Impressioni post-conferenza E3

Impressioni post-conferenza E3


Parlarne a caldo subito ieri probabilmente mi sarei lasciato andare con gli sfoghi e le delusioni, nonostante non fosse quello che provassi veramente. Quindi, a questo punto, ho deciso che parlerò di quello che mi è piaciuto e non mi è piaciuto della conferenza di ieri, iniziando da quello che non mi è piaciuto, tanto per non finire questo articolo in negativo.

COSA NON MI E' PIACIUTO



-Il bambino dell'appartamento affianco che piangeva e che mi ha costretto ad ascoltare la conferenza con gli auricolari a massimo volume.
-Il collegamento con il sito E3 della Nintendo, dove hanno fatto a pera  downgrade della risoluzione, spesso andava a rallentatore, e all'inizio il collegamento è stato per i primi 5 minuti muto (quando c'era l'orchestra che suonava poi!); insomma, la conferenza non è stata piacevole da vedere sotto questo aspetto.
-Giochi annunciati ma nemmeno fatti vedere, come Zelda four swords o Smash Bros 4, per il primo poco male, per il secondo probabilmente vedremo le prime immagini al prossimo E3, dunque, perché annunciarlo, ci tengono tanto ad indurci al suicidio durante l'attesa?
-Gli spoiler di OOT3D, il gioco lo so anche a memoria, ma insomma, un po' di serietà! Facciamo brutta figura davanti a tutti i nostri utenti quando gli invitiamo a non spoilerare nelle sezioni del forum!
-Non mi piace il nome Super Mario™, con la fantasia potevano sprecarsi pochino di più...
-Potevano far vedere Wii U console, visto che per tutta la presentazione non si capiva se il pad fosse destinato al Wii normale.
-La forma del pad Wii U: troppo ingombrante, per nulla accattivante, ad occhio e croce tutt'altro che ergonomica (cosa sono quegli analogici così in alto? E i tasti start e select così in basso? Dobbiamo fare palestra con i pollici?) e probabilmente non adatto alle tv più piccole.
-Il nome Wii U, se il nome Wii è stato affascinante ed un'ottima intuizione, questo è più ridicolo, e lo è stato molto quando l'ha spiegato Reggie, puzza purtroppo di una trovata commerciale che sfrutta un marchio di successo, perché Wii è inteso come we, noi, e u è inteso come you, tu, e tanti altri vaneggi strani...
-La riflessione finale di Reggie sul confronto dell'evoluzione tra Nintendo DS e 3DS e Wii con Wii U, mi è sembrata molto arrogante e molto lontana dalla realtà sul concetto di rivoluzione, perché se le due console ormai della generazione precedente hanno fatto successo non solo per scopi commerciali, ma innovando veramente tanto anche altri campi (basti pensare che il DS ha creato da solo la generazione touch, pazzesco), le due console attuali per ora sono degli oggetti misteriosi che non promettono lo stesso successo.

COSA  MI E' PIACIUTO



-L'ingresso di Miyamoto, che con l'interazione con l'orchestra è stato davvero sublime, divertente e anche elegante, niente t-shirts nerdose, ma giacca e cravatta accompagnata ad una sana dose di ironia e di affezionamento quando ha parlato della saga di Zelda. In assoluto il migliore in campo, si è rifatto dall'anno scorso dopo l'ingiusta figuraccia del Wiimote che non puntava per una serie di motivi di radiazioni, anche perché si notò fortemente la sua espressione delusa, grande Miya!
-Zelda Skyward Sword esce a fine 2011, e se non esce giuro che farò qualche vittima questa volta.
-Il ritorno del power-up Racoon Mario, perché tutto sommato il procione ci mancava e rende Mario ancora più sexy!
-Il ritorno di Luigi's Mansion, un chiaro segno ai fan del fratello sfigato di Mario che non se lo rifila mai nessuno, che vuole rilanciarsi in una nuova avventura. Se su Gamecube ci è riuscito con ottimi risultati, perché no su 3DS?
-Alcune feature del pad Wii U sono interessanti, vedi il fatto che se un tuo parente vuole vedersi la tv in santa pace, non c'è bisogno di spegnere il gioco ma puoi continuare dallo schermo del pad, carino, certamente non fondamentale, ma un'idea piuttosto bizzarra!
-Il golf su Wii U sembra una grandissima figata, nonostante possa essere ingombrante.
-Il fatto che con Wii U non debba buttare/vendere per forza le vecchie periferiche Wii, come la balance board o Wiimote vari, perché retrocompatibili.
-Il fatto che se queste periferiche sono retrocompatibili e Wii U è una console molto potente, può far pensare che Nintendo questa volta si occuperà degnamente sia dei giochi per i fan più affezionati che per quelli più commerciali e "da famiglia".
-I multiplayer online di giochi come Starfox e Kid Icarus promettono finalmente un online decente che nella scorsa generazione da parte di Nintendo non abbiamo mai visto.
-Wii U avrà giochi multipiattaforma, probabilmente i primi non avranno successo perché usciranno molto prima su Xbox360 e PS3, e difficilmente con quel pad, ammesso e non concesso che il design definitivo sia quello, possono essere giocabili più di tanto, ma si spera da parte di Nintendo un approccio più serio con le terze parti, perché avere saghe come Assasin's Creed, Batman Arkham City, Darksiders, Battlefield e Tekken porta un po' di lustro ad una console che nella scorsa generazione è stata abusata in tutte le lingue del termine casual a prescindere.

