • Riflettendo il volere malefico di Ganondorf, la Triforce del Potere trasforma il Sacred Realm in un regno oscuro chiamato Evil Realm. Non potendo nulla, Rauru si ritira nella sala più interna del Tempio della Luce, la Camera dei Saggi, e qui sorveglia lo spirito sopito dell’ eroe.
  • Ganondorf ritorna ad Hyrule e la conquista, proclamandosi Re del Male; la città ai piedi del castello viene abbandonata e la gente si rifugia nel villaggio Kakariko. Per sfuggire a Ganondorf, che cerca le altre due parti della Triforce, Zelda assume l’ identità di Sheik.
  • Eventi di Ocarina of Time quando l’ Eroe del Tempo è adulto
    Passati sette anni, il corpo del giovane è finalmente maturo e riaccoglie il suo spirito. Istruito da Rauru sulla sua missione di risvegliare gli altri Saggi e messo a conoscenza degli eventi, l’ eroe riparte. Nella sua avventura, acquisisce infine il potere dei Saggi, viaggiando più volte tra l’ epoca presente e quella in cui era bambino. Queste azioni gli varranno l’ appellativo di Eroe del Tempo. Sheik incontra l’ eroe nel Tempio del Tempo e gli rivela la sua vera identità nonché la leggenda della Triforce. I due vengono però sorpresi da Ganondorf che rapisce Zelda. Nella battaglia finale tra l’ Eroe del Tempo e Ganondorf, le tre parti della Triforce risuonano. Questo è il momento decisivo di questa nostra storia.


In base all’ esito dello scontro si determinano tre possibili destini per Hyrule, tre possibili Leggende di Zelda.

1.Leggenda α: l’ Eroe del Tempo è sconfitto da Ganondorf.

2.Leggenda β: l’ Eroe del Tempo sconfigge Ganondorf ed è rimandato da Zelda per intercessione della dea del tempo alla sua epoca di bambino.

3.Leggenda γ: narra delle vicende di Hyrule nell’ universo temporale da cui il vittorioso Eroe del Tempo viene rimandato alla sua epoca di bambino.



Episodi Extra, Spin-off, Edizioni Speciali « The Legend of Zelda

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Re:La Leggenda Di Zelda

alda sausa 10/01/2015 alle 20:18

ciaooooo raga!!! :headbang:

Re:La Leggenda Di Zelda

Izanagi 01/08/2014 alle 22:04

Adesso non ho il tempo per leggere tutto ma conoscendo l'autore so già che mi piacerà :D