Impressioni finali su Wii U e conferenze di Microsoft e Sony



Wii U non è proprio un fallimento della conferenza, le aspettative c'erano per forza, grandi, piccole o che siano, ma non ha nulla per cui esaltarsi seriamente, si spera che ci sia ancora tanto da migliorare, perché se il Wiimote stupì tutti quanti per la sua semplicità e la sua originalità, l'attuale pad sembra un tablet grosso e scomodo, si spera che non sia il design finale, sono comunque ancora in tempo per migliorare la situazione, speriamo bene.
Per le altre conferenze, personalmente non le ho viste, ma ho cercato di informarmi il più possibile, perché non ho nessuna voglia di rivedermele daccapo, e da quanto ho capito la conferenza Microsoft è stata piuttosto spenta e nonostante l'annuncio di giochi del calibro di Halo, un nuovo Fable, Gears of war 3, ha piuttosto deluso e i nuovi giochi per Kinect non sono molto allettanti. Su Sony invece, un grosso mattone per Nintendo c'è stato, perché Playstation Vita oltre ad essere un'ottima console portatile e una potenziale rivale nel mercato, al contrario della PSP col DS, ha un prezzo veramente conveniente e anche l'alternativa 3G con giochi come Little Big Planet e in futuro anche altri che abbiamo già visto che hanno riscosso un ottimo successo, potrebbe cambiare il mondo delle console portatili sul campo del network, anche se la console war portatile è già vinta a prescindere da Apple.
Aldilà di quale conferenza sia stata migliore, personalmente non m'importa più di tanto, tirando le somme ci sono stati E3 peggiori, per questo non trovo la conferenza Nintendo tanto deludente (perché con Wii Music e Wii Fit ai tempi si toccò veramente il fondo) ma nulla di esaltante, e le conferenze Microsoft e Sony, magari potevano andare meglio, nulla di stupefacente, ma penso non abbiano deluso le aspettative.

Condividi con i tuoi amici

Commenti

Impressioni post-conferenza E3

Rob 02/01/2013 alle 10:44

Questa discussione raccoglie i commenti per l'articolo Impressioni post-conferenza E3

Re: Impressioni post-conferenza E3

Giotto 100 09/06/2011 alle 00:05

Infatti in termini di marketing non voglio riferirmi proprio a nulla, parliamo comunque di una console che non è completa, non sappiamo minimamente quali siano le sue caratteristiche hardware, quando uscirà e quali titoli seri saranno supportati all'uscita. Per l'appunto non sono deluso, ma nemmeno impressionato, da Nintendo ti aspetti ovviamente quel passo che ti lascia a bocca aperta, come furono DS e Wii, questa volta non c'è stato ma non implica che debba essere per forza deluso, è una scelta coraggiosa supportare un pad simile, ma gli manca quel qualcosa che ti dice: "cazzarola, deve averlo proprio intuito un genio", quando i pad con touch-screen giravano già ai tempi del pad fake del revolution. In uno smile una bella poker face, come quella dell'inizio dell'articolo, come questa :|

Re: Impressioni post-conferenza E3

Maligno 08/06/2011 alle 23:23

Boh no, è un giudizio PERLOMENO troppo affrettato in termini di marketing. Sintomatico d'incompetenza, sono affranto. E Wii U è un nome bellissimo! Non vedo l'ora di sentirlo pronunciare nelle splendide pubblicità italiane in tv!

Re: Impressioni post-conferenza E3

Giotto 100 08/06/2011 alle 23:23

comunque non ci sono più le mezze stagioni di una volta...

Re: Impressioni post-conferenza E3

Giotto 100 08/06/2011 alle 23:19

fallimento inteso come oggetto misterioso dell'E3, non come console.

Leggi tutti i commenti | Aggiungi un commento